Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Ortopedia e traumatologia > Conflitto femoro acetabolare e artroscopia anca
Segna Forum Come Letti

   

Conflitto femoro acetabolare e artroscopia anca

lur70
 

Conflitto Femore Acetabolare - Artroscopia d'anca

Cosè il Conflitto Femoro Acetabolare?
Il conflitto femoro acetabolare rappresenta una forma artrosica iniziale dell'anca.

SINTOMI
I dolori, i fastidi e le conseguenze della patologia sono svariate, cito le più diffuse:
Trocanterite: è un'infiammazione dei tendini che si inseriscono sul grande trocantere e della borsa sierosa che li ricopre e semplicemete lungo al fianco del bacino verso quadricipite.
Mal di schiena a livello lombare, cioè posteriore sopra gluteo.
Inguine parte interno coscia alto.
Scossa lungo il fianco della gamba dal ginocchio sino alla caviglia:
Nel modo specifico quando si piega la gamba verso il busto, tipo nel gesto quotidiano di mettersi le calze, in bicicletta o camminata veloce o in salita.

POSSO FARE QUALCOSA PER RIDURRE IL DOLORE ??
In presenza di questi primi sintomi è consigliabile ridurre o sospendere se il male è notevole, l'attività fisica e limitare gli sforzi quotidiani.
Rimedio fai da te, sono i Cerotti per il trattamento sintomatico locale degli stati dolorosi a carico dell’apparato muscolo-scheletrico a base di Flurbiprofene, lo applicheremo quindi nelle zone con + dolore Trocantere Lombare o Inguine.
Le cure fisioterapiche con macchinari tipo Tecarterapia e Onde d'urto, sono dà considerare esclusivamente momentanee e niente più, quindi risparmiate tempo ma soppratutto denaro!!

ESAMI STRUMENTALI
Per anticipare i tempi e se il medico di base è disponibile, la prescrizione di una semplice Radiografia RX ANCA (in carico e sul fianco con apertura gamba) abbinata ad una RNM(Risonanza Magnetica) BACINO PER ANCHE!!
Mentre Artro-RM è a discrezione dello specialista che ve la prescrive!!
N.B; Un bravo specialista capisce già dà una semplice RX e dà alcuni test clinici se soffrite di Impigment Femoro Acetabolare!!

SCELTA DELLO SPECIALISTA
A questo punto è d'obbligo interpellare uno specialista in artroscopia dell'anca, diffidate da ortopedici generici, ma assicuratevi che il curriculum dello specialità sia di buon livello!!
Qui sotto allego alcuni indirizzi di Ortopedici Specialisti in Artroscopia Anca:

Lombardia
Prof. Andrea Fontana
Dr. Gennaro Fiorentino
Dr. Filippo Randelli
Dr. Damiano Ricci
Dr. Federico Della Rocca
Istituto Ortopedico Galeazzi

Veneto
Dr. Michele Conati

Emilia Romagna - Marche
Prof. Raul Zini

Lazio
Dr. Nicola Sartori
Dr. Domenico Potestio
Dr. Antonio Bertino

Sardegna
Prof. Antonio Capone

N.B: Altri specialisti mancanti, chiedo cortesemente di allegarli in un post personale, mettendo:
regione dove esercita, nome e cognome e link di riferimento, così provvederò ad aggiornalo per averli comodamente a portata di click!!


PER CAPIRE NEL DETTAGLIO COSE' IL "CONFLITTO FEMORO ACETABOLARE" allego link interessanti e dettagliati!!

