Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Ortopedia e traumatologia > CERVICALE......AIUTO!!!!!
Segna Forum Come Letti

   

CERVICALE......AIUTO!!!!!

darcy
 

Buongiorno.....scrivo con la speranza che un medico competente possa darmi un consiglio.....
Nel mese di luglio mi trovavo in vacanza in sardegna. Ero in spiaggia sdraiata al sole e all'improvviso, senza che facessi nessun tipo di movimento, ho sentito un forte dolore al centro della schiena, più verso l'alto....non riuscivo neanche a respirare. E' durato circa 15 minuti e poi è passato. Poi sono andata via dalla spiaggia e in macchina ho cominciato ad avere nausea, vertiggini, capogiri, fino ad arrivare ad un annerimento della vista, pallore, labbra viola, salivazione zero.....mio marito mi ha portato alla guardia medica dove mi hanno detto che avevo la pressione molto bassa. Siccome non mi saliva hanno chiamato un ambulanza e mi hanno portata in ospedale. Visita cardiologica tutto a posto e diagnosi di contrattura muscolare. Sono rimasta per molti giorni debolissima.
Successivamente ho fatto una lastra al collo perchè continuavo ad avere sensazione di sbandamenti e svenimenti ed è risultato una SCOMPARSA DELLA NORMALE LORDOSI FISIOLOGICA CERVICALE. Mi hanno detto che sembrava avessi avuto un incidente ma che invece tutto era dovuto ad una tensione da stress. E' vero, sono un tipo molto ansioso, porto anche un bite di notte perchè il dentista mi ha detto che tendo a stringere la mandibola.
Ho fatto un po di terapie di massaggi ma nessuna terapia farmacologica.
Ora......lunedi scorso ho avuto il solito capogiro....ero tranquilla perchè sapevo che cos'era.....poi però è iniziata la nausea, formicolii alle mani sempre più forti, sensazione di svenimento, salivazione zero.....paura improvvisa.....formicolii sempre più forti fino i gomiti e ai piedi....tachicardia....testa pesantissima.....e paralisi improvvisa degli arti superiori e inferiori.....ERO SICURA CHE STAVO PER MORIRE......hanno chiamato il 118......Tutto è durato un 10 minuti.....poi ho cominciato a muovere le gambe e tutto il resto. Mi hanno dato un tranquillante e in ospedale il neurologo dopo una semplice visita (senza rx o altro) mi ha detto che ho avuto un forte attacco di panico conseguente a sintomi di cervicalgia e mi ha consigliato una risonanza magnetica alla cervicale.
Vi chiedo.....ma è possibile?????
Sono passati 10 giorni e non riesco più a vivere. Ho sempre un senso di terrore addosso, ho avuto altri piccoli episodi di panico che mi portano tachicardia, respiro affannato, e paura di svenire.
Sto prendendo 2 xanax al giorno e ho iniziato ad andare da uno psicoterapeuta perchè sono convinta di avere chissà che malattia grave.
Può la cervicale portare a tutto questo?
Chiedo con speranza il vostro aiuto........

MIGLIOR COMMENTO
rubs84
IO NON SONO UN MEDICO MA HO AVUTOIL TUO STESSO IDENTICO PROBLEMA........AHIME' A ME HA CAUSATO LE STESSE COSE....E A 23 ANNI MI TROVO AD ESSERE IPERIPOCONDRIACA SU TUTTO QUANDO L'UNICO IO VERO PROBLEMA E' LA RETTILIZZAZIONE DELLA COLONNA CERVICALE....FATTI PRESCRIVERE UNA BELLA VISITA DAL FISIATRA FAI LE CURE CHE TI DA.....E ANDRA' MEGLIO.......PIU' DI TUTTO PERO' DOVRESTI LAVORARE SULLA TUA ANSIA...E GIA CHE HAI CONTATTATO UNO PSICOTERAPEUTA E' UN'OTTIMA COSA....COSA CHE NN HO FATTO IO E ME NE PENTO
__________________
Leggi altri commenti
mars_3
 

Concordo con Rubs84: l'ansia può causare contratture muscolari che, a loro volta, comprimono le strutture nervose e vascolari del collo causando vertigini, tachicardia, nausea, acufeni e persino disturbi visivi...
Primo passo: ortopedico, secondo: fisiatra.
Dai retta Darcy, e continua con Xanax (se ti riduce l'ansia).
Ciao, Paola

darcy
 

ahhhhh......finalmente qulacuno mi ha risposto!!!!!!
pensavo di essere invisibile.........
Vi ringrazio tanto......sto andando avanti con le sedute di psicoterapia anche se a volte penso non sia la terapia adatta a me.
Questa dottoressa mi fa seguire con gli occhi le dita della sua mano e poi mi tocca le ginocchia con un intervallo ritmico.....che strana cosa!!!!! Poi smette all'aimprovviso e mi dice....COSA NOTA?
Ma io non noto mai un bel niente..........che devo fare secondo voi?
insistere......non acapisco dove vuole arrivare....
Comunque oggi pomeriggio devo pure fare una risonanza magnetica alla cervicale..........perchè sono così nervosa non lo so.........vorrei smettere di avere quest'ansia.......
Come sarebbe la mia vita se non fossi così ansiosa?????? Direi meravigliosa.......invidio quelle persone che affrontano tutto con tranquillità e serenità...........saluti a tutti.....

