Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Psicologia e psicoterapie > Innamorarsi del medico
Segna Forum Come Letti

   

Innamorarsi del medico

Francesca2013
 

Lo so, questo argomento è un grande classico, ma per la prima volta è capitato anche a me e non riesco a saltarne fuori.
La cosa che non mi fa trovare spiegazioni è che non mi sono innamorata di un medico che ha curato me (a quel punto penserei al "transfert"), bensì di un medico che ha curato un mio genitore. Ho avuto modo di parlarci e di vederlo più volte sempre nel suo ambito professionale, abbiamo la stessa età e mi ha colpito sin dai primi minuti come uomo (il primo pensiero quando mi sono seduta di fronte a lui è stato "ma è giovane e pure carino!"), tanto che da subito ho pensato con questo ci voglio uscire a bere qualcosa .
E' transfert anche questo? O forse è vero innamoramento? Comunque come si fa in questi casi? Non riesco a togliermelo dalla testa, aiuto! E non ho il coraggio di contattarlo (che figuraccia!). Tra l’altro avevo avuto anche una sensazione di piacere reciproco tra noi due, ma ho troppo il timore di aver travisato visto il contesto particolare.

MIGLIOR COMMENTO
rosellina60
Molto interessante questo argomento...
L'unico passaggio che mi ha fatto ridere è stato quando hai detto che saresti uscita volentieri con lui a bere qualcosa...
Ti posso dire che qualcosa del genere, vedi l'attrazione per il camice bianco,
è capitato anche a me un paio di volte :
una volta col mio ex psicoterapeuta ( in quel caso sarà stato transfert...),
ma anche col mio attuale medico di base che devo dire è molto carino.
Nel mio caso però il mio orgoglio smisurato mi impedirebbe di prendere iniziative...
Seguirò con molto interesse la tua discussione...
__________________
rosellina60
Leggi altri commenti
pantofolaia
 

In questi casi io consiglio sempre di pensare alle conseguenze:
metti caso che lo inviti ad uscire, metti caso che capisci di aver travisato tutto.....avresti ancora il coraggio di andare da lui come medico? credi in questo modo di mettere in difficoltà lui nella sua professione?
a te le risposte, e quindi decidi cosa fare.

Altra cosa: andrei cauta nel parlare di innamoramento. Una persona di bell'aspetto, che si mostra sicura nella sua professione ci fa sempre un po' perdere la testa....a me è successo con un'altra figura professionale.....ma per dire di essere innamorate aspetterei di esserci uscita e aver conosciuto il vero lui, non quella parte di lui che esercita con sicurezza la sua professione.

Se vuoi il mio parere spassionato.......perdere la testa per un medico è un classico.........io lascerei perdere......se è un bravo medico, continuerei a rivolgermi a lui solo in caso di bisogno, e non per altro!

arcoiris
 

Però se tutti ragionassimo così i medici rimarrebbero tutti scapoli e nubili. Oppure si accoppierebbero solo tra di loro!! Io non ci vedo niente di strano, un medico è un uomo (e una donna) come un altro, soprattutto quando non è il tuo medico curante. Io cercherei se è possibile di creare situazioni di incontro al di fuori dell'ambulatorio. Ma non so se è facile da realizzare...

pantofolaia
 

Citazione:
Originariamente Inviato da arcoiris Visualizza Messaggio
Però se tutti ragionassimo così i medici rimarrebbero tutti scapoli e nubili. Oppure si accoppierebbero solo tra di loro!! Io non ci vedo niente di strano, un medico è un uomo (e una donna) come un altro, soprattutto quando non è il tuo medico curante. Io cercherei se è possibile di creare situazioni di incontro al di fuori dell'ambulatorio. Ma non so se è facile da realizzare...
no, perchè i medici avranno anche una vita sociale, e frequenteranno gente al di fuori dello studio.

Quello su cui mi sono basata è il fatto di essersene innamorata senza averlo mai frequentato......basandosi su come lui è mentre svolge il suo lavoro.
Magari dal di fuori è un perfetto str**** , ma bravo sul lavoro e molto gentile con i pazienti!

arcoiris
 

E' vero, ma molte persone conoscono il prorpio partner in ambito lavorativo, anche a me è capitato così. E ambito lavorativo possono essere sia colleghi che pazienti o accompagnatori di pazienti...
E a volte può capitare il colpo di fulmine. Anche con un medico. E se non lo frequenta non lo saprà mai se può essere un possibile compagno oppure no.

