Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Chirurgia maxillo-facciale > Fumo e Parodontite,sicuri di volere ancora fumare?
Segna Forum Come Letti

   

Fumo e Parodontite,sicuri di volere ancora fumare?

Astral
 

<font face="Times New Roman"></font id="Times New Roman"><font color="black"></font id="black">
In italia il numero di fumatori secondo i rilevamenti ISTAT del periodo 2004/2005 è pari a 11.221.000.
L'89,7% è rappresentato da fumatori abituali,ovvero coloro che fumano costantemente tutti i giorni.

Il fumo gioca un ruolo molto importante nello sviluppo e nel protrarsi della condizione di patologia parodontale.

Ma partiamo dall'inizio:
Il parodonto è l'insieme dei tessuti che collaborano intimamente alla protezione ed al sostentamento fisico e nutritizio dell'elemento dentale in loco,agevolando l'esplicazione della sua funzionalità fisiologica.
Il parodonto è costituito da
-Gengiva
-Legamento Parodontale
-Osso Alveolare
-Cemento Radicolare Dentale

Il legamento parodontale connette meccanicamente il cemento radicolare del dente alla struttura alveolare,garantendone una certa e necessaria motilità.In altre parole il sistema è simile ad una sospensione idraulica che permette la distribuzione delle forze masticatorie alla struttura ossea in maniera generale senza sovraccarichi.
Ovviamente ciò determina anche l'ancoraggio del dente e quindi la sua permanenza in sede.

Veniamo ora al dunque...

Molto generalmente il parodonto può essere colpito da due malattie:GENGIVITE E PARODONTITE.
La prima si limita ai tessuti gengivali molli,esordendo con tutti rossore sanguinamento e tumefazione generale o locale.
La parodontite è invece resposabile del coinvolgimento dei tessuti piu profondi quali le fibre del legamento e l'osso alveolare.In questo caso avviene distruzione e riassorbimento con perdita di attacco.(senza un adeguata terapia il/i dente/i fuggiranno dalla bocca in breve tempo )

Si parla di malattia MULTIFATTORIALE di origine batterica.Ma il termine FUMO và ben qualificato e inserito nel quadro patogenetico in quanto abitudine umana che influenza DECISAMENTE l'insorgenza o la progressione dell'infezione.

Vediamo come:
Nel tabacco è contenuta nicotina,una sostanza alcaloide che in una sigaretta è contenuta mediamente nella quantità di 10/20mg.
La nicotina in quanto simpaticomimetica,ovvero stimolante del sistema simpatico(stimolazione di numerosi recettori anche cardiaci e vasali),provoca inesorabilmente la riduzione del metabolismo nei tessuti parodontali.Ciò a causa del suo spiccato effetto vasocotrittore.
Meno apporto trofico=inesorabile condizione di "debolezza" tissutale che facilità l'insorgenza dell'infezione da parte dei batteri parodontopatogeni(es. P.gengivalis,A.actinomycetem comitans,T.denticola etc.).

Non è tutto qui...
I condensati del catrame,anch'esso squisitamente contenuto nella sigaretta,sono uno stimolo diretto di irritazione della gengiva(cosi come la temperatura molto alta dell'aria che passa per la sigaretta accesa e che arriva direttamente ai tessuti molli) e i prodotti della combustione influenzano negativamente il sistema immunitario.Come?

Ad un primo "assedio" batterico l'organismo reagisce mandando al fronte i POLIMORFONUCLEATI,ovvero cellule leucocitarie deputate alla risposta precoce.Sono delle vere e proprie macchine da guerra capaci di divorare il nemico.
Ma per eseguire la loro funzione è necessario che "comunichino" con l'organismo.Questo per ricevere supporto(i "rinforzi") o per autolimitarsi o addirittura per richiamare colleghi piu specializzati.
Il fumo reca fastidio a questo sistema di comunicazione.
Inoltre un tipo particolare di anticorpo chiamato IgG2 non gradendo affatto il fumo diminuisce di numero.La sua diminuizione è correlata secondo studi recenti ad una manifestazione piu severa di parodontopatia necrotica.(Ovvero molto ma molto grave[V])

In breve quindi il fumo ostacola la normale risposta immunitaria locale ai batteri parodontopatogeni che per sviluppo di placca sottogengivale vengono a contatto con i tessuti parodontali.

