Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Allergologia e Immunologia > Secondo voi???
Segna Forum Come Letti

   

Secondo voi???

ila
 

Ciao...l'altro giorno guardavo la tele e in questo programma parlavano di come un esperienza con un altra ragazza o donna ti ha fatto vivere un inferno e ti ha segnato la vita...IO mi sono messa a pensare e all'improvviso mi e venuta in mente questa cosa che mi rendo conto solo adesso di avere rimosso dalla memoria da anni...quando avevo 16-17 anni avevo una "migliore amica" con cui passavo tutto il tempo libero...io ero grossa,gia avevo i miei complessi..e lei ogni volta che veniva a casa mia mi chiedeva di provarsi i miei vestiti..."Ila posso provarmi i tuoi jeans?"...io che sapevo gia come sarebbe andata a finire ma non avevo il coraggio di parlare rispondevo "certo sono li sul letto"...."Ah no ma sono troppo grossi x me vedi?"...of course!!!...lei era 3 volte piu magra di me...cioe nn aveva bisogno di provarseli i miei jeans per vedere che ci navigava dentro!!!...mi sono rovinata cosi tante giornate!!...mi faceva sentire ancora di piu il peso del mio corpo, mi vergognavo cosi tanto...o quando mi diceva..."Vuoi che ti presto la mia gonna?"...ma secondo te????[!][!]Mi sentivo morire e credo di averlo desiderato davvero.In piu era il periodo delle abbufate e delle prime corse in bagno per vomitare...un incubo che e poi durato 9 anni e di cui ancora oggi ne pago le conseguenze?
Da quando mi sono venuti in mente questi ricordi non riesco a pensare ad altro, e l ho collegato col fatto che ho sempre, e ancora oggi, avuto difficolta ad avere amiche...mi sento sempre in soggezione, e ho sempre l impressione che loro "competano con me"...ho paura di parlare, mi vergogno.

Secondo voi c'entra qualcosa con questa esperienza?...e perche' non mi ricordavo?...e ora nn posso pensare ad altro?...

GRAZIE MILLE...[]

MIGLIOR COMMENTO
88stellina88
Secondo me Ila l'avevi rimosso xkè è stato un periodo che ti ha fatto soffrire..anche le più piccole sciocchezze a volte ci feriscono tantissimo..certo che xò ammazza che amica stronza che ti eri trovata eh...... poi riguardo al discorso sulla difficoltà ad avere amiche..si sinceramente penso che quell'esperienza negativa ti abbia condizionato molto..ti sentivi in difetto rispetto a lei e spesso a disagio..nn fai altro che pensarci xkè è una cosa che ti ha fatto stare davvero molto male e come tutte le cose che rimuoviamo quando tornano in superficie ci feriscono..ma invece di stare male pensaci un momentino,fermati e analizza la cosa..è successa tanto tempo fa ed è un'amica nn ti fa sentire in nessun altro modo se nn te stessa,ti sta vicino ti supporta e ti incoraggia..di certo nn fa la stronza e mette te in difficoltà x emergere e sentirsi bella e boiate così...nn avere paura ad aprirti perchè una persona che ti vuole bene nn compete con te e nn tutte le persone sono come quella ragazza che hai conosciuto...lasciati un po andare e nn essere prevenuta e vedrai!
__________________
Leggi altri commenti
ila
 

ciao...grazie della tua risposta cominciavo a pensare che nessuno mi avrebbe risposto!
Grazie per le tue parole...io lo so che le xsone nn sono tutte cosi ma mi sono presa cosi tante inculate da persone che credevo amiche...troppe...e da femmine...diciamo che nn sono molto fortunata!...mi blocco proprio, non parlo, non mi viene in mente niente...ma nn mi capita sempre, a volte posso conoscere una persona ed essere tranquillamente me stessa...e questo mi fa arrabbiare ancora di piu perche nn riesco a capire il perche???

cmq grazie ancora stellina...hai ricevuto il mio msg privato di prima?

Elyfiore
 

ila ma quella non era un'amica da come la racconti

Mi dispiace, chi ti vuole veramente bene ti accetta per quello che 6, e non fa di tutto per metterti a disagio, toccando i tuoi punti deboli.
I kg. vanno e vengono ma le persone che leggono nel cuore e sanno starti vicine sono davvero poche.

