Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Flebologia, circolazione venosa > (Al Dott. De Siena) Inizio "bene" così giovane..!
Segna Forum Come Letti

   

(Al Dott. De Siena) Inizio "bene" così giovane..!

Jolan
 

Egregio Dott. De Siena,

dopo aver sofferto per due estati consecutive di un forte malessere alle gambe, consistente in un certo gonfiore a caviglie e polpacci, oltre che in un generale senso di pesantezza agli arti inferiori, nel settembre di tre anni fa ho eseguito una ecodoppler dalla quale è emersa un'insufficienza venosa.

Per una maggiore completezza di informazioni Le riporto l'esito:

"A sn si rileva reflusso tronculare nella safena interna, non dilatata, appare incompetente dal terzo medio di coscia ed estende reflusso nel tratto di gamba.
Il reflusso stesso presenta caratteristiche di bassa altezza ma appare discretamente prolungato.
Non altri reperti patologici, sia morfologici che funzionali e flussimetrici, a carico dei rimanenti circoli profondi e superficiali bilateralmente esaminati".

Ad oggi, soprattutto con l'innalzamento folle delle temperature, accompagnato da un livello di umidità insopportabile, percepisco esattamente gli stessi sintomi di tre anni fa (mai effettivamente scemati) di gonfiore e pesantezza spesso insostenibili alle gambe in generale (pensi che mi capita di faticare a salire le scale!).

Preciso che sono giovane (a breve compirò 25 anni) e di corporatura magra (50 kg per 168 cm), non fumo, non bevo, ma conduco una vita prevalentemente sedentaria (fino ai 18 anni praticavo il nuoto): quali potrebbero essere, dunque, le possibili cause che hanno portato ad un manifestarsi così precoce di tutti questi problemi legati alla circolazione sanguigna?

Aggiungo, inoltre, che intrapresi due estati fa una cura medicinale specifica per favorire la circolazione, dalla quale, però, non trassi particolari benefici: quali rimedi potrei adottare ora? Dovrei solo continuare a bagnare gli arti inferiori con acqua quasi ghiacciata?

Infine, che conclusioni può trarre leggendo l'esito della eco-doppler?

Mi scuso se mi sono dilungata troppo e La ringrazio fin d'ora per il Suo eventuale parere.
Distinti saluti.

MIGLIOR COMMENTO
Prof. Dr. Luca De Siena
Gentile Jolan, dal punto di vista qualitativo soffre di una insufficienza venosa che si può corregerre semplicemente trattando il punto ammalato del sistema ( cioè chiudendo il solo rubinetto ammalato ora aperto ). Non si preoccupi se la terapia farmacologica ha avuto scarsa efficacia ma sarebbe ben più efficace una idonea calza compressiva.
La invito a guardare il mio video sull'insufficienza venosa e sulla relativa correzione emodinamica andando su : Google Video ...............digitando poi la parola: varici .
Cordialità
__________________
Prof. Dr. Luca De Siena
Studio Medico Via Puccini, 8
Riccione (RN)

Ulteriori località di attività ambulatoriale:
San Benedetto del Tronto- Senigallia-Fano-Pesaro- Tavullia- Savignano sul Rubicone-Padova.

Per prenotazioni telefonare al n° 3387113260
Leggi altri commenti
mano
 

anche se non sono un dottore ,ti consiglierei anch'io un intervento di tipo emodinamico.Io l'ho gia' subito e credimi i risultati ci sono eccome,in piu' è un intervento facile facile da eseguire in Day Hospital.
Per quanto riguarda il motivo di questa tua insufficenza venosa ,penso ,dato che sei molto giovane,sia di carattere ereditario come la mia (mia madre la aveva gia' a 17 anni! A me alla fine ,avendo avuto piu' accorgimenti ,è andata bene perche' è cominciata a trenta!).Un abbraccio [8D]

Jolan
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da DeSiena

Gentile Jolan, dal punto di vista qualitativo soffre di una insufficienza venosa che si può corregerre semplicemente trattando il punto ammalato del sistema ( cioè chiudendo il solo rubinetto ammalato ora aperto ). Non si preoccupi se la terapia farmacologica ha avuto scarsa efficacia ma sarebbe ben più efficace una idonea calza compressiva.
La invito a guardare il mio video sull'insufficienza venosa e sulla relativa correzione emodinamica andando su : Google Video ...............digitando poi la parola: varici .
Cordialità
Egregio Dottore,

La ringrazio molto per la cortese risposta e per i consigli fornitimi.
Ora vado subito a cercare il video di cui parla.