Perchè vi ho raccontato questa storiella?
Perchè spero che la prossima volta accendiate una sigaretta ricorderete queste righe.(e magari la spegnerete immediatamente)
Rimanendo a disposizione per chiarimenti e dettagli (ce ne sono tanti e tanti che ho volutamente omesso per non rendere questo thread un e-book sulla parodontologia),vi porgo i miei saluti.

Paolo
Odontoiatria e Protesi Dentaria,
Divisione di Chirurgia Odontostomatologica

MIGLIOR COMMENTO
oasis85
Una marea di caxxate, conosco fumatori incalliti che non hanno nessun problema dentale, i problemi di parodontite, gengiviti (meno gravi e piu contrastabili facilmente) e carie, s'innescano x altri fattori, tipo masticazione sballata, queste cose non le dice l'appim, o meglio le dice ma lo dicono anche specialisti d fama mondiale, tipo Pedro Planas, che appunto sostiene questa tesi, certo è ovvio che fumare fa male ed è devastante x l'organismo ma non è la causa primaria.
__________________
Leggi altri commenti
Astral
 

Punto primo,complimenti per l'eleganza nell'esordio della tua risposta.
Punto due,io sono un clinico e collaboro con molti parodontologi e vedo con i miei occhi l'aggravarsi della condizione infiammatoria con il fumo.
Aggravarsi...
Riesci a decifrare quest'enigmatica parola?Troppo complesso forse.

Proviamoci insieme...
Ho mai parlato di fattore primario?"In breve quindi il fumo ostacola la normale risposta immunitaria locale ai batteri parodontopatogeni che per sviluppo di PLACCA sottogengivale vengono a contatto con i tessuti parodontali."
NON HO MAI DETTO CHE IL FUMO è LA CAUSA PRIMARIA.
QUOTO :"...i problemi di parodontite, gengiviti (meno gravi e piu contrastabili facilmente) e carie, s'innescano x altri fattori, tipo masticazione sballata"
A parte la tua eccelsa argomentazione (un giorno me la rispieghi...magari il nervosismo ha danneggiato un po il costrutto,capita...) ribadisco che il fumo è un aggravante e cito ben due testi di fama mondiale:PARODONTOLOGIA di H.F wolf E.M. e K.H rateitschak e PARODONTOLOGIA E IMPLANTOLOGIA DENTALE,J.Lindhe.

Ti allego un pò di studi clinici.Un regalo prezioso.
Bergstrom 1989,Goultschin e coll. 1990
Haber Kent 1992,*
Locker 1992
Ragnarsson e coll. 1992
Haber e coll 1993

*JOURNAL OF PERIODONTOLOGY-63,100-106 "Cigarette smocking in a periodontal practice"

E comunque sia è evidente che non ha afferrato molto bene il contenuto del mio discorso.Mi dispiace magari mi sono espresso non molto chiaramente.
Ricorda,in ogni caso è lecito dubitare di una teoria,questa è la base dell'evoluzione scientifica, ma ci sono modi e modi di contrabbattere.
Invito soprattutto a rispondere e a criticare solo dopo avere elaborato teorie proprie senza fare sciocchi e sterili riferimenti a persone o enti o cosa ancor piu grave a circostanze di non propria competenza.

Grazie ancora per l'attenzione.
Paolo
Odontoiatria e Protesi Dentaria,
Divisione di Chirurgia Odontostomatologica

francina
 

Ti ringrazio Astral per le tue cortesi ed esaurienti spiegazioni! Cultura e scienza in più non fanno mai male! by una non fumatrice che odia il fumo!

Oasis non ti smentisci mai..è risaputo che il fumo fa male a tutto, e poi ci sono ricerche scientifiche riguardo il collegamento tra fumo e parodontite (come ha detto Astral) quindi..mi sa che le uniche cavolate sono le tue..aspetta che ci penso.... Eh sì, sono proprio le tue!!!!

Ti può interessare anche...
Cistite e candida? Fai il test e segui i consigli per il tuo benessere intimo!

