Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Chirurgia maxillo-facciale > Disturbi ATM, asimmetria, malocclusione 2 classe
Segna Forum Come Letti

   

Disturbi ATM, asimmetria, malocclusione 2 classe

Serena91
 

Salve a tutti, sono nuova qui, scusate chiedo anche il vostro aiuto,consigli e pareri, magari di un chirurgo se possibile,perchè ormai sono disperata. Da 7 anni soffro di problemi all'atm, riassumo in breve ciò che ho subito per chiarire un pò la situazione. All'età di 16 anni e mezzo ho fatto la visita da una odontoiatra, perchè, a parte che avevo ancora 3 denti da latte che non riuscivano a cadere ma anche perchè c'era il canino incluso e il palato abbastanza stretto. Così la terapia consigliata fu quella di mettermi un espansore rapido del palato. L'ho tenuto per 6 mesi, i risultati si erano visti, si era creato anche il diastema. Sta di fatto che la terapia per conservare il tutto non è stata completata con l'apparecchio fisso, e una volta che è stato tolto sono iniziati i problemi articolari. Può essere stata questa terapia incompleta a far scaturire il tutto? Così da questo momento inizia il mio calvario. Mi è stato fatto un bite plane perchè il massetere era abbastanza gonfio e digrignavo i denti,devo dire che con questo la situazione sembrava migliorata ma i problemi persistevano. Premetto che ho una malocclusione di 2 classe dento –scheletrica morso profondo, condili asimmetrici, e nessuno fino adesso ha mai cercato di sistemarmi con un apparecchio fisso. Negli ultimi due anni sono stata da uno gnatologo perché i sintomi stavano peggiorando, avevo un locking articolare a destra e sfregamenti,scroscii a sinistra e continui spasmi muscolari al viso. Mi è stato fatto un ennesimo bite, tenuto anche questo un paio di mesi, la situazione peggiorava, più lo tenevo più stavo male. Mi hanno imbottita per 6 mesi di miorilassanti,(flexiban, muscoril, sirdalud,orudis) infiltrazioni di tossina botulinica, agopuntura, senza concludere niente.Ne ho avuto conferma da una rm perché il menisco non era stato ricatturato e quindi per due anni sono stata bloccata con un bite inutile. Si era deciso di farmi fare un’artrocentesi ma qui non c’era nessuno disponibile o per meglio dire i dottori che ho trovato erano molto scettici al riguardo. Visitata per l’ennesima volta da un chirurgo maxillo e credevo che stavolta fosse quella buona, mi è stato detto che mi avrebbero operata : Decompressione del nervo facciale ed osteotomia del ramo verticale di destra + artroscopia bilaterale. Bene ero pronta, sono partita a fare l’operazione, a mezz’ora dall’intervento, dopo avermi fatto le foto in tutte le angolazioni , non so come o perché è stata cambiata idea, solo artroscopia bilaterale.Mi è crollato il mondo addosso, no prechè io ero già pronta anche a vedermi meglio esteticamente. A distanza di giorni, a parte che non avevo contatti dentali, ho avvertito miglioramento solo dalla parte del locking articolare di destra,gli spasmi sono terminati ma a sinistra io continuo ad avere sfregamenti,attriti, scroscii come se avessi del vetro frantumato, sabbia all’interno, non mi spiego com’è possibile che siano peggiorati, è possibile questo? L’artroscopia è temporanea? Io adesso mi ritrovo ad avere la mandibola sempre asimmetrica, la malocclusione continua a stare lì, i denti si stanno spostando e gli sfregamenti aumentati. Ultimamente la mandibola slitta e fa un fortissimo scatto ed è come se dovessi spostarla dal lato opposto, ho tentato di fare esercizi, ma a parte l’apertura limitata lo sfregamento è così forte da provocarmi dolore, mastico come un “cammello” e solo cibi morbidi. Che cosa dovrei fare?No perché come soluzione mi è stato detto di ricoverarmi in una clinica psichiatrica, rendiamoci conto.

