Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Psicologia e psicoterapie > 30 anni e mai fidanzata
Segna Forum Come Letti

   

30 anni e mai fidanzata

alopecia
 

Salve a tutti, ho deciso di raccontare brevemente la mia storia perché come dice uno spot che sta girando in questi giorni in tv "raccontarsi è curativo". Sono una ragazza di 30 anni, abbastanza introversa e un po' fuori dai canoni delle rgazze di oggi anche perché nella mia vita si sono susseguiti vari problemi di salute che hanno minato il mio aspetto fisico, quindi fin dall'adolescenza sono sempre stata timida, evitavo qualsiasi contatto con l'altro sesso ecc. Negli ultimi anni la situazione è peggiorata perché sono stata affetta da un tumore. Come potete immaginare, tra perdita dei capelli, chemio, radioterapia e tutto la situazione si è evoluta in peggio. Oggi il tumore mi sta dando tregua, ringraziando Dio ma il mio cruccio è che non mi sono ricresciuti più i capelli. A volte confrontandomi con altre ragazze che ho conosciuto in reparto non mi sento molto felice della guarigione. Alcune hanno ricominciato la loro vita alla grande, sono ritornate anche più belle di prima, hanno un compagno e tutto è ripartito a gonfie vele. Io sono rimasta senza capelli, e considerando che non sono stata mai una bella donna figuriamoci adesso. E' brutto sentirsi continuamente osservati con sguardo di pietà dalla gente, e anche tra parenti e amici io sono rimasta la malata di turno (ho una zia che mi definisce "angelo del paradiso"). A me fa un po' male questa situazione, perché mi ero promessa che una volta guarita dovevo cambiare, dovevoaprirmi alla vita e agli altri..considerando il fatto che la malattia mi ha fatto rendere conto di quanto tempo ho perso senza vivere pienamente. E speravo anche che questa mia nuova vita mi avrebbe riservato un amore e magari la possibilità di formarmi una famiglia. Sarebbe troppo un sogno avere un bimbo dopo aver affrontato un tumore. E invece...già credo che per un uomo sarebbe difficile costruire qualcosa con me dopo una malattia seria, figuriamoci poi ora che sono rimasta calva senza un pelo in testa. Non ho proprio speranze...il destino ha deciso che in un modo o nell'altro devo patire. A volte mi sento di essere un individuo a parte, che non gode degli stessi sacrosanti diritti degli altri..ad esempio devo ancora conoscere una persona che dopo le chemio sia rimasta pelata! Sarà che sto andando avanti con gli anni, non lo so, ma posso dire che adesso la mia condizione di eterna single inizia a farmi male e inizia anche ad essere imbarazzante dire che al giorno d oggi e a questa età non abbia la più pallida idea di cosa si prova a baciare, a guardare dritto negli occhi un uomo, a sentirsi sfiorate le mani.la mia vita è solo un continuo via vai da un ospedale all altro fino a quando il mio fisico regge..poi un giorno andrò via con il rimpianto di non aver lasciato nulla di me su questa terra.

MIGLIOR COMMENTO
alopecia
forse questa discussione era più appropriata in "vita da single"?
Leggi altri commenti
Jane Eyre
 

Ciao, non so quale è la sezione + appropriata, ma cmq anche io avrei scritto qui...Io penso che non ti abbia risposto nessuno xchè il racconto che tu hai fatto di te è molto profondo, è una lunga riflessione personale + che un pensiero mirato ad una risposta...penso...L' ho letto ieri mattina, non ho risposto xchè non mi sentivo di dire niente, mi è sembrato bellissimo che tu abbia voglia di farti conoscere, x qualsiasi motivo...Il mio pensiero principale è quello che ti ammiro tantissimo, sei una persona che combatte ed io nutro profonda stima verso questa cosa, da sempre, fin da piccolina. Quello che posso è mandarti un profondissimo pensiero, ma non credo che sia quello che stai cercando, anche x questo non ho risposto ieri, ciao!

