Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Allergologia e Immunologia > ciao a tutte!!!!!!
Segna Forum Come Letti

   

ciao a tutte!!!!!!

Isabelle
 

Ciao a tutte!
E'la prima volta che scrivo su questo forum, l'ho scoperto un pò per caso girando per internet. Ho letto qualche messaggio e ho pensato che magari scrivere qui mi avrebbe fatto bene, in fondo è forse la mia ultima spiaggia.
Soffro da un pò di tempo di disturbi alimentari, mi sono sottoposta ad una dieta molto ferrea che mi ha fatto perdere peso, ma che successivamente si è rivelata disastrosa per il mio organismo.
In vita mia non sono mai stata magra, ho sempre avuto quei kili di troppo che mi facevano odiare tremendamente il mio corpo, non mi sono mai piaciuta; ma ora la situazione sta diventando per me insostenibile. Il mio aspetto fisico è divenuto un'ossessione, non faccio altro che angosciarmi perchè voglio dimagrire, mi vergogno a farmi vedere dagli altri, tento in qualsiasi modo di nascondere il mio corpo, non mi guardo più allo specchio e non sopporto che gli altri mi tocchino perchè ho paura che sentano tutta quella "ciccia" che io odio. Ho rischiato di entrare nel tunnel della bulimia, avevo cominciato ad abbuffarmi e vomitare o a prendere lassativi, in questo modo riuscivo a non ingrassare, poi ho smesso di vomitare e nel giro di un mese sono ingrassata in modo incredibile. Non riesco più a controllarmi, le mie abbuffate sono sempre più frequenti, mangio fino a star male, fino ad avere la nausea, poi mi chiudo in camera e piango, mi dispero e guardandomi allo specchio mi dico che faccio schifo che non valgo nulla,che sono una totale nullità.
Ho sofferto in passato di crisi di panico, e qualche volta si manifestano ancora, anche se più raramente; sono in cura da uno psicanalista da ben cinque anni che però sembra non afferrare bene la mia situazione, dato che non fa molto per aiutarmi.
I miei genitori non vedono o fanno finta di non vedere, io ho smesso di tentare di comunicare con loro, quando ci ho provato mi sono sentita rispondere che la devo smettere con queste cazzate, che ho perso la ragione e mi faccio problemi che non esistono.
Ho tentato di andare da un dietologo e seguire una dieta , ma non ho resistito più di una settimana, ho buttato via soldi e tempo.
A causa di questo continuo ingrassare-dimagrire mi si è sballato il ciclo mestruale e mi sento perennemente gonfia, con frequenti nausee.
Può sembrare assurdo, ma non posso rivolgermi alle persone che mi circondano perchè non mi credono, tutti pensano che io sia esagerata e che mi inventi le cose, è vero sono tanti anni che per un motivo o per l'altro sto male e ora questa ossessione dell'aspetto fisico agli altri appare solo come una scusa per attirare l'attenzione, ma ciò non toglie che io convivo tutti i giorni con questo dolore e la mia lotta la combatto da sola.
Grazie a chi ha letto il mio sfogo, se qualcuno mi risponderà mi fara molto felice.
Ciao

Isabelle

MIGLIOR COMMENTO
Ciao Isabelle....penso che questo tuo sfogo ti abbia fatto solo bene.....
Io purtroppo ho sofferto di problemi alimentari e non solo in passato ma anche nel presente non sono ancora in giusta sintonia con il cibo.....
Non penso di poterti dare dei consigli anche perchè non riesco a darli a me stessa figurati se potrei darli ad una ragazza che soffre più o meno come ho sofferto io....
Io ho sofferto di anoressia nervosa per tre anni poi ho iniziato a mangiare, anzi ad abbuffarmi e poi vomitare o riprendere i miei soliti digiuni, adesso dipende....sono stat anche io da una psicanalista ma devo dire che i risultati non sono stati un gran che....
Adesso ad ogni più piccolo problema che ho il mio nervosismo si scaraventa nel cibo...o con i miei digiuni o con le mie abbuffate...ma il problema di fondo è che noi che soffriamo così non riusciamo ad accettare il nostro corpo...anche se alla fine i problemi principali sono di fondo...o dalla nostra prima adolescenza oppure addirittura dall'infanzia....Io penso che le uniche persone che ci possono aiutare siamo solo noi stesse.....so che non è facile perchè ci sono dentro anche io ma prima o poi ne usciremo....
Magari provando a fare una dieta bilanciata......
Io sono arrivata a pesare due anni fa 43 chili per 1.70 di altezza........
Adesso peso 55 chili....che sarebbe più o meno giusto come peso ma mi vedo sempre grassa......
Te quanto pesi e quanto sei alta?
Un bacio e cerca di stare tranquilla......se hai bisogno di sfogarti io sono qui a rispondere alle tue domenda fino a dove mi è possibile.....
Leggi altri commenti
caramella.di.luce
 

