Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Apparato urinario e genitale maschile - Urologia > Non toccate quella prostata...Incubo Laser
Segna Forum Come Letti

   

marco60
 

Ciao a tutti ,
Vorrei porre alla vostra attenzione la mia esperienza che ho avuto dopo l'operazione di ipertrofia prostatica eseguita con il laser ad Holmio .

Sono passati 8 mesi dall'intervento fatto in uno degli ospedali d'eccellenza d'Italia da un noto professore che si reclamizza come grande esperto e il risultato e' stato disastroso.

I sintomi che avevo prima dell'intervento e per i quali ero stato convinto ad andare in sala operatoria sono rimasti e in alcuni casi peggiorati. L'unica migliorìa e' stata un leggero aumento del flusso urinario, per il resto un disastro.
Continuo ad alzarmi 3 volte la notte per andare in bagno, lo stimolo di urinare e' adesso diventato continuo, 24 ore al giorno, per non parlare del dolore fisso in zona perineale che mi costringe ad evitare biciclette,moto e qualsiasi attivita' sportiva.Come se non bastasse, un'ultima ecografia ha evidenziato un discreto residuo postiminzionale dopo minzione a vescica piena.

MIGLIOR COMMENTO
Dott.ssa Valentina Pecorari
Mi dispiace per le complicanze che ha avuto, non posso esprimermi personalmente perchè il laser non non lo usiamo, ma mi sentirei di rassucurarla sul fatto che il piacere dell'orgasmo ritornerà perchè non vengono toccate quelle terminazioni nervose.
Quello che descrive potrebbe essere da ascriversi a un'infiammazione prostatica (batterica? da agenti fisici? questo non posso dirlo senza visita ed esperienza di laser) quindi quando verrà risolta anche gli altri inconvenienti sessuali spariranno.
Cordiali saluti
__________________
Dott.ssa Valentina Pecorari
Urologia Neurourologia Vulvodinia Dolore cronico pelvi-perineale Riabilitazione del pavimento pelvico Tens
PADOVA

urologiafemminilepadovana.it

info@urologiafemminilepadovana.it


www.pelvicpain.org
Leggi altri commenti
dem
 

Ciao Marco, davvero dispiaciuto che le tue aspettative siano svanite alla luce del risultato.
Non ho lo stesso problema, ma anche io ho problemi di ostruzioni...da un pò sto cercando di raccogliere info su centri e medici che si occupano prevalentemente della cosa. Non solo per un interesse personale, visto che mi è stata consigliata una uretroplastica. Vorrei che tra noi utenti, ci fosse uno scambio di info affinchè gli errori di un medico non si ripetano su altri. Da questo punto di vista, ti invito a dare maggiori dettagli, (senza denigrare nessuno con nome e cognome ma lasciando capire), sul centro dove ti sei operato, anzi...dove ti hanno voluto operare... Infatti noto una certa facilità nell'indicare un intervento anche invasivo....Io ad Arezzo, presso un centro specialistico, ho avuto come l'impressione che ci son da fare le uretroplastiche...un tanto al kilo... Magari mi sbaglio, ma questa è l'impressione. Cmq, se tu avessi letto esperienze simili alla tua, forse avresti riflettuto in modo più travagliato...Ecco, se qualcuno avesse fatto ciò che hai fatto tu...chissà!
Non mi resta che ringraziarti per la tua iniziativa di lasciare testimonianza.

marco60
 

Citazione:
Originariamente Inviato da dr.Pecorari Visualizza Messaggio
Mi dispiace per le complicanze che ha avuto, non posso esprimermi personalmente perchè il laser non non lo usiamo, ma mi sentirei di rassucurarla sul fatto che il piacere dell'orgasmo ritornerà perchè non vengono toccate quelle terminazioni nervose.
Quello che descrive potrebbe essere da ascriversi a un'infiammazione prostatica (batterica? da agenti fisici? questo non posso dirlo senza visita ed esperienza di laser) quindi quando verrà risolta anche gli altri inconvenienti sessuali spariranno.
Cordiali saluti
La ringrazio per l'incoraggiamento anche se sono passati gia' 8 mesi ed e' davvero dura andare avanti.

Sono rimasto molto deluso dalla superficialita' dell'operatore e la totale non curanza delle complicanze quasi come se fossero cose di poco conto.

Ho fatto delle ricerche personali sulla metodologia laser-holmio, sul suo inventore (un neozelandese) e sulle indicazioni che tale tecnica dovrebbe prediligere. Ho scoperto che la HOLEP , cosi' come tutte queste nuove tecniche al laser, sono estremamente difficili da utilizzare. Molto spesso vengono usate da personale medico non sufficientemente esperto provocando dei disastri.Spero non sia il mio caso anche se le premesse ci sono tutte.

