Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Apparato urinario e genitale maschile - Urologia > Stenosi uretrale: consigli tipi d'operazione
Segna Forum Come Letti

   

Stenosi uretrale: consigli tipi d'operazione

Alpino
 

Sono un uomo 38enne e mi è stata diagnosticata una stenosi dell'uretra al San Giuseppe di Milano (forse avrei potuto scoprirlo parecchi anni addietro, se il mio medico non avesse sottovalutato i problemi a minzionare), dopo un blocco urinario 5 mesi addietro; da quel momento ho usato Permixon al mattino e Tamsulosin 320mg alla sera, però parlando con urologi, mi han detto che l'unica via di uscita è l'operazione, visto che ho un getto molto debole.
Mi hanno prospettato 2 soluzioni: TOSSINA BOTULINICA nel collo vescicale, che andrebbe rifatta a distanza di tempo (han detto 1 anno, ma non ho capito se devo preventivare per il resto della mia vita, l'operazione annuale) vantaggi: non ci sono problemi per l'eventuale riproduzione, in quanto l'eventuale emessione di sperma in direzione retrograda, sussisterebbe per un lasso di tempo limitato.
Oppure la CLASSICA INCISIONE chirurgica, che per i chirurghi sembrerebbe definitiva (però leggendo in questo forum, ho visto che alcuni l'hanno dovuta rifare, e son rimasto impressionato dalla persona che ha avuto l'ostruzione dell'uretra a causa del distaccamento di alcuni coaguli); in più il rischio per la riproduzione sarebbe quasi assicurato.
Leggendo in giro ho sentito anche della possibilità dell'OPERAZIONE con LASER ad OLMIO, che potrebbe avere conseguenze meno gravi e comunque durature.
Chiedo quindi cortesemente ai pazienti che hanno subito le operazioni (so che negli ultimi 2 casi, saranno probabilmente in pochi) ed urologi, come si è trovato dopo averla fatta per risultato, durata, qualità della vita (dolori, ecc.....). Ringrazio cortesemente in anticipo.

MIGLIOR COMMENTO
osvald
ciao alpino ho letto la tua situazione clinica. Io ho la stessa situazione vorrei sapere
come e antata l'operazione con il laser. se possibile vorrei condattarti privatamente
ti ringrazio .
Leggi altri commenti
dem
 

Ciao, siamo un pò nella stessa situazione....
Ho già subito due interventi per tentare di allargare il canal...
ma i sintomi si sono già riaffacciati...
Ho letto su internet di persone che hanno fatto fino a 14 interventi...
A dire il vero...dopo il secondo o il terzo...chiedo l'uretroplastica...non aspetto di entrare in sala operatoria 14 volte...
Io vado ad Arezzo, da Palminteri... non so se sia un mago, ma lavora solo su questo problema...capirà qualcosa in più....spero.
Posso dirti che l'intervento di allargamento (che si faccia a lama fredda o che si faccia con laser) ha una bassa probabilità risolutoria...così ho letto più volte. Il vero intervento risolutivo sarebbe l'uretroplastica, ma....che devastazione!!
Io un altro tentativo di uretrotomia vorrei provare a farlo...anche se ho basse speranze...
Venerdì sentiremo l'esperto....
Auguri anche a te!

peppyy
 

E poi ...............com'è finita ,possibile che un fracco di persone che urinano non benissimo mah nemmeno malissimo abbiano la stenosi ,non è che si esagera oggi un pò troppo ,mentre una volta si considerava la cosa conseguenza fisiologica dovuta un pò anche all'avanzamento dell'età .cmq com'è finita ?

