Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Apparato urinario e genitale maschile - Urologia > IL VARICOCELE
Segna Forum Come Letti

   

IL VARICOCELE

Dr. Gaetano Mazzone
 

Cos'è il varicocele e come intervenire su questa patologia vascolare tipica della pubertà.

Varicocele: cause, sintomi e terapia.

Scrivo sul varicocele in quanto questa patologia desta molta curiosità da parte dei giovani pazienti che ne sono affetti, i quali prima di sottoporsi ad intervento terapeutico desiderano ottenere tutte le informazioni possibili sulla patologia.

Il varicocele è una patologia vascolare della pubertà ed è eccezionalmente raro prima dei 15 anni di età. La maggior parte dei varicoceli interessano lo scroto sinistro, mentre il varicocele destro isolato comprende circa il 2% dei casi. Il varicocele bilaterale incide nel 15-20 % dei casi.

Tale patologia consiste in un aumento della pressione idrostatica e nel reflusso di sangue venoso nel plesso pampiniforme con conseguente dilatazione venosa ed eccessiva tortuosità delle vene stesse che avvolgono il testicolo. Il reflusso venoso è spiegato dall’assenza e/o insufficienza delle valvole della vena spermatica. La maggiore frequenza a sinistra è da attribuire allo sbocco ad angolo retto, in vena renale, della vena spermatica sinistra con maggiore trasmissione della pressione venosa sul plesso scrotale. A destra invece lo sbocco ad angolo acuto in vena cava inferiore spiega la minore incidenza della patologia a destra.

Il varicocele determina nessuna sintomatologia o dolori vaghi (senso di pesantezza all’emiscroto);

Il varicocele generalmente induce disfunzioni testicolari con riduzione della fertilità : la tesi più accreditata è quella dell’aumento di calore dell’ambiente scrotale con alterazione della spermatogenesi;

Il varicocele può non indurre disfunzioni testicolari con nessuna ripercussione sulla fertilità;

Il varicocele può favorire la congestione della prostata e quindi prostatiti ricorrenti;

Il varicocele in tutti i casi determina progressiva riduzione volumetrica del testicolo con danno, nel tempo, anche alle cellule endocrine del testicolo che producono testosterone.

Dal punto di vista diagnostico l’inversione del flusso venoso rappresenta il criterio patognonomico fondamentale determinabile con l’eco-colordoppler scrotale.

Un altro dato comune è l’incremento di gravidanze nelle partner del 30-40 % dopo terapia.

Il varicocele oggi viene trattato con tre tecniche:

• Terapia chirurgica tradizionale (incisione chirurgica di tre cm sul canale inguinale con legatura e sezione dei vasi spermatici)
• Chirurgia laparoscopica (legatura e sezione endoscopica della vena spermatica per via addominale extraperitoneale)
• Scleroterapia retrograda (per via venosa femorale si inserisce un cateterino che si porta fino alla vena spermatica con iniezione si sostanza sclerosante che oblitera le vene sede di reflusso.

Quale delle tre tecniche è da preferire?

Per prima cosa rispondo che è sempre il medico a dover indicare quale tecnica si addice ad una particolare patologia!
Nel caso sia possibile eseguire tutte e tre le tecniche indifferentemente, il paziente, insieme al medico, sceglierà la tecnica che considera meno invasiva, considerando che il risultato si otterrà in tutti i casi.

__________________
Dr Gaetano Mazzone
Specialista in Urologia - Catania, Siracusa
Humanitas - Centro Catanese di Oncologia
Per contatti e sedi di attività : www.urologiamazzone.com

 
L'avatar di Dr. Gaetano Mazzone
Dr. Gaetano Mazzone
Nel forum da: Apr 2012
Località: Catania, Siracusa
Messaggi: 317
MIGLIOR COMMENTO
Dr. Giuseppe Quarto
in genere mASSIMO 28-30 ANNI
__________________
Dr. Giuseppe Quarto
Specialista in Urologia e Andrologia Napoli - Cassino - Catanzaro
+39 338 8006344 / 0810094306
http://www.urologonapoli.com
Leggi altri commenti
ralphlauren
 

