Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Chirurgia maxillo-facciale > casi clinici di operati in maxillo facciale
Segna Forum Come Letti

   

casi clinici di operati in maxillo facciale

finni
 

X Mary
L' espansione del mascellare superiore chiamata anche corticotomia consiste in un'incisione sulla gengiva dell' arcata dentaria superiore che poi viene chiusa con dei punti. L' intervento dura circa un'ora e mezza ( a me hanno tolto anche i due denti del giudizio superiori) e viene fatto gia' con l'apparecchio su (disgiuntore della sutura palatina) . Il disgiuntore è costituito da una placchetta appoggiata al palato, la quale ha una piccola vite. Ogni giorno si deve fare un giro( mezzo alla mattina e mezzo alla sera)per circa un mese. L' intervento l'ho fatto in anestesia totale e non ho mai avuto dolori, mi sono gonfiata un po' ma non eccessivamente, naturalmente escono dei lividi neri-verdastri sulle guance. L'unico fastidio che ho è il disgiuntore che allargando il palato crea una sensazione di tensione e "tiramento" in corrispondenza degli zigomi e del naso. E' un apparecchio un po' ingombrante perchè la lingua ci va a sbattere addosso e quindi si fa fatica a mangiare e un po a parlare ma lo devi tenere per un mese/ un mese e mezzo), mica tutta la vita! A me lo tolgono il 13 aprile. Il naso si allarga un po' all'altezza delle narici e già facendo questo intervento si cambia un po' l' estetica, nel senso che il viso è diventato un po' piu' tondo e pieno all'altezza degli zigomi. Comunque non devi preoccuparti perchè non si sente male e poi ci sono gli antidolorifici (nel caso ne avessi bisogno), anch' io prima di prendere questa decisione mi facevo un sacco di domande (tuttora me le faccio)e avevo tanta paura, ma ormai e' passata e adesso aspetto per il secondo intervento che faro' tra un anno e mezzo/due circa. Se hai degli altri dubbi non esitare a chiedere.
Ciao

MIGLIOR COMMENTO
Rainbow
il disgiuntore te l'hanno messo all'ospedale o tramite il tuo dentista? è strano che devi tenerlo solo per un mese per ottenere l'allargamento del palato...a me hanno prospettato 6 mesi...magari sei un caso molto lieve..
__________________
Leggi altri commenti
Polpy
 

Il disgiuntore viene fornito dall'ortodontista.

Tieni presente che ogni giro di vite sono 1/4 di mm.... se fai 30 giri sono 5mm....

probabilemnte il disgiuntore che dici tu è un altro (e non il disgiuntore rapido) che si usa nei bambini, ove quindi non è necessaria la disgiunzione chirurgica della sutura perchè essa non è ancora ossificata.

Rainbow
 

che io sappia di disgiuntore rapido ne esiste un tipo solo, la differenza forse sta solo nel numero di giri di vite effettuati nell'unità di tempo...

Rainbow
 

Finni,

dove si trova il tuo dentista? Se mia fa tenere il disgiuntore per un mese anche a me vengo a curarmi dal tuo!

Polpy
 

Certo, c'è il disgiuntore rapido e poi ci sono una serie di disgiuntori palatali non rapidi, dipende dalle necessità

Rainbow
 

cioè mi stai dicendo che i 6 mesi che dovrei fare io possono essere ridotti a circa 1 mese (ad esempio per necessità di intervento maxillo-facciale) agendo sull'intensità dell'espansione ( in parole povere effettuando maggiori giri di vite al giorno)?
Non è che la durate del trattamento sia in relazione all'entità del palato stretto?