Distinti Saluti.

Jolan
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da mano

anche se non sono un dottore ,ti consiglierei anch'io un intervento di tipo emodinamico.Io l'ho gia' subito e credimi i risultati ci sono eccome,in piu' è un intervento facile facile da eseguire in Day Hospital.
Per quanto riguarda il motivo di questa tua insufficenza venosa ,penso ,dato che sei molto giovane,sia di carattere ereditario come la mia (mia madre la aveva gia' a 17 anni! A me alla fine ,avendo avuto piu' accorgimenti ,è andata bene perche' è cominciata a trenta!).Un abbraccio [8D]
Ciao!

Grazie mille per aver riportato la tua esperienza.
E' stato doloroso o fastidioso l'intervento?

Per quanto mi riguarda, a dir la verità, sia il medico di famiglia che lo specialista consultato mi hanno sconsigliato l'intervento in età giovanile, suggerendomi di prendere in considerazione tale ipotesi passati i trent'anni o in caso di eventuale gravidanza o comunque di aumento significativo di peso (tendenzialmente escluso, vista la mia corporatura...e volontà di mantenimento in tal senso!).

Intanto sto evitando di indossare (come d'altra parte consigliatomi dallo specialista) i tanto adorati tacchi alti, visto che ho appurato una strettissima correlazione tra l'indossare tale genere di calzature e i forti dolori alle gambe.
Per il resto tendo a bagnare frequentemente gli arti inferiori con acqua quasi ghiacciata e a frequentare d'estate ambienti casalinghi o comunque luoghi in generale particolarmente freschi.
...Che "condanna" però!

Un abbraccio a te!

Prof. Dr. Luca De Siena
 

Cara Jolan, l'intervento emodinamico non è doloroso, il miglioramento è sensibile e pressocchè immediato, e non è da correlare con l'età per quanto concerne la tempistica ( anche se in donne che hanno partorito si cerca di non intervenire o di farlo il più tardi possibile sulla cross femoro-safenica ).
Cordialità

Jolan
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da DeSiena

Cara Jolan, l'intervento emodinamico non è doloroso, il miglioramento è sensibile e pressocchè immediato, e non è da correlare con l'età per quanto concerne la tempistica ( anche se in donne che hanno partorito si cerca di non intervenire o di farlo il più tardi possibile sulla cross femoro-safenica ).
Cordialità

A questo punto, essendo i fastidi spesso insopportabili, non escludo più a priori l'opportunità di un intervento.

La ringrazio molto per i consigli e la Sua disponibilità.
Distinti saluti.

mano
 

Per quanto mi riguarda l' intervento non è stato affatto fastidioso!Sono stata operata alle 12:30 ed il Pomeriggio ero già in piedi,con la gamba fasciata ma in piedi!
Non fa assolutamente male,tant'è vero che ,essendo intollerante agli antibiotici ed a qualunque tipo di medicina "forte",me lo hanno fatto con una blandissima anestesia locale e credimi non senti proprio nulla!
Per quanto riguarda l'età ed il fatto che non hai ancora avuto una gravidanza,non è sconsigliato questo tipo di intervento,bensi'quello (non conosco il termine tecnico!)in cui ti sfilano la Safena,perchè in quel caso ,durante un'eventuale gravidanza,avresti molte possibilità di riavere il problema venoso e di non potere piu' intervenire!Ciao ciao