Non pensare al passato ma guarda avanti, al futuro, con fiducia
incontrerai sicuramente persone che valgono, ne sono sicura, un bacione

Elena

ila
 

Ciao Elena...grazie mille...hai perfettamente ragione in quello che dici e io credo di non gurdare al passato...cioe me lo ero addirittura dimenticato, e io e lei non ci parliamo piu da anni e nn ci penso piu...pero da quando me lo sono ricordato l ho collegato con la mia difficolta' di essere me stessa con le persone, specialmente ragazze...non ci riesco proprio, mi chiudo come un razzo!...non parlo come se avessi "paura" di non piacere...ma questa nn sono proprio io...perche con le persone che conosco da tempo e con cui mi sento a mio agio sono tutta un altra xsona..sono sempre la casinista e la simpatica del gruppo...e tutto questo squilibrio mi fa stare malissimo perche mi sento sempre a disagio...poi negli anni i miei problemi alimentari non mi hanno aiutata x niente...e tutto cosi difficile

Voglio risolvere questo mio blocco perche voglio essere in grado di essere me stessa con chiunque...
Oggi lo capisco che non era colpa mia e che non mi meritavo di essere trattata cosi, ma anche se ripeto tutto questo a me stessa non mi fa sentire meglio nel rapporto con altre persone...

cmq grazie tantissimo x aver scritto...

buona giornata!

Elyfiore
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da ila

Ciao Elena...grazie mille...hai perfettamente ragione in quello che dici e io credo di non gurdare al passato...cioe me lo ero addirittura dimenticato, e io e lei non ci parliamo piu da anni e nn ci penso piu...pero da quando me lo sono ricordato l ho collegato con la mia difficolta' di essere me stessa con le persone, specialmente ragazze...non ci riesco proprio, mi chiudo come un razzo!...non parlo come se avessi "paura" di non piacere...ma questa nn sono proprio io...perche con le persone che conosco da tempo e con cui mi sento a mio agio sono tutta un altra xsona..sono sempre la casinista e la simpatica del gruppo...e tutto questo squilibrio mi fa stare malissimo perche mi sento sempre a disagio...poi negli anni i miei problemi alimentari non mi hanno aiutata x niente...e tutto cosi difficile

Voglio risolvere questo mio blocco perche voglio essere in grado di essere me stessa con chiunque...
ila in queste parole che scrivi mi ci ritrovo io, un pò di anni fa.
Anche io ho avuto un pò di problemi di disordine alimentare, avevo preso a fare diete, dimagrivo, ingrassavo mi abbuffavo, facevo la fame... ma non ho mai vomitato.

Non stavo affatto bene e avevo problemi di inserimento.

Ora le cose sono un pò migliorate (sono pure nel mio peso forma ), ma la paura e l'incapacità di essere me stessa con le persone (soprattutto a fare nuove conoscenze, le persone che mi conoscono da anni sanno veramente chi sono) rimane sempre, di fondo, ed è un lato di me che cerco costantemente di migliorare.

Ci vogliono forza di volontà e desiderio di cambiare, o se non altro di smussare gli angoli.

Io sono andata per un certo periodo dall psicologo e devo dire che mi è servito parecchio. La dottoressa non mi ha mai dato risposte, ma mi ha sicuramente aiutata a guardare le cose con una prospettiva divera e a modificare i miei atteggiamenti, se e quando necessario.

Ti abbraccio forte,
Elena

ila
 

Capisco benissimo...anche io mi ci ritrovo in quello che dici...io sono stata bulimica e binge eater (perche' avevo pure paura di vomitare e la gola mi faceva troppo male quindi dovevo tenermi tutto dentro!!!che peggiorava ancora i miei sensi di colpa!) per quasi 9 anni...ho iniziato ad abbuffarmi a 14-15 e ho vomitato la prima volta credo verso i 16...mi ricordo ancora...il giorno che il mio ex di cui ero ancora persa...mi disse...guardando delle foto che avevo fatto "si stai bene ma se dimagrissi staresti meglio"...diciamo che una pugnalata al cuore mi avrebbe fatto sentire meno male.quel giorno mangia il mondo...te lo giuro...e poi ho vomitato...la settimana dopo iniziavo a vomitare acqua...il mio fisico era perfetto...avevo appena perso 18Kg...pesavo 69Kg...alta 1,75...ero felicissima, ai miei occhi perfetta!...e invece no...non era ancora abbastanza...cosi ho ripreso tutti i kili con gli interessi!!...in 4 mesi!!...e da li ho iniziato la mia caduta verso il basso...con attacchi di apnico e tutto quello che ne sussegue....

Sono stata in terapia 2 anni fa e anche a me ha fatto molto bene, oggi ho 24 anni e sto molto meglio anche se certi pensieri nn mi lasciano mai...nonmi abbuffo e nn vomito + ma il mio rappoorto col cibo non e ancora come dovrebbe...al momento sono il lista di attesa per una terapia...pero nn posso permettermi di pagare privato quindi passeranno mesi!!!...va beh!
ora i miei kilozzi li ho ripersi tutti e sono di nuovo come prima (per fortuna!!)..ma ancora nn sono 100% contenta.

grazie ancora sei fantastica...tu quanti anni hai?...anche x me e lostesso...chi mi conosce sa chi sono...ma se incontro persone nuove mi blocco...non respiro quasi piu...e cosi stupido se ci penso...e mi chiedo perche???...poi nn mi succede con tutti...a volte appena incontro qualcuno...anche donna...sento che posso essere me stessa...e via nn mi fermi piu...boh...anche x te e cosi?

un abbraccio anche a te...