DEFINIZIONE

SINTOMATOLOGIA

COME FARE LA DIAGNOSI

COSA AVVIENE IN UN'ARTICOLAZIONE AFFETTA DA CONFLITTO

TRATTAMENTO

TECNICA "AMIC" ZONA ACETABOLARE

PROTOCOLLO POST OPERATORIO

RIABILITAZIONE
Premessa: Ricordando a tutti che l'articolazione dell'anca è semplice da recuperare perchè legata ai movimenti principali di adduzione e abduzione, in sostanza più la muscolatura sarà tonica, più il recupero sarà meno complicato!!
Il protocollo riabilitativo è sempre a discrezione dell'inteventista, che alla dimissione vi elencherà le cose da fare e quelle vietate!!
L'ausilio di stampelle per muoversi, in genere varia dalle 3 alle 5 settimane, con carico a sfioro o parziale, mentre la fisioterapia di repristino del tono muscolare e articolare inizia sin dal 2° giorno dall'intervento, (allego in fondo doc esercizi di potenziamento) abbinato con sedute di cyclette a totale scarico (rapporto agillissimo per chi utilizzi i rulli con bici da corsa)
Dopo circa 20 gg quindi completa guarigione dei punti di sutura, possiamo cominciare le sedute in piscina.

Cicatrici: sono i due o tre buchetti che permettono di entrare con atroscopico nell'articolazione a fianco del bacino.
MOLTO IMPORTANTE (che molti sorvolano) una volta rimossi i punti e ben asciutte le ferite, vanno pizzicate pressate e scollate dalla pelle, con una crema apposita gelatinosa per evitare aderenze al muscolo sottostante e quindi avere limitazioni nei movimenti, perchè appunto condizionati da questi strappetti!!

NUOTO: Fondamentale a mio modesto parere per la stabilità dell'arto operato, nuotando sia a stile libero o dorso, concedetevi anche sciovolamenti con tavoletta muovendo le gambe a stile libero!! VIETATA RANA E DELFINO
In Piscina almeno 2-3 volte a settimana

Osteopata: a discrezione personale!!
Personalmente nel mio recupero post intervento, la ritengo una figura importante se non di più, per un repristino ottimale dell'assetto funzionale posturale, purchè sia sempre di buona professionalità!!

Ileo psoas: Muscolo terribile che richiede molta attenzione!!
A causa dell'inattivita dell'anca e dell'intervento che porta in distrazione l'articolazione, questo muscolo si contrae molto e quindi avvertirete dolore basso ventre e in parte all'anca, risolvibile con molto streching dedicato!!
STRECHING ILEO PSOAS - video
I dolori scompariranno definitivamente circa al 5° o 6° mese dall'intervento, diciamo a totale recupero!!

TRASCORSI 90 GIORNI
A questa data scatta solitamente la visita di controllo dal vs. interventista, il quale valuterà il vostro stato articolare e muscolare e quindi vi dirà se potete cominciare a fare sul serio, in modo leggero e graduale... tra sportivi ci siam già capiti

RISULTATI
La qualità del risultato dipende molto dalle eventuali lesioni cartilaginee associate al conflitto, più grave sarà il danno condrale minori potranno essere le aspettative.
Personalmente e non, l'intervento è d'obbligo se si vuole per lo meno tentare di preservare quel che di buono è rimasto della nostra articolazione d'anca, in primis scoparirà il dolore o si limiterà notevolmente e poi riprenderanno i gesti quotidiani e sportivi, che erano divenuti oramai ostacoli insormontabili!!

RECUPERO TOTALE
E' sempre difficile se non impossibile stabilire i tempi di recupero, per rientrare pienamente alle attività sportive sia amatoriali che agonistiche, questo dovuto inanziutto dal tipo del danno subito e poi dalle complicazioni che possono insorgere durante la fase riabilitativa!!
Posso solo dire che i tempi del recupero totale, a pieno regime, possono variare dai 6 ai 10 mesi senza forzare rispettando le tempistiche adeguate di una persona amatoriale, cioè che dopo il lavoro quotidiano si cura l'anca!

INTEGRATORI CARTILAGINE
Per coloro che hanno avuto danni cartilaginei e possibilmente vogliono conservare quel che di buono è rimasto, è consigliato utilizzare integratori alimentari disponibili sia in farmacia che erboristeria, sia in gocce che pastiglie.
Controllate sulla confezione, che oltre alla presenza di condroitina e glucosamina ci sia una buona percentuale di acido Ialuronico.