Manuela756
 

In effetti concordo con Pantofolaia..prima di parlare di innamoramento,bisognerebbe conoscere quella persona ma ancor prima capire se è single o sposato..ti immagini se inizi a corteggiarlo e poi ne esce fuori che è sposato,o che ha una compagna?
Allora si cambierei medico..
Se proprio ti attrae parecchio,e non puoi farne a meno,sonda il terreno..

pantofolaia
 

a me è capitata una cosa simile quando ho comprato casa, con il mobiliere.
Giovane, mio coetaneo, carino e molto molto gentile.
Anche a me sembrava di aver visto un interesse da parte sua, ma ho cercato di tenermi bene a mente che lui mi stava vendendo qualcosa, e più avesse "fatto colpo" su di me, più io sarei stata invogliata ad acquistare presso di lui.
Ho notato anche che ci stava a scambiare due parole via mail, allargandosi leggermente dal ristretto ambito lavorativo.....così gli ho proposto di venire a vedere la casa terminata...era un chiaro modo per fargli capire il mio interesse.
Mi ha detto che sarebbe passato volentieri ma di fatto non è mai passato.

Io questa cosa gliel'ho chiesta nell'ultima mail, quando ormai i rapporti commerciali tra noi erano terminati....non l'avrei mai fatto prima, quando dovevo ancora incontrarlo, e non l'avrei mai fatto di persona.

E comunque, ho avuto la conferma che la sua disponibilità era fine a se stessa....forse neanche allo scopo di vendere, non mettiamola sul veniale, era solo una persona molto affabile e gentile, come potrebbe essere il tuo medico (che non ha un interesse economico nel fare il suo lavoro). Al di là di questo, nessun interesse personale.

arcoiris
 

Giusto, ma tutte queste informazioni se non approfondisce la conoscenza come fa ad averle? Anche a me è capitato di essere stata corteggiata pur essendo impegnata. Mica mi hanno offeso, anzi, mi ha fatto piacere. Poi ho detto che ero già impegnata e tanti saluti.

Manuela756
 

Citazione:
Originariamente Inviato da arcoiris Visualizza Messaggio
Giusto, ma tutte queste informazioni se non approfondisce la conoscenza come fa ad averle? Anche a me è capitato di essere stata corteggiata pur essendo impegnata. Mica mi hanno offeso, anzi, mi ha fatto piacere. Poi ho detto che ero già impegnata e tanti saluti.

Tramite conoscenze,amicizie comuni che ne sò..tramite i genitori,visto che è il loro medico curante..insomma in modo indiretto,i modi ci sono.
Il fatto che appunto lo debba vedere per mezzo della famiglia,crea un certo imbarazzo,soprattutto se lei dovesse approfondire la conoscenza...molti uomini poi si vantano delle loro conquiste,e di lui non si sà nulla.

pantofolaia
 

Citazione:
Originariamente Inviato da arcoiris Visualizza Messaggio
Giusto, ma tutte queste informazioni se non approfondisce la conoscenza come fa ad averle? Anche a me è capitato di essere stata corteggiata pur essendo impegnata. Mica mi hanno offeso, anzi, mi ha fatto piacere. Poi ho detto che ero già impegnata e tanti saluti.
mi sono allarmata quando ha scritto che voleva invitarlo fuori.....ho immaginato la scena, l'imbarazzo eventuale del medico se lei avesse travisato, e la necessità poi di avere ancora bisogno di lui....oltre al fatto che ci sono di mezzo i genitori e a quanto pare dei problemi di salute.
Io ci andrei cauta....questione di carattere.

arcoiris
 

Credo che ognuno di noi, relativamente ai rapporti con l'altro sesso, abbia aspettative e atteggiamenti diversi, in certi frangenti io mi comporterei in un modo, un'altra persona in un altro. E meno male sennò sai che noia se tutti fossimo omologati! anzi, le persone che in passato hanno saputo sorprendermi sono quelle che almeno nell'immediato hanno avuto più successo.
Io all'inizio avevo suggerito di cercare di approfondire la conoscenza con il meidco al di fuori dell'ambulatorio, se era possibile. E non ci vedrei niente di strano se in un'occasione di incontro "casuale" poi gli proponesse di rivedersi. Diverso sarebbe se tentasse un approccio in ambulatorio. Anche se un medico certe situazioni le sa o per lo meno dovrebbe saperle gestire. E lo dico con cognizione di causa

