Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Medicina legale e previdenziale > Con che diritto?
Segna Forum Come Letti

   

Con che diritto?

cyb
 

Buongiorno a tutti
sono Igor e vorrei raccontare un episodio.
Poco tempo fa durante una festa di compleanno sono stato talmente male (non sono abituato a bere..) che mi hanno accompagnato ad un pronto soccorso. Per fortuna nulla di preoccupante: mi mettono una flebo di zuccheri e poco dopo stavo già bene. Ad un certo punto, dopo aver chiamato più volte inutilmente(avevo ancora la flebo ormai vuota al braccio), arriva un'infastidita infermiera. Io le comunico di voler andare a casa ma mi viene risposto che devo aspettare di essere visitato da uno psichiatra che però non sarà disponibile fino all'indomani. Le rispondo (alzando istintivamente un pò la voce) che non ne ho bisogno e che sto perfettamente bene: a quel punto sbotta che non posso disturbare gli altri della stanza e senza dire nient'altro mi inietta attraverso la flebo qualcosa che mi addormenta fino alle 9 del mattino dopo (ora d'arrivo del medico). Il quale non fa altro che accertare che la mia fosse solo una "sbronza" di tipo occasionale e farmi alcune inutili domande ("Riesce a dormire la notte?" e così via...).
In qualche modo mi son sentito "violato" ma ho preferito lasciar perdere.
Quali diritti e poteri infermieri e medici hanno su una persona?
Che ne pensate?

MIGLIOR COMMENTO
chiara23
che è una vergogna!!da denuncia direi...anche a me a volte con la sanità pubblica son successe cose da non crederci..ma questa poi..
__________________
Leggi altri commenti
Polpy
 

Non è che magari preso dall'alcool hai fatto un pò di "casino" senza rendertene troppo conto e per questo ti hanno sedato??

cirina
 

ma se spontaneamente decidi di andare a casa e ti assumi la responsabilità che diritto hanno di tenerti lì???

Capricorno
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da cyb

In qualche modo mi son sentito "violato" ma ho preferito lasciar perdere.
Quali diritti e poteri infermieri e medici hanno su una persona?
Certamente NON quello di iniettarti una sostanza senza il tuo consenso, senza averti almeno detto prima di che si trattava (potevi anche essere allergico). E' abbastanza sconcertante quello che racconti, fossi in te la denuncia la farei.

Capricorno
 

Per i doveri e diritti del paziente vedi qui:


http://www.asl5.piemonte.it/urp/cartadir.htm

Ciao

RobyJk
 

ciao!
mi sento tirata in causa dato che sono (quasi) infermiera... la legge vieta in maniera assoluta di trattenere in ospedale chiunque, anche se questo è davvero psicotico o altro, a meno che non ci sia la richiesta del sindaco e di un medico di effettuare un tso (trattamento sanitario obbligatorio) o a meno che questa persona sia incapace di intendere e volere o, chiaramente, se è minorenne.
anche se tu avessi fatto casino e distrutto qualcosa senza renderti conto, solo la polizia avrebbe potuto decidere di "arrestarti" ma comunque anche un detenuto non ha obbligo di essere curato!!!
quindi non capisco davvero il motivo di questo comportamento!
in più senza la tua autorizzazione no n possono darti farmaci ne farti visite, esami ecc...io se fossi in te denuncerei perchè hanno fatto moltissime cose fuori legge. se eri allergico al tranquillante che ti hanno iniettato ? se al posto tuo c'era una donna incinta(i tranquillanti sono teratogeni al massimo!!)? come la mettiamo?
credo che quell'infermiera sia da denunciare, magari non ottieni niente ma eviti che capiti di nuovo!!!

incredibilòe cosa si sente in giro!

cyb
 

Ciao e grazie per i consigli.
Anch'io ovviamente trovo a dir poco assurdo tutto ciò; sarebbe opportuno non tralasciare la vicenda ma non so poi con quali risultati...

