Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Apparato urinario e genitale maschile - Urologia > Non toccate quella prostata...Incubo Laser

Like Tree4Likes

   
 
Filtra posts Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
  #13 (permalink)  
Vecchio 31-12-2013, 09:50 AM
L'avatar di Dr. Andrea Militello
Dr Andrea Militello Andrologo Urologo
 
Località: Roma-Viterbo-Rieti-Frosinone
Dr. Andrea Militello
 
Nel forum da: Aug 2012
Messaggi: 1.079
Predefinito Riferimento: Non toccate quella prostata...Incubo Laser

Nulla da aggiungere, i risultati sono tangibili e sarebbe fuorviante illuderci.
Il laser verde trova delle precise e particolari indicazioni .
Eseguire sempre un esame urodinamico completo per accertarsi CHE I DISTURBI OSTRUTTIVI NON SIANO ANCHE DOVUTI AD UNA IPOCONTRATTILITA' DELLA VESCICA, che quindi spingerà sempre poco anche dopo l'intervento

Dr. Andrea Militello Urologo Andrologo ( Roma-Rieti-Viterbo )

http://www.urologia-andrologia.net/index.html
http://dr-andrea-militello.blogspot.it
https://www.facebook.com/pages/Urologo-andrologo-ecografista/482199081790300
https://www.youtube.com/channel/UCzTa71PRTN9diEAlL4GRFTA/videos

Laurentius likes this.
__________________
Dott. Andrea Militello
Urologo Andrologo
www.urologia-andrologia.net
www.andrologiamilitello.it

www.urologiamilitello.it
Rispondi Con Citazione
  #14 (permalink)  
Vecchio 10-01-2014, 14:32 PM
L'avatar di sassofono
 
sassofono
 
Nel forum da: Jan 2014
Messaggi: 1
Predefinito Riferimento: Non toccate quella prostata...Incubo Laser

Una prostata di cc150 può essere operata con la TURP?

Rispondi Con Citazione
  #15 (permalink)  
Vecchio 19-01-2014, 00:48 AM
L'avatar di gianmarco60
 
gianmarco60
 
Nel forum da: Jan 2014
Messaggi: 1
Predefinito Non toccate quella prostata...Incubo Laser

ciao marco60.
Cosa mi dici se ho quasi deciso per un intervento con laser holmio al San Raffaele di Milano?
Attendo un tuo riscontro. Grazie.
Gianmarco60.

Rispondi Con Citazione
  #16 (permalink)  
Vecchio 29-12-2015, 00:59 AM
L'avatar di gizzo
 
Località: Medico
gizzo
 
Nel forum da: Apr 2006
Messaggi: 1
Predefinito Riferimento: Non toccate quella prostata...Incubo Laser

Citazione:
Originariamente Inviato da marco60 Visualizza Messaggio
Ciao Dem,

l'impressione che hai avuto ad Arezzo penso sia giusta.
Purtroppo si tende sempre ad operare quasi fossimo carne da macello.

Non mi sembra corretto scrivere pubblicamente il nome della struttura e del Prof. che mi ha operato, magari te lo posso dire privatamente anche se non penso serva a qualcosa.Ti dico solo che e' un'importante struttura del Nord Italia...

Il problema e' che molti, troppi operatori operano a mo' di catena di montaggio in maniera superficiale e poco professionale . L'aspetto economico e' per queste persone diventata l'unica ragione di vita dimenticando che la professione medica e' , o dovrebbe essere , innanzitutto una missione, cosi' come il giuramento di Ippocrate insegna.
Ho deciso di sottopormi il mese prossimo all'intervento di holep al san raffaele e a questo punto sono molto preoccupato, dopo aver letto il tuo post...... decisamente mi hai messo in crisi....

Rispondi Con Citazione
Ti può interessare anche...
Pancia gonfia e meteorismo addio! Bastano 90 giorni

Hai la pancia sempre gonfia e dolente, dopo i pasti e per tutto il giorno? Se il gonfiore e il meteorismo ti stanno condizionando la vita, è ora di reagire.