Il fatto di rimanere una sola notte in Ospedale potra' essere anche piu' conveniente alla struttura ospedaliera ma lo sara' anche in termini di risultato ?

Rimpiango di non aver fatto la TURP......

Ti può interessare anche...
Cistite e candida? Fai il test e segui i consigli per il tuo benessere intimo!

Senso di pesantezza nella parte bassa dell'addome? Impellente bisogno di urinare? Prurito intimo?

Potrebbe trattarsi di cistite o candida, oppure delle due cose insieme.


SCOPRI QUI SE NE SOFFRI, ricevi i consigli utili per combatterle e le indicazioni sui rimedi a tua disposizione perché non diventino presenze ricorrenti nella tua vita.

marco60
 

Citazione:
Originariamente Inviato da dem Visualizza Messaggio
Ciao Marco, davvero dispiaciuto che le tue aspettative siano svanite alla luce del risultato.
Non ho lo stesso problema, ma anche io ho problemi di ostruzioni...da un pò sto cercando di raccogliere info su centri e medici che si occupano prevalentemente della cosa. Non solo per un interesse personale, visto che mi è stata consigliata una uretroplastica. Vorrei che tra noi utenti, ci fosse uno scambio di info affinchè gli errori di un medico non si ripetano su altri. Da questo punto di vista, ti invito a dare maggiori dettagli, (senza denigrare nessuno con nome e cognome ma lasciando capire), sul centro dove ti sei operato, anzi...dove ti hanno voluto operare... Infatti noto una certa facilità nell'indicare un intervento anche invasivo....Io ad Arezzo, presso un centro specialistico, ho avuto come l'impressione che ci son da fare le uretroplastiche...un tanto al kilo... Magari mi sbaglio, ma questa è l'impressione. Cmq, se tu avessi letto esperienze simili alla tua, forse avresti riflettuto in modo più travagliato...Ecco, se qualcuno avesse fatto ciò che hai fatto tu...chissà!
Non mi resta che ringraziarti per la tua iniziativa di lasciare testimonianza.
Ciao Dem,

l'impressione che hai avuto ad Arezzo penso sia giusta.
Purtroppo si tende sempre ad operare quasi fossimo carne da macello.

Non mi sembra corretto scrivere pubblicamente il nome della struttura e del Prof. che mi ha operato, magari te lo posso dire privatamente anche se non penso serva a qualcosa.Ti dico solo che e' un'importante struttura del Nord Italia...

Il problema e' che molti, troppi operatori operano a mo' di catena di montaggio in maniera superficiale e poco professionale . L'aspetto economico e' per queste persone diventata l'unica ragione di vita dimenticando che la professione medica e' , o dovrebbe essere , innanzitutto una missione, cosi' come il giuramento di Ippocrate insegna.

dem
 

Caro Marco, sono solidale con te...sembriamo dei "pezzi" in catena di montaggio...
vabbè...ma proprio per questo, vedi, è importante che dal basso, dalla base, nasca un modo per cambiare le cose. Parlare delle esperienze, e darne conto, significa spingere i baroni degli ospedali, a cominciare a pensare che abbiamo una mente pensante....e.....porca miseria....."se non ce la metto tutta è meglio non operare"....
Certo, fare nomi forse è troppo...ma dare elementi che aiutino tutti è un modo per cominciare a scuotere l'ambiente.
Nella fattispecie, dire che al Niguarda o al S Raffaele, ti hanno un pò snobbato, non significa insultare qualcuno...riporti la tua personale esperienza. Che può essere utile a tutti.
A proposito dei centri menzionati....... fuochino???

marco60
 

Citazione:
Originariamente Inviato da dem Visualizza Messaggio
Caro Marco, sono solidale con te...sembriamo dei "pezzi" in catena di montaggio...
vabbè...ma proprio per questo, vedi, è importante che dal basso, dalla base, nasca un modo per cambiare le cose. Parlare delle esperienze, e darne conto, significa spingere i baroni degli ospedali, a cominciare a pensare che abbiamo una mente pensante....e.....porca miseria....."se non ce la metto tutta è meglio non operare"....
Certo, fare nomi forse è troppo...ma dare elementi che aiutino tutti è un modo per cominciare a scuotere l'ambiente.
Nella fattispecie, dire che al Niguarda o al S Raffaele, ti hanno un pò snobbato, non significa insultare qualcuno...riporti la tua personale esperienza. Che può essere utile a tutti.
A proposito dei centri menzionati....... fuochino???
Altro che fuochino...Fuocone direi ...Di più però non farmi dire dai...