NOTA INFORMATIVA PER GLI UTENTI GIA' SOTTOPOSTI AD INTERVENTO "FAI & C" CHE PARTECIPANO ALLE DISCUSSIONI DEL THREAD!!
Tempo fà giustamente, c'erano state delle richieste da parte vostra di rendere visibile una sorta di "Scheda Clinica Informativa" di noi utenti operati FAI e PATOLOGIE ASSOCIATE DI RESTAURO D'ANCA con tutte le info del caso; Patologia specifica, tipo d'intervento, medico che ci ha operato, luogo, condizione attuale ecc!!
Considerando che ora purtroppo siamo in tanti ad avere problemi alle anche, ho pensato che sarebbe più efficace per noi ricordare chi siamo, quotando all'inizio di ogni post in cui partecipiamo, una sorta di "SCHEDA CLINICA PERSONALE" e sarà pressapoco cosi SINTETICI sù 3 RIGHE MAX!!

Citazione:
SCP: Nato il: ..... Operato il: ......... Presso: ........ Da Ortopedico: ..........
Tipo d'intervento: .........
Condizione attuale:................
N.B: Raccomando sempre di aggiungere la vostra Scheda Clinica Personale ad ogni post, UTILIZZANDO SEMPRE IL TASTO [QUOTE] per capirci la "nuvoletta" del messaggio che trovate in alto a metà sopra dove scriviamo e non sforiamo troppo con la privacy

File Allegati
Tipo File: zip Rieducazione Anca X Protesi e Artroscopia.zip (68,1 KB, 390 visite)
MIGLIOR COMMENTO
Dr. Alessandro Calistri
cari MC77 e tony,
Il problema della vostra artrosi e quindi il suo conseguente trattamento deve essere attentamente valutato.
Infatti rimuovere le cause dell'impingement(bump) artroscopicamente non risolverà il problema artrosico; se la cartilagine della testa e dell'acetabolo sono consumate o finite la soluzione può essere solo di tipo protesico(rivestimento).
La terapia infiltrativa è corretta cercando di ottenere effetti di tipo palliativo sulla patologia.
Saluti
__________________
Dr. Alessandro Calistri
ANCA Clinic, Roma
www.ancaclinic.it
Leggi altri commenti
MC77
 

Ciao volevo sapere se qualcuno come me soffre o ha sofferto di conflitto acetabolo femorale tipo cam.Inoltre se qualcuno ha provato l'intervento in artroscopia all'anca per risolvere il problema.Io ho già fatto un'infiltrazione di acido ialuronico ma non è servita a nulla, i medici non sanno dirmi se la cartilagine e già danneggiata, nonostante ho fatto una artro risonanza con contrasto e ora vorrebbero tentare in artroscopia ma non mi garantiscono nulla.Sono disperato!
grazie a tutti

tonyz33
 

ciao MC77 anch io ho il tuo stesso problema conflitto acetabolo femorale di tipo Cam e Bumb e fin ora mi sono rivolto dal Prof.R.G. che opera all'istituto Galeazzi San Donato,lui mi prescrisse RX in due proiezioni più RMN introarticolare ove si evince impeachment acetabolo femorale piu piccole lesione al labbro, e mi ha consigliato previo consulto della documentazione con il figlio dott R.F. di avere degli ottimi risultati , sottoponendomi ad un intervento in atroscopia per posticipare il più possibile la protesi...
Mi sembra stranissimo che dagli esami che hai fatto non si riesca a capire o vedere se la cartilagine è compromessa....dove hai fatto l'esame? da quale prof. sei in cura?
Fammi sapere..... ok
Ps. io per ora sono in attesa dell 'intervento che effettuerò probabilmente in inverno, cmq previo un altro consulto esempio al Rizzoli di Bo dal Prof. Antonio Moroni,sai la chiappa è nostra meglio sentir un altro Guru.