parola21
 

Un saluto a tutti,io sono parola21,alcuni di voi mi conosce già,spesso quando trovo questi racconti mi sale il sangue al cervello ,come si suol dire.
No che io voglia a tutti i costi parlare male della sanità Italiana,ma credo che la sanità e i medici hanno nelle loro mani un grande potere,per questo motivo credo oltre a l'etica e una sorta di respomsabilità personale oltre a quella sociale e giuritica,debbono fare MOLTA ATTENZIONE,ripeto....DEBBONO FARE MOLTA ATTENZIONE.
Per quanto mi riguarda è come le persone che detengono armi o che le portano con loro,ecco la sanità è una grande arma,adesso dipende come la si usa,le armi solo nel tirarla fuori è considerata una offesa e grave,questo dice il codice penale,deve essere tirata fuori solo per difesa e al pari della sua offesa,cioè se minacciati pari livello,mi sembra che se si tiri fuori un coltello che viene considerata un'arma bianca,comunque non si può rispondere tirando fuori una pistola,perchè molto più potente e pericolosa.
Ecco,la sanità non è una pistola ma un cannone.
Questo che dice ( cyb ) è molto grave,come io spesso ho detto,bisognerebbe andare negli ospedali con il proprio avvocato per i propri diritti,ma purtroppo in Italia solo che ci passa forse e ripeto,forse capisce.
Anche io mi sarei molto arrabiato,ma lo avrei fatto anche dopo dimesso,poi mi chiedo anche i famigliari e amici che fine avevano fatto?non gli hai raccontato l'accaduto?il fatto è che molti lasciano stare,pensano che tanto è un problema,che è stato un caso,che non gli succederà più,io mi domando spesso,se alcuni infermieri sono dei galeotti o dove li prendono,a parte il fatto che i protocolli li fanno i medici,ma l'infermieri dovrebero fare quello che dice il medico,in quel caso la responsabilità deve essere oltre dell'infermiere anche del medico,un comandante di una nave è il responsabile anche dell suo equipaggio,altrimenti che facciamo,siamp tutti medici? anche questo è un abbuso,ci possono essere molti problemi nel somministrare un farmaco,sia di intollabilità al principio attivo o ai suoi ecipienti che spesso cambiano trà marche diverse,poi allergie,poi se fatto un racconte del paziente che potrebbe assumere altri farmaci che possono interagire ,se ha altre patologie oggi molto freguenti anche trà i giovani,guarda quelli auto immuni e etc.. poi le vere e proprie allergie.
Comunque cosa importante è che per nessun motivo si può sequestrare una persona e tenerla allo scuro di quello che gli viene fatto e iniettato se lo chiede,lo capisco se incoscente e se a rischio vita e comunque andrebbe comunicato ai parenti,a mio avviso è stata una cosa grave,forse oggi io avrei reagito molto male,ma male seriemente.
Ma quando si finisce con queste culture raziste e prepotenti e a dir poco da padre eterni.
Dico raziste perchè per me,credo che ( cyb ) è stato condanato fin dal primo momento che è entrato in ospedale a essere considerato un poco di buono casinaro e ubriacone e si sono comportati di conseguenza,ma io unb spavento lo avrei fatto prendere sia agli infermieri che ai medici,ma molti citadini preferiscono evitare e cosi aumentano queste prepotenze.
Poi però non ci lamentiamo,io dico anche se ti lamenti tu che hai fatto o stai facendo perchè queste cose cambini o perchè la sanità migliori o sia molto più eficace ? )

Scusate del poema,un saluto a tutti e a cyb,aspetto di leggere la prossima disavventura.

parola21.

parola21
 

Volevo anche aggiungere che qualche giorno fa,ce stata un ammonizione ufficiale da parte del garante per la pravasy e la libera scelta oltre che per la demograzia in certi numerosi ospedali Italiani,proprio per quei casi simili al tuo e anche più,quindi da una paqrte meglio segnalarlo e denunciare l'accaduto per metterlo in luce e magari migliorare certe cose,poi meglio comunque che passare in osservata una cose che è invece importante.
io non so come mandarti il testo scritto dal garante che è in formato pdf,non si trova in un sito,ma l'ho preso perchè mi è arrivato per posta tramite assocciazione diritti del malato,prova ad andare a vedere il sito di cittadinanzaattiva (tribunale per i diritti del malato ) sicuro che lo trovi.
Il sito di cittadinanza attiva lo trovi o dentro il mio sito,oppue ecco l'indirizzo :
( http://www.cittadinanzattiva.it/home...dpage=AAAAAAAA ).