Il programma Ciao Pancia Gonfia può aiutarti a liberarti del problema dell'aria nella pancia insegnandoti a rivedere la tua alimentazione e il tuo stile di vita, insieme all'utilizzo di soluzioni naturali efficaci come Endofit Gas Control.

Acquista Endofit Gas Control in farmacia, accedi GRATUITAMENTE al programma grazie al codice indicato nella confezione, segui il tuo percorso di apprendimento personalizzato e verifica i miglioramenti del tuo livello di benessere.

Approfitta subito di questa opportunità!


  #17 (permalink)  
Vecchio 02-01-2016, 11:18 AM
L'avatar di Dr G. Mazzone
Urologo
 
Località: Catania, Siracusa
Dr G. Mazzone
 
Nel forum da: Apr 2012
Messaggi: 317
Predefinito Riferimento: Non toccate quella prostata...Incubo Laser

Invece di parlare di "incubi" desidero sottolineare l'opportunità di acquisire, prima di ogni intervento chirurgico, un "consenso informato" completo e ricco di informazioni sulle conseguenze che "ogni" procedura comporta e sul paragone con le alternative terapeutiche.
Dal momento che oggi tra medico e paziente si stabilisce un "contratto" è obbligo da parte del medico fornire tutte le informazioni ma è obbligo da parte del paziente richiedere e approfondire, una per una, tali informazioni.
E' risaputo che la tecnica "laser" , qualsiasi essa sia, determina un post-operatorio più difficile rispetto alla TURP e rispetto alla adenomectomia prostatica. E ciò, DEVE essere illustrato dal medico, ed acquisito pienamente dal paziente, evitare dispiaceri d'ambo i lati.

Laurentius likes this.
__________________
Dr Gaetano Mazzone
Specialista in Urologia - Catania, Siracusa
Humanitas - Centro Catanese di Oncologia
Per contatti e sedi di attività : www.urologiamazzone.com
Rispondi Con Citazione
  #18 (permalink)  
Vecchio 18-01-2016, 07:43 AM
L'avatar di Nemone
 
Nemone
 
Nel forum da: Jan 2016
Messaggi: 1
Predefinito Non toccate quella prostata...Incubo Laser

Citazione:
Originariamente Inviato da marco60 Visualizza Messaggio
Ciao a tutti ,
Vorrei porre alla vostra attenzione la mia esperienza che ho avuto dopo l'operazione di ipertrofia prostatica eseguita con il laser ad Holmio .

Sono passati 8 mesi dall'intervento fatto in uno degli ospedali d'eccellenza d'Italia da un noto professore che si reclamizza come grande esperto e il risultato e' stato disastroso.

I sintomi che avevo prima dell'intervento e per i quali ero stato convinto ad andare in sala operatoria sono rimasti e in alcuni casi peggiorati. L'unica migliorìa e' stata un leggero aumento del flusso urinario, per il resto un disastro.
Continuo ad alzarmi 3 volte la notte per andare in bagno, lo stimolo di urinare e' adesso diventato continuo, 24 ore al giorno, per non parlare del dolore fisso in zona perineale che mi costringe ad evitare biciclette,moto e qualsiasi attivita' sportiva.Come se non bastasse, un'ultima ecografia ha evidenziato un discreto residuo postiminzionale dopo minzione a vescica piena.

Un'altra cosa che tengo a sottolinere e' la famosa eiaculazione retrograda , condizione che viene a verificarsi dopo l'intervento e sottovalutata da molti operatori. Quello che si dice ,o meglio che si vuole far credere, e' che tale condizione non incida assolutamente sulla sfera sessuale ; "<l'orgasmo>" - mi era stato detto - <"rimarra' identico a prima, niente cambiera', la sensazione sara' la stessa">...FALSO !!! L'orgasmo diminuisce del 70 % , la sensazione di piacere viene irremidiabilmente compromessa e badate, non si tratta di condizione prettamente psicologica .

Quindi a tutti coloro i quali avessero deciso di operarsi, come nel mio caso, per una lieve ostruzione delle vie urinarie causata da una leggera ipertrofia prostatica, consiglio vivamente di pensarci bene 100 volte .