Senso di pesantezza nella parte bassa dell'addome? Impellente bisogno di urinare? Prurito intimo?

Potrebbe trattarsi di cistite o candida, oppure delle due cose insieme.


SCOPRI QUI SE NE SOFFRI, ricevi i consigli utili per combatterle e le indicazioni sui rimedi a tua disposizione perché non diventino presenze ricorrenti nella tua vita.

oasis85
 

Io dico che non sapete manco controllare una guida incisiva o una guida canina, aggiungo non sapete manco cosa sia la dimensione verticale fattore sconosciuto al 95% dei dentisti italiani.

oasis85
 

E poi ho detto chiaramente che il fumo fa male, mi pare una cosa banalissima e scontata, ma sbandierare al mondo intero che il fumo sia la causa della devastazione dei denti, mi pare fuorviante.
Attendo risposta sulla dimensione verticale, su cosa sia un testa a testa e tante altre cose.

oasis85
 

Quando, imparerete a capire come si bilancia un'occlusione e poi parlate d problemi paradontali, spiegateci a cosa serve il molaggio selettivo pratica assolutamente dannosa e devastante per il corpo umano, quando una malocclusione è innescata SEMPRE da una perdita di dimensione verticale, spiegateci che diavolo usate a fare sto bite superiore, si potrebbe continuare all'infinito.
Ma meglio non infierire.

oasis85
 

E x finire, invece di atteggiarsi a grande paradontologo, lo sai uso il tu xchè sei un tirocinante da quanto ho capito, che se un'otturazione è piu alta del normale si sballa tutta la masticazione?, creando mille problemi fisici? .
Se un paziente viene nello studio dentistico e dice che ho male al ginocchio x via dei denti viene preso x pazzo e spedito dal neurologo e tutto ciò è VERGOGNOSO, xchè non sanno cosa sia la correlazione occlusione-postura.
Ah e per le bibliografie che vedo t interessano, leggiti qualcosa del professore Luksich, che fa questo mestiere da quando è nato quasi , oppure qualche libro del dottor Bernard Montain e potrei citarne altri.
Aspetto ancora risposta sulla dimensione verticale, xò cercare su google non vale.

Astral
 

....
Problemi seri di comunicazione a quanto vedo.
O di recezione...Non so quale dei due sia piu grave.

"ma sbandierare al mondo intero che il fumo sia la causa della devastazione dei denti, mi pare fuorviante."
PREMIO NOBEL per L'INTUIZIONE 2006.

Ripeto per l'ultima volta.
Quindi attiva la corteccia cerebrale,te ne prego.
Come ho scritto precedentemente non ho MAI affermato che il fumo è la causa.Bensì un certo aggravante.Un fattore negativo.NON UNA FONTE ETIOLOGICA PRIMITIVA,quale invece è nel caso di parodontopatia,la placca batterica parodontopatogena.
Se non afferri neanche questa volta il senso di quanto ho scritto e ripetuto ben volte,mi arrendo e ti lascio nella tua ignoranza.Ignorante è colui che non sa,non la prendere quindi come offesa.Lungi da me.
Spiegami l'attinenza delle tue affermazioni con gli studi sulla correlazione FUMO/PARODONTOPATIA.
Spiegami il motivo per cui mi parli di molaggi selettivi,di contatti testa a testa,di malocclusione.
Credo siano frutto di una disperata ricerca di qualcosa con cui polemizzare.Ma questo è un forum sulla salute dove ognuno in libertà di opinione afferma,critica e soprattutto legge.
Quindi attieniti al thread e la polemica lasciamola fuori.
Tira fuori argomentazioni attinenti al mio studio con cui determinare critiche costruttive.
Il trauma occlusale compreso quello da malocclusioni può portare ad una sintomatologia mobilitativa dell'elemento ma mai a difetti angolari tipici di una parodontopatia avanzata.Oggetto della mia discussione in relazione al paziente fumatore.
Ti do uno spunto di lettura:Waerhaug J.(1979) THE INFRABONY POCKET AND ITS RELATIONSHIP TO TRAUMA FROM OCCLUSION AND SUBGINGIVAL PLAQUE(journal of periodontology 50,355-365)

Ad ogni modo ti rispondo volentieri:
-MISURAZIONE DIMENSIONE VERTICALE
Distanza tra punta naso e punta mento.Si applicano 2 segni con una matita dermatografica e si misura.Valore medio 6,7/6,9

Dopo questo non avrai da me alcun'altra risposta che non sia attinente all'argomento da me esposto.Gradirei rispetto.
Mi auguro che tu non sia un odontoiatra.Perchè se cosi fosse mi vergogno a nome di tutta la categoria.