Ragazze, un consiglio spassionato, direi che la psicanalisi non è la terapia giusta per chi ha probemi di comportamento alimentare. Se mi permettete vi consiglio la terapia cognitivo comportamentale, è più breve ed efficace e mira dritto al risultato. Mi dsipiace intervenire così bruscamente quandononabbiamo scambiato mai neanche due parole, ma mi fa troppo innervosire vedere persone che spendono soldi per alleviare la sofferenza e non ottengono risultati.
Scusate ancora

rinascita
 

Senza essere del campo, ma essendoci passata, condivido il consiglio di candy... l'approccio psicanalitico non mira a stabilire relazioni sane ma appunto a psicanalizzare, a far uscire l'inconscio (detto da profana ovviamente!), credo che i disturbi alimentari provengano da disagi relazionali, dimmi Tina se sbaglio... e come tali andrebbero trattati.magari parlo perchè la mia esperienza è stata questa.Ma ha funzionato.
Anch'io ero la classica persona delle abbuffate, che non si è mai accettata... oppure delle improvvise diete ferree...anch'io ho avuto problemi di ciclo per più di 2 anni... ma nulla, la mia fissa era dimagrire, dimagrire... piacere agli altri, diventare bella, senza fermarmi mai...senza pormi un limite o volerlo riconoscere.
Si può venirne fuori, ma non da sole.
Un abbraccio

rinascita
 

"…rinunciare a se stessi, non amarsi è come sbagliare a chiudere il primo bottone di una camicia, tutti gli altri poi sono sbagliati di conseguenza"

Caspita... è vero!

caramella.di.luce
 

Ragazze Greta ha ragione, è tutto vero (Greta fai la psicologa....davvero!!!), la psicanalisi è un approccio un pò vecchiotto...io personalmente non lo condivido, nei sistemi e nei tempi, anche se teoricamente è estremamente affascinante!
L'approccio che vi ho consigliato, uqando applicato sapientemnete, mira al risultato: se c'è collaborazione da parte del paziente, il programma si sviluppa in 20 incontri di 50 minuti l'uno. Questo è il metodo che si usa anche a Villa Garda, una clinica che si occupa SOLO di disturbi del comportamento alimentare (con approccio cognitivo comportamentale).
Se avete bisogno di ulteriori approfondimenti, chiedete pure...qui ho in provato, non può che farmipiacere!

caramella.di.luce
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da rinascita

"…rinunciare a se stessi, non amarsi è come sbagliare a chiudere il primo bottone di una camicia, tutti gli altri poi sono sbagliati di conseguenza"

Caspita... è vero!
E' di Fabio Volo, dal libro "E' una vita che ti aspetto" io quel romanzo l'ho trovato illuminante sotto tanti punti di vista, forse perchè l'ho letto in un periodo particolare della mia vita...
Te lo consiglio!
Bacio

schwarze Fee
 

caspita...leggendo qui mi vien da piangere....capisco quello che provi. è dura. è già dura già quando hai il supporto di chi ti ama....figurati senza.
io per stare ha dieta son riuscita a perdere 31kg: sono alta 1,58 m e pesavo ben 79 kg...puoi immaginare che pessimo rapporto avevo con me stessa e il mio corpo! mentre prima mangiavo pochissimo e automaticamente rigurgitavo parte di quello che mangiavo - significa niente dita in gola, niente lassativi: il mio stomaco da solo ributtava su quello che avevo mangiato - da un paio di settimane alterno digiuni con abuffate e ho preso 4 kg...mi sembra di essere diventata un pallone. e anche prima ho mangiato tanto e ora starò tutta la sera a fare cyclette con il dubbio atroce che sarà tutto inutile e che sarà un altro chilo che potrò evitare di riprendere se digiunerò ancora...ma ce la farò?? non so neanche se sono più in grado di non mangiare molto.
anche ora che mi si vedono le costole mi faccio schifo e continuo a vedermi enorme e quindi mi chiedo: mi vedrò mai bella?
è come quando per dimagrire mi dicevo un altro chilo e una volta che lo perdevo mi dicevo:va be', un'altro ancora poi basta ...e non sapevo più quando sarei stata al punto in cui mi sarei fermata. ma ho il serio proposito di riprendere i vecchi regimi. almeno mi sentivo bene.
cerca qualcuno che ti aiuti; io vado da una psicologa che mi sta aiutando a capire tante cose ma non è facile trovare qualcuno che sappia aiutarti.
cerca e prova.
non è giusto che ci stiamo rovinando così.
non credo ce lo meritiamo.


un bacio di tutto cuore e fatti forza.
scrivi ogni volta che ne senti il bisogno perché ti farà star meglio....