palladineve
 

Ciao e benvenuta, ora stai bene? si è capito come mai non sono ricresciuti i capelli? è una situazione definitiva non puoi fare nulla? se questo è , allora devi farti forza e amare la te stessa che sei e vedrai che anche gli altri vedranno "l'angelo" dietro la donna calva che si presenta loro, ma tu devi aver voglia di mostrarlo, e amarlo. Lo vedo ogni giorno con me stessa, e ogni giorno sono io che decido che mi amo mi accetto e i miei difetti rendono me diversa dagli altri riconoscibile e speciale. Capisco il tuo sentirti inadeguata, davvero credi...io non so cosa farei se non comprarmi mille banane colorate turbanti e scarpine da portare attorcigliate alla testa ogni giorno di verse, ogni giorno particolari, perchè io sono così. cercherei di fare del mio handicap la mia caratteristica fino a che non si vedrà più che nonno i capelli ma ho una sciarpa, e sarà normale aspettarsi, dagli altri, che sotto noni sia che la pelle liscia. ti auguro di riuscire a farlo, io rimetterei tantissimo, tante lacrime tanta fatica tanta forza tanto scoramento, ma anche tanta speranza tante aspettative tanta gioia e voglia di ridere, non isolarti, stai con gli altri. Ogni cosa è esercizio, e devi esercitarti anche a parlare con gli altri, a stare con loro a sentirti bene quando si parla di te, o con te, o non di te (molti si sentono male se non si parla di loro, delle loro disgrazie per esempio, se si trattano in modo normale si sentono ignorati....) bisogna imparare a conoscersi per imparare a darsi... hai un lungo cammino davanti a te, sarà un cammino bellissimo fatto di speranza e serenità serietà e calore. Forse non troverai l'amore ma nel mondo attorno a te ci sono tante persone la cui anima aspetta solo di conoscere la tua, cercale , trovale, camminate insieme!
Unabbraccio speciale!

alopecia
 

ciao Jane Eyre, infatti non mi aspettavo risposte...mi sono raccontata, o meglio confidata, e quale mezzo migliore se non un forum su internet e in anonimato. Sai, con chi mi conosce ho grandi difficoltà a parlare anche perché mi liquiderebbero con qualche frase falsa di circostanza, allora è meglio tacere.

ciao palladineve, sì la mia condizione di pelata sarà per sempre...e sono anni che mi distinguo con le mie bandane ma non posso dire che mi faccia piacere.

Jane Eyre
 

@alopecia...dai...un piccolo gesto di premura verso di te...un nick + allegro...?
X altri motivi anche io sono stata forzatamente isolata...A 25 anni un grande evento si è riversato su di me portandomi 'via' x un po'. 'Via' tra virgolette xchè non so come definire quello stato di realtà...Non ho mai individuato il nome, quello che ho capito è che silenziosamente, nei giorni, si era innescato un meccanismo dentro di me, un processo che non so come definire. Cmq da quel momento non sono stata + la stessa, e la stessa non esisteva e non desidero il passato. La cosa che mi ha devastata letteralmente era che alcuni affetti che io consideravo i + importanti non abbiano accettato il mio cambiamento, e mi abbiano condannata sulla base di un loro processo mentale al quale io non ero contemplata, all' emarginazione. Questo non è avvenuto subito- magari-, ma lentamente. Partecipavo alla loro compagnia ma ero trattata sempre 'con riserva', facendomi capire anche involontariamente (non so) che ero quella parte della società a cui riservare un pietoso sguardo. Quando ero passata da quel lato del mondo? Quel lato che nella vita di 'chi sta bene' di tutti i giorni si guarda con distacco...Io ero una di quelli che viveva guardando con distacco...Mi piaceva occuparmi degli altri x lavoro anche, ma proprio x questo distacco riuscivo bene.
Posso capire, quindi, l' alienazione che provi. Ma prima hanno scritto bene, devi parlare e coinvolgerti, xchè i sentimenti vanno allenati, frequenta luoghi affini al tuo modo di essere, qualcuno x lasciare un segno su questo mondo lo troverai...e probabilmente capirai anche che x lasciare un segno basti te sola...

alopecia
 

luoghi affini al mio modo di essere? non credo che possano esistere...se non si vivono certe esperienze non si posso capire particolari modi d'essere. Per me comincia ad essere difficile anche trovare un lavoro. Mi porto la malattia stampata addosso come un marchio...anche se volessi evitare il discorso, come la giri la conversazione arriva sempre lì. Come mai non hai i capelli?

poi perché dovrei mettere un nick più allegro? "alopecia" è un termibne che mi descrive e caratterizza. Sono così, è la nuda e cruda realtà

Cindyil
 

Citazione:
Originariamente Inviato da alopecia Visualizza Messaggio
luoghi affini al mio modo di essere? non credo che possano esistere...se non si vivono certe esperienze non si posso capire particolari modi d'essere. Per me comincia ad essere difficile anche trovare un lavoro. Mi porto la malattia stampata addosso come un marchio...anche se volessi evitare il discorso, come la giri la conversazione arriva sempre lì. Come mai non hai i capelli?