A meno che la vostra condizione non sia davvero grave , tipo cancro alla prostata o una severa ostruzione , consiglio di stare lontano dalle sale operatorie. I sintomi fastidiosi che avete adesso sono nulla riguardo a quello che potreste avere nell'80 % dei casi dopo un intervento del genere.

Purtroppo molti specialisti tendono ad esaltare i benefici dell'operazione minimizzando gli effetti collaterali che invece sono DEVASTANTI .

Maledico il giorno in cui sono entrato in quella sala operatoria , sto vivendo un incubo senza fine e il bello e' che ho solo 43 anni e la mia prostata, a sentire altri specialisti, non era tanto grande da giustificare un'intervento del genere.
Ciao Marco60. da 2 mesi ho effetuato l'HOLEP per una moderata ipertrofia prostatica e la situazione va di giorno in giorno peggiorando. Sono stato operato in un "rinomato" ospedale di Milano. Ho i tuoi stessi sintomi. La notte urino ogni 90 minuti circa e di giorno è un continuo cercare un bagno per uno stimolo continuo a fare pipì e uno sgocciolamento persistente!! Volevo chiederti come va adesso la tua situazione: sei migliorato? hai preso altri provvedimenti? Ti ringrazio. Nemone

Rispondi Con Citazione
  #19 (permalink)  
Vecchio 19-06-2018, 02:41 AM
L'avatar di marco54genova
 
marco54genova
 
Nel forum da: Jun 2018
Messaggi: 1
Predefinito Non toccate quella prostata...Incubo Laser

non so se dal 2011 siano stati fatti progressi.,,ho una prostata stimata di 130 g. mi han detto perchè infiammata, in quanto fino a 15 gg fa i disturbi eran limitati a urinare un po piu spesso. sono andato in blocco urinario con ricovero, dopo prima terapia di 10 gg levato cateter dopo un giorno son ripiombato nel problema. altri gg di terapia, fra qualche gg visita, e..non so se ci saran miglioramenti. se coi farmaci non c è speranza , leggevo grandi lodi del laser , ma mi hanno anche detto che spesso è pubblicità, perchè poi hanno controidicazioni. e a questo punto meglio la turp. se i tempi in ospedale non sono troppo lunghi...infatti mi sono già rivolto per consulto anche ad urologo di genova, reputato e che potrebbe operare in clinica privata. consigli ,esperienze? grazie

Rispondi Con Citazione
  #20 (permalink)  
Vecchio 25-06-2018, 15:48 PM
L'avatar di Gatto Matto
 
Gatto Matto
 
Nel forum da: Mar 2018
Messaggi: 9
Predefinito Non toccate quella prostata...Incubo Laser