caramella.di.luce
 

schwarze fee, quello che scrivi mi preoccupa e rincuora. Mi sembra che tu abbia abbastanza consapevolezza del tuo problema, ma continui ad avere, forse, l'atteggiamento sbagliato.
Da quanto vai da questa psicologa?

schwarze Fee
 

ci vado da nove settimane.
effettivamente anche lei - e prima ancora la psicologa che mi ha inviato - mi ha detto più volte che spesso la lucidità con cui le racconto le cose di oggi e di ieri è impressionante e che ho dimostrato di essere più lucida, matura e consapevole di certi aspetti della vita rispetto alle mie coetanee (ho 21 anni).
ancora non riesco a cambiare i miei atteggiamenti e forse col tempo...

caramella.di.luce
 

Nove settimane non sono tantissime, ma non sono neanche poche! Come ti stai trovando? Sai che approccio ha per caso?

Isabelle
 

grazie a tutte per avermi risposto.
volevo precisare che sono in cura da uno psicanalista da cinque anni non per questi disturbi alimentari, ma perchè in passato ho avuto altri problemi e quindi sono entrata in terapia.
ora mi rendo conto che la psicoanalisi non può far molto in questi casi e di fatti io vorrei tanto trovare un aiuto più concreto e che non conosco nessuno e non saprei a chi rivolgermi e soprattutto temo sempre che mi vengano ripetute le stesse cose....
io mi rendo conto che tutta questa situazione è sbagliata e non voglio più continuare così, tutto quello che mi circonda non ha più un senso per me ormai, conta solo il mio corpo e la mia ossessione-dipendenza per il cibo....

egriss
 

ciao isabelle sono anch'io di venezia , bene arrivata. mi dispiace per il tuo problema.vedrai che in questo forum ci sono persone buone che riusciranno a starti accanto aiutandoti, anche solo ascoltandoti. ciao


[][][][][][] [][]


schwarze Fee
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da candylight

Nove settimane non sono tantissime, ma non sono neanche poche! Come ti stai trovando? Sai che approccio ha per caso?
mi sto rovando molto bene. con lei parlo sinceramente e apertamente e mi ritrovo di fronte a lei ad amettere delle cose che non ho mai avuto il coraggio di ammettere nemmeno a me stessa.
il fatto è: in passato sono andata senza successo da un psicologo perché soffrivo di depressione. quando sono arrivata dalla tipa mi son detta: be' proviamo.
considerando che mi ritrovo a pagare 36 euro di tasca mia ogni 3 settimane, mi sembrerebbe anche stupido non dire le cose che mi sento di dire. rinuncerei e non perderei tempo e denaro.
e poi voglio capire PERCHE' mi è venuto fuori tutto questo. cosa è che mi ha fatto scattare nella testa quel qualcosa di così stravolgente che non riesco a fermare. e sapendo le ragioni potrei riuscire a trovare il modo di cambiare i miei atteggiamenti.

riguardo all'approccio che usa, non lo so.

caramella.di.luce
 

l'importante è che ti trovi a tuo agio e senza imbarazzo nel comunicare la tua sofferenza
Scusa perchè vi vedete ogni tre settimane?
Il disocrso sull'essere sinceri è giustissimo, altrimenti sarebbe come barare al solitario!
Il modo per cambiare lo troverete insieme, anche senza capire le ragioni che l'hanno scatenato...a poco importa conoscerle...ti assicuro che non ti cambierebbe molto.
In bocca al lupo e tienimi aggiornata

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr. Filippo Fassio

Dr. Filippo Fassio
Nome:
Filippo Fassio
Comune:
Firenze, Pistoia e Lucca
Professione:
Medico Chirurgo, Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica
Specializzazione:
Allergologia ed Immunologia Clinica, Dottore di Ricerca in Medicina Clinica e Sperimentale
Contatti/Profili social:
sito web facebook twitter linkedin
Domanda al medico
Dott. Fassio, ci dice chiaramente cosa sono le intolleranze alimentari? E cosa le causa?
Le intolleranze alimentari sono delle reazioni avverse correlate all’assunzione di uno o più specifici alimenti. Possono essere di diversi tipi e avere quindi cause differenti. Le più comuni sono le forme enzimatiche, causate dalla mancanza o dalla carenza di specifici enzimi nell’intestino che sono deputati alla digestione di specifiche sostanze; un esempio tipico è l’intolleranza al lattosio causata dalla carenza di enzima lattasi. Oppure possono essere di tipo farmacologico, quando delle sostanze biologicamente attive presenti nell’alimento causano sintomi al soggetto che le assume; in questo caso un esempio è la rinite o l’attacco d’asma nei soggetti intolleranti ai solfiti (che si trovano per esempio nel vino bianco o nello spumante). In altri casi ancora la causa dell’intolleranza non è nota.Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 08:29 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X