Immagino il disagio che provi...alla tua età deve essere insopportabile un problema del genere, dopo quello che hai dovuto passare. Ho avuto un'amica e ho potuto vedere da vicino tali problemi....ho frequentato ospedali oncologi per un mio familiare e ho visto ragazze giovani come te...di solito passate le cure il problema capelli si risolve...ma se per te è stato diverso...io al posto tuo cercherei qualche rimedio anche se palliativo, che possa farti vivere una vita quasi normale!..o almeno provare a migliorare la tua situazione...o qualche trapianto? non so...

Leggendo su internet riguardo al tuo problema ho letto ciò...

"Il più risolutivo, efficace e assicurato dei rimedi all'alopecia permanente da chemioterapia a Forlì-Cesena è 3T IONIX: un dispositivo medico, brevettato nel 2011 dal Ministero della Salute, espressamente pensato per chi deve risolvere il disagio connesso all'alopecia permanente da chemioterapia. "

sicuramente saprai già...forse potresti provare...se non l'ha già fatto!...ciao e non disperare...arriverà anche per te un lavoro e pure l'amore!...conosco una ragazza che avuto una brutta malattia del sangue..non so con precisione cosa...ma è guarita, ha sposato e ha due figli...

Jane Eyre
 

'luoghi affini al mio modo di essere? non credo che possano esistere...se non si vivono certe esperienze non si posso capire particolari modi d'essere. Per me comincia ad essere difficile anche trovare un lavoro. Mi porto la malattia stampata addosso come un marchio...anche se volessi evitare il discorso, come la giri la conversazione arriva sempre lì. Come mai non hai i capelli?'






Ciao!
Già, reinventarsi o meglio ricostruirsi una vita sembra impossibile...Io non conosco intimamente il tuo problema, ma questa, come altre cose, accrescono enormemente il nostro patrimonio emozionale...Ci sono molti gruppi di incontro dove puoi conoscere persone che sanno di cosa parli ed eviteranno certe domande stupide, oppure circoli artistici, dove solitamente incontri persone un po' + sensibili, oppure cicli di meditazioni, dove è favorita la spiritualità, sicuramente incontrerai individui scevri da dogmi come il giudizio, ma il cui scopo sarà la crescita personale tramite condivisione o no, sicuramente lì non ci sarà nessuno tanto stupido da farti domande simili! Ma se è un posto 'particolare' x te dove ti sentiresti a disagio ci sono sempre gli altri!


Vorrei fare copia-incolla di un altro pezzetto, ma non me lo fa fare, cmq è quello in cui chiedi come mai dovresti cambiare nick!
Certo che sarà un termine che rispecchia la tua realtà, xò mostra una certa crudezza con te stessa, forse dovresti amarti un pochino...Non so, io non posso capire bene la tua situazione...

alopecia
 

Citazione:
Originariamente Inviato da Cindyil Visualizza Messaggio
Immagino il disagio che provi...alla tua età deve essere insopportabile un problema del genere, dopo quello che hai dovuto passare. Ho avuto un'amica e ho potuto vedere da vicino tali problemi....ho frequentato ospedali oncologi per un mio familiare e ho visto ragazze giovani come te...di solito passate le cure il problema capelli si risolve...ma se per te è stato diverso...io al posto tuo cercherei qualche rimedio anche se palliativo, che possa farti vivere una vita quasi normale!..o almeno provare a migliorare la tua situazione...o qualche trapianto? non so...

Leggendo su internet riguardo al tuo problema ho letto ciò...

