Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Ginecologia e ostetricia > Ritardo del ciclo di 6 giorni a seguito di rapporti protetti
Segna Forum Come Letti

   

Ritardo del ciclo di 6 giorni a seguito di rapporti protetti

lagrange
 

Buonasera,

io e la mia ragazza abbiamo avuto rapporti sessuali sempre protetti (uso di ************) frequentemente, e al momento dell'eiaculazione, in ogni caso, sono sempre venuto fuori.

È da premettere che la mia ragazza soffre di Tiroide di Hashimoto, è anemica e in questo periodo è molto spossata e stressata, sia per il caldo torrido, sia appunto per l'aggravante del ritardo del ciclo (sarebbe dovuto venire il giorno 6), e ultimamente lamenta dolori al basso ventre e alla vagina.

Premetto inoltre che la nostra età (20 anni) insieme ai nostri impegni universitari non ci consente di portare avanti una gravidanza.

La nostra paura è che in qualche modo il liquido preeiaculatorio sia uscito dal ************ e sia entrato nella vagina, anche se alle volte sul ************ ho trovato un liquido biancastro, ma di consistenza e odore molto diversi dallo sperma (facendo qualche ricerca su internet ho trovato su vari forum come questo che si tratta di un muco appunto proveniente dalla vagina), con il ************ che era chiuso e sottovuoto non entrava in alcun modo aria al suo interno.
Quindi vorrei chiedere se il ritardo del ciclo sia normale a seguito della premessa fatta oppure dobbiamo preoccuparci per una possibile gravidanza.
Grazie!

MIGLIOR COMMENTO
Minerva75
Citazione:
Originariamente Inviato da lagrange Visualizza Messaggio
Buonasera,

io e la mia ragazza abbiamo avuto rapporti sessuali sempre protetti (uso di ************) frequentemente, e al momento dell'eiaculazione, in ogni caso, sono sempre venuto fuori.

È da premettere che la mia ragazza soffre di Tiroide di Hashimoto, è anemica e in questo periodo è molto spossata e stressata, sia per il caldo torrido, sia appunto per l'aggravante del ritardo del ciclo (sarebbe dovuto venire il giorno 6), e ultimamente lamenta dolori al basso ventre e alla vagina.

Premetto inoltre che la nostra età (20 anni) insieme ai nostri impegni universitari non ci consente di portare avanti una gravidanza.

La nostra paura è che in qualche modo il liquido preeiaculatorio sia uscito dal ************ e sia entrato nella vagina, anche se alle volte sul ************ ho trovato un liquido biancastro, ma di consistenza e odore molto diversi dallo sperma (facendo qualche ricerca su internet ho trovato su vari forum come questo che si tratta di un muco appunto proveniente dalla vagina), con il ************ che era chiuso e sottovuoto non entrava in alcun modo aria al suo interno.
Quindi vorrei chiedere se il ritardo del ciclo sia normale a seguito della premessa fatta oppure dobbiamo preoccuparci per una possibile gravidanza.
Grazie!
Ciao.
Se il ************ è stato usato correttamente,dall'inizio del rapporto e, alla fine dello stesso, non presentava rotture,non ci sono rischi.
Il ritardo può essere dovuto ad altre cause.
Per star tranquilli,fate un test di gravidanza e sentite,in ogni caso, un medico se il ciclo non dovesse presentarsi.
__________________
Le mani che aiutano sono più sante delle labbra che pregano (R.G.Ingersoll)

Ricordo a tutti gli utenti e ai nuovi iscritti,prima di aprire una nuova discussione,di utilizzare la funzione "CERCA"
e di attenersi al Regolamento generale del Forum e di Sezione
Leggi altri commenti
Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr. Mario Fadin

Dr. Mario Fadin
Nome:
Mario Fadin
Azienda:
Centro Medico Sempione, Milano
Professione:
Ginecologo, Direttore Sanitario del Centro Medico Sempione di Milano
Specializzazione:
Ostetricia e Ginecologia
Contatti/Profili social:
email sito web facebook
Domanda al medico
Dr. Fadin, posso avere rapporti sessuali in gravidanza?
Salvo minacce d’aborto o minacce di parto prematuro in corso, i rapporti sessuali sono consentiti per tutta la durata della gravidanza e giovano all’intesa della coppia e all’umore della futura mamma. Nel primo trimestre, quando il tasso di abortività spontanea è naturalmente più elevato, la gestante potrebbe sperimentare un po’ d’ansia e non sentirsi a suo agio all’idea di avere rapporti. In tal caso, fa bene ad aspettare un momento più sereno.

Negli ultimi mesi di attesa, quando l’addome è voluminoso, la coppia deve ovviamente trovare posizioni che non ne provochino lo schiacciamento.

Talvolta, soprattutto in prossimità del termine della gravidanza, un rapporto sessuale può stimolare lievi contrazioni uterine, che durano qualche minuto e poi scompaiono spontaneamente, e una piccola perdita ematica. Se la perdita è lieve e si arresta spontaneamente, non c’è ragione di preoccuparsi e di rivolgersi al medico. Se perdita e contrazioni persistono, è necessario contattare il ginecologo.

   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 15:59 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X