Citazione:
Originariamente Inviato da marco54genova Visualizza Messaggio
non so se dal 2011 siano stati fatti progressi.,,ho una prostata stimata di 130 g. mi han detto perchè infiammata, in quanto fino a 15 gg fa i disturbi eran limitati a urinare un po piu spesso. sono andato in blocco urinario con ricovero, dopo prima terapia di 10 gg levato cateter dopo un giorno son ripiombato nel problema. altri gg di terapia, fra qualche gg visita, e..non so se ci saran miglioramenti. se coi farmaci non c è speranza , leggevo grandi lodi del laser , ma mi hanno anche detto che spesso è pubblicità, perchè poi hanno controidicazioni. e a questo punto meglio la turp. se i tempi in ospedale non sono troppo lunghi...infatti mi sono già rivolto per consulto anche ad urologo di genova, reputato e che potrebbe operare in clinica privata. consigli ,esperienze? grazie
Nessuna da parte mia. Un "luminare" mi ha appena visitato, dicendomi che dovrò sottopormi ad intervento, che poi " piscerò" come un bambino... Perdona il francesismo, ma il signore è ben poco "signore" e molto cafone mi ha visitato frettolosamente, mi ha spiegato pochissimo, ci mancava mi dicesse di levarmi dai piedi, perchè fuori c'erano altri 150 euro che aspettavano...
Comunque, voglio ringraziarti per la testimonianza, farti i miei migliori in bocca al lupo e in popò alla balena e ringraziare anche la dottoressa, che anni fa, cercò di consolarti. Purtroppo conosco l'eiaculazione retrograda da un anno e mezzo, l'ho completa e voglio anche qui, spingere tutti noi pazienti a informarci bene. Gli urologi minimnizzano ogni disturbo, io sono sotto alfabloccante (che mi causa eiaculazione retrograda totale) e una serie di altri disturbi, sempre minimizzati dai medici, finchè non ho perso i sensi mentre guidavo... ... !!! L'avevo detto e ripetuto che le forze erano ridotte al 10%, che mi girava continuamente la testa, che non ci vedevo, che avevo costante difficoltà a concentrarmi. "Sarà un periodo di stress... avanti il prossimo!" la risposta di tutti e tutte, medici e mediche!!!
Per la dottoressa che ha postato la prima risposta: grazie sinceramente, per l'incoraggiamento ma con l'eiaculazione retrograda, il piacere NON è minimamente paragonabile a quelo normale. Lei dice che le terminazioni nervose sono le stesse. Come paziente, con tutto il rispetto, però le dico, che proprio per questo, NON è minimamente la stessa cosa!
Se lei, dottoressa, fa finta di bere, quando ha fatto una corsa e fa molto caldo, può dirsi dissetata? Guardi che le terminazioni nervose sono le stesse. Bisogna dirlo a naufraghi e a quelli che attraversano il deserto... diciamolo: "fate finta di avere l'acqua e fingete di bere! Le terminazioni nervose sono le stesse!" Ma per favore! Basta raccontare frottole! BASTA!!!
Ai fratelli pazienti dico di informarsi. In realtà, esistono altre tecniche per disostruire. Ti dicono che a volte però hanno le recidive. Poi vai a vedere e vedi che anche turp holep eccetera ne hanno altrettante... e allora? Allora ti dicono che gli ospedali non hanno le apparecchiature, come per la TUNA PROSTIVA, perchè costano... poi vedi che lo stesso ospedale ha l'apparecchiatura per fare la liposuzione o la legatura gastrica, per risolvere problemi che, nella stragrande maggioranza dei casi, si risolvono abbuffandosi un po' meno e facendo un po' di moto! E allora? Allora, costringiamo pazienti che soffrono di una malattia, ad una vita insoddisfacente, perchè i soldi sono spesi perchè quella o quello, possano contiunuare ad ingozzarsi??? Questa NON è civiltà! Prima i malati!


Ultima modifica di Gatto Matto; 26-06-2018 alle 09:02 AM
Rispondi Con Citazione
  #21 (permalink)  
Vecchio 25-06-2018, 17:05 PM
L'avatar di Dr G. Mazzone
Urologo
 
Località: Catania, Siracusa
Dr G. Mazzone
 
Nel forum da: Apr 2012
Messaggi: 317
Predefinito Riferimento: Non toccate quella prostata...Incubo Laser

