Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Psicologia e psicoterapie > inizio la cura, mi sono decisa, anche se ho paura...
Segna Forum Come Letti

   

inizio la cura, mi sono decisa, anche se ho paura...

amy05
 

Ciao a tutti, ho postato qualche tempo fa il mio problema. Va a periodi, nausea, brividi, giramenti di testa, inappetenza, mal di stomaco, meteorismo e eruttazioni, sono una tipa ansiosa, ho una fobia. La dottoressa mi ha consigliato una cura, levopraid e lexotan x circa un mese...ho deciso che dopo 3 m3si è il caso di provarci, anche se ho paura che le medicine possano farmi male, ho due bambini da seguire 24h su 24 e non voglio farli soffrire, mi viene solo da piangere...

MIGLIOR COMMENTO
Dr. Guglielmo Rottigni
Buongiorno amy

Lieto che abbia deciso di seguire la cura proposta dal suo medico.
Tenga conto di una cosa: gli ansiolitici funzionano benissimo, finché si prendono nelle dosi prescritte e per il tempo necessario.
Tuttavia, non si diventa meno ansiosi prendendo ansiolitici. Smplicemente, si resta ansiosi ma non si sente l'ansia. Ora, questo non è un risultato da poco, perché - se le cose andranno come devono - la sua vita cambierà, e non di poco.
Quello che non cambierà con i farmaci è il suo carattere, così come non cambieranno le ragioni del suo essere ansiosa. Ma questo è un altro capitolo, che andrà affrontato, se mai lo desidererà, con una psicoterapia.

Faccia in modo, tuttavia, da prevenire quel che accade spesso nei trattamenti farmacologici dell'ansia: non smetta di prendere i farmaci appena sente dei miglioramenti. Riferisca costantemente al medico sia i miglioramenti, sia gli effetti collaterali che riscontra, in modo da consentirgli di dosare i farmaci in funzione delle necessità. E continui ad assumerli fino a che il suo medico non decida, sentita lei e vista l'entità del miglioramento, di inziare a sospenderli.

L'errore che si fa spesso è quello di pensare che sia tutto finito perché per una settimana non è comparso nessun segnale d'ansia. E, magari, sospendere improvvisamente l'uso dei farmaci. Facendo così, però, si ottiene solitamente di scatenare un attacco d'ansia piuttosto forte. Quindi, seguire le istruzioni e non forzare i tempi.

Buona vita
Guglielmo
__________________
"Qual'è la definizione di "follia"? E' il ripetere continuamente la stessa azione, e aspettarsi un risultato diverso.
Se è così, tutti noi siamo folli".

Da: "Il denaro non dorme mai".

Dott. Guglielmo Rottigni
Psicologo
Ordine Psicologi Lombardia n° 10126
Leggi altri commenti
amy05
 

Grazie Guglielmo della risposta, spero che sia come dice lei, spero di non sentire più l'ansia e spero che il mal di stomaco se ne vada, così come la nausea che ho x esempio anche in questo momento. So perfettamente che non sto affrontando il problema di petto, la mia fobia rimane, ed è questo che mi spaventa. Ho paura che le medicine possano farmi stare peggio di adesso, avendo due bimbi da seguire, ma se non provo, non lo saprò mai. Come ho paura che quando li sospenderò l'incubo rincomincerà.

amigdala9
 

buona fortuna amy..la prima volta che ho preso un ansiolitico è stato proprio x questi problemi gastrointestinali..e visto che mangiavo poco e dimagrivo a vista d'occhio il medico mi ha prescritto lo xanax..ed è servito..l'ho preso per un sei mesi..poi gradualmente ho smesso..e i disturbi a quei livelli non li ho più avuti..spero che funzioni anche per te..

amy05
 

Stasera non ho cenato, non avevo il LEVOPRAID così ho deciso che magari è meglio farci un salto dalla dott. per parlare a occh e farmelo segnare...non nego che ho timore..

amy05
 

fra poco vado a parlare con la dottoressa, pensatemi sono tanto in ansia...

Dr. Guglielmo Rottigni
 

UN abbraccio.

E, se vuoi, facci sapere come va.

Buona vita
Guglielmo

__________________
"Qual'è la definizione di "follia"? E' il ripetere continuamente la stessa azione, e aspettarsi un risultato diverso.
Se è così, tutti noi siamo folli".

Da: "Il denaro non dorme mai".

