Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Chirurgia maxillo-facciale > mandibola, dolore di test, scolo retronasale...
Segna Forum Come Letti

   

mandibola, dolore di test, scolo retronasale...

vincenzo1974
 

Salve,

spero che qualcuno abbia la voglia di leggere questo messaggio e che possa aiutarmi in qualche modo a trovare una via di uscita a questa "strana

sindome" che sto vivendo da circa 2 anni.
Il mio nome è Vincenzo, ho 38 anni e fino a due anni fa sono stato sempre in salute. Ho sempre praticato sport, specie podista; lavoro come

informatico e spesso riparo bassi e chitarre nel mio piccolo laboratorio di liuteria.
Poco meno di 2 anni fa, nel mese di Ottobre 2010 tornando a casa dopo una intensa attività lavorativa, stanco morto mi butto nel letto, inizio a

prendere sonno e dopo circa 1h avverto una fitta lancinante nel pettorale sinistro (stessa zona del cuore) e sulla testa (sempre lato sinistro, un

dolore "trafittivo". Preso dal panico scappo al pronto soccorso, elettrocardiogramma, prelievo di sangue, raggi al pettorale, ma per fortuna tutto

negativo. Torno a casa pensando allo strano misterioso evento e tra le cause ho pensato ad un dolore intercostale, nevralgia o al "minoxidil" che in

quei giorni precedenti all'evento mi creava prurito e mi infiammava leggermente il cuoio capelluto (tra l'altro il minoxidil era stato aperto e

utilizzato 10 mesi prima...magari era anche rovinato).
Cinque giorni dopo, al lavoro seduto sul PC, inizio ad avvertire un dolore "artrosico" su quasi tutto il corpo ma in maniera più evidente sul

pettorale sinistro, sul braccio sinistro e sull'anca sinistra. Il dolore era abbinato a tachicardia e alta pressione (quest'ultima misurata

nell'infermeria dell'azienda) min 95 mass 160, stato di malessere generale, senso di euforia, una senzasione di "sbalzo" pressorio (come un

palloncino che dovesse scoppiare), formicolio inguine e testicolo sinistro.
Nel giro di qualche settimana il problema si è ripresentato con una frequenza maggiore, da 1 volta ogni 5 giorni a 1 volta al giorno, fino a 3-4

volte al giorno. Più volte sono stato al pronto soccorso e tutte le volte l'esito del cuore era negativo...ma i sintomi continuavano sempre con

fruciore sul lato del cuore, fitte, tremorii e scosse, ma sempre tutto sul lato sinistro!
Preso dallo sconforto dopo qualche mese decido di effettuare un controllo più approfondito da uno specialista cardiologo (ritenuto il luminare per

eccellenza nella zona); test da sforzo e ecocuore non hanno rilevato nulla di evidente, solo la pressione durante il controllo era leggermente alta,

la massima 150. Decido di fare anche un holter pressorio ma tutto negativo.
Nel tempo inizio ad avertire questi strani sintomi anche di notte: il cuore inizia a battere velocemente e il dolore al petto inizia a salire con

bruciore, pressione al tettorale e al braccio sinistro con tremori continui....una sensazione di imminente infarto e malessere generale....come se

stessi per morire.
Escluso il cuore decido di fare altre indagini, tra cui l'elettroencefalogramma, diversi esami del sangue, ecografie al pettorale. Tutto risultato

negativo ad escusione del fatto che ho una carenza di magnesio e vitamina D.
Dopo 5 mesi dal problema i sintomi iniziano ad aumentare con in aggiunta diarrea e coliche interstinali subito dopo aver mangiato. Decido di fare una

gastroscopia che ha rilevato solo una leggerissima gastrite. Ho spesso anche sapore amaro strano in bocca.
Subito dopo si aggiunge un altro sintomo, continuo scolo retronasale, forte dolore alla testa e ripetute piccole fuoriuscite di sangue provenienti da

dietro il naso (per diversi mesi). La TAc alla testa e ai polmoni hanno escluso particolari patologie (non c'è sinusite e i polmoni non hanno

problemi). Laringospopia anche negativa. Ho sempre pensato che il problema fosse una eccessiva produzione di saliva (ghiandole salivari infiammate)

ma non sono un medico quindi parlo solo per "sensazioni". Ho provato con diversi cicli di antibiotici ma ho tutt'ora questo strano scolo retronasale

chiaramente visibile all'apertura della bocca e mal di testa. Gli otorini comunque hanno escluso particolari patologie, ma qualcuno sostiene che

potrebbe essere una sorta di cefalea muscolo-tensiva. Comunque rispetto a tutti gli altri problemi lo scolo retronasale è il meno problematico.
Decido di continuare con gli accertamenti e provo con un tampone faringeo (risultato negativo) e un esame del sangue più approfondito che ha rilevato