Jolan
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da mano

Per quanto mi riguarda l' intervento non è stato affatto fastidioso!Sono stata operata alle 12:30 ed il Pomeriggio ero già in piedi,con la gamba fasciata ma in piedi!
Non fa assolutamente male,tant'è vero che ,essendo intollerante agli antibiotici ed a qualunque tipo di medicina "forte",me lo hanno fatto con una blandissima anestesia locale e credimi non senti proprio nulla!
Per quanto riguarda l'età ed il fatto che non hai ancora avuto una gravidanza,non è sconsigliato questo tipo di intervento,bensi'quello (non conosco il termine tecnico!)in cui ti sfilano la Safena,perchè in quel caso ,durante un'eventuale gravidanza,avresti molte possibilità di riavere il problema venoso e di non potere piu' intervenire!Ciao ciao
Ecco! Si parlava proprio della vena safena nel mio caso, visto che si ipotizzava l'eventualità di togliere quella della gamba sinistra.

Grazie ancora per il suggerimento.

Vedrò di parlare con il mio medico dell'intervento emodinamico, di cui non avevo mai sentito parlare prima.

Buona giornata!

Prof. Dr. Luca De Siena
 

Consiglio prorpio al proposito di guardare il Mio video sulla chirurgia emodinamica conservativa andando su Google Video ...............digitando poi la parola: varici
Buona visione

mano
 

Come dice il Dr.De Siena tramite questo intervento conserverai la Safena!Informati, non ti fermare mai al primo responso medico,si tratta della tua vita.Un abbraccio e facci sapere Mano

Prof. Dr. Luca De Siena
 

Certamente nella evoluzione della pratica medica l'ottica conservativa così come adottata in odontoiatria ( OGGI I DENTI CARIATI SI CURANO E NON SI TOLGONO !) ha enormi vantaggi. Almeno per quanto concerne la Flebologia ciò ha stimolato uno studio della funzionalità del circolo venoso prima impensabile, quando l'unico trattamento era rivolto ad estirpare radicalmente tutte le vene visibili e quelle non visibili ad occhio nudo ( come la safena ) proprio come si fa nel campo dei tumori.
Sarò disponibile per consigli anche telefonici ( 3358334832 ) qualora lo desideri.
Cordialità

Jolan
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da DeSiena

Consiglio prorpio al proposito di guardare il Mio video sulla chirurgia emodinamica conservativa andando su Google Video ...............digitando poi la parola: varici
Buona visione

Gentilissimo Dott. De Siena,

ho guardato attentamente il video da Lei indicato, che espone e analizza il tema oggetto del mio primario quesito in modo molto preciso e chiaro.

Una cosa in particolare ho notato: i casi clinici rappresentati nel video attraverso alcune immagini di raffronto tra il "prima" e il "dopo" il trattamento emodinamico hanno la caratteristica comune di presentare, almeno nella fase preliminare l'intervento, evidenti varici agli arti inferiori. Ebbene, quest'ultima condizione NON mi riguarda.
Ricordo, infatti, che lo specialista che mi visitò rimase stupito dal fatto che, a suo dire, presentassi delle gambe praticamente perfette da un punto di vista estetico, fattore che Lo portò ad escludere l'opportunità di un qualsiasi intervento nell'immediato.

Secondo la Sua esperienza, invece, è consigliabile comunque un intervento conservativo a breve?

La ringrazio davvero molto per la disponibilità dimostrata.
Distinti Saluti.

Jolan
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da mano

Come dice il Dr.De Siena tramite questo intervento conserverai la Safena!Informati, non ti fermare mai al primo responso medico,si tratta della tua vita.Un abbraccio e facci sapere Mano

Ti ringrazio per il consiglio.
Sto proprio cercando di raccogliere quante più notizie in merito.

Un abbraccio a te!

mano
 

Per il Dr. De Siena.Volevo farle una domanda: come già detto sono stata operata (intervento emodinamico) alla gamba sinistra ,perchè avevo un edema che partiva dal piede sinistro per poi diffondersi in tutto il corpo. All' inizio mi hanno detto che avrei dovuto operare anche la destra,poi non avendo avuto nessun miglioramento (per quanto riguarda il gonfiore!),non si è piu' presa in considerazione la seconda operazione.Come faccio a sapere se è necessaria o inutile come dicono?Grazie

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 06:31 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X