Quello che hai scritto lo condivido in pieno ed è esattamente ciò che mi è capitato. Purtroppo il baronaggio non esiste solo al Sud , anzi , da quello che ho visto sembra essere molto piu' presente al Nord , solo che e' piu' intelligente e riservato .

Ho sperimentato sulla mia pelle che essere titolare di cattedra, con numerose pubblicazioni all'attivo, non significa necessariamente essere un "fuoriclasse" in sala operatoria. Quando si opera con macchinari di precisione come i bisturi laser, capaci di arrecare grossi danni in zone delicate (uretra,prostata,vescica,rene,ecc.ecc.), bisogna essere innanzitutto dei bravi tecnici e l'intervento non puo' essere arronzato in 10 minuti solo perche' si deve cercare di operare quanta piu' gente e' possibile.

dem
 

...rimarrebbe da capire se è il Niguarda o il San Raffaele...qualcosa mi dice che è il primo
Ma ti prego, non dirmi nulla se non te la senti...tanto... chi guarda superquark può capire...
Ti auguro di trovare una soluzione, per quanto possibile! Tienici aggiornati!!
PS: hai sentito altri centri per il problema?

h610
 

innanzitutto un calorosissimo grazie a marco60 per aver condiviso la sua, purtroppo triste, esperienza

anch'io ho una non so quanto leggera ipertrofia prostatica, anche a me un urologo avrebbe consigliato l'intervento in via endoscopica, non so se con il laser oppure no, ricordo solo che aveva escluso il cielo aperto, l'intervento più invasivo

e dire che mi ero quasi deciso... marco60, prima dell'operazione non prendevi la tamsulosina (omnic) ? e non ti era già capitati episodi di eiaculazione retrograda? anche a me perplime un pò questo effetto secondario, al momento ce l'ho episodico (non capisco perchè a volte si, a volte no...) ma sapere che dopo l'intervento sarà sempre così... boh, mi intristisce

d'altra parte aver bisogno spesso di un bagno è pure molto antipatico, lo svegliarsi un paio di volte a notte, non ti fa riposare bene

quanti sognano (mentre dormono) di cercare un bagno?

son quasi 7 giorni che ho sospeso l'omnic perchè prossimamente vorrei tornare a donare il sangue (m'hanno detto che devo sospendere 10 giorni) e piacevole sorpresa, noto che c'è un ritorno al passato per la passione, sembra di riavere l'antica energia, poi magari sarà solo una sensazione di testa...però mi pare che ci sia un deciso miglioramento nell'erezione

è pure vero che la mattina appena alzato... quasi mi riaddormento davanti al wc per fare la pipi: difficile iniziare, flusso scarsissimo e pur intermittente, dopo 10 minuti ne devo rifare tantissima...

non so proprio cosa fare ...
si trova una soluzione per queste ipertrofie prostatiche?
ancora grazie marco60, ho proprio cambiato idea dopo averti letto

philsax
 

ciao a tutti,
grazie a marco60 per la sua testimonianza. anche io per la IPB stavo pensando ad un intervento laser, che nel mio caso, per una prostata di piccole dimensioni( pero' con tutti i fastidi a livello urinario) poteva essere indicato.

I medici che ho consultato mi hanno consigliato terapie farmacologiche ed io sto provando con l'omeopatico PROXANA, per il momento con lievi miglioramenti.

Gli eventuali consigli sulla struttura e/o sulla teclologia che ritenete maggiormente affidabili sono bene accetti, visto che delle strutture/reparti da non raccomandare non se ne puo' parlare...

salute e saluti a tutti.

pulkass
 

Citazione:
Originariamente Inviato da marco60 Visualizza Messaggio
Ciao a tutti ,
Vorrei porre alla vostra attenzione la mia esperienza che ho avuto dopo l'operazione di ipertrofia prostatica eseguita con il laser ad Holmio .

Sono passati 8 mesi dall'intervento fatto in uno degli ospedali d'eccellenza d'Italia da un noto professore che si reclamizza come grande esperto e il risultato e' stato disastroso.