Elyfiore
 

Io sono un pò più grandicella: ho 32 anni .

A me succede che quando sono in mezzo alla gente ho sempre paura di quello che possano pensare di me e non ho mai la mia esatta dimensione di me stessa a confronto con gli altri.
Penso sempre di essere o valere di meno.
Ho paura che se faccio un gesto qualsiasi loro pensino male di me.

Però ti dico la verità, adesso le cose sono mooolto migliorate! [8D]

Ho imparato a farmi molto meno seghe mentali e vedo che gli altri ti recepiscono come tu vuoi che loro ti colgano.
Non so come dirti.
Se ti dimostri sicura non dubiteranno mai che sei insicura.
E' come un abito mentale che uno mette, per evitare di stare male...

A me ha aiutato parecchio anche lo sport, soprattutto il nuoto.
E poi fare qualcosa per me stessa, che mi dia la possibilità di esprimermi, tipo, io dipingo .
E' da 1 anno e 1/2 che seguo un corso di pittura e mi piace moltissimo.

Più che un'altra terapia prova con lo sport o con qualcosa che ti coinvolga e che ti dia la possibilità di mettere a frutto e valorizzare una tua qualità [8D] (e sono sicura che ne hai molte ), ti sentirai poi più sicura di te.



Ciaociao,
Elena

manu1
 

Ciao, io ne ho 36 di anni e ce ne ho messi tanti a capire che il problema era molto piu fondo della dieta che non riuscivo a seguire. quando sono andata dalla psicologa e mi ha chiesto della mia infanzia era tutto un "non me lo ricordo" ma come non te loricordi. E scava scava sono arrivata al mio primo ricordo. io fuori dalla porta del bagno e mia madre che vomita. si puo venir su normali iniziando così?

ila
 

non so come dirti quanto le vostre parole mi aiutano a sentirmi meglio...

Elena...io mi sento proprio come hai descritto...come se avessi paura di fare qualcosa di "sbagliato" ed e proprio come se perdessi la "dimensione" di me...nn so dove guardare, come muomermi, dove sono...spesso non ascolto nemmeno cosa l altra persona sta dicendo perche mi confondo...nn so se mi spiego.....nn lo capisco nemmeno io...
Sport ne faccio tanto credimi...sono anche istruttrice di aerobica!!...non insegno perche ancora nn ho finito il corso, ma lo faro cmq solo part time...voglio diventare terapeuta come professione, e specializzarmi in disordini alimentari...ma mi rendo conto che ho tanto lavoro da fare su me stessa....poi vado in palestra 3 volte a settimana..e quello si che mi fa sentire un po meglio ma nn mi aiuta nella mia vita sociale, perche anche li mi sento le stesse sensazioni...

Mi sa che mi ci vuole proprio una terapia...

Manu....nemmeno io mi ricordo niente della mia infanzia, ma proprio niente niente...solod ei flash ma niente di significativo...un vuoto hai presente?...perche?...io nn capisco...
Tu cosa hai provato quando hai ritrovato quel ricordo?...Ora ti senti meglio?...immagino non sia stato facile...

Grazie per tutto...ho proprio bisogno di tutto questo [8D]

manu1
 

è stata la terapista a farmi tirare fuori le cose, e piano piano qualcosaè uscito, qualcosa a cui non pensavo piu da anni, e che fino a quel momento avevo visto con gli occhi di bambina, senza capire, poi da donna, bulimica (ma senza vomitare) ho capito. Che anche mia madre lo era. Quello che per noi figli era un comportamento buffo (mia madre che assaltava le pasticcerie, mangiava la vaschetta del gelatocon le mani mentre si trovava ancora per strada, poi la depressione, le fobie, che per noi erano solo "mamma è proprio matta!!!". mamma soffre. mamma mi ha insegnato come ci si fa del male.
ho provato, dopo ildolore, la sensazione di essere finalmente cresciuta, nonsi crescese non si prende coscienza di una parte fondamentale di se. si rimane sempre quel bambino fuori dalla porta incerca di sicurezza. e non trovandola si imita il comportamento che si conosce.