MC77
 

Grazie per le vs risposte allora l'artro risonanza l'ho fatta al galeazzi a milano e ho consultato vari medici e ora mi sta seguendo Ran. F. e dalla visita fatta proprio stasera mi ha detto che l'unica è provare l'artroscopia e ora non so che fare ho molti dubbi. Fra tutti i medici che mi hanno visitato tutti mi hanno detto che la mia anca non è ancora da protesi, io in realtà riesco a fare tutti i movimenti e non mi fa male muovendola, ho solo(si fa per dire) dolore a stare seduto e camminare poi per il resto faccio le scale accavallo le gambe ecc.Per questo spero che la mia cartilagine non sia proprio compromessa e quindi risolvere in artroscopia.Comunque confermo che tutti i medici che hanno visto l'artrorisonanza mi confermano che è difficile capire lo stato della mia cartilagine.Ora mi hanno dato un altro nominativo di un altro medico A. Fontana che dovrò vedere sett prox se anche lui mi conferma l'artroscopia credo di provare, anche perchè se mi hanno già detto che non sono ancora da protesi è l'unica strada credo da tentare oppure, tenermi il dolore.Tonyz fammi sapere per favore se sentirai il prof di bologna cosa ti dirà grazie

celticbasket
 

salve, ho 33 anni e dovrei avere lo stesso problema.
a breve farò un artro-risonanza e poi procedere coll' intervento.
vorrei sapere cortesemente quanto dura il decorso post operatorio ma soprattutto i tempi di recupero per riprendere l'attività agonistica ( basket).
grazie

lua77
 

ciao leggevo i vostri messaggi e anche io da poco ho scoperto di di avere una fai pincer, il medico che mi ha visitato dice che morfologicamente il mio acetabolo è più coprente e che a seguito del trauma avuto cadendo dai sci è diventato dolente, ora lui dice che sarebbe il caso di provare in modo conservativo la risoluzione del problema ritrovando l'equibrio di prima o altrimenti bisogna fare un artroscopia.
Ora quello che io vi chiedo, soprattutto se c'è qualche medico che possa rispondermi, è possibile che tutto rientri nella norma come prima della caduta o meglio che i dolori spariscano.
E' consigliabile o necessario l'intervento? cosa potrebbe accadere se non mi opero?

Matricola322
 

Se non limitata, la patologia porta inevitabilmente alla protesi.
di solito c'è un qualcosa che scatena una predisposizione già innata, altrimenti non si spiega il perchè, spesso, anzi quasi sempre, il problema diventi bilaterale (si è manifesta prima ad un'arto, poi o in contemporanea, anche all'altro).

daniel.

lua77
 

Allora il dolore è solo sull'arto coinvolto nel trauma, ma l'ortopedico vedendo l'rx dice che morfologicamente i miei acetaboli da entrambe le parti sono più coprenti, e che avendo subito all'arto destro questo trauma si è scatenata la patologia.
lui vuole che io tenti il riequilibrio della situazione in modo conservativo o meglio dice che magari con la fisioterapia e posturale ritrovi l'equilibrio antecedente al trauma dove non avvertito dolore, sarà possibile.
Nel frattempo è da fine marzo che convivo con il dolore quotidiano in modo continuo, quanto tempo posso provare ad attendere per vedere se il modo conservativo risolve il problem,a prima che si causino danni maggiori?

Paura folle etanta tristezza

Matricola322
 

Il medico potrebbe dire una cosa corretta e sensata, anche se, a leggere di dolori continui da fine marzo, valuterei anche un consulto da un'artroscopista, in primis, e protesista poi.


Le infiltrazioni ecoguidate con acido ialuronico, le hai provate
Tanto da cercare di dare un po' di sollievo senza usare FANS ...