Citazione:
Originariamente Inviato da Gatto Matto Visualizza Messaggio
Nessuna da parte mia. Un "luminare" mi ha appena visitato, dicendomi che dovrò sottopormi ad intervento, che poi " piscerò" come un bambino... Perdona il francesismo, ma il signore è ben poco "signore" e molto cafone mi ha visitato frettolosamente, mi ha spiegato pochissimo, ci mancava mi dicesse di levarmi dai piedi, perchè fuori c'erano altri 150 euro che aspettavano...
Comunque, voglio ringraziarti per la testimonianza, farti i miei migliori in bocca al lupo e in popò alla balena e ringraziare anche la dottoressa, che anni fa cercò di consolarti. Purtroppo conosco l'eiaculazione retrograda da un anno e mezzo, l'ho completa e voglio anche qui, spingere tutti noi pazienti a informarsi bene. Gli urologi minimnizzano ogni disturbo, io sono sotto alfabloccante (che mi causa eiaculazione retrograda totale) e una serie di altri disturbi, sempre minimizzati dai medici, finchè non ho perso i sensi mentre guidavo... ... !!! L'avevo detto e ripetuto che le forze erano ridotte al 10%, che mi girava continuamente la testa, che non ci vedevo, che avevo costante difficoltà a concentrarmi. "Sarà un periodo di stress... avanti il prossimo!" la risposta di tutti e tutte, medici e mediche!!!
Per la dottoressa, grazie per l'incoraggiamento ma con l'eiaculazione retrograda, il piacere NON è minimamente paragonabile a quelo normale. Lei dice che le terminazioni nervose sono le stesse. Come paziente le dico, che proprio per questo, NON è minimamente la stessa cosa! Se lei, dottoressa, fa finta di bere, quando ha fatto una corsa e fa molto caldo, può dirsi dissetata? Guardi che le terminazioni nervose sono le stesse. Bisogna dirlo a naufraghi e a quelli che attraversano il deserto... diciamolo: "fate finta di avere l'acqua e fingete di bere! Le terminazioni nervose sono le stesse!" Ma per favore! Basta raccontare frottole! BASTA!!!
Ai fratelli pazienti dico di informarsi. In realtà esistono altre tecniche per disostruire. Ti dicono che a volte però hanno le recidive. Poi vai a vedere e vedi che anche turp holep eccetera ne hanno altrettante... e allora? Allora ti dicono che gli ospedali non hanno le apparecchiature, come per la TUNA, perchè costano... poi vedi che lo stesso ospedale ha l'apparecchiatura per fare la liposuzione o la legatura gastrica, per risolvere problemi che, nella stragrande maggioranza dei casi, si risolvono abbuffandosi un po' meno e facendo un po' di moto! E allora? Allora, costringiamo pazienti che soffrono di una malattia, ad una vita insoddisfacente, perchè i soldi sono spesi perchè quella o quello, possano contiunuare ad ingozzarsi??? Questa NON è civiltà! Prima i malati!
Gentile utente di FS,
dalle sue parole si evince una insufficiente informazione sulla patologia di cui soffre e sulle procedure utilizzabili per risolverle il problema; ciò la porta ad imprecare contro medici ed istituzioni varie, ma non a ragione.
Qualsiasi dico qualsiasi intervento endoscopico e non, eseguito a regola d'arte, che provveda a rimuovere la sua prostata porta inesorabilmente ad eiaculazione retrograda in quanto si crea una nuova situazione "anatomica" che fa saltare la continenza dello sperma al momento della eiaculazione e quindi la sua progressione verso l'esterno: le varie tecniche differiscono "solo" nel tipo di energia utilizzata. Se qualcuno le ha detto il contrario costui è un irresponsabile. Quindi non è un problema di attrezzature presenti o non presenti in una struttura. Una struttura ospedaliera può possedere una, due forme di energia utilizzabili in questo intervento, non tutte! Per esempio non tutte possiedono il laser che non è tra le forme di energia erogabili dal SSN.
Concordo con Lei che "l'eiaculazione retrograda" è una sensazione spiacevolissima e non deve essere mai minimizzata; se avviene questa minimizzazione ciò costituisce malainformazione e superficialità da parte dell'interlocutore medico.
Per quanto riguarda gli altri disturbi che lei riferisce, verosimilmente per l'assunzione di farmaco alfa-litico, ricordi al suo urologo che esistono almeno cinque classi di alfa-litico, che fanno tutti urinare meglio e i disturbi secondari possono essere meno intensi o assenti.
In merito al laser si sottolinea come tale procedura sia ottimamente e similmente disostruttiva come le altre metodiche ma caratterizzata da una sintomatologia irritativa post-operatoria molto lunga e fastidiosa.
Spero di esserle stato chiaro

Laurentius and Gatto Matto like this.
__________________
Dr Gaetano Mazzone
Specialista in Urologia - Catania, Siracusa
Humanitas - Centro Catanese di Oncologia
Per contatti e sedi di attività : www.urologiamazzone.com
Rispondi Con Citazione
  #22 (permalink)  
Vecchio 26-06-2018, 08:27 AM
L'avatar di Gatto Matto
 