Dott. Guglielmo Rottigni
Psicologo
Ordine Psicologi Lombardia n° 10126
amy05
 

Ciao a tutti, grazie Guglielmo, troppo gentile! Allora ieri sono andata dalla dottoressa che è stat gentilissima, credo mi abbia parlato professionalmente, ma come ad una figlia...mi ha detto che sono giovane e che devo trovare stimoli in tutto ciò che mi circonda per superare questo problema (i miei figli prima fonte di svago!) Mi ha detto di prendere 15 gocce di LEVOPRAID prima di ogni pasto, che si è sicuramente l'ansia che mi da questi fastidi a livello di stomaco. Mi ha detto che se non riesco da sola mi aiuterà lei e parlandone troveremo una soluzione, magari parlando con uno psicoterapeuta...ma prima vuole vedere se riesco a cavarmela da sola. Apprezzo molto il fatto che tutti mi diano fiducia, devo riuscirci. Dice che già il fatto che da sola mi rendo conto da dove parte il problema, è un passo grande. Ringrazio tutti voi che mi ascoltate e he mi supportate, un bacio

amy05
 

Ciao a tutti, torno a distanza di quasi un mese per aggiornare un pò...allora...va nettamente meglio, complici le goccine, complice il bel tempo che finalmente è arrivato, sembra che i miei pensieri un pò così pazzarelli, siano pian piano cessati. Col cibo va meglio, la nausea non c'è più, ma, c'è un ma, ormai la cura andrà cessata o smessa...e un pò la cosa mi preoccupa...ho paura he questi piccoli miglioramenti vadano sparendo. Una domanda, sicoome sono piena di raffreddore e ho tutto tappato, per i dolori articolari vorrei assumere una tachipirina, si può vero con LEVOPRAID? Grazie a tutti, a presto.

titti66
 

Io quando ho avuto l'influenza con febbre l'ho presa però assumevo Citalopram che è un antidepressivo...non so se è la stessa cosa..
e quando ho mal di testa prendo l'Oki o Buscofen...

amy05
 

grazie titti, sono stata satmattina dalla dott. perchè così mi ha visitata, mi ha dato dei medicinali e ha detto che la posso prendere la tachi...adsso il 17 ho il dentista, spero che anche li non ci siano problemi!

Sere1116
 

È passato un Po di tempo da questo topic... Ma vi leggo e penso
È un periodo di forte ansia nella mia vita... Non ho ancora capito il perché ma sento.una'ansia incontrollabile che mi.porta ad esplorare tutte le malattie possibili...ci sono già passata ma dopo ,2 anni di terapia ce l'ho fatta.
Ora sto di nuovo male a distanza di 4 anni... volevo chiedere com'è andata la cura con levopraid e xanax? Io l'ho preso tempo fa in seguito ad una gastroscopia...ma solo.levopraid. siccome adesso mattina e sera prendo xanax volevo sapere se il combo avesse funzionato. Ovviamente ne riparlerei con il mio medico.grazie

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Prof. Sergio De Filippis

Prof. Sergio De Filippis
Nome:
Sergio De Filippis
Comune:
Roma
Provincia:
RM
Azienda:
Clinica Neuropsichiatrica Villa Von Siebenthal
Professione:
Psichiatra e Psicoterapeuta, Direttore Sanitario della Clinica Neuropsichiatrica Villa Von Siebenthal di Genzano di Roma, Docente di Psichiatria delle Dipendenze all'Università La Sapienza di Roma
Specializzazione:
Psichiatria
Contatti/Profili social:
email sito web
Domanda al medico
Prof. De Filippis, parliamo di prontezza mentale a tavola: cosa mangiare per migliorare la concentrazione e dare energia al cervello?
Vorrei soffermarmi in particolare su un minerale come lo zinco. Le strutture del cervello (talamo, ipotalamo, mesencefalo e tronco cerebrale) contengono zinco vescicolare, che permette ai neuroni di formare connessioni reciproche tra corteccia prefrontale e amigdala, ricoprendo un ruolo fondamentale come antiossidante. Ma lo zinco è un minerale importante per la salute dell’organismo in generale, in particolare per il corretto funzionamento degli ormoni e dell'insulina, ormoni sessuali e ormone della crescita, ma anche per la vista, l'olfatto e la memoria, essendo implicato nel funzionamento degli organi di senso e del cervello. l fabbisogno di zinco è pari a circa 15-20 mg al giorno. Dove trovarlo? Per la maggior parte in alimenti proteici di origine animale, come uova, latte, formaggio, pesce come le aringhe, frutti di mare, ma anche piselli, fagioli, lievito di birra, orzo, avena, arachidi, lattuga e spinaci. Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 04:30 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X