ila
 

spero di capire anche io...perche'...sono stata in terapia ma non ho mai capito perche'...nn mi ha mai chiesto della mia infazia...infatti nn parlavo quasi mai...parlavo solo lui!!!...mi ha aiutata perche mi dava dei "compiti2 da fare che mi hanno aiutata a sentirmi meglio...ma io voglio capire assolutamente...ne ho bisogno di lasciarmi tutti questi pensieri alle spalle..

tu ora stai meglio?...ne hai mai parlato con tua mamma?

manu1
 

....no con mia madre c'è un muro. è una persona molto strana, ormai separata, che vive in un mondo suo. in realtà lei e mio padre ci hanno segnato la vita con i loro comportamenti,anche qeusta èuna cosa da digerire.... oralei è molto malata e sono venute fuori cose sul suo passato (cliniche, elettroshok...)che da una parte mi hanno aiutato a capire il suo comportamento di una vita, e cosa può aver trasmesso a me, dall'altra mi ha sconvolto come figlia e come madre di una bimba con la quale devo stare attenta a non fare gli stessi errori. Ma insomma è un'altra storia.
Sapere, capire, ti fa guardare in faccia i tuoi fantasmi. IO ero sempe alla ricerca di un padre, in tutti gli uomini che ho conosciuto. creando una serie di disastri. la terapia mi ha insegnato a capire questa ricerca e a cercare consolazione innanzitutto me stessa. Si capire serve, è fondamentale.

ila
 

sono daccordo e fondamentale, io voglio capire a tutti i costi...ma piu penso penso penso piu trovo memorie vuote...ora sono in lista di attesa per lo psicologo perche nn posso permettermi di andare provato...costa tanto qui.

Io con mia mamma penso di avere avuto un rapporto "normale", siamo piu vicine ora che io vivo in un altro paese!!pero va meglio...mio papa' e fatto un po a modo suo, ha sofferto un infanzia infelice anche lui...ho sempre avuto l impressione che ci fossero "segreti" che nn potevo sapere...e ho sempre sentito una inferiorita' rispetto a mia sorella (4 anni piu giovane) che mia mamma ha sempre negato...con mia sorella ho un bel rapporto adesso.
I miei si sono separati da quasi 8 anni...e nel mezzo ci sono stati 2 anni di incubo dove l uno mi urlava disgrazie al telefono contro l altro...proprio nel periodo peggiore della mia bulimia/binge eating...ma anche se mi ha peggiorato la situazione non e stata questa la causa del mio incubo...

ma tu come ti senti adesso?hai capito i tuoi fantasmi?...

Sono sicura che tu sei una mamma fantastica e tua figlia sara' orgogliosa di te...quanto ha la tua bimba?sei sposata?...

manu1
 

una persona ti aiuta in una strada dove, probabilmente, si ha paura a scendere da soli..
si li ho in parte capiti, mi sono molto perdonata, coccolata, ma il problema spesso riesplode, ma ho smesso di punirmi.
ma la sensazione di inadeguatezza, solitudine c'è. ma a momenti. siamo persone fragili e forse lo saremo per sempe, ma con un'animo molto sensibile no?
eh si mia figlia ha 4 anni e io cerco (ovviamente come tutti) di darle il massimo facecndo attenzione a non fare quello che questa bimba (io) non vorrebbe. ma insomma, spesso lei riesce a percepire fin troppo la mia instabilità. cerco di compensare con l'amore, la tenerezza. non sarò, non saremo, mai pefette, ma vicine, si, unite...è quello forse ce ci manca, comprensione profonda, stima, lo sguardo soddisfatto di chi amiamo...
io non dimenticherò mai mai mai, miopadre che mi derideva parlando con altri, e io sulle scale a origliare e a piangere.

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr. Filippo Fassio

Dr. Filippo Fassio
Nome:
Filippo Fassio
Comune:
Firenze, Pistoia e Lucca
Professione:
Medico Chirurgo, Specialista in Allergologia ed Immunologia Clinica
Specializzazione:
Allergologia ed Immunologia Clinica, Dottore di Ricerca in Medicina Clinica e Sperimentale
Contatti/Profili social:
sito web facebook twitter linkedin
Domanda al medico
Dr. Fassio, in caso di intolleranza al lattosio bisogna per forza rinunciare a latte e derivati?
Nel caso di intolleranza primaria, ovvero quella che è geneticamente determinata e dura nel tempo, l’esclusione del lattosio è un elemento rilevante della terapia. Tuttavia esistono latticini naturalmente privi di lattosio (come parmigiano e altri), oppure prodotti delattosati (ovvero latticini che contenevano lattosio, ma ai quali è stato tolto in gran parte con un procedimento industriale). In altri casi, se i sintomi non sono particolarmente intensi, è possibile che il soggetto intollerante tolleri il lattosio fino ad una determinata soglia individuale, e quindi possa permettersi l’assunzione di modeste quantità di latte o latticini. Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 08:50 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X