dem
 

Rieccomi. Sono stato ad Arezzo, mi hanno fatto una piccola uretrotomia, e in sala operatoria hanno usato l'endoscopio per vedere dentro cosa si trova...
In pratica hanno confermato che mi trovo in una situazione di stenosi, e mi hanno detto che la stenosi non è un evento, ma una malattia. Non posso pensare di fare l'uretrotomia e risolvere...è come dire che ho i reumatismi e con un intervento risolvo. Quindi, speranze di guarire, non ce ne sono. L'unica strada praticabile è quella dell'uretroplastica, che elimina il tessuto stenotico, sostituendolo con altro tessuto (boccale o penieno). Certo, se il problema nasce con l'età, credo che ogni persona ragionevole lo capisca... Nel mio caso mai nessun tipo di problema neanche transitorio...dopo un incidente è scoppiato il caso. E' troppo evidente la relazione causa effetto...Ma poi a 40 - 50 anni...insomma....mi pare prestino per cominciare a parlare di età... spero!

peppyy
 

l'urologo che mi ha visitato a settembre mi ha prescritto un altro esame in quanto dalla uroflussometria risulta che ho un residuo post minzionale ,insomma la vescica non si svuota bene ,il resto degli esami ecografie varie ,vescica ,reni ,esame psa ,esame rettale prostata ,tutto ok ,l'unico problema è questo residuo ,quindi l'urologo mi ha prescritto a settembre come vi dicevo una cistografia retrograda e minzionale ,il mio problema è che a volte ho stimolo di andare in bagno ,in effetti credo possa esistere un problema ,insomma quando sono uscito dallo studio dell'urologo la mia prima impressione è stata ......butta via tutto e lascia stare ,il dubbio è proprio che non sanno bene come muoversi e fanno esperimenti sugli altri ,scusatemi mah ho proprio questo presentimento ,cmq vado dal mio medico di base per un chiarimento con tutti gli esami ,lui mi dice che non ho nulla e di lasciar perdere perchè in molte strutture urologiche devono raggiungere un tot di interventi annui pena il licenziamento del primario ,e a riguardo mi porta vari esempi di urologi che non avendo accettato queste cose sono stati poi licenziati dalle strutture ospedaliere,il problema cmq mi rimane e alla fine qualche giorno fà ho preso l'appuntamento per questo ultimo esame ,la cistrografia ,sono un pò preoccupato e dubbioso se dar retta al mio medico di base o continuare sulla via urologica ,vi chiedo questo tipo di esame in cosa consiste ,qualcuno presumo l'abbia fatto ,può darmi qualche consiglio ? un ultima cosa che non sò se è legata ai miei disturbi ,ho un certo fastidio non eccessivo nella parte destra posteriore della schiena ,in basso ,può essere collegato a calcoli o cose del genere ? se c'era qualche cosa di grave dalle varie ecografie sarebbe risultato ? grazie per la risposta ,ps. ho 46 anni

marco60
 

Citazione:
Originariamente Inviato da peppyy Visualizza Messaggio
l'urologo che mi ha visitato a settembre mi ha prescritto un altro esame in quanto dalla uroflussometria risulta che ho un residuo post minzionale ,insomma la vescica non si svuota bene ,il resto degli esami ecografie varie ,vescica ,reni ,esame psa ,esame rettale prostata ,tutto ok ,l'unico problema è questo residuo ,quindi l'urologo mi ha prescritto a settembre come vi dicevo una cistografia retrograda e minzionale ,il mio problema è che a volte ho stimolo di andare in bagno ,in effetti credo possa esistere un problema ,insomma quando sono uscito dallo studio dell'urologo la mia prima impressione è stata ......butta via tutto e lascia stare ,il dubbio è proprio che non sanno bene come muoversi e fanno esperimenti sugli altri ,scusatemi mah ho proprio questo presentimento ,cmq vado dal mio medico di base per un chiarimento con tutti gli esami ,lui mi dice che non ho nulla e di lasciar perdere perchè in molte strutture urologiche devono raggiungere un tot di interventi annui pena il licenziamento del primario ,e a riguardo mi porta vari esempi di urologi che non avendo accettato queste cose sono stati poi licenziati dalle strutture ospedaliere,il problema cmq mi rimane e alla fine qualche giorno fà ho preso l'appuntamento per questo ultimo esame ,la cistrografia ,sono un pò preoccupato e dubbioso se dar retta al mio medico di base o continuare sulla via urologica ,vi chiedo questo tipo di esame in cosa consiste ,qualcuno presumo l'abbia fatto ,può darmi qualche consiglio ? un ultima cosa che non sò se è legata ai miei disturbi ,ho un certo fastidio non eccessivo nella parte destra posteriore della schiena ,in basso ,può essere collegato a calcoli o cose del genere ? se c'era qualche cosa di grave dalle varie ecografie sarebbe risultato ? grazie per la risposta ,ps. ho 46 anni
Io sono stato operato per un problema differente che pero' mi causava gli stessi sintomi della stenosi uretrale. Avevo una stenosi vesciale accentuata da un ipertrofia prostatica che provocava un blocco in vescica.Ho anche una leggera stenosi uretrale che ho deciso di lasciare per evitare complicanze.