Comunque avevo saputo di traumi che possono innescare il dolore , o perlomeno indurlo in seguito, che si possa retrocedere, se c'è una situazione di conflitto, non saprei.

dan.

lua77
 

grazie per la risposta no le infiltrazioni non me le ha date non so perchè. Finora ho solo fatto tecar e ipertermia e dai prossimi giorni inizierò fisioterapia posturale.
Veramente ti è capitato di sentire di casi che dolenti post trauma per impingement poi si sono ristabiliti? io oramai non ci credo più, dopo quanto è passato lo stato dolente circa?.
Volevo chiederti un altra cosa nei messaggi letti che hai scambiato con altri parlate di terapia non ricordo bene tsp cosa è?.
da un paio di giorni avverto dolore anche a l'altro inguine potrebbe essere una postura sbagliata che quindi scatena anche la sintomatologia dell'altra anca.
tu soffrivi di impingement causa sport o natura?
saluti a presto e grazie

simdan68
 

...eccoci qui

...anche io ho da poco scoperto avere un conflitto femoro-acetabolare tipo cam...
per ora ho fatto solo una visita specialistica (dott. A.F.) che ha confermato la patologia...inoltre sembra essere bilaterale...

domani vado da un altro ortopedico qui a vr, ma ho poche speranze di notizie positive; l'unica mia speranza è che le cartillagini non si siano molto danneggiate....e dalla rmn non si capisce...

...in attesa di altri consulti, credo andrò sia da Z. a Ravenna che da F.R. a Milano (anche se ho sentito commenti discordanti), mi sono messo in lista per l'anca dx il primo ottobre con il dott. A.F.

....per completezza, vi dico che ho 42anni, da sempre pratico sport (20anni di calcio), poi fitness ed ora faccio (favevo) gare in in mountain-bike e percorro mediamente 6/7000km all'anno e poi lo sci d'inverno ecc ecc;
non vi nascondo che questa "tegola" delle anche mi sta provando psicologicamente...
...non so voi, ma io in concomitanza dei fastidi/dolori all'anca dx, 4 mesi fa, ho iniziato ad avere un periodo di spossatezza, fastidi alla testa (specie il lato dx), acufene costante, gusto alterato, digestione lunga....che ancora oggi nessuno ha saputo spiegarmi (ho fatto una montagna di esami!)....mi chiedo se la cosa sia correlata...

ciao...teniamoci informati....

lua77
 

Ciao simdan,
mi sembbra di capire che tu sia di Verona e già sei in lista per l'artroscopia quali sono i tuoi dolori al momento, cosa ti hanno detto come mai hai la fai cam è una questione di predisposizione morfologica o cosa, che tipo di controlli hai fatto oltre la visita e che danni hai riscontrato dai controlli?
io ho paura di fare l'artroscopia, paura che non si risolva il problema e che magari cominciando a toccare l'anca possa poi avere problemi, paura per lla riabilitazione ecc.
Psicologicamente stò a pezzi da 5 mesi cioè da quando convivo con il dolore.
Non so che pesci prendere.
Lavori cosa fai nella vita?
come ti sei accorto di avere questo conflitto con la comparsa di dolori.
il medico dal quale hai deciso di operarti lo conoscevi o ti è stato consigliato?
Quindi ti opererai di sicuro? ma a tutte e due con che distanza l'una dall'altra?
saluti a presto

