Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Apparato digerente - Gastroenterologia ed endoscopia digestiva > Prenotazione gastroscopia prov. Mi
Segna Forum Come Letti

   

Prenotazione gastroscopia prov. Mi

rosyna
 

Ciaoo a tutti,
purtroppo dopo una cura con Pantoprazolo 20.. senza ottenere sto granchè di risultato in fatto di: remissione dei disturbi da reflusso e pesantezza di stomaco dopo pasto serale, su consiglio del curante, mi sono decisa a sottopormi alla gastroscopia (x paura ho sempre rimandato)

Abito in prov. di Milano, qualcuno sa dirmi se nella zona alto milanese tra Magentino - Legnanese (va bene anche Cuggiono e Castellanza ) la praticano in sedazione? ..non intendo anestesia profonda... bensì sul genere che mi mettono in modalità tipo stordita/intontita al punto di non percepire nulla o quasi!
Sono terrorizzata ...Attendo gentilmente risposte... per favore ...
Rosy

MIGLIOR COMMENTO
Dr. Matteo Burchiellaro
Gentile Rosy non la so indirizzare ad un centro nelle zone che lei riferisce. Mi chiedo comunque come il suo medico di base non sia in grado di indirizzarla. Conosco personalmente centri ad hoc per il suo problema, ma ben distanti purtroppo. Ci tenga aggiornati.
__________________
Matteo Burchiellaro
Oncoematologo pediatrico
Gastroenterologia Pediatrica
Medicina d'urgenza neonatale
Laurea e specialistica presso la NYU.
Leggi altri commenti
rosyna
 

help...proprio nessuno x qualche dritta...x favore!

rosyna
 

Citazione:
Originariamente Inviato da MD_matteo Visualizza Messaggio
Gentile Rosy non la so indirizzare ad un centro nelle zone che lei riferisce. Mi chiedo comunque come il suo medico di base non sia in grado di indirizzarla. Conosco personalmente centri ad hoc per il suo problema, ma ben distanti purtroppo. Ci tenga aggiornati.
grazie Matteo,
ad onor del vero il mio curante sostiene che osservano un dosaggio di protocollo unico per tutti gli H del mio circondario.

Ma so per certo che non funziona per tutti allo stesso modo! Infatti alcuni restano ben vigili ... altri si addormentano per lo stretto necessario (condizione da me ambita )
Penso che la dose di sedazione dovrebbe essere personalizzata per: età, peso, altezza e farmaci assunti...per questo speravo in qualche dritta!

Per ' tagliare la testa al toro' vi sarebbe l' alternativa in sedazione profonda, mi pare cmq eccessivo poichè comporta un pre-ricovero per esami vari, l'assistenza di un anestesista.. il tutto ovviamente a pagamento!

Per ora il curante mi ha cambiato gli IPP, pare vada meglio...OK vi notizierò in seguito!
Cordiali saluti ed auguri Rosy

Dr. Matteo Burchiellaro
 

Gentile Rosy cerchiamo di fare chiarezza.
Gli esami endoscopici vengono eseguiti di routine con una pre-medicazione che non richiede la presenza del collega anestesista. Un farmaco antispastico e una benzodiazepina vengono iniettati pochi minuti prima dell'esame e nel caso della duodeno-gastroscopia è buona norma uno spray anestetico nel cavo orale.
Si passa poi all'esame in sedazione profonda mediante propofol, lo stretto necessario per l'esecuzione dell'esame. Il paziente dorme e consente una esecuzione sicura e priva di fastidio, con un risveglio poi immediato al termine procedura e una rapida ripresa delle attività. In questo caso è necessario che il gastroenterologo sia coadiuvato dalla figura dell'anestesista che monitorerà i parametri vitali e si occuperà della somministrazione del farmaco.
Una sedazione ulteriormente profonda a cui lei fa riferimento, con tanto di pre esami sembra più credo una informazione sbagliata. Oggi non si eseguono esami endoscopici a scopo diagnostico con intubazione tracheale e ventilazione meccanica assistita che quindi richiederebbero una pre-visita pre raccolta dati.
Ormai in molti ospedali si esegue l'esame mediante propofol con grande soddisfazione dei pazienti. Pratica ovviamente diffusa e consolidata nei centri privati.

__________________
Matteo Burchiellaro
Oncoematologo pediatrico
Gastroenterologia Pediatrica
Medicina d'urgenza neonatale
Laurea e specialistica presso la NYU.
rosyna
 

Citazione:
Originariamente Inviato da MD_matteo Visualizza Messaggio
Gentile Rosy cerchiamo di fare chiarezza.
Gli esami endoscopici vengono eseguiti di routine con una pre-medicazione che non richiede la presenza del collega anestesista. Un farmaco antispastico e una benzodiazepina vengono iniettati pochi minuti prima dell'esame e nel caso della duodeno-gastroscopia è buona norma uno spray anestetico nel cavo orale.
Si passa poi all'esame in sedazione profonda mediante propofol, lo stretto necessario per l'esecuzione dell'esame. Il paziente dorme e consente una esecuzione sicura e priva di fastidio, con un risveglio poi immediato al termine procedura e una rapida ripresa delle attività. In questo caso è necessario che il gastroenterologo sia coadiuvato dalla figura dell'anestesista che monitorerà i parametri vitali e si occuperà della somministrazione del farmaco.
Una sedazione ulteriormente profonda a cui lei fa riferimento, con tanto di pre esami sembra più credo una informazione sbagliata. Oggi non si eseguono esami endoscopici a scopo diagnostico con intubazione tracheale e ventilazione meccanica assistita che quindi richiederebbero una pre-visita pre raccolta dati.
Ormai in molti ospedali si esegue l'esame mediante propofol con grande soddisfazione dei pazienti. Pratica ovviamente diffusa e consolidata nei centri privati.
Gentile Matteo,
informazione sbagliata no! ...fornita proprio recentemente da due noti H della mia zona.
Per la sedazione assistita non viene eseguita con intubazione e respirazione meccanica..Del resto so bene di che si tratta poichè abbastanza recentemente ho subito operazione in toracoscopia per FA (mini maze) con isolamento vene polmonari ..intubata e collegata ad un respiratore automatico.
Normalmente qui la procedura riconosciuta dall'ASL ( servizio locale) di routine è: spray anestetico nel cavo orale ed iniezione di ipnotici tipo midazolan credo 5 mg ( nessun riferimento al propofol) risultato : sedazione cosciente o vigile ( anche se alcuni fortunati si addormentano)
Grata per l'attenzione e le info ( che avevo già letto sul sito Medicitalia) Endoscopia digestiva e sedazione | MEDICITALIA.it
Saluto ringraziando sentitamente.

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Prof. Luca Piretta

Prof. Luca Piretta
Nome:
Luca Piretta
Professione:
Medico Chirurgo, Specialista in Gastroenterologia, Nutrizionista, Docente Universitario
Specializzazione:
Gastroenterologia, Scienza della Nutrizione Umana
Contatti/Profili social:
linkedin
Domanda al medico
Prof. Piretta, è vero che latte e derivati possono aiutare il sistema immunitario a difendersi meglio dall'attacco di virus e batteri?
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 01:37 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2021, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X