COMUNQUE LA COSA IMPORTANTE è FARSI RISPETTARE SUBBITO,MAGARI QUANDO TI SEI RIPRESO GLI ALZAVI UNA GAGNARA CHE DOVEVANO TREMARE,CAPISCO CHE UNO HA PAURA E PENSA CHE POI MI LEGANO A LETTO COME I MANICOMI DI UNA VOLTA,MA FATEVI CIRCONDARE DAI PARENTI,NON POSSONO LEGARE TUTTI NO? POI CERTO CHE è MEGLIO UN BRUTTO PROCESSO CHE UN BEL FUNERALE,FORSE POI LI AVREI ASPETTATI FUORI L'OSPEDALE,QUESTO PER FARE UN ESEMPIO INTESO,MA SE NESSUNO CI DIFENDE E QUESTA STORIA è PROPRIO COME DICI TU,ALLORA MI DIFENDO IO E TROVO IL MODO,CHE FACESSERO GLI SPERIMENTI E GIOCASSERO CON LA VITA LORO INVECE CHE CON QUELLA DI ALTRI,TU AFFERMI CHE NON FACEVI LA PESTE INGIUSTIFICATA E CHE NON CREAVI PROBLEMI GRATIS,SE FOSSE STATO COSI,POTEVANO ISOLARTI IN UNA STANZA CON UN IFERMIERE E MAGARI CHIAMARE LORO I CARABINIERI,POI SI ANDAVA IN FONDO ALLA COSA,ALTRIMENTI DOVEVANO AFFERMARE E ESSERE SICURI CHE TU AVEVI PROBLEMI PSICRITICI,MA NO A VOCE ,DRVONO SCRIVERLO,RICORDA CHE CI VOGLIONO DEI FOGLI SCRITTI DA LORO,POI TI DIVERTIVI TE A FARE CAUSA,MA COSA IMPORTANTE E SCONVOLGENTE è CHE TUTTA QUESTA STORIA è STATA GESTITA DA UN INFERMIERE E NO DA UN MEDICO,NEGLI OSPEDALI Cè SEMPRE UN MEDICO DI GUARDIA PER OGNI SPECIALIZZAZIONE,L'INFERMIERE DOVEVA SOLO STARE BUONO,ALTRO DRAMMA è CHE IN ITALIA SI SENTONO TUTTI PADRONI E PORTATORI DI VERITà ASSOLUTA,ANCHE CHI NON NE HA ASSOLUTAMENTE I TITOLI,PERCHè I TITOLI DANNO RESPONSABILITà PER LEGGE SE SBAGLIANO POSSONO PAGARE.

cyb
 

Grazie mille.
Vedrò cosa poter fare!
Ciao

lapo
 

Citazione:
Citazione:

,NEGLI OSPEDALI Cè SEMPRE UN MEDICO DI GUARDIA PER OGNI SPECIALIZZAZIONE,
Non in tutti gli ospedali.

cyb
 

Citazione:
--------------------------------------------------------------------------------


,NEGLI OSPEDALI Cè SEMPRE UN MEDICO DI GUARDIA PER OGNI SPECIALIZZAZIONE,


--------------------------------------------------------------------------------



Non in tutti gli ospedali.


Come nel caso...A quanto mi è stato riferito non era presente uno specialista in psichiatria ma solo un medico di guardia che diede disposizioni all'infermiera di somministrarmi qualcosa per farmi dormire..[V]

daniela78
 

Ma neanche nel 1800!

se ero io li denunciavo.

Io sono già prevenuta al massimo, perché in giugno devo partorire e ho il terrore di quello che mi potranno fare. in certi ospedali alle partorienti fanno di tutto.
Se dovessero farmi qualcosa con cui io non sono d'accordo, altro che denuncia si beccano!

Dan

cyb
 

In effetti sembra di tornare indietro di un paio di secoli!..
Dipende sempre da dove uno capita... Sono d'accordo con te ma per arrabbiarmi ulteriormente e poi magari non ottenere nulla ho preferito lasciar perdere..
Igor

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 15:36 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X