simdan68
 

Citazione:
Originariamente Inviato da lua77 Visualizza Messaggio
Ciao simdan,
mi sembbra di capire che tu sia di Verona e già sei in lista per l'artroscopia quali sono i tuoi dolori al momento, cosa ti hanno detto come mai hai la fai cam è una questione di predisposizione morfologica o cosa, che tipo di controlli hai fatto oltre la visita e che danni hai riscontrato dai controlli?
io ho paura di fare l'artroscopia, paura che non si risolva il problema e che magari cominciando a toccare l'anca possa poi avere problemi, paura per lla riabilitazione ecc.
Psicologicamente stò a pezzi da 5 mesi cioè da quando convivo con il dolore.
Non so che pesci prendere.
Lavori cosa fai nella vita?
come ti sei accorto di avere questo conflitto con la comparsa di dolori.
il medico dal quale hai deciso di operarti lo conoscevi o ti è stato consigliato?
Quindi ti opererai di sicuro? ma a tutte e due con che distanza l'una dall'altra?
saluti a presto
ciao, si sono di vr...
sono in lista per l'artroscopia a MI con il dott. A.F. , ma proprio ieri sono stato da un altro ortopedico (qui a vr) che mi ha sconsigliato l'intervento....
dice che la mobilità delle mie anche è completa e senza dolore (ho un po' di fastidi, raramente dolore) per cui intervenire non risolve il problema anzi lo potrebbe aggravare...
il conflitto, se c'è, l'ho scoperto con una risonanza che ho fatto perchè sentivo dei fastidi/dolori all'inguine e nel gluteo....
adesso devo rifare gli esami perchè quelli che ho non mostrano lo stato delle cartillagini...dove si vedrà il dafarsi...
a me non fa paura l'intervento...se fossi sicuro fosse risolutivo non avrei dubbi...il punto è che nessuno lo sa....
psicologicamente sto a pezzi anche io! fino a qualche mese fa facevo 200km a settimana in bici (la mia passione), facevo le gare in mountain bike....ora ho perso proprio la forza e l'entusiasmo...inoltre soffro di un dolore che mi prende la testa sulla parte destra....mi è venuto un acufene (fischio in testa costante!) che non mi fa dormire...sono stanco...sono preoccupato...

MC77
 

Cia Simdan68 e lua77, vedo che purtroppo la lista di chi soffre di conflitto acetabolo femorale si sta allungando.Io soffro ormai da tre anni con dolori anca destra e ultimamente anca sinistra anche se non sempre.Da quando sono iniziati i primi sintomi ad ora devo dire che sono peggiorato al livello di dolore.In realtà non ho particolari dolori nei movimenti e anche la mia mobilità è abbastanza buona ma ho dolore continuo tutto il giono specie da seduto e se cammino molto(inguine, gluteo e ogni tanto ginocchia).Dalla mia rmn non si capisce il danno della mia cartilagine a che punto è, di sicuro ho il labbro acetabolare lesionato ma quello lo rimettono apposto.Mi è stato proposto un intervento in artroscopia con A.F. tramite condroplastica amic, ma ho un po' di dubbi e perplessità su questa tecnica, confermati da un altro Prof. di milano che mi ha detto che non ci sono dati certi e che cmq potrei aggravare la mia situazione.Quest'ultimo mi ha consigliato anche lui l'artoscopia ma solo per rimuovere il conflitto e rimettere apposto il labbro e la cartilagine resta così com'è. Purtroppo mi ha detto che in ogni caso prima o poi dovrò mettere la protesi e che un intervento in artroscopia non è detto che mi limiti il dolore, l'unica cosa può rimandare il più possibile la protesi.Ormai ho capito che in realtà serve a ben poco l'artroscopia almeno che non esiste ancora il danno cartilagineo.In ogni caso credo che lo proverò ugualmente anche se ho paura di peggiorare la mia situazione, però in realtà io non ho più una vita serena da quando i sintomi sono peggiorati sempre più e purtroppo finchè ci sarà il conflitto inevitalbimente prima o poi crea danni alla cartilagine maggiori. Per simdan68, per i tuoi dolori alla testa non credo centri nulla con il conflitto, magari soffri di emicrania, però non ti abbattere anchio come te facevo sport e ora non faccio più nulla e inizialmente l'ho presa male, ma bisogna reagire provare il tutto per tutto per cercare di stare meglio anche se le cure per questa patologia nascondono ancora molte ombre(almeno per quanto riguarda l'artroscopia).

Sarebbe utile che chi ha subito l'artroscopia per questo problema esponesse il suo parere per poter dare un'idea più chiara a tutti noi..
Teniamoci informati a presto

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 10:15 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X