Mettendo adesso un apparecchio fisso per sistemare l’occlusione peggiorerei la situazione? Dati i continui sfregamenti e dolori ossei

Un’operazione com’era stata prevista potrebbe essere risolutiva in parte?
Allego una foto del mio viso
http://i.imgur.com/KrrCoHO.jpg

Attendo vostre risposte, grazie

MIGLIOR COMMENTO
lainta1
Ciao a tutti,
mi chiamo Linda Agresta e sono una fisioterapista che da qualche anno è carambolata nella realtà delle disfunzioni della articolazione temporo mandibolare (ATM) perchè alcune mie pazienti non miglioravano dopo i trattamenti riabilitativi per cui erano in cura con me.

Si parla davvero pochissimo di queste problematiche ed ancor meno si sa che è necessario essere seguiti in equipe multidisciplinare dove si interviene riabilitativamente al fianco dello gnatologo, dell'odontoiatra,del chirurgo maxillo facciale, dell'oculista, del neurologo, dell'otorino, del foniatra, del logopedista.
Questa non è fantascienza perchè in Olanda, in Belgio e in Cile è il protocollo di base standard in Ospedale per la cura di questi disturbi.

In Italia si fatica a operare come da protocollo internazionale perchè facciamo fatica a trovare specilisti competenti e disponibili al dialogo cosi spesso siamo abbandonati a noi stessi prima come operatori sanitari e poi con i nostri pazienti.

In Italia come riferimento importante nazionale c'è l'Umberto I a Roma presso la clinica ortopedica e l'Eastman o clinica odontoiatrica.

Io sono fortuitamente capitata li e con fatica da qualche anno sto crescendo nella formazione e nel trattamento di questi disturbi spesso indirizzati alla psichiatria perchè non si riesce a fare diagnosi corretta oppure non si conoscono i giusti strumenti per il trattamento a tutto tondo cosi i risultati, quando ci sono, essendo temporanei, fanno perdere ogni fiducia e speranza ci possa essere una via di uscita che invece vi garantisco, a fatica e con tempi lunghi, ho visto percorrere a molti pazienti...

Spero di essere stata un minimo utile.
Buona domenica a tutti

dott. Linda Agresta
Leggi altri commenti
lunaticamente
 

Ciao Serena...capisco il tuo scoraggiamento perchè sono più o meno nella tua stessa situazione, problemi articolari e problemi atm pure io. Bisognerebbe capire se l'asimmetria è solo ossea, o anche muscolare. Indubbiamente c'è un'asimmetria ossea, dalle rx si vedrà infatti un ramo mandibolare più lungo dell'altro. Questo concorre sicuramente ai problemi articolari, ma anche la malocclusione di seconda classe, è responsaibile di sicuro. Lo dico perchè io ho una malocclusione di seconda classe dalla nascita, peggiorata poi da estrazioni e chiusure spazi con ortodonzia (accertato da altri medici), che hanno indotto i problemi articolari. Anche io ho mantenuto il locking per anni e adesso penso proprio sia irrecuperabile, se non con chirurgia, ma anche lì è un punto interrogativo. Una domanda che mi pongo è, ma con l'artroplastica ti hanno riposizionato il disco di destra? E a sinistra? Cosa hanno fatto? Lo hanno riposizionato oppure no? Che io sappia la sensazione di sabbia si avverte quando il disco è distrutto, per cui mi farei qualche domanda. In ogni caso considero del tutto insensato fare un'artroplastica e non mettere subito dopo un bite di urgenza...ovviamente il riposizionamento del disco ha cambiato i tuoi contatti e per rendere stabile il lavoro di risposizionamento secondo la mia modestissima opinione da profana, serviva un bite e dopo fare riabilitazione protesica...o ortodontica. Ma loro infine, che hanno detto? L'intervento che hai affrontato non è proprio semplice e vedere che ora i risultati non perdurano non è bello. A parere mio sei stata lasciata un pò a te stessa, nel senso che dopo l'operazione avrebbe dovuto risubentrare lo gnatologo con un bite e tentare in primis di farti riaprire la bocca, in secundis, se possibile, un riposizionamento anteriore della tua mandibola, con finalizzazione ortodontica in quella situazione (ma questa la vedo dura, sia per me che per te) In ogni caso, un'operazione maxillo facciale vera e propria che io sappia, di quelle ortognatiche, va a caricare sulle atm già compromesse, quindi non è raccomandabile a questo stadio delle cose. Chi ha detto poi della clinica psichiatrica? ps: ma dove ti hanno operata: così non ci vado

