Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Medicina legale e previdenziale > Trasfusione sangue ed emoderivati
Segna Forum Come Letti

   

Trasfusione sangue ed emoderivati

giovanni981
 

Buongiorno, In data 10/1990 mio padre subiva trasfusione sangue in seguito ad un incidente stradale il tutto documentato su cartella clinica e relativo numero di sacca, la storia continua e subisce nel corso della degenza in altre strutture ospedaliere della campania , ulteriori trasfusioni di plasma e albumina umana il tutto documentaro su cartella clinica con relativi numeri di lotti.
a distanza si 16 anni in data 03/2007 veniamo a conoscenza che è infattato da epatite c con danno al fegato in fase avanzata.
Le premetto che le transaminasi e i valori sanguigni fino all'ultimo ricovero del 1993 sono del tutto normali e non presentato alterazioni
Mi domando se sussiste il nesso causale tra le trasfusioni di sangue ed emoderivati e la contrazione del virus.
Inoltre le aziende ospedaliere non sono riuscite a risalire ai donatori delle sacche.
Cordiali saluti

MIGLIOR COMMENTO
Prof.ssa Virginia A. Cirolla
PER GIOVANNI

Gentile utente in riferimento ai dati clinici da lei riportati le confermo

che esistono i presupposti per una valutazione di danno biologico causato

sia da emoderivati contaminati sia dalla negligenza operativa da parte dei

responsabili sanitari dell' ospedale per il controllo valutativo sulla

provenienza e tipologia degli emoderivati utilizzati durante la trasfusione.

Per via parenterale: il virus penetra attraverso punture con aghi o

strumenti infetti (tossicodipendenti, infermieri, etc) o somministrazione

di sangue o emoderivati infetti (prima degli anni Novanta )

La legge del 21/10/2005 numero:219 sugli emoderivati recita che: prima

dell'immissione in commercio i singoli lotti, sono sottoposti al controllo

di Stato secondo le direttive emanate con decreto del Ministro della

salute, sentita la Consulta(da verificare nel suo caso...)

E' necessario studiare attentamente il caso clnico anche se da subito le

posso annunciare che puo' procedere per un risarcimento.


DOTT.VIRGINIA A.CIROLLA
___________________________________________


MEDICINA LEGALE
__________________
Prof.ssa Virginia Angela Cirolla
MD,PhD Cancer Research
Leggi altri commenti
giovanni981
 

La ringrazio di cuore , abbiamo già inoltrato richiesta di indennizzo in base alla legge 210/92 nel maggio 2007, con visita effettuata lo scorso febbraio...per il risarcimento entro 1 mese presenterò la citazione in giudizio per bloccare almeno la decorrenza dei termini di prescrizione.
saluti

Prof.ssa Virginia A. Cirolla
 

PER GIOVANNI

.....Inoltre le aziende ospedaliere non sono riuscite a risalire ai

donatori delle sacche..QUESTA AFFERMAZIONE E' ILLECITA ,QUALORA FOSSE VERA,

e quindi secondo la legge di cui sopra gli emoderivati per legge devono

essere CERTIFICATI...


DOTT.VIRGINIA A.CIROLLA
________________________________________

giovanni981
 

Ho ricevuta una lettera della cmo che diceva che non si è riusciti a risalire ai donatori....basta ???

Prof.ssa Virginia A. Cirolla
 


In assenza di certificazione obbligatoria si rende espressa la

responsabilita'nel danno diretta degli organi preposti alla

vigilanza anche sugli emoderivati.

Comunque il risarcimento mi riferisce che gia' e' stato debitamente

richiesto dagli organi preposti alla quantificazione del danno

procurato.

Mi tenga informato


DOTT.VIRGINIA A.CIROLLA
____________________________________

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 13:04 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X