I sintomi che avevo prima dell'intervento e per i quali ero stato convinto ad andare in sala operatoria sono rimasti e in alcuni casi peggiorati. L'unica migliorìa e' stata un leggero aumento del flusso urinario, per il resto un disastro.
Continuo ad alzarmi 3 volte la notte per andare in bagno, lo stimolo di urinare e' adesso diventato continuo, 24 ore al giorno, per non parlare del dolore fisso in zona perineale che mi costringe ad evitare biciclette,moto e qualsiasi attivita' sportiva.Come se non bastasse, un'ultima ecografia ha evidenziato un discreto residuo postiminzionale dopo minzione a vescica piena.

Un'altra cosa che tengo a sottolinere e' la famosa eiaculazione retrograda , condizione che viene a verificarsi dopo l'intervento e sottovalutata da molti operatori. Quello che si dice ,o meglio che si vuole far credere, e' che tale condizione non incida assolutamente sulla sfera sessuale ; "<l'orgasmo>" - mi era stato detto - <"rimarra' identico a prima, niente cambiera', la sensazione sara' la stessa">...FALSO !!! L'orgasmo diminuisce del 70 % , la sensazione di piacere viene irremidiabilmente compromessa e badate, non si tratta di condizione prettamente psicologica .

Quindi a tutti coloro i quali avessero deciso di operarsi, come nel mio caso, per una lieve ostruzione delle vie urinarie causata da una leggera ipertrofia prostatica, consiglio vivamente di pensarci bene 100 volte .

A meno che la vostra condizione non sia davvero grave , tipo cancro alla prostata o una severa ostruzione , consiglio di stare lontano dalle sale operatorie. I sintomi fastidiosi che avete adesso sono nulla riguardo a quello che potreste avere nell'80 % dei casi dopo un intervento del genere.

Purtroppo molti specialisti tendono ad esaltare i benefici dell'operazione minimizzando gli effetti collaterali che invece sono DEVASTANTI .

Maledico il giorno in cui sono entrato in quella sala operatoria , sto vivendo un incubo senza fine e il bello e' che ho solo 43 anni e la mia prostata, a sentire altri specialisti, non era tanto grande da giustificare un'intervento del genere.
MI SPIACE SAPERE DELLE sue problematiche...io ho fatto intervento con laser di prostats edema benigno....sto bene....ejaculo e ho orgasmo.....certo non e' identico a 15 anni fa ma va bene....mi sono operato in Arezzo. Setrembre 2012...laser thulio.

Dr. Andrea Militello
 

Nulla da aggiungere, i risultati sono tangibili e sarebbe fuorviante illuderci.
Il laser verde trova delle precise e particolari indicazioni .
Eseguire sempre un esame urodinamico completo per accertarsi CHE I DISTURBI OSTRUTTIVI NON SIANO ANCHE DOVUTI AD UNA IPOCONTRATTILITA' DELLA VESCICA, che quindi spingerà sempre poco anche dopo l'intervento

Dr. Andrea Militello Urologo Andrologo ( Roma-Rieti-Viterbo )

http://www.urologia-andrologia.net/index.html
http://dr-andrea-militello.blogspot.it
https://www.facebook.com/pages/Urologo-andrologo-ecografista/482199081790300
https://www.youtube.com/channel/UCzTa71PRTN9diEAlL4GRFTA/videos

__________________
Dott. Andrea Militello
Urologo Andrologo
www.urologia-andrologia.net
www.andrologiamilitello.it

www.urologiamilitello.it
sassofono
 

Una prostata di cc150 può essere operata con la TURP?

gianmarco60
 

ciao marco60.
Cosa mi dici se ho quasi deciso per un intervento con laser holmio al San Raffaele di Milano?
Attendo un tuo riscontro. Grazie.
Gianmarco60.

gizzo
 

Citazione:
Originariamente Inviato da marco60 Visualizza Messaggio
Ciao Dem,

l'impressione che hai avuto ad Arezzo penso sia giusta.
Purtroppo si tende sempre ad operare quasi fossimo carne da macello.

Non mi sembra corretto scrivere pubblicamente il nome della struttura e del Prof. che mi ha operato, magari te lo posso dire privatamente anche se non penso serva a qualcosa.Ti dico solo che e' un'importante struttura del Nord Italia...

Il problema e' che molti, troppi operatori operano a mo' di catena di montaggio in maniera superficiale e poco professionale . L'aspetto economico e' per queste persone diventata l'unica ragione di vita dimenticando che la professione medica e' , o dovrebbe essere , innanzitutto una missione, cosi' come il giuramento di Ippocrate insegna.
Ho deciso di sottopormi il mese prossimo all'intervento di holep al san raffaele e a questo punto sono molto preoccupato, dopo aver letto il tuo post...... decisamente mi hai messo in crisi....

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 19:26 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X