la presenza di 2 virus: l'EBV e il cytomegalovirus, due virus della mononucleosi.
Dopo diversi mesi di sofferenza la scoperta dei 2 virus mi danno sollievo e speranza.
Dopo 1 mese, altri esami "quantitativi" rilevano che i virus non ci sono più o per lo meno non stanno attaccando.
Ma continuo ad avere gli stessi sintomi, solo uno è sparito: il tremore, la tachicarida di notte e le sensazioni di freddo. I dolori al petto e al

braccio ci sono sempre, come anche i dolori alla testa e al collo (ma sempre a sinistra), diarrea sempre dopo aver mangiato.
Successivamente faccio un test per le intolleranze e risulto positivo.
Elimino tutti i cibi contenenti lattosio (pere,insaccati, latticini, broccoli...), ma niente, la diarrea contina sempre.
Dopo altri esami scopro che ho una tiroidite da virus causata dai suddetti virus, ma fortunatamente da ultimo esame effettuato ora solo un valore è

alto, quello relativo agli anticorpi tiroidei (ora non ricordo il nome).
I sintomi misteriosi continuano e decido con una neurologa di intraprendere una cura per fibromialgia con ansilitici e antidepressivi... ne ho

provati diversi per alcuni messi ma i sintomi non miglioravano, anzi... l'unico che mi dava un po' di sollievo era il "frontal" perchè mi calmava. In

particolar modo il laroxyl gocce mi aggravava i sintomi in una maniera impressionante anche con 2 sole gocce (incredibile).
Abbandono tutti questi farmaci tipo lycra, efexor, laroxyl, FANS di vario tipo, antibiotici, vitamine B12 e calmanti vari e continuo con gli

accertamenti mentre i sintomi non vanno via.
Dopo circa 1 anno i dolori si acutizzano sulla mandibola di sinistra, un dolore spesso sordo ma a volte trafittivo sulla zona del condilo e sul collo

sinistro, poi man mano nei giorni anche la cervicale e la spalla sinistra (sempre tutto a sinistra). E finalmente devido per dei raggi e RM su

mandibola, cervicale e spalla/pettorale sx.
Finalmente gli esami danno esito positivo per uno slittamento del condilo verso destra e condilo sx consumato, non a caso infatti visivamente ho la

mandibola deviata tutta verso destra. Ho 2 discopatie alla cervicale e una tendinopatia del sovraspinato sx per conflitto sottoacromiale.
Decido di andare da un dentista per un bite. Ma con il bite non ho giovamento, anzi dopo qualche ora inizio ad avere più problemi.

Alla fine qualche giorno fa decido di recarmi in un centro di semeiotica e studio della fibromialgia e del dolore muscoloscheletrico e il referto

medico è stato questo (lo allego perchè più chiaro e coinciso rispetto a quanto scritto sopra):
__________________________________

"il paziente giunge alla nostra osservazione per la presenza da circa 2 anni di dolore in sede toracica e mandibolare sx. Tale dolore è presente

costantemente in modo lieve ma presenta improvvisamente dei periodi di acuzie molto invalidanti per il paziente. Si associano ma con minore entità

dolore gastrico, cervicale, parestesia dell'arto superiore sx, coxalgia sx e diarrea post-prandiale.
La sintomatologia è iniziata improvvisamente dopo presunta esposizione al CMV e EBV evidenziata tramite positività anticorpale con esami eseguiti nel

2010, inoltre in tale occasione si è verificata anche una tiroidite con elevazione degli antTG da presumibile virosi.
Il paziente non riferisce disturbi del sonno e lamenta una modesta astenia.
Porta in visione molteplici esami ematochimici che documentano la positività degli antTG, una carenza di VitD e una elevazione delle IgE (paziente

con allergie ambientali). Esami strumentali documentano appiattimento del condilo mandibolare di sx con dislocazione anteriore del menisco a dx.

Rettilinizzazione del rachide cervicale con iniziali segni di discopatia. Tendinopatia del sovraspinato sx per conflitto sottoacromiale. asimmetria

della gabbia toracica con sottoslivellamento sterno. Fenomeni degenerativi rime articolari sterno-claveari. Eseguito esami cardiologici nella norma.

