Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Apparato digerente - Gastroenterologia ed endoscopia digestiva > blastocystis hominis - Blastocisti - Blastocistosi
Segna Forum Come Letti

   

blastocystis hominis - Blastocisti - Blastocistosi

Pincopallino5
 

Solo per riportare la mia esperienza.
Cerco di essere sintetico.
Ritorno da un viaggio in Amazzonia.
Comincio con dolori di pancia e successivamente gastrite.
Faccio tutti gli esami. Perfetti.
Esami del sangue, intolleranze al glutine, intolleranze alimentari ecc...
La gastroscopia mi rileva una gastrite iperemica antrale.
La situazione degenera sempre di piu fino a quando un giorno provando bruciore ad urinare mi danno degli antibiotici.
Miglioro ma dopo poche settimane tutto torna a degnerare.
3 visite dal gastroenterologo. Dico che tutto e' cominciato al ritorno da quel viaggio ma lo ignora. Faccio presente che con gli antibiotici sto meglio e che ho sempre mal di pancia, gastrite, stipsi, irregolarita' intestinale alternata a diarrea.
Mi da il Normix.
Migliora un po' ma ricomincia.
Disperato decido di prendere un dosaggio esagerato di Normix.
Per un po' sembrava tutto risolto. Ma di nuovo la situazione degenera.
Riesco a mangiare sempre meno. Non tollero nulla, nemmeno l'acqua fredda.
Mangiavo solo riso in bianco e pasta in bianco, altrimenti rimanevo piegato dal dolore. Poi comincia la nausea. Mi sono riempito prima di Omeprazolo per la gastrite, poi di Ranitidina. Poi anche il plasil o il peridon per la nausea.
Non dormo la notte, perdo sempre piu peso fino ad avere anche l'emoglobina troppo bassa. La pelle secca, spesso mal di testa che non mi passava nemmeno con orudis.
Irritabilita', spossatezza, non ce la facevo piu. Sull'orlo di farla finita. Dopo piu' di un anno in queste condizioni.
I dottori cominciano a dirmi che e' tutto psicosomatico e mi mandano da uno psichiatra.
Prima antidepressivi che mi davano tachicardia ed eccessiva eccitazione.
Poi pensa che siccome potrei avere un disturbo bipolare mi prescrive un farmaco di cui non ricordo e non voglio nemmeno ricordare il nome che ho preso solo per 3 giorni e che mi stava distruggendo.
Disperato, prima di farla finita torno in Sud America.
Dopo 3 giorni sto malissimo. Febbre a 39, nausea, diarrea. Ormai non avevo piu forze. Ero pelle e ossa. Mi sentivo davvero ad un passo dalla fossa.
Per fortuna la sono tanto indietro ma per certe cose sono piu avanti.
Avevo finito di soffrire.
Mi fanno l'esame delle feci e trovano un'altissima concentrazione di Blastocisti.
Prima mi curano con l'antibiotico per l'infezione intestinale. Poi con un antiprotozoario per le cisti del parassita.
Da allora ho cominciato a riprendermi.
Dopo pochi mesi ricomincio a fare una vita quasi normale.
Dico quasi perche' ogni tanto si risveglia il parassita, ma ormai so come tenerlo a bada.
Pero' ho ripreso peso e mangio di tutto con moderazione. Non ho piu nausea, la pelle non e' piu secca, la pancia non mi fa piu' male, la gastrite se n'e' andata... insomma mi sento rinato.
Arrivato in Italia, nessuno sa cos'e' questo parassita. Fino a quando parlo con il dottore del laboratorio analisi del centro malattie infettive il quale mi dice che ne ha sentito parlare ad un concorso ma e' solo un commensale!
Per rilevare questo parassita, occorre fare l'esame microscopico delle feci entro 4 ore con un particolare reagente.
Cosi' prendo accordi con questo dottore, l'unico disponibile.
Risultato delle analisi: alcuni blastocisti.
Non se n'era ancora definitivamente andato ma mi lasciava ancora vivere.
Mi bombardo di metronidazolo e albendazolo.
Ho resistito solo per 3 giorni su 7 che avrei dovuto fare, sotto consiglio di dottori sudamericani, visto che questi sono gli unici farmaci disponibili in Italia adatti per questo parassita. Mi sono portato il farmaco dal sud America, ma qui nessuno sa cos'e'.
Comunque questo mix e' distruttivo. La gola era infiammatissima, la pelle secca, fortemente disidratato, mal di testa insopportabile. Su consiglio del dottore ho sospeso.
I successivi esami fatti senza prendere accordi con questo dottore non hanno rilevato nulla. Ma verificando la data e l'ora del referto, ho notato che venivano fatti dopo 2 giorni dalla consegna delle feci. Quando dovrebbero farlo entro 4 ore altrimenti non si vede nulla.
Alla fine, dopo piu' di un anno dalla cura, ci convivo. Ogni tanto questo parassita evidentemente prende il sopravvento, ma avendo imparato a riconoscere i primi segnali, circa una volta al mese prendo una compressa di Albendazolo da 400mg. E tutto torna a posto.
Rivolgendomi di nuovo ai dottori ho sentito dire di nuovo che puo' essere un problema psicologico.
Terrorizzato, mi sono accontentato di vivere cosi'.
Sto progettando di tornare di nuovo in sud America e farmi curare la.