Finora ti ho risposto con numeri e nomi.Tu....?Chi sei tu?Chiarifica la tua posizione nel mondo della scienza.

"Io dico che non sapete manco controllare una guida incisiva o una guida canina, aggiungo non sapete manco cosa sia la dimensione verticale fattore sconosciuto al 95% dei dentisti italiani."

Io dico che dovresti assumere un atteggiamento piu meditato,magari specificando la fonte di certi dati che pubblichi.
Cosi lasciati muoiono come sonore idiozie.

Paolo
Odontoiatria e Protesi Dentaria,
Divisione di Chirurgia Odontostomatologica





oasis85
 

Tralasciando il fumo e i suoi danni, xchè non rispondi sulla correlazione occlusione-postura? Giusto xchè non lo sai, sennò non ci sarebbero gente disastrata che non si regge in piedi.

oasis85
 

Mi chiedi la fonte sul 95% dei dentisti? Basta guardarti in giro x strada e capiresti, misurazione della dimensione verticale matite ecc.. e cosa ne sai dei tuoi muscoli come si comportano? Cn la matita?Sai che l'apparato stomatognatico serve PER REGGERSI IN PIEDI?

oasis85
 

Del tuo paziente, non m interesso xchè E' PIU MALOCCLUSO DI TE e non lo sapete, ma malocclusione cosa s'intende? non certo i denti storti, ma parlo di masticazione asimmetrica dovuta a disfunzione neuromuscolare, spiegami il tuo piano terapeutico sono curioso.
Se un dente slitta cosa fai? Non incastra con l'altro dente detto in parole semplici cosa fai? rispondi a domande SEMPLICI a cui risposte ZERO.

oasis85
 

E aggiungo la placca batterica si forma per la masticazione asimmetrica e non certo x cattive abitudini alimentari, una persone cn masticazione xfetta e BILANCIATA potrebbe mangiarsi tonnellate d cioccolata senza pericolo di carie, ovviamente tu smentirai questo xchè sennò i dentifrici miracolosi contro la retrazione gengivale non si venderebbero piu, che guarda caso sti dentifrici non servono assolutamente a niente, infatti le tasche gengivali si formano nel lato dove si mastica troppo x difetti occlusali.
Quindi imparate prima cose elementari e poi parlate.
E i rapporti cuspidi fossa? il bruxismo altra fandonia inventata?
Aggiornatevi che ne avete bisogno dentisti.

oasis85
 

Ad ogni modo ti rispondo volentieri:
-MISURAZIONE DIMENSIONE VERTICALE
Distanza tra punta naso e punta mento.Si applicano 2 segni con una matita dermatografica e si misura.Valore medio 6,7/6,9

Gia che parli ripetendo a memoria filastrocche dei libri, è segno di mancanza di sperimentazione da parte tua, quindi non esagero affermando che tu sei un pericolo x i pazienti.

oasis85
 

T ho fatto tutte queste domande per farti capire quanto siete ignoranti e quando indietro, guarda caso non rispondi trincerandoti dietro al fatto che sarebbe off topic, quando non lo è affatto xchè NON LO SAI che una malocclusione di quel tipo innesca, mal d schiena, testa, cervicalgie, otiti, vertigini, gonalgia che non sai manco cosa sia, rigidità articolare, disturbi visivi e DEPRESSIONE cosa che tu ignori completamente.
X cui se un paziente viene da te e ti riferisce questi disturbi e lo mandi dal neurologo saresti da denunciare xchè non ti sei aggiornato dato che il ministero OBBLIGA a farlo.
Buonanotte e rifletti invece di bollare UN PAZIENTE come ignorante e stupido.

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 18:49 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X