Tac torace nodulo mantellare di 5mm, controllo a distanza.
Il paziente riferisce inoltre intolleranza al lattosio.
E.O.estesiologico: Positività di 7/18 Tender Points Fibromialgici (valutazione effettuata con algometro pressorio Fischer). Si apprezza dismetria

della colonna per posteriorizzazione della spalla sx e del bacino omolaterale. Presente zona di contrattura a carico del trapezio sx con trigger

points lungo il trapezio e lo sternocleidomastoideo sx. Estremamente dolente la digitopressione del margine superiore del muscolo pettorale e in sede

peristernale sx e sottomammaria. Presenza di click alla mobilitazione della mandibola a sx e percezione di scroscio articolare a dx, con dolore alla

digitopressione dei muscoli massetere sx e pterigoideo esterno e intero.
Il quadro clinico-estesiologico non dopone per S. Fibromialgica. Presenti sintomi miofasciali multiple in paziente con algodistrofia dell'ATM e

deficit posturale.

A completamente diagnostico utile seguire: colonscopia, visita gnatologica.
Si consiglia inoltre: Sirdalud 4mg (1/2 cp per 10gg poi 1 cp, per 2 mesi), Serilact 9 (1 bustina l amattina a stomaco vuoto per 10 gg al mese),

Laroxyl gtt (3 gtt la sera), Dibase gtt (20gtt 1 volta alla settimana), Starvit (1 bustina la mattina per 30gg)
-Eventuale ciclo di microinfiltrazioni locali
-Ginnastica posturale"
___________________________________


Vorrei farvi alcune domande (per chi ha avuto la pazienza nel leggere quanto scritto sopra)

1) E' possibile che un problema alla mandibola (ATM) possa creare tutti questi sintomi? dolore al petto, spalla, collo, testa, diarrea,

annebbiamento vista, sapore strano in bocca...?

2) Un problema posturale/mandibolare può dare disturbi allo stomaco? per esempio colon irritabile? e lo strano sapore?

3) lo gnatologo mi ha detto che la mandibola non va operata perchè con l'operazione spesso non va via il dolore, e che quindi devo portare il bite

anche se ho dolore maggiore. Se tutto questo non va via devo convivere con questi dolori. E' giusto secondo voi? E' normale tutto questo? Quali altri

trattamenti esistono per rimettere la mandibola al suo posto o per far sparire o diminuire il dolore se il bite non funziona? .....infiltrazioni sul

condilo? Purtroppo tutti i dentisti o chirurghi maxillo facciali non danno peso a questo problema e non mi dicono nulla di significativo.

4) la discopatia alla cervicale può dare dolori al petto?

5) ecografica, prova da sforzo, elettrocardiogramma se sono negativi vuol dire che posso esludere un problema di cuore se ho da 2 anni gli stessi

sintomi? esiste qualche altra forma di dolore al cuore...tipo per esempio infiammazione del ventricolo...angina perctoris...ecc. si diagnosticano in

altri modi? posso realmente escludere un problema di cuore?

6) la Tendinopatia del sovraspinato sx per conflitto sottoacromiale può dare dolori al petto? anche sulle ultime costate?

7) una sintrome da deficit posturale e ATM come si curano? quali farmaci sono indicati? Sirdalud? sono sufficienti quelli sopra prescritti secondo

voi?

La ginnastica posturale deve essere praticata in un centro specilizzato o basta che faccio dello stretching a casa? ho notato che più mi muovo e

più peggioro la situazione, se stiro i muscoli spesso dopo 2-3 ore ho dei dolori infernali accompagnati da nausea e spesso sembra di avere un attacco

di cuore (cuore che mi brucia e organi interni sotto le costate infiammati e dolenti)

9) C'è qualcosa che potrebbe fare particolaremnte bene al mio stato? per esempio ginnastica su acqua, bagno al mare, sole, assumere sali minerali,

erbe...

10) cosa devo evitare? per esempio caffè...


11) dai sintomi descritti mi consigliare qualche altro esame che potrei fare? potrebbe essere qualche altra cosa oltre all'ATM?


Spero tanto che qualcuno possa aiutarmi. Gentilmente vi chiedo il vostro parere anche una sola parola! grazie

MIGLIOR COMMENTO
flavio86
Ciao, ho cercato di leggere tutto...ti premetto che non sono un medico!

Non so proprio dirti se tutti i sintomi che hai possano essere dovuti a una sindrome discendente dovuta alla malocclusione...però se vuoi curare quella evidentemente per ora non è andata bene, cioè se il bite ti dà più problemi evidentemente non è quello che fa per te..vista la moltitudine di sintomi dovresti trovare uno gnatologo con una visione olistica, perché se no difficilmente se ne esce mi sa. Posso chiederti in che zona abiti?

Comunque ti consiglierei contemporaneamente di provare un osteopata (l'ideale, appunto, sarebbe trovare uno gnatologo che già collabori con un osteopata, un posturologo etc..)...quanto al resto meglio se lascio rispondere ai dottori.
Però nel frattempo farei ancora qualche esame per capire se veramente può essere solo l'atm a causare questa moltitudine di sintomi...ora mi posso essere perso leggendo ma dal neurologo sei andato? Reumatologo (la butto lì)?