Gatto Matto
 
Nel forum da: Mar 2018
Messaggi: 9
Predefinito

Dottor Mazzone, grazie per la risposta, tra l'altro, sembra un segno del cielo, proprio i questi giorni stavo pensando di venire a farmi visitare da Lei, quando verrò a trovare i miei parenti di Catania!
Non sono medico e La ringrazio per le precisazioni, anche se ciò a cui mi riferisco, non è (ovviamente) farina del mio sacco, ma di un suo collega americano, che si è detto molto "stupito" delle tecniche "vecchie di cinquant'anni o più" usate in Italia. Non si offenda, lo ha detto lui, che mi ha parlato della Tuna Prostiva e di una sorta di lifting, un anellino che si introduce (?), per aprire le vie urinarie. Il suo collega mi ha detto che sono le tecniche d'eccellenza negli States e mi ha invitato ad andare là... in attesa di ciò, mi ha indicato un collega italiano che eseguirebbe queste tecniche, che è il maleducato di cui ho parlato. Lo so che la rescissione del collo vescicale causa eiaculazione retrograda ma Le posso assicurare che ancora oggi, il 99% dei suoi colleghi, dice che "non cambia niente" e che se succede "è solo psicologico". A parte che nella sessualità, avendo nel corso dell'evoluzione, l'uomo, perso l'osso penico, la psicologia è tutto e se manca l'eccitazione, non si combina niente, ma il cambiamento E' SENSORIALE, il problema psicologico, importantissimo, viene come secondo. Viene, non lo nego, ti senti un mezzo uomo, non ti senti virile, hai un desiderio che NON riesci più minimamente a soddisfare. E il 99% dei colleghi minimizza, ti prende in giro, ti dice, come vede nel primissimo commento, che peraltro apprezzo, perchè cerca di incoraggiare, che "le terminazioni nervose sono le stesse" quando sono PROPRIO LORO dirti che è cambiato tutto, che è un rapporto sessuale fasullo, frustrante e basta! A questo si aggiunge l'aspetto umiliazione temuta. Proprio ieri sera ho ricevuto un complimento esplicito da una donna e ho pensato, mentre con una scusa mi sottraevo: "brava, vieni con me, che ho anche la sorpresa finale! Vedrai che risate ti farai con le amiche, parlando del tipo che va a secco..." Con estrema stima, dottore, La saluto e ringrazio ancora!