Il mio consiglio e' quello di EVITARE LA SALA OPERATORIA , se possibile.
La stenosi uretrale e' una malattia come lo puo' essere l'artrosi o la cefalea, se i tuoi problemi sono riconducibili ad una frequenza della minzione non proprio eccessiva,mentre tutti gli esami sono risultati ok , lascia stare.
L'uroflussometria non valuta se riesci a svuotare bene la vescica ma il flusso urinario, se cioe' c'e' un blocco (che puo' essere uretrale o vescicale), mentre l'ecografia postminzione vede se hai residuo di urina.Io avevo un residuo postminzionale importante e anche l'uroflussometria e urodinamica erano risultati disastrosi. Sono stato costretto ad operarmi con il laser e , dopo circa 9 mesi dall'intervento, sono ancora qui a subire gli effetti disastrosi che l'utilizzo del laser mi ha provocato. Forse mi dovro' rioperare per un problema di cicatrizzazione e aderenze....

Per quanto riguarda la cistoscopia, l'ho fatta una volta prima dell'intervento e ti assicuro che non e' assolutamente piacevole. Io l'ho fatta con il cistoscopio flessibile senza anestesia , nemmeno locale.Un dolore allucinante, tanto che il medico ha dovuto interrompere dopo nemmeno 2 minuti.
Ho conosciuto pero' 2 persone che hanno fatto lo stesso esame con una leggera anestesia (un gel freddo inserito nel canale uretrale) e non hanno sentito niente.Dipende con chi fai questo esame. Probabilmente chi mi ha fatto questo esame, lo stesso che mi ha operato, era davvero un macellaio.

peppyy
 

Non è che sia felice di fare la cistografia ,sono andato proprio ora dal mio medico per chiedere un ulteriore consiglio ,alla fine non sanno cosa dirti ,ti dicono e facciamo anche questo esame e poi vediamo ,gli ho chiesto se potevo provare con qualche farmaco visto che dal resto degli esami non risulta nulla ,le varie ecografie non han riscontrato nessun problema ,idem la visita urologica per la prostata ,il psa è apposto ,possibile mai che con tutta la scienza che ti fan credere sopratutto quando vedi trasmissioni tipo medicina 33 ,non c'è nulla per queste problematiche ,mi pare sia simile ad un rubinetto che si ingorga per via del calcare e l'acqua esce un pò a sprazzi ,boh ,tutte le varie bustine di cranberry varie alla fine si mostrano solo un magna soldi in quanto non servono a nulla ,eviterei volentiere la cistografia e anche un eventuale intervento per la stenosi ,sempre ammesso si tratti di ciò ,mah l'alternativa qual'è ? Chiedo gentilmente un parere ,senza offesa per gli altri interlucotori ,di un esperto del settore che possa magari dare qualche ragguaglio un pò più specifico ,grazie .

hulk
 

LA uretrocistografia e' innocua e indolore falla tranquillamente , fidati. Non avere paura.