Devo operarmi perchè mi è stata diagnosticato un varicocele di 4° grado al testicolo sinistro.Prima di tutto vorrei sapere se quarto grado è inteso come molto pericoloso o lievemente pericoloso poi vorrei sapere in cosa consiste l'operazione e se è fastidioso o doloroso il post operazione etc...etc... Grazie.

nabucodonosor
 

Inteso come cosa urgente penso, ma tranquillo si risolve tutto, è un'operazione abbastanza semplice. Dolorosa? Come tutti gli interventi al risveglio dopo l'anestesia. La cosa fastidiosa è tenere i punti per molti giorni..

ralphlauren
 

Si ma non mi è ancora chiaro in cosa consiste l'operazione e quali sono le cause del varicocele. Ieri sera vidi sopra il testicolo sinistro una strana cosa credo si trattasse della matassa di vene probabilmente...nn so cosa fare...Comunque non mi è ancora chiaro in cosa consiste l'operazione e quali sono le cause del varicocele...

nabucodonosor
 

Le cause non sono chiare a nessuno, sappi che almeno uno su 4 (chi piu' chi meno) ha un varicocele. Le cause sono autoimmuni probabilmente.
L'operazione consiste nel farti un taglietto nella zona inguinale (veramente un piccolo taglio) e ti viene eseguita una legatura della vena interessata, in poche parole te la chiudono.
La maggior parte esegue anche un altro taglietto nello scroto per legare alcune vene secondarie (che danno i casi di recidiva del varicocele, quindi meglio chiuderle..)

Marco21121971
 

salve ioi sono stato operato di varicocele appena 6 giorni e devo dirvi che non è una passeggiata come possono inizialemnte dirvi i medici che vi hanno sotto cura.
l'operazione in sè non è dolorosa ma lo è solamente quando vanno ad "eliminare" le vene ingrossate e ne lasciano solamente una collegata al testicolo.
In quei momenti è un vero casino perchè il dolore ti prende è come se ti stessero strizzando il testicolo.
Ora ci sono persone più coraggiose e chi come me di meno.
Il dolore però non diminuisce in base al coraggio.
Dopo l'operaizione non si sente alcun dolore anche se passa l'anestesia. Unica cosa importante è stare a letto il più possibile perchè altrimenti i punti, posti in una parte morbida e delicata, tirano molto e ce il rischio di strappi. Stando a letto o comunque semi sdraiati il dolore non si percepirà in alcun modo, questo comunque riguardano solo i primi giorni dopo ci si sarà quasi dimenticati dell'operazione.
Il mio era un II grado non particolarmente grave ma più è alto il grado più è difficoltosa l'operazione e quindi la gravità del paziente prima dell'operazione stessa. In camera con me c'era un ragazzo che l'aveva del III grado e lui è rimasto sotto i "ferri" per 20 minuti in più.
Però se volete la salute è l'unica strada da seguire auguri a chi deve ancora iniziare.
I dottori cercheranno sempre di incoraggiarVI dicendovi che è una cosa da niente, in effetti è così però il dolore un "po'" si stentirà-

bjja
 

ciao a tutti!
Ho 34 anni e sono stato operato di varicocele tre settimane fa.

Il mio era un terzo grado, sono stato sotto i ferri una mezz'oretta in tutto.
Diciamo che concordo con Marco21121971, durante l'operazione proprio una passeggiatina non è.
Fa abbastanza male proprio mentre tirano le vene da legare.
A me sta passando adesso l'edema sotto la ferita e l'indoenzimento del testicolo, nonostante sia stato a letto tutta la settimana succiva l'intervento; anche perchè era abbastanza faticoso stare seduto o in piedi.
Creod però che il problema del recupero non sia tanto legato alla grvità del varicocele, quanto all'età a cui uno lo fa.
Per internderci sono corso all'ospedale dopo una settimana perchè ero convinto di avere un'infezione sotto la ferita visto il "bozzo" che si era formato.
Ma era "solo" secondo i dottori l'edema post operatorio.
Purtroppo il varicocele può influire sulla fertilità maschile e nel tuo caso skipper è meglio operare.
Ciao