Serena91
 

No no, avrai letto male. Era stata prevista un'osteotomia verticale del ramo di destra ma alla fine non so come a pochi minuti dall'operazione hanno cambiato idea ed effettuato solo l'artroscopia non artroplastica, un semplice lavaggio articolare più invasivo dell'atrocentesi, ma non sono avvenuti spostamenti ossei,i condili non sono stati spostati, i giorni dopo l'interventi dalla parte destra del locking ho sentito miglioramento, la pressione diminuita, mentre a sinistra ho avuto un peggioramento assurdo, l'attrito e gli sfregamenti, rumori di sabbia sono aumentati. E adesso a distanza di tre mesi io sto peggio di prima. L'atroscopia purtroppo è una cosa temporanea da quanto ho letto,e da quello che sto provando su me stessa. Quindi per me un'operazione sarebbe stata una via d'uscita in qualche modo,sia funzionalmente che esteticamente, la vedevo come l'ultima speranza, è stato effettuato al Policlinico Maggiore di Milano. Guarda non faccio nomi,per quanto riguarda la clinica psichiatrica, sono rimasta basita, quando non sanno più cosa dire alla fine arrivano sempre lì. Ormai sono stanca di fare tentativi, vorrei una soluzione definitiva. E' vero quello che dici tu, sono stata lasciata a me stessa. Si vede che ancora non ho trovato quello giusto ma soprattutto che mi dia una strada da seguire, purtroppo la diagnosi non posso farmela da sola, ma dopo quello che ho passato credo di saperne abbastanza

lunaticamente
 

Mi dispiace tantissimo, forse un chirurgo può esserti più d'aiuto...ma la tua motivazione è più che altro funzionale o estetica? Io ti capisco benissimo, sono allo sbaraglio come te, guarda mi dispiace troppo..la medicina purtroppo ha dei limiti...ci sono delle cose che non si possono risolvere del tutto

Mirko1990
 

Ciao Serena91,
ti scrivo in privato.

lunaticamente
 

Ciao Serena pure io ti ho scritto in privato.

flavio86
 

Scusa ma ho capito bene che ti hanno fatto tutte queste cose ma non hai mai provato una terapia con un bite da un bravo gnatologo, prima di fare altro?

lunaticamente
 

Ha fatto più bite mi pare di leggere...comunque in certi casi la chirurgia diventa poi necessaria bite o non bite...forse avrebbe dovuto fare un riposizionamento del disco...ma nessuno te ne ha parlato?

Mirko1990
 

Ciao Serena,
ti ho scritto di nuovo. Mirko1990

flavio86
 

Citazione:
Originariamente Inviato da lunaticamente Visualizza Messaggio
Ha fatto più bite mi pare di leggere...comunque in certi casi la chirurgia diventa poi necessaria bite o non bite...forse avrebbe dovuto fare un riposizionamento del disco...ma nessuno te ne ha parlato?
Incredibile, leggendo ho saltato la parte in cui parlava dello gnatologo...chiedo venia!

lunaticamente
 

in ogni caso quando il disco è uscito, se non rientra, hai voglia di bite, non sai mai piu lo stesso. che schifo di patologia.

flavio86
 

Benvenuta e grazie mille per la risposta! Finalmente qualcuno che non vede la bocca come uno scompartimento a sé isolato da tutto il resto...spero che seguirai le sezioni di maxillo e odontoiatria e avrai voglia di dare qualche parere agli utenti che lamentano disturbi atm!

lainta1
 

Grazie per il benvenuto!
Sarò lieta di essere utile, per quello che mi sarà possibile.
A presto

lunaticamente
 

Salve Dott. Linda Agresta, come posso mettermi in contatto con lei? Ha una e-mail o un contatto dove posso parlarle? la ringrazio

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 19:09 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X