Magra consolazione. Se si fanno delle ricerche su internet in inglese, si nota che universita' americane e inglesi hanno gia da tempo riconosciuto questo parassita e l'anno studiato approfonditamente. Ma ancora non si conosce molto, sopratutto metodi sicuri per debellarlo.
Su siti italiani, invece, viene quasi ignorato o comunque minimizzato.

Spero di poter essere stato utile ad altre persone.
E spero anche di venirne fuori definitivamente.

MIGLIOR COMMENTO
ciao__
...io, forse, è meglio che non riporto la mia esperienza in merito....sarebbe troppo lunga, incasinata e ancora senza risoluzione (dopo 17 anni)....in italia però pochissimi conoscono questa blastocistosi e i metodi di approccio della stessa.....

no comment.....
Leggi altri commenti
mirko40
 

ciao, ma oggi sei riuscito a risolvere ?

ciao__
 

...purtroppo ancora no....sto girando a destra e manca fra medici ed ospedali...e le mie condizioni di salute restano sempre destabilizzate...

Rob42
 

Io sono nella vostra stessa situazione diarrea pelle secca orticaria cronica perdita di peso gastrite,8 ricoveri in vari ospedali tre dei quali per Malattie Infettive e Tropicali tutto questo dopo un viaggio in Brasile nel 2007. Le mie analisi mostrano sempre una leggera eosinofilia e ige elevate .Negativo per celiachia , crhon, malattie autoimmuni ,test virali, tac negative allergie negative tranne debole risposta per anisakis. Parassitologici effettuati almeno 20 volte ma negativi. Sottoposto comunque a terapie con Albendazolo ,Flagyl, Ivermectina ma senza risultati. Agli ultimi esami parassitologici effettuati addirittura a Londra presenza di Blastocisti nelle feci . Beh non so se questi siano la causa della mia malattia senza fine ma comunque ho scritto una mail in Australia dove i dottori dicono di aver messo a punto una cura efficace all'80% cura costituita da un cocktail di 3 farmaci presi contemporaneamente per 10 giorni (hanno anche un altra opzione terapeutica ma la comunicano solo se la prima fallisce e se la clinica è d'accordo nell'inviartela. Ma questi farmaci non si trovano in Italia e sono ormai "farmaci orfani" in gran parte del mondo

kukmark
 

Buonasera, anche io ho l'ospite Blastocistis ed il mio medico mi ha consigliato di iniziare una terapia d'urto con 500mg x3 al di x10gg di Flagyl...Ma secondo voi, esiste una terapia ad oggi migliore di questa??

TessaJorio
 

E' dal mese di maggio 2012che scopro durante una feci cultura di avere sto blastocisti che mi sta rendendo la vita un inferno abito in svizzera qui nessuno sa cos'è , i farmaci che servono per combatterlo stanno in sud America oppure India che se provi ad ordinarli non arriveranno mai ! Disperata Tessa

babiz2
 

posso chiedervi se gli esami li avete fatti presso gli unici due ospedali che si occupano di malattie tropicali? parlo di Negrar e (mi sembra) pescara . Dopo l'adozione di bambino sud americano ci hanno consigliato gli esami presso i laboratori di questi esami,il bimbo ovviamente aveva parassiti a cisti (altro che blastocisti) e non avendo funzionato il flagyl è stato sottoposto a ricovero sono sono state somministrati farmaci potenti. Negli esami ora è tutto a posto. Vi consiglio di rivolgervi all ospedale sacro cuore di negrar,i prelievi si possono spedire anche per posta!