P.S.= Te lo chiedo perchè sto facendo di tutto per affrontare l'intervento al più presto in quanto ho disfunzioni articolari e schienali non da poco...quindi fare 1 mese invece di 6 sarebbe una cosa che mi darebbe molto ma molto sollievo...


grazie per i suggerimenti polpy

Tobject
 

Penso che finni faccia riferimento ad una "espansione del palato chirurgicamente assistita" In pratica durante l'intervento il chirurgo esegue delle microfratture sulla sutura palatina al fine di permettere al diastasore (dovrebbe sinonimo del disgiuntore) di lavorare bene e in maniera rapida, anche su pazienti adulti. Il periodo di trattamento dovrebbe essere circa un mese. Stò riportando solo le info di carattere generale che mi sono state date dal chirurgo stamani, nel corso della visita.
Io ho 27 anni, il mio problema è un click alla articolazione ATM ed una malocclusione con cross bite posteriore bilatera, 3° classe molare e canina e affollamento dentario.
Il mio dentista invece mi parlò di una "espansione rapida del palato" che sarebbe durata circa sei mesi.
Si tratta di due interventi diversi: il primo comporta un ridotto tempo di trattamento, ed un minore impatto sulle gengive che in una espansione non chirurgicamente assistita potrebbero subire danni, specie nei pazienti adulti. Per contro, personamente, mi fa un pò paura dover farmi praticare l'anestesia totale.
finni puoi dirmi in breve che tipo di problema avevi e che tipo di intervento hai subito?Immagino ne hai già parlato abbondantemente in altre discussioni, ti chiedo solo un riassuntino. Quanti anni hai?

Grazie, a presto

rosastrogoff
 

anche a me avevano proposto l'allargamento del palato quando non respiravo bene dal naso; cosa poi risolta con un piccolo intervento ai turbinati
pero' allora avevo chiesto al mio dentista se allargando il palato i denti si sarebbero spostati non coincidendo più con quelli inferiori.. la risposta era stata un po'vaga ; questo dubbio l'ho ancora in effetti; qualcuno di voi sa dirmi come fanno poi i denti a coincidere ancora con quelli sotto ?

Rainbow
 

Ciao ragazzi,

allora:
1) per quanto riguarda la questione del tempo di trattamento per l'espansione del palato, dopo essermi io stesso oppurtunamente informato, confermo ciò che ha spiegato Tobject: in sostanza esistono 2 tipi di trattamento, uno chirurgicamente assistito di durata 1 mese circa e l'altro solo ortodontico di durata pari a 6 mesi circa.

2) per quanto riguarda lo spostamento dentale dei denti superiori, il problema di mutare l'occlusione non odvrebbe sussistere, infatti il palato stretto è già associato, in generale, a un morso incrociato spesso bilaterale: praticamente alcuni dei denti dell'arcata superiore chiudono all'interno rispetto a quelli dell'arcata inferiore. Quindi con l'espansione del palato i denti interessati dal morso incrociato subiscono uno spostamento d'inclinazione vestibolare (verso l'esterno) fino a raggiungere una normocclusione con i denti inferiori.
Ciò è da considerarsi come caso standard. In poche parle, rosastrogoff, ti consiglio di informarti sulla presenza o meno, nel tuo specifico caso, di morso incrociato. Se la risposta è negativa allora potrebbe in effetti accadere ciò di cui parlavi tu; se al contrario, è positiva, il problema non dovrebbe sussistere.

Ora ho un dubbio: di fronte alla necessità di espansione del palato esiste possibiltà di scelta da parte del paziente riguardo i 2 tipi di trattamento o è di competenza esclusiva del medico? Un dentista a cui ho fatto visita mi diceva infatti che sarebbe stato opportuno "tentare" l'espansione solo ortodontica per 6 mesi, se poi non si avrebbero avuti i risultati previsti si sarebbe passati al trattamento chirurgicamente assistito. Ora, siccome ho alcune necessità temporali, se la scelta spettasse a me passerei direttamente al trattamento chirurgicamente assistito. Ciò è consentito o occorre per forza "provare" il trattamento ortodontico? Mi consigliate di sentire altri pareri medici?

in bocca al lupo a tutti!


rosastrogoff
 

Rainbow, perché mai bisogna allargare il palato se per respirare meglio puo' essere sufficiente un intervento sui turbinati?
Io non credo che un palato nato stretto debba essere considerato un difetto in quanto non esiste una misura da usare come termine di confronto ; anche perché anche chi ha un palato normalissimo puo' avere gli stessi disturbi che abbiamo noi.
io poi non sono un morso incrociato, sono un morso normale sui due lati e forse è per questo che il medico ha optato per i turbinati.
pero' c'è una cosa ancora che non capisco e cioè lasciando da parte il problema della respirazione, come fa il corpo a risentire di un palato stretto. sarebbe come dire che un corpo risente di due gambe corte o di un cranio troppo piccolo. secondo te allargano il palato solo per aiutare la respirazione oppure per dare spazio alla lingua.pero' mi sembra strano che una lingua sia cresciuta troppo rispetto alla cavità che la contiene. effettivamente sono un po' in confusione.