"Il più risolutivo, efficace e assicurato dei rimedi all'alopecia permanente da chemioterapia a Forlì-Cesena è 3T IONIX: un dispositivo medico, brevettato nel 2011 dal Ministero della Salute, espressamente pensato per chi deve risolvere il disagio connesso all'alopecia permanente da chemioterapia. "

sicuramente saprai già...forse potresti provare...se non l'ha già fatto!...ciao e non disperare...arriverà anche per te un lavoro e pure l'amore!...conosco una ragazza che avuto una brutta malattia del sangue..non so con precisione cosa...ma è guarita, ha sposato e ha due figli...

bhe cosa cambierebbe? o bandana, o parrucca o capelli artificiali resta sempre il fatto che non sono miei. Conosco tante ragazze che si sono sposate dopo un tumore, ma come ho detto all'inizio, a loro la vita è ritornata quella di prima, io ne sono uscita più distrutta che mai

Jane Eyre
 

Io non penso proprio che la loro vita sia tornata quella di prima, ci sarebbe un' enorme pecca nell' Universo se fosse così. La vita dopo certe cose non torna mai quella di prima, credo che sia impossibile umanamente! Noi non abbiamo facoltà di far tornare indietro il tempo, e di far tornare xciò la vita come prima, ma possiamo plasmare le conseguenze, siamo noi che decidiamo cosa sia della nostra vita...Sembra 1 c****** xchè a volte siamo tutti solo pedine di qualcosa di immensamente + grande, a volte le malattie decidono della nostra vita. Ma non è del tutto così, secondo quello che ho capito dalla mia esperienza puoi manovrare la vita, una fetta di scelta resta a te. Non puoi andare avanti come vorresti se non abbandoni gli spettri del rancore e della rabbia verso la tua vita che ti ha riservato questo.

peppers95
 

ciao. leggendo la tua storia posso provare ad immedesimarmi e capire qualcosa, e penso che la cosa piu grave (dal mio punto di vista), sia il fatto che la gente ti tratti con pietà! Io non ho visto pietà nel tuo messaggio. Ho visto coraggio, forza, resistenza. Hai vinto una battaglia!
Ogni uomo ha il bisogno intrinseco di lasciare un retaggio dopo la sua morte; figli che lo ricordino, nipoti che crescano sotto i suoi lasciti...ebbene....pensa gia cosa stai lasciando a me e agli altri che leggeranno e sapranno la tua storia! Tu sei INVINCIBILE!

alopecia
 

cio peppers95 ti ringrazio per le tue bellissime parole, è un messaggio che mi ha toccata nel profondo..grazie.

"Ogni uomo ha il bisogno intrinseco di lasciare un retaggio dopo la sua morte; figli che lo ricordino, nipoti che crescano sotto i suoi lasciti"

quanto è vero! purtroppo mi sono svegliata tardi. Me ne sono resa conto in un momento della vita in cui non si può più rimediare. A volte penso che morirò e non avrò nessuno che mi porti al cimitero.

Alessia Va
 

Citazione:
Originariamente Inviato da alopecia Visualizza Messaggio
cio peppers95 ti ringrazio per le tue bellissime parole, è un messaggio che mi ha toccata nel profondo..grazie.

"Ogni uomo ha il bisogno intrinseco di lasciare un retaggio dopo la sua morte; figli che lo ricordino, nipoti che crescano sotto i suoi lasciti"

quanto è vero! purtroppo mi sono svegliata tardi. Me ne sono resa conto in un momento della vita in cui non si può più rimediare. A volte penso che morirò e non avrò nessuno che mi porti al cimitero.
Si dice che solo alla morte (appunto) non ci sia rimedio.
Con il resto possiamo sempre provare a farci qualcosa.

alopecia
 

si dice anche che quando manca la salute manca tutto

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Prof. Sergio De Filippis

Prof. Sergio De Filippis
Nome:
Sergio De Filippis
Comune:
Roma
Provincia:
RM
Azienda:
Clinica Neuropsichiatrica Villa Von Siebenthal
Professione:
Psichiatra e Psicoterapeuta, Direttore Sanitario della Clinica Neuropsichiatrica Villa Von Siebenthal di Genzano di Roma, Docente di Psichiatria delle Dipendenze all'Università La Sapienza di Roma
Specializzazione:
Psichiatria
Contatti/Profili social:
email sito web
Domanda al medico
Prof. De Filippis, esiste una relazione tra abuso di "cibo spazzatura" e stati depres­sivi?
Numerosi studi indicano che mangiare cibi malsani e di bassa qualità sia in risposta allo stress che ad emozioni negative è associato a depressione. A lungo termine, l'assunzione di alimenti non sani contribuisce in modo sostanziale all'aumento di peso a livello individuale, aumentando così il peso dell'obesità nella popolazione con tutto ciò che ne consegue. Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 06:51 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X