Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Apparato digerente - Gastroenterologia ed endoscopia digestiva > Gastrite e prebiotici e probiotici
Segna Forum Come Letti

   

Gastrite e prebiotici e probiotici

Riccarddo
 

Ciao a tutti,
sono un ragazzo di 36 anni e da circa 20 anni soffro di gastrite e allo stesso tempo prendo IPP.
Ora da circa 3 settimane dopo che sono stato dal medico, sto prendendo dei probiotici prebiotici ed enzimi digestivi e non ho più alcun sintomo di gastrite.
Volevo sapere per quanto tempo posso prendere i prebiotici probiotici e gli enzimi digestivi? E se hanno controindicazioni.
Il mio medico mi ha detto di prenderli sempre ma a me sembra strano.

MIGLIOR COMMENTO
Dr. Matteo Burchiellaro
Buonasera Riccardo. Ci fornisca esattamente cosa sta prendendo e la posologia completa della sua terapia per poterle dare una risposta esauriente. Cordiali saluti.
__________________
Matteo Burchiellaro
Oncoematologo pediatrico
Gastroenterologia Pediatrica
Medicina d'urgenza neonatale
Laurea e specialistica presso la NYU.
Leggi altri commenti
Riccarddo
 

Vi elenco gli ingredienti:
Grazieeeee
Sistema minoSorp Prebiotico e Probiotico: 10miliardi di cfu

Lactobacillus Acidophilus 4 miliardi di cfu

Bifidobacterium Longmont 2 miliardi di cfu

Lactobacillus caseificio 2 miliardi di cfu

Bifidobacterium Breve 1bn cfu

Lactobacillus brevis 1 bn cfu

insulina 375mg

Sistema enzimatico vegetale multifunzionale completo 1600mg

Funghi Amilasi 15000 sbk

Glokoamylaza 110 AG

Proteasi alcalina 7500 PC

Stabile protesi 100 SAPU

cellulari 50000 HUT

malta si 150 CU

emicellulasi 100 DP

invert aside 150 HCU

Lattasi 1000 ALU

lipase 1000 FIP

Dr. Matteo Burchiellaro
 

Non ci sono controindicazioni di massima all'uso di questi prodotti a lungo termine. Segua le indicazioni del suo medico e programmi i controlli del caso.

__________________
Matteo Burchiellaro
Oncoematologo pediatrico
Gastroenterologia Pediatrica
Medicina d'urgenza neonatale
Laurea e specialistica presso la NYU.
Riccarddo
 

Salve è grazie della risposta avrei un'altra domanda da farle.
Abbandonare l'omeoprazolo (lucen ne prendevo 10 mg tutti i giorni) di botto può causare altri danni?
Grazie e buona giornata.

Dr. Matteo Burchiellaro
 

consiglio una sospensione graduale a scalare.

__________________
Matteo Burchiellaro
Oncoematologo pediatrico
Gastroenterologia Pediatrica
Medicina d'urgenza neonatale
Laurea e specialistica presso la NYU.
Edileia
 

Citazione:
Originariamente Inviato da Riccarddo Visualizza Messaggio
Vi elenco gli ingredienti:
Grazieeeee
Sistema minoSorp Prebiotico e Probiotico: 10miliardi di cfu

Lactobacillus Acidophilus 4 miliardi di cfu

Bifidobacterium Longmont 2 miliardi di cfu

Lactobacillus caseificio 2 miliardi di cfu

Bifidobacterium Breve 1bn cfu

Lactobacillus brevis 1 bn cfu

insulina 375mg

Sistema enzimatico vegetale multifunzionale completo 1600mg

Funghi Amilasi 15000 sbk

Glokoamylaza 110 AG

Proteasi alcalina 7500 PC

Stabile protesi 100 SAPU

cellulari 50000 HUT

malta si 150 CU

emicellulasi 100 DP

invert aside 150 HCU

Lattasi 1000 ALU

lipase 1000 FIP
Vorrei sapere dove prendere questo farmaco che si chiama Sistema mino Sorp prebiotico e probiotico. Grazie.

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dott.ssa Raffaella Ferrando

Dott.ssa Raffaella Ferrando
Nome:
Raffaella Ferrando
Comune:
Bastia d'Albenga
Provincia:
SV
Telefono:
0182-20485
Azienda:
Bastiamedica
Professione:
Radiologo specialista in Gastroenterico e Funzionalità pelviperineale
Specializzazione:
Radiodiagnostica
Contatti/Profili social:
sito web
Domanda al medico
Dott.ssa Ferrando, quando si può dire con certezza di essere stitici?
I disordini intestinali vengono definiti e diagnosticati in base a regole precise stabilite da una commissione internazionale e chiamate "criteri di Roma". Negli anni questi criteri diagnostici sono stati aggiornati più volte, e nel 2016 si è arrivati alla IV revisione. Per quanto riguarda la stipsi funzionale, vale ancora la classificazione di Roma III del 2006, e dunque per diagnosticare la stitichezza bisogna che i sintomi perdurino da almeno 6 mesi, e che da almeno 3 mesi siano presenti almeno 2 delle seguenti condizioni:
  • Meno di tre movimenti intestinali a settimana;
  • Manovre manuali necessarie per facilitare la defecazione più del 25% delle volte;
  • Feci dure o grumose oltre il 25% delle volte;
  • Sensazione di evacuazione incompleta oltre il 25% delle volte;
  • Sensazione di ostruzione anorettale oltre il 25% delle volte;
  • Necessità di fare grandi sforzi per defecare più del 25% delle volte.
Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 21:06 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2021, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X