Rainbow
 

Il fatto è che se tu non possiedi morso incrociato puoi benissimo tralasciare il problema del palato stretto, dico "problema" perchè in realtà è considerato come una patologia, benchè relativamente semplice, sia otorinolaringoiatrica che ortodontica negli opportuni casi. Cioè portando l'espansore del palato in effetti si allarga anche l'arcata dentaria come conseguenza dell'espansione del palato, quindi se tu non hai morso crociato questo trattamento è controproducente: se ti è stato prospettato un intervento ai turbinati significa che il tuo problema è di competenza otorinolaringoiatrica e non ortodontica.
Nel mio caso, tuttavia, è necessario l'intervento perchè la mia cattiva respirazione è legata al palato stretto e non ai turbinati. Operando su questi ultimi non otterrei risultati benefici, se non in misura minima.
Però ora mi sorge un dubbio: come fai ad avere il palato stretto senza morso incrociato?? Secondo me il tuo palato è normale...quindi, come ti dicevo, il tuo problema non riguarda l'odontoiatria.
L'espansione del palato è sia per fini respiratori sia per fini di spazi linguali e dentali...però avere il palato stretto non è paragonabile assolutamente a gambe corte o cranio piccolo!
La crescita della lingua è un fattore condizionato dalle misure delle arcate dentarie e del palato...quindi teoricamente non dovrebbe sussitere la questione di un ipersviluppo linguale...di più non saprei dirti.

rosastrogoff
 

grazie rainbow sei stato molto chiaro. mi sembri anche molto preparato e pero' ho ancora un dubbio a proposito del palato e cioè il palato è stretto quando ? quando si respira male o quando è al di sotto di una certa misura X ? come fai a determinare l'ampiezza corrretta del palato? io penso che la respirazione avviene tramite il naso e quindi se una persona respira male e non ha i turbinati ingrossati, esistono forse dei condotti chiusi nel palato? ma allora non è meglio intervenire sui condotti senza tentare di allargare il palato,perché mi sa che poi il palato magari tende a richiudersi.
in fondo l'aria passa da una fessura. che bisogno c'è di forzare tutto il palato ad aprirsi.tu che dici?

Rainbow
 

non c'è una misura X, la misura dipende dai rapporti occlusali e non da quando si respira male perchè la cattiva respirazione è la conseguenza di palato stretto e non la causa, pertanto non c'è un "modo" per misurare l'ampiezza corretta.
Il palato non tende a richiudersi in quanto una volta avvenuta l'espansione (se avvenuta ovviamente in modo corretto) le arcate dentarie e la lingua si trovano in una situazione di equilibrio migliore rispetto alla precedente per cui sia arcate che lingua contribuiscono a mantenere il palato come tale.
La necessità di estendere il palato c'è nel momento in cui si ritiene che la CAUSA della cattiva respirazione sia appunto la morfologia del palato. Si agisce sempre sulle cause e non sulle conseguenze altrimenti il problema viene tamponato ma non risolto. D'altronde la prima domanda che si pone un dottore nel curare un paziente è sempre la stessa: qual'è la causa di tale patologia? Ragiona su questo e vedrai che troverai una soluzione adeguata al tuo problema.

Il bocca al lupo.

rosastrogoff
 

ma quali prove abbiamo che allargando il palato si respiri meglio ?
a me hanno bruciato i turbinati per respirare meglio. non mi hanno allargato il palato. allargarlo è un trauma e ne vanno di mezzo anche credo i contatti tra denti sopra e denti sotto. ma tu non lo consideri rischioso? a me sembra che se proprio è necessario fare qualcosa dovrebbe bastare liberare il condotto in un solo punto del palato.

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 18:31 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X