Citazione:
Originariamente Inviato da Dr G. Mazzone Visualizza Messaggio
Gentile utente di FS,
dalle sue parole si evince una insufficiente informazione sulla patologia di cui soffre e sulle procedure utilizzabili per risolverle il problema; ciò la porta ad imprecare contro medici ed istituzioni varie, ma non a ragione.
Qualsiasi dico qualsiasi intervento endoscopico e non, eseguito a regola d'arte, che provveda a rimuovere la sua prostata porta inesorabilmente ad eiaculazione retrograda in quanto si crea una nuova situazione "anatomica" che fa saltare la continenza dello sperma al momento della eiaculazione e quindi la sua progressione verso l'esterno: le varie tecniche differiscono "solo" nel tipo di energia utilizzata. Se qualcuno le ha detto il contrario costui è un irresponsabile. Quindi non è un problema di attrezzature presenti o non presenti in una struttura. Una struttura ospedaliera può possedere una, due forme di energia utilizzabili in questo intervento, non tutte! Per esempio non tutte possiedono il laser che non è tra le forme di energia erogabili dal SSN.
Concordo con Lei che "l'eiaculazione retrograda" è una sensazione spiacevolissima e non deve essere mai minimizzata; se avviene questa minimizzazione ciò costituisce malainformazione e superficialità da parte dell'interlocutore medico.
Per quanto riguarda gli altri disturbi che lei riferisce, verosimilmente per l'assunzione di farmaco alfa-litico, ricordi al suo urologo che esistono almeno cinque classi di alfa-litico, che fanno tutti urinare meglio e i disturbi secondari possono essere meno intensi o assenti.
In merito al laser si sottolinea come tale procedura sia ottimamente e similmente disostruttiva come le altre metodiche ma caratterizzata da una sintomatologia irritativa post-operatoria molto lunga e fastidiosa.
Spero di esserle stato chiaro
Dottor Mazzone, in un altro post (ora non so se lo vedrà sopra o sotto) spiego cosa intendo. Il fatto è che se guarda questo forum, come pure quelli di altri siti (ora non li cito, li conoscerà sicuramente) e guarda le risposte della stragrande maggioranza dei suoi colleghi ai tantissimi pazienti che si lamentano dell'eiaculazione retrograda che si rivela sempre killer della sessualità, non potrà non notare l'estrema superficialità con la quale rispondono e come minimizzino il problema. Uno di loro dice addirittura qualcosa del tipo. "non ci sono ricerche che dimostrino che il piacere cambi e le condizioni siano disagevoli" o qualcosa del genere, comunque questo è il senso. La sua collega (primo post) che ringrazio ancora per l'incoraggiamento, dimostra però di non sapere niente della risposta fisiologica di un uomo. Beh, credo che un o una professionista abbia il dovere di informarsi. Non me la voglio prendere con la sua collega, che invece ringrazio ancora con sincerità, perchè è un atteggiamento davvero generale.
Sa qual è il punto, dottore? Che tali operazioni o farmaci, un tempo erano eseguite o somministrati a pensionati. Un pensionato, si alza quando vuole, sta sul divano quanto vuole e si alza solo quando se la sente. Un mio vicino, di poco più vecchio, quando aveva la mia età, stava per andare in pensione, ci sarebbe andato dopo due anni. Io ne ho ancora venti di lavoro, davanti a me. Andare al lavoro stando male per l'alfalitico, oppure sospendere e sentire costantemente lo stimolo, avere dolori pelvici eccetera non è il massimo. Come pure non è il massimo avere una sessualità uccisa. Siamo giovani quando si tratta di farci lavorare, siamo anziani quando cerchiamo di mantenere il diritto ad una vita dignitosa, compreso l'aspetto sessuale. La saluto con estrema cordialità e la prego, mi saluti la mia adorata Sicilia e si faccia un mandarino a un ciosco, per me! E una colazione con granita e brioche! Grazie dottore!


Ultima modifica di Laurentius; 01-07-2018 alle 19:14 PM
Rispondi Con Citazione
  #23 (permalink)  
Vecchio 12-07-2018, 15:46 PM
L'avatar di Gatto Matto
 
Gatto Matto
 
Nel forum da: Mar 2018
Messaggi: 9
Predefinito Non toccate quella prostata...Incubo Laser

Come cambiano le sensazioni con l'eiaculazione retrograda? Non lo dico da medico, ma da persona che subisce questo problema. L'orgasmo maschile, poggia su tre cardini:
il primo è dato dalle contrazioni pelviche, dei corpi cavernosi ed uretrali e questo effettivamente, cambia poco. Diventa un po' meno intenso, più breve, ma non moltissimo.
Il secondo cardine è costituito dalla sensazione del passaggio del liquido seminale nell'uretra. Qualsiasi uomo si è accorto, fin da adolescente, che un orgasmo dopo qualche giorno di astinenza è moooolto più piacevole del terzo o quarto che prova nella stessa giornata, proprio per la differente quantità di sperma. Questo cardine scompare completamente, per ovvi motivi.
Il terzo cardine, strettamente correlato al precedente, è costituito dal senso di liberazione, come quando scappa la pipì molto forte e finalmente possiamo "aprire i rubinetti" ponendo fine al supplizio. Questo è quello che ci fa fare quel "aaah" liberatorio. Questo cardine, per ovvi motivi, non esiste più. Scompare completamente per lasciar spazio ad una leggera sensazione di fastidio, che si prova una volta si e una no, come di urgenza minzionale. In pratica si avverte quando il liquido seminale attraversa il collo vescicale, bello aperto, come la bocca di un deficiente. La sensazione è breve, come quando si riceve una bottina sulla pancia, quando si ha la vescica piena. Un fastidio breve, ma un fastidio, che sostituisce un piacere. Pochi minuti dopo, anzichè rilassarsi, si avverte la presenza di qualcosa in vescica, che non dovrebbe esserci. Non una sensazione di vescica piena ma qualcosa sullo sfintere, che dà fastidio. Anzichè rilassarsi, ci si deve alzare e si comincia a cercare di liberarsi della sensazione sgradevole. Per ottenere la cosa, si ricorre a due-tre minzioni almeno.
Così cambia il piacere dell'orgasmo, ammesso che tale ancora possa essere definito.
Teoricamente, visto che siete medici e quindi, scienziati, si ridurrebbe al 33,3 periodico %, rispetto al normale, restando un cardine su tre. Ben di meno della metà. In realtà, magari fosse al 30%, è molto meno perchè il cardine rimasto, è strettamente correlato ai due scomparsi e per giunta, meno forte di prima. La sensazione di appagamento e pace col mondo, è sostituita da: frustrazione, delusione, fastidio.
Complessivamente direi che la qualità della vita peggiora un tantino, sbaglio? Buon giorno dottori! Vi prego, cercate terapie alternative! Fate che siamo gli ultimi a dover sopportare la cosa! Per favore!