peppyy
 

Citazione:
Originariamente Inviato da hulk Visualizza Messaggio
LA uretrocistografia e' innocua e indolore falla tranquillamente , fidati. Non avere paura.
Ti ringrazio del supporto ,ho l'appuntamento il 15 dicembre ,per ora da ieri sto prendendo fermenti lattici e cistiflux oltre a una pastiglia al giorno di amione (l metionina ) devo dire che quando riprendo ad assumere questi integratori i sintomi si allieviano parecchio ,di giorno nulla ,la noia arriva sempre la notte ,ad un certo orario sbam sbam inizia il fastidio tipo presente ascesso ai denti ,mah ,tiro il 15 dicembre poi farò la visita dall'urologo privatamente perchè se aspetto la mutua faccio in tempo a farmela adosso mi sono affidato al reparto di urologia a gallarate del prof Roggia ,spero di aver riposto bene le mie aspettative ,l'urologo che mi ha visitato fino ad ora è stato molto bravo e a modo nella visita prostatica ,mi sono spiegato .ogni ulteriore consiglio sarà per me ben accetto vi ringrazio e vi auguro anch'io un in bocca al lupo .

hulk
 

Con uretrocistografia retrograda e minzionale riescono a vedere abbastanza bene se c'e' una stenosi o sclerosi del collo vescicale ma a volte serve una cistoscopia poi bisogna vedere i tuoi sintomi .
Comunque ripeto per l'ìuretrocistografia vai tranquillo e rilassato .

lucderan
 

Ciao a tutti! visto che questo tread è fresco di commenti riporto anche qui con l'intento di essere utile.

Mi sono iscritto appositamente perchè leggo su questo e su altri forum di tante persone che, come me, soffrono per una STENOSI URETRALE BULBARE.
Innanzitutto (e lo scrivo, col permesso di tutti, in maiuscolo per evidenziarlo)

HO SUBITO SIA UN URETROTOMIA (10 anni fa) SIA UNA URETROPLASTICA VENTRALE E DORSALE CON MUCOSA BUCCALE E MENTRE SCRIVO HO ANCORA IL CATETERE!

altra cosa da scrivere in maiuscolo perchè è quello che i diretti interessati vogliono sapere subito per tirare un primo sospiro di sollievo è:

STO BENE! A 22 giorni dall'intervento DOLORI MINIMI (mai avuti! è più opportuno parlare di fastidi e dovuti al taglio ed al catetere!) MI FUNZIONA TUTTO, INTERVENTO COMPLESSO BEN RIUSCITO GRAZIE AL CHIRURGO.

Proprio perchè è un problema freschissimo e perchè non ho trovato molte informazioni riguardo il pre-operatorio e soprattutto la convascenza, ho deciso di creare un mio blog in cui raccolgo direttamente la mia esperienza diretta e tutte le informazioni che ho reperito sul web, appreso studiando pubblicazioni, trattati e direttamente dai medici che mi hanno in cura. questo esclusivamente allo scopo di aiutare persone che, come me cercano in rete risposte e forse un po' di conforto, dalle esperienze altrui. Anzi vorrei raccogliere altre testimonianze ed altri trucchi di tanti pazienti. Non vendo nulla e non ho alcun rapporto con nessun medico o clinica o casa farmaceutica. Ho solo fiducia nel chirurgo che mi ha operato perchè ha grandissima esperienza SOLO in questo ed è conosciuto a livello mondiale. Ma ce ne sono altri!

premesso che non sono un medico, ma SOLO, un diretto interessato voglio puntualizzare sommariamente alcune cose che trovano trattazione completa nel mio blog dove descrivo ogni problema o inconveniente riscontrato nel quotidiano della convalescenza e dico come l'ho risolto...e se possibile, anche qui su questo utilissimo forum riassumerò un po di cose con la speranza di essere utile:

1)Esistono diversi tipi, diversi livelli e diverse origini di stenosi uretrale. Ognuna va affrontata in maniera diversa, quindi non facciamo di tutta l'erba un fascio.
2)Esistono diversi tipi di intervento chirurgico
3)esistono tantissimi CANI che fanno esperienza sulla pelle di poveri malcapitati e medici seri e scrupolosi specializati nel risolvere queste problematiche.
4) La stenosi in generale comporta problemi più o meno seri, ma anche semplicemente una serie di infezioni ripetute nel corso della vitapuò (condizionale) portare a gravi disagi che sfociano in interventi d'urgenza, tumori, infertilità ecc. Quindi NON sottovalutare il problema ed analizzarlo col proprio medico e con lo specialista. Se uno conosce il problema e le possibili soluzioni, il problema diventa molto più piccolo!
5)Attenzione ai cateterei che possono essi stessi causare una stenosi (in grande percentuale)
6) attenzione anche alla cistoscopia che può essa stessa generare una stenosi o peggiorarla, mandando addirittura in blocco urinario persone che fino ad allora avevano solo un flusso diminuito!
E in caso di blocco urinario, i luminari come il mio chirurgo, consigliano una CISTOSTOMIA e NON la cateterizzazione! .. mette un po' di paura l'idea di farsi bucare la pancia e farsi ficcare dentro un tubo, ma è molto meno rispetto alle possibili conseguenze dovute ad una cateterizzaione su una stenosi che potrebbe sfasciarvi tutta l'uretra con conseguenze disastrose!


La Stenosi Bulbare è abbastanza classica e per fortuna la meno complessa da operare. A volte basta una uretrotomia, ovvero un taglio fatto attraverso un cistoscopio. Ma spessissimo il problema ritorna. A me si è ripresentato dopo 10 anni però! Ed oggi ci sono tecniche migliori di intervento! quindi ne è valsa la pena. Ma qualcuno dopo soli tre mesi è da capo a dodici.
L'uretroplastica è un interventone. Viene ricostruito il tratto ristretto mettendo una "toppa" fatta di mucosa buccale (l'inerno della guancia). è spessissimo risolutivo. il post operatorio è fastidioso perchè abbiamo un catetere per unmese, perchè non possiamo sederci, perchè ci hanno tolto una cospicua parte dinterna della guancia e non possiamo non solo mangiare, ma nemmeno sorridere o parlare correttamente per qualche giorno.... ma se i primi giorni sembra una tragedi, la guarigione della bocca è davvero rapidissima! ed a me hanno dovuto prelevare il doppio della mucosa per fare due toppe. No mi hanno neppure potuto ricucire. eppuro dopo meni di 2 settimane mangiavo involtini cinesi fumanti, arrosti e lasagne. insomma non sperate che sia un modo per dimagrire perchè guarite troppo presto!!!

Quindi, ancora in maiuscolo e grassetto sempre col permesso di tutti i lettori e gli amministratori ( lasciatelo! serve per tirarci su... il morale! che avete capito?! ne abbiamo bisogno dopo aver letto a destra e manca drammi e tragedie di altri per altri problemi in "zone sensibili"!:

TIRATE UN SOSPIRO DI SOLLIEVO, AFFIDATEVI A CHIRURGHI ESPERTI E SPECIALIZZATI PRIMA DI UN BLOCCO URINARIO E STASERA ANDATE A DORMIRE RILASSATI PERCHè DOPO UN PAIO DI MESI DALL'INTERVENTO SARA' SOLO UNA ESPERIENZA DA RACCONTARE

vi rimando per il resto ad un tread apposito che aprirò su questo forum e soprattutto al mio blog dove vi racconto nel dettaglio la mia esperienza.

gioalter
 

Ciao, non trovo il tuo blog.
Giovanni

gioalter
 

OK, trovato.

pisculli
 

Ciao ragazzi io sono un ragazzo di 35 anni ...nel 95 ho fatto una ricostruzione dell uretra ma dopo un anno si e riformata poi mi e stata risolta con il laser e solo dopo 17 anni mi si e rifirmata...ora la devo rifare...ciao

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 10:32 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X