Francesca2013
 

Intanto grazie delle risposte. Si tratta di un medico specialista, non il medico di base, è una persona di fiducia che sta curando un mio genitore. Che dire, avrei preferito incontrarlo alla macchinetta del caffé dell'ospedale piuttosto che in ambulatorio, mi sarebbe piaciuto ugualmente e le cose sarebbero state un attimo più facili. Non ho davvero modo di sapere se è impegnato o meno, non ha la fede al dito, ma potrebbe essere convivente, avere figli, che ne so...siamo coetanei. Avevo anche pensato di andare da qualche suo collega a chiedere informazioni, ma anche qui sai che figura?!!! Del resto come scriveva arcoiris questi medici avranno pure una vita da persone normali al di fuori dell'ambulatorio.
Ci penso molto, pure troppo, per quello ho parlato di innamoramento, è una parola grossa, non so forse è meglio attrazione fatale in realtà i "sintomi" sono quelli di una specie di innamoramento, come quando ti capita un colpo di fulmine. Cerco di tenere a bada i miei sentimenti e le mie emozioni, ma non è facile, quando ho avuto modo di incontrarlo alcune volte (sempre come medico) sembravo drogata!

Francesca2013
 

Citazione:
Originariamente Inviato da arcoiris Visualizza Messaggio
E' vero, ma molte persone conoscono il prorpio partner in ambito lavorativo, anche a me è capitato così. E ambito lavorativo possono essere sia colleghi che pazienti o accompagnatori di pazienti...
E a volte può capitare il colpo di fulmine. Anche con un medico. E se non lo frequenta non lo saprà mai se può essere un possibile compagno oppure no.
eh infatti è così, se non lo frequento non lo saprò mai. Poi penso se avrò mai il coraggio di invitarlo ad uscire e magari mi prendo un bel no in fronte, forse mi potrebbe fare bene così lo dimentico e non ci ricamo sopra per mesi. Il coraggio di buttare la faccia però al momento non ce l'ho.
ps. non abbiamo amicizie in comuni, ho già sondato, non frequentiamo gli stessi ambienti. E contattarlo via facebook?!

arcoiris
 

Immagino che tu viva in una grande città e che non ti sia facile incontrarlo casualmente come se invece viveste in un piccolo centro...

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Prof. Sergio De Filippis

Prof. Sergio De Filippis
Nome:
Sergio De Filippis
Comune:
Roma
Provincia:
RM
Azienda:
Clinica Neuropsichiatrica Villa Von Siebenthal
Professione:
Psichiatra e Psicoterapeuta, Direttore Sanitario della Clinica Neuropsichiatrica Villa Von Siebenthal di Genzano di Roma, Docente di Psichiatria delle Dipendenze all'Università La Sapienza di Roma
Specializzazione:
Psichiatria
Contatti/Profili social:
email sito web
Domanda al medico
Prof. De Filippis, è vero che dall'intestino al cervello il passo è breve?
Sì. Studi recenti hanno suggerito ad esempio che l’insieme dei batteri che popolano il nostro intestino (microbiota) può influenzare l'umore e il comportamento delle persone in vari modi: interagendo con il nervo vago, cambiando direttamente la funzione del sistema nervoso centrale, colpendo il sistema nervoso intestinale (secondo cervello), modificando la plasticità del cervello ecc. Evidenze crescenti portano a credere che l'associazione tra il microbiota intestinale e la depressione sia significativa. Il tratto gastrointestinale è continuamente esposto al rischio di infiammazione, che diminuisce l'efficienza nell'assorbimento dei vari nutrienti e la composizione della flora batterica. Nei pazienti con malattia infiammatoria intestinale, la diminuzione della proporzione di batteri è stata associata alla diminuzione della funzione di protezione della mucosa intestinale. Questi studi suggeriscono che i batteri intestinali sono protettivi per l'intestino e questo ha ripercussioni sul benessere mentale e dell’intero organismo. Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 16:10 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X