Marco21121971
 

Grazie bjja della tua testimonianza perchè ancora ho un po' di rigonziamento, tipo bozzo interno, un po' duretto.
Pensavo che fosse un reflusso interno invece sembra normale.
Io hopreso l'antibiotico fino a 2 giorni fa e tu? E' passato ora il rigonfiamento? A me usciva un po' di siero fino a 1 giorno fa', pocchissima roba comunque.
Devo dirti che l'età non centra niente perchè il ragazzo che ha eseguito l'operazione con me lo stesso giorno manifesta i miei stessi sintomi ed era 6 anni più piccolo.
Credo comunque che sia soggettivo ovvero uguale per tutti.
Ciao a tutti.

ralphlauren
 

Non ho capito la questione dell'età. Io ho 16 anni. Questo fatto va a mio favore o a mio sfavore? E comunque da quanto ho capito il dolore c'è solo durante l'operazione e se io chiedessi l'anestesia totale sarebbe possibile?

bjja
 

Ciao a tutti.
Sono tornato oggi da un po' di vacanze.
Rispondo subito a skipper.
Il fatto che tu abbia 16 anni, meno della metà dei miei sicuramente "dovrebbe" giocare a tuo favore.
dico dovrebbe perchè:
1) I tessuti si dovrebbero cicatrizzare molto prima.
2) Eventuali danni causati dal varicocele, operandolo a 16 anni, non dovresti averli.
Uso il verbo al condizionale, perchè non essendo medico non voglio creare false illusioni.
Comunque operarti in anestesia totale, ti garantisce di non sentire dolore, ma non puoi colaborare con i medici, perchè loro chiedono di fare forza col bacino come quando si fa l'ecodoppler, questa manovra permette loro di fare un ecodoppler durente l'operazione e vedere se hanno chiuso tutte le venuzze antipatiche.
3) Dopo l'operazione, essendo tu molto giovane e pieno di energie, ti consiglio di seguire le istruzioni date dai dottori, cioè cerca di stare sdraiato molto almeno la prima settimana dopo l'intervento, anche perchè si potrebbero strappare i punti e cosa peggiore riformare il varicocele.
Per Marco,
anch'io l'antibiotico l'ho preso per una settimana dopo l'operzione, proprio per evitare l'insorgere di infezioni.
Ad un mese esatto dall'operazione, il bozzo è quasi totalmente assorbito, il dolore al testicolo però, solo quando lo tocco, o provo a correre, si fa ancora sentire.
Il siero a me è uscito solo il giorno che mi hanno tolto i punti.
Attenzione: ho avuto anche un altro problemino. La ricrescita dei peli vicino alla ferita, ha comportato alcuni brufolini, perchè tendevano ad incarnirsi, niente di preoccupante.
A Voi come va?
Un salutone

ralphlauren
 

ti ringrazio per le risposte.ma comunque è possibile in anestesia totale o la collaborazione del paziente è strettamente necessaria?

bjja
 

Si è possibilissimo in anestesia totale.
Sono i medici ad eseguire le proprie valutazioni caso per caso.

Ad esempio un mio amico è stato operato di varicocele e circonciso contemporaneamente e lo hanno addormentato.
Ciao

bjja
 

Un'ultima cosa.

Quando abbiamo parlato di dolore, non è che muori dal male.
Ma tra la fase operativa ed il post operatorio, il post operatorio direi che è più fastidioso.

Vai e facci sapere come ti va.

j.c
 

ciao ragazzi,mi è stato diagnosticato un varicocele(di grad basso xò) al testicolo sinistro.mi è stato consigliato di fare uno spermiogramma ma io sono contrario a farlo(ho problemi di "concentrazione"e nn riesco a masturbarmi diciamo"per necessità\costrizione)...ora vorrei sapere fino a che età il problema del varicocele è arginabile cioè fino a che età ci si puo operare con successo?inoltre voi che mi dite riguardo ai sintomi che dovrei avere in caso di un varicocele aggravato?in definitiva voi c he mi consigliate?

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 10:13 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X