Rispondi Con Citazione
  #24 (permalink)  
Vecchio 13-07-2018, 08:20 AM
L'avatar di Gatto Matto
 
Gatto Matto
 
Nel forum da: Mar 2018
Messaggi: 9
Predefinito Non toccate quella prostata...Incubo Laser

Citazione:
Originariamente Inviato da Dr G. Mazzone Visualizza Messaggio
Invece di parlare di "incubi" desidero sottolineare l'opportunità di acquisire, prima di ogni intervento chirurgico, un "consenso informato" completo e ricco di informazioni sulle conseguenze che "ogni" procedura comporta e sul paragone con le alternative terapeutiche.
Dal momento che oggi tra medico e paziente si stabilisce un "contratto" è obbligo da parte del medico fornire tutte le informazioni ma è obbligo da parte del paziente richiedere e approfondire, una per una, tali informazioni.
E' risaputo che la tecnica "laser" , qualsiasi essa sia, determina un post-operatorio più difficile rispetto alla TURP e rispetto alla adenomectomia prostatica. E ciò, DEVE essere illustrato dal medico, ed acquisito pienamente dal paziente, evitare dispiaceri d'ambo i lati.
Con tutto il rispetto, dottor Mazzone, ho già letto altre volte del consenso informato, ma perdoni, NON è la cosa di cui si sta parlando! Il consenso informato è qualcosa che tutela voi medici, NON il paziente! La discussione è nata dal racconto dell'esperienza personale, vissuta da un paziente. Il consenso informato citato, come fate voi medici, NON migliora in nessun modo il quadro. E' come se diceste: "ti devo tagliare una gamba, altrimenti ti va in gangrena e ti uccide" e il paziente firma. Ma questo vuol dire che poi, con l'arto amputato, va a farsi una bella corsa nei campi??? O vuol dire forse che deve essere contento di essere senza una gamba??? E lo stesso discorso vale per la sessualità e gli enormi problemi che questi interventi e anche i farmaci alfalitici causano! Ma uno deve essere contento di essere deficitario??? Perdoni, ma chi se ne frega del consenso informato! Si d'accordo, si firma, ma la questione è: perchè la stragrande maggioranza dei suoi colleghi e colleghe, anche in questa discussione, spergiurano che tutto migliorerà e che la sessualità non avrà contraccolpi? L'amico-compagno di sventura che ha iniziato la discussione, parla proprio di questo e pure io, posso testimoniare che tutti e cinque gli urologi che mi hanno visto, mi avevano assicurato che "assolutameeeeeeeeente... NON cambia nieeeeeenteeeee!" Come dice il nostro amico, contratto o non contratto, questa è DISINFORMAZIONE!


Ultima modifica di Gatto Matto; 13-07-2018 alle 08:50 AM
Rispondi Con Citazione
Rispondi  

Strumenti Discussione Cerca in questa Discussione
Cerca in questa Discussione:

Ricerca Avanzata

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Disattivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Disattivato
Pingbacks are Disattivato
Refbacks are Disattivato



Adesso sono le 13:00 PM.



Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Credits


Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2018, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X