Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Ginecologia e ostetricia > Peritonite e gravidanza
Segna Forum Come Letti

   

Peritonite e gravidanza

Nic.86
 

Buongiorno, espongo brevemente la mia storia nella speranza che qualche chirurgo possa aiutarmi.
A gennaio di quest'anno sono stata operata in laparoscopia per rimozione di una ciste dermoide. Nel post operatorio ho avuto la febbre a 38.5/39.0 a causa di una peritonite dovuta ad un versamento di sangue o al versamento del liquido della ciste (non hanno saputo darmi una risposta chiara). Un mese dopo hanno deciso di rioperarmi e hanno trovato un mare di aderenze che hanno in parte lisato. la ripresa è stata durissima e ad oggi ho soprattutto dolore nella zona dirti sotto lo sterno e sento l'addome incollato.Quello che vorrei capire è questo: una simile complicazione mi porterà sicuramente ad avere problematiche di occlusioni intestinali? Non riesco a trovare nessuno a cui sia successa una cosa simile e nessuno che abbia avuto problemi di aderenze da subito come nel mio caso. Inoltre posso sperare di riuscire ad avere una gravidanza? Non rischio di fare lacerazioni o magari un cesareo che complicherebbe ulteriormente la mia situazione? Spero che qualcuno riesca ad aiutarmi!

MIGLIOR COMMENTO
Minerva75
Ciao.
Se avrai problemi di occlusione intestinale può dirlo solo il medico in base a visite ed ecografie di controllo.
Idem per un'eventuale gravidanza.
Stai tranquilla.
In bocca al lupo.
__________________
Le mani che aiutano sono più sante delle labbra che pregano (R.G.Ingersoll)

Ricordo a tutti gli utenti e ai nuovi iscritti,prima di aprire una nuova discussione,di utilizzare la funzione "CERCA"
e di attenersi al Regolamento generale del Forum e di Sezione
Leggi altri commenti
Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr.ssa Rosa Alba Portuesi

Dr.ssa Rosa Alba Portuesi
Nome:
Rosa Alba Portuesi
Azienda:
Centro Medico Sempione, Milano
Professione:
Ginecologa
Specializzazione:
Ginecologia e Ostetricia
Contatti/Profili social:
sito web facebook
Domanda al medico
Dr.ssa Portuesi, ci si può sottoporre a Pap test e HPV test nel corso della stessa visita ginecologica?
Per quanto riguarda le modalità di prelievo, sono identiche sia per il Pap test che per il test virale. E' quindi possibile sottoporre la paziente ad un unico prelievo e spedire il campione al laboratorio perché si occupi di analizzare entrambi gli aspetti: il microbiologo avrà il compito di determinare la presenza di un'infezione da HPV, mentre l'anatomopatologo indicherà l'eventuale alterazione cellulare.

In base alle ultime evidenze scientifiche, se hai un test virale negativo e un Pap test negativo fatto all'unisono in un singolo prelievo, e inoltre non hai mai avuto Pap test precedenti che siano risultati positivi e non hai mai contratto un'infezione da HPV, il ginecologo potrebbe tranquillizzarti sul fatto che non sarà necessario ripetere lo screening tutti gli anni, ma con un intervallo di tempo più ampio, ad esempio ogni 3 o 5 anni. Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 00:36 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X