ragazzarm
 

salve,
sono una ragazza di roma di 24 anni anch'io affetta da blastocystis hominis già trattato con antibiotico(che ora non fà più effetto) e ridotto a rare forme. Ma i sintomi continuano febbre grande gonfiore addominale e grande stanchezza. Volevo sapere se esiste una combinazione di farmaci che possono distruggere definitivamente questo maledetto parassita perchè al contrario di quanto dicono molti medici non si può convivere con questo parassita ma bisogna debellarlo prima che provochi conseguenze gravi per la salute e per la qualità di vita.
grazie molte

castorino2
 

Ciao a tutti,
qualche mese fa ho scoperto, tramite l'esame delle feci, di essere affetto dal parassita Blastocistys Hominis.
Mi sono quindi messo in contatto col professor Garavelli (la blastocistosi si chiama anche malattia di Zierdt-Garavelli per cui sono risalito al dottore), il quale mi ha prescritto una cura a base di Bactrim, da prendere 2 volte al giorno, mattina e sera, a stomaco pieno. La cura è durata 14 giorni.
Beh, l'ultimo test delle feci è NEGATIVO!
Spero che i parassiti non si ripresentino, per ora mi sembra di stare meglio, decisamente meglio!
Occhio però, il Bactrim è MOLTO POTENTE: io l'ho tollerato bene, ma qualcuno ha avuto effetti indesiderati, quindi fate la cura sotto controllo di un medico e sospendetela subito se avete effetti indesiderati.
Se volete mettervi in contatto col professor Garavelli e non riuscite a farlo, contattatemi e vi dico come fare (ho la sua autorizzazione).

emmekappa2
 

buonasera anche io da circa un anno e mezzo ho dei disturbi che mi complicano parecchio l'esistenza... solo da una settimana sono stati identificati i responsabili presenza di blastocisti nelle feci a me però hanno detto che è un normale commensale e non esiste una cura!!! la cosa è davvero sconfortante dal momento che prima di allora godevo di ottima salute voi avete risolto ???con quale cura???io dopo una massiccia cura di fermenti lattici per due mesi circa sono stata benino ma adesso il ritorno dei sintomi da 10 giorni circa mi fa temere il ritorno allo stato iniziale

marcorm891
 

ciao io ho lo stesso problema da circa un anno,ho avuto un doppia infezione da giardia e blastocisti in suguito ad una immunodepressione da mononucleosi,potrebbe gentilmente mettermi in contatto con il professore.Ho fatto ogni tipo di esame e colonscopia ed il problema persiste,le cure con metronidazolo non hanno avuto successo.Come potrei assumere il bactrim?,ormai ho perso piu di 10 chili e la diarrea non mi permette di uscire di casa..grazie mille

anelita
 

Msg.per Castorino2-EMMEKAPPA e MARCORM891

Scusate vorrei sapere in quale laboratorio di quale Ospedale avete fatto le analisi per ricerca Blastocystis H. Io sto male da 8 anni e ho girato tutta l'Italia (Negrar, Bergamo,Roma) ma non mi hanno mai trovato niente.Poi all'estero mi hanno trovato il Blastocystis H.e ho fatto la tripla cura con antibiotico ma adesso dovrei rifare il test , mi aiutate per favore ? Io sto ancora male.

Poulette
 

Io ho fatto il test a Milano, al Policlinico.
Solo lì me l'hanno individuato. Ti danno loro i contenitori con il liquido apposta e ti spiegano bene la procedura. Basta che tu ti presenti con l'impegnativa del medico di base.

Ingridfer
 

Buongiorno, vi scrivo dal Perù. Io sono con questo parassita, prendere nitazoxamina per tre giorni alleviato i sintomi, ma ancora una volta tornato dopo due mesi ora sono i trattamenti 10 giorni, il consumo di cibo nel pane mattina papaia, due litri di acqua al giorno, non Si deve prendere l'alcool, lasciare che il dolce, la farina, come recentemente avrà 4 giorni di trattamento.
scoprire che il pompelmo aiuta il corpo in aiuti. Prima di iniziare il trattamento Consumi due giorni di acqua di cocco miei sintomi placata. nitazoxamina fine consumano naturale.
Grazie per aver condiviso le loro storie.

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dott.ssa Raffaella Ferrando

Dott.ssa Raffaella Ferrando
Nome:
Raffaella Ferrando
Comune:
Bastia d'Albenga
Provincia:
SV
Telefono:
0182-20485
Azienda:
Bastiamedica
Professione:
Radiologo specialista in Gastroenterico e Funzionalità pelviperineale
Specializzazione:
Radiodiagnostica
Contatti/Profili social:
sito web
Domanda al medico
Dott.ssa Ferrando, come devono essere le feci normali: quale forma e consistenza devono avere?
Le feci normalmente dovrebbero essere marroni, di tonalità variabile a seconda dell’alimentazione. Se la quantità di acqua e fibre introdotta è sufficiente, dovrebbero essere di forma cilindrica. La consistenza delle feci, inoltre, dovrebbe essere morbida, quasi soffice. Feci troppo dure e secche, acquose, viscide, nastriformi o filiformi, galleggianti, a palline o con tracce di muco o sangue, sono un chiaro segnale che qualcosa non ha funzionato correttamente durante i processi digestivi. Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 11:50 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X