Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Ginecologia e ostetricia > perdite sangue 12 giorni prima del ciclo
Segna Forum Come Letti

   

perdite sangue 12 giorni prima del ciclo

ciccia87
 

salve a tutti ho trovato il vostro forum girando per il web e ho pensato di iscrivermi e chiedervi un aiutino... Ho avuto il mio scorso ciclo il 15 maggio ed esattamente il 1 giugno ho iniziato ad avere delle perdite prima rosate e poi rosso vivo... È il quarto giorno che ho queste perdite e sono anche abbastanza consistenti... Non sono abbondanti come un ciclo ma non sono neanche minime... È più o meno come negli ultimi giorni di ciclo... A cosa potrebbe essere dovuto? Nei primi giorni di perdite avvertivo un dolore come se mi pungesse l'ovaio sinistro... Sono un pò preoccupata anche xké leggendo ho trovato gente che parla di perdite d'impianto... Ma non sapendo neanche come si presentano e per quanto tempo si presentino queste ultime non so capire neanche se può trattarsi di queste o se magari si tratta di qualche problema alle ovaie o all'utero... Sapete darmi un parere? Grazie

MIGLIOR COMMENTO
Minerva75
Capita anche a me.
Nel mio caso è un problema ormonale.Se si ripete,bisogna che ti faccia vedere dal ginecologo che ti farà fare una serie di accertamenti, ecografia compresa.
__________________
Le mani che aiutano sono più sante delle labbra che pregano (R.G.Ingersoll)

Ricordo a tutti gli utenti e ai nuovi iscritti,prima di aprire una nuova discussione,di utilizzare la funzione "CERCA"
e di attenersi al Regolamento generale del Forum e di Sezione
Leggi altri commenti
ciccia87
 

quindi posso escludere che siano perdite d'impianto? La cosa strana è che è il primo mese che mi capita in genere non sono così rosso vivo ed abbondanti... Ti ringrazio per la risposta

Minerva75
 

Non posso dirti se siano perdite da impianto o meno.Questo lo può sapere il medico.
Per prudenza, fai un test di gravidanza.
Stavi cercando un bimbo?

ciccia87
 

no ma avendo cmq avuto dei rapporti col mio ragazzo e avendo letto di queste perdite d'impianto volevo capire se magari queste strane perdite che ho potessero riferirsi ad una cosa del genere o se queste perdite d'impianto si manifestino in maniera diversa

Marty19806
 

So che questo post e del 2010...ma potresti dirmi com'è finita?? Xkè io mi trovo nella stessa situazione

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr. Mario Fadin

Dr. Mario Fadin
Nome:
Mario Fadin
Azienda:
Centro Medico Sempione, Milano
Professione:
Ginecologo, Direttore Sanitario del Centro Medico Sempione di Milano
Specializzazione:
Ostetricia e Ginecologia
Contatti/Profili social:
email sito web facebook
Domanda al medico
Dr. Fadin, come faccio a contrastare la nausea in gravidanza?
Nella maggioranza dei casi per controllare il disturbo è sufficiente mettere in atto alcuni accorgimenti. Innanzitutto, evitare di bere liquidi a digiuno, soprattutto al risveglio mattutino. Meglio tamponare le secrezioni dello stomaco con un cibo asciutto, come cracker, biscotti o fette biscottate, prima di introdurre liquidi. È consigliabile, inoltre, spezzare il digiuno durante l’arco della giornata con frequenti spuntini leggeri. Infine, quando si beve acqua è preferibile che sia ben fredda, meglio se con uno spruzzo di limone.

Alcuni rimedi naturali contrastano efficacemente la nausea. Primo tra tutti la radice di zenzero, che al dosaggio consigliato in gravidanza non comporta alcun rischio per lo sviluppo del nascituro. Voci di una presunta pericolosità dello zenzero sono infondate e si basano su una vecchia ricerca degli anni ’80 che evidenziava un effetto teratogeno su femmine di topo gravide a cui ne erano state somministrate dosi massicce. Nella specie umana, alle dosi normalmente assunte, non è dimostrato alcun rischio teratogeno.

Altri rimedi utili per controllare la nausea sono l’assunzione di vitamina B6 e, ricorrendo alla medicina cinese, l’agopuntura o l’acupressione (con apposito braccialetto) esercitata sul punto P6 situato sul lato interno dell’avambraccio, circa tre centimetri sotto la piega del polso.

Se il vomito è tanto frequente da ostacolare un adeguato apporto di sostanze nutritive parliamo di iperemesi: compare nell’1% delle gravide e richiede farmaci sotto controllo medico, quali gli antistaminici o la metoclopramide, e in alcuni casi il ricovero in ospedale.

   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 04:52 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X