In bocca al lupo!

ps. sarebbe meglio evitare di aprire la stessa discussione in molte sezioni diverse
__________________

Vi invito a rispettare gli altri utenti e a leggere le FAQ e il Regolamento!
Per chi vuole qui ci sono i miei fotoalbum maxillo-facciale1 e maxillo-facciale2.
Buona discussione!


Ogni persona che incontri combatte una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile.
Leggi altri commenti
vincenzo1974
 

grazie per aver risposto al mio messaggio flavio86,

abito in provincia di Chieti, sono stato in passato da un osteopata ma dalle sue terapie non ho avuto giovamento, sono stato anche dal neurologo il quale mi ha prescritto lyrica e dal reumatologo che mi ha escluso da esame del sangue eventuali problemi autoimmune e reumatologici.

Grazie

flavio86
 

Prego...purtroppo io non so dirti di più figurati, già fanno fatica i medici...in bocca al lupo!

vincenzo1974
 

Potrebbe essere anche il nervo vago? Come si diagnostica un problema al nervo vago?

flavio86
 

Direi che per questo dovresti sentire un neurologo immagino...

BorisCt
 

Ciao Vincenzo74, ho letto tutto il tuo post e devo dire che mi ritrovo in parecchie delle cose che hai scritto anche se il modo in cui si sono originate sembra meno repentino nel senso che io ormai me le trascino da decenni e più o meno come te ho visto specialisti di ogni genere senza venire mai a capo di nulla! Vorrei tanto sapere se hai delle novità e mi piacerebbe, se possibile,entrare in contatto per un confronto e per...conforto!
Aspetto e spero di leggerti a breve anche se noto che il post è di un bel po di tempo addietro...speriamo! Ciao

ritadallachiesa
 

ciao vincenzo, non so proprio cosa dirti se non continuare a cercare e a fare esami finche non trovi qualcosa perche molto spesso ci sono problemi che sono difficili da trovare o sono molto piccoli. L'unica dritta che posso darti e di andare a vedere qualcosa riguardo al disallineamento dell'atlante che è una vertebra che si trova all'inizio della colonna e che puo creare molti problemi. Cerca su internet, buona fortuna

vincenzo1974
 

la settimana scorsa, quindi dopo 2,5 anni dal problema continuo, ho scoperto quale secondo i medici potrebbe essere la causa della maggior parte dei miei problemi.
Ho fatto un cone beam del facciale e ho scoperto di avere una ipercondilia: il condilo di sinistra è molto piu' grande di quello di desta e sta spostando la mandobola da un lato. Tale malformazione molto probabilmente è la causa delle 2 discopatie nella cervicale e dello schiacciamento del nervo nella giunzione subacromiale della spalla sinistra. Non so se ho un problema anche sull'atlante ma a questo punto con un problema di squilibrio fisico posturale molto probabilmente c'è anche quello e forse anche il nervo vago viene schiacciato...ma queste sono solo mie supposizioni.
Ora mi devo operare presso umberto I reparto maxillo facciale di Roma.
Devo prima fare scintigrafia con mezzo di contrasto per capire se questo condilo che cresce in maniera non naturale è ancora in crescita (attivo) oppure no.
Incrociamo le dita.
I sintomi che ho oggi sono praticamente gli stessi dal primo post che inviato con in più ripetuti casi di tachicardia di notte.

Giacomofal
 

Ciao Vincenzo, il post è molto vecchio ma provo a scrivere lo stesso, non si sa mai che tu riesca a leggerlo. Combatto anch'io da due anni con un problema alle ATM, non ho i tuoi stessi sintomi ma solo dei dolori trafittivi all'orecchio destro. Ho perso tempo perché all'inizio nessuno ne ha capito niente, ho seguito tante cure inutili ma i problemi sono ancora qui.

Effettuando una TAC Cone Beam anche nel mio caso è emersa una diversa lunghezza dei due condili mandibolari, quello più lungo è proprio dalla parte dell'orecchio che mi fa male, solo che nessuno degli specialisti che ho consultato ha dato peso alla cosa.

Ora sto aspettando un bite (placca di Michigan) che dovrebbe allontanare le due arcate e evitare che l'estremità del condilo arrivi a comprimere troppo il disco articolare e la regione auricolare.

Ho letto del fatto che eri in attesa dell'intervento, parlavi di una condilectomia corretto? Ti sei sottoposto a tale intervento? Ne hai avuto benefici?

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 07:18 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X