rubs84
 

non ti devi affliggere purtroppo capita in certi periodi della vita........ora cerca di curare i problemi della cervicale......e se e' del caso io ti consiglierei un bravo neurologo.....o meglio neuropsichiatra........non perche' sei pazza ma semplicemente perche' magari hai una distonia di tipo neurovegetativo....ovvero lo stress ha fatto in modo che ne risentisse il tuo sistema nervoso...........ma non e' nulla d grave semplicemente fossi in te andrei proprio da un specialista.....io ho fatto cosi'in bocca al lupo

mars_3
 

Ciao Darcy, come stai? Hai fatto la risonanza magnetica al rachide cervicale?
Non sono un medico ma penso che gli esercizi che ti fa fare la dott.ssa siano esercizi propriocettivi.
I propriocettori responsabili dell'equilibrio si trovano, oltre che nel labirinto, anche nei muscoli oculomotori.
Le informazioni provenienti dal distretto oculomotorio si integrano con quelle vestibolari e con quelle provenienti dal rachide cervicale.
Quando questa sinergia funziona, va tutto bene. Quando una delle componenti non è in sincronia con le altre, abbiamo le vertigini...
Gli esercizi che faccio consistono proprio in questo: posiziono un oggetto, ruoto la testa a dx e a sx e gli occhi devono rimanere fissi sull'oggetto anche se la testa ruota.
Ciao, Paola[^]

darcy
 

Ciao Paola.....menomale che non sei un medico !!!!!!!! Parli proprio come un dottore però !!!!!!!
Ho fatto la risonanza venerdì scorso.
Ho fatto quella aperta, nel tunnel non sarei mai riuscita ad entrare.
Ma come al solito non sono mai fortunata......infatti venerdì non cìera il radiologo per malattia e quindi mi hanno rinviato l'esito........oggi ancora non so niente e non puoi immaginare quanto sono nervosa........
Quando sono tornata a casa ero così ansiosa che mi stava per venire un altro attacco di panico per fortuna limitato grazie all'aiuto di mio marito.
Ora mentre ti scrivo ho le mani ghiacciate e sono tutta tesa.....so che questo non fa altro che peggiorare tutta la situazione ma è più forte di me.
Odio l'ansia.......se potessi parlare con il genio della lampada gli chiederei come dote la tranquillità.....penso che una persona serena ed equilibrata sia davvero molto fortunata....ciao....

soleil68
 

come ti capisco io vivo con il panico da 7 anni ed e' un vivere molto debilitante,non bisogna mollare e continuare a credere che si puo' guarire,anche se e' durissino vivere con il panico,ci toglie la nostra indipendenza;Ti sono vicina

mars_3
 

ciao Darcy, sono sempre più convinta che il paziente “vertiginoso”, dopo innumerevoli pellegrinaggi medici, diventi, giocoforza, anche paziente “ansioso”.
Purtroppo agli occhi del medico di medicina generale non presenta alcuna patologia specifica, i suoi esami ematochimici sono nella norma, le sue rx mostrano raddrizzamento lordosi cervicale e qualche segno di artrosi... niente di più!
I suoi disturbi sono vaghi ed inspiegabili: cefalea occipitale, disturbi visivi, vertigini e disturbi dell’equilibrio, cui si aggiungono sintomi neurovegetativi importanti: nausea, tachicardia, extrasistole, senso di svenimento...fino ad arrivare al panico e all'agorafobia!!
Ora tutti questi sintomi finiscono con l'aggravare il sintomo “vertigine” o “dizziness”, aggiungendo ansia e panico crescente. Quello che voglio dire è che se il paziente non riceve dal medico risposte certe ed esaurienti, precipita letteralmente nel panico.
La terapia ansiolitica e antidepressiva porta a dei risultati parziali: toglie l’ansia e il panico (è già un bel passo avanti!!!) ma non risolve completamente la sintomatologia vertiginoso-posturale, perché, molto più frequentemente di quanto possa capitare, non dipende solo ed esclusivamente dallo stress.
Lo stress e l’ansia possono causare vertigini. Questo tipo di vertigine dura poco, non è causato da una alterazione del labirinto o da disturbi cervicali, dipende esclusivamente dalla iperventilazione polmonare, preludio dell’attacco di panico.
Cmq coraggio, riconquisterai la tranquillità molto presto! Ciao Paola

darcy
 

Ciao Paola.....
Spero davvero di uscirne il più presto possibile.
Io mi sto impegnando ma non è facile. Mi sento sempre molto stanca, e anche se la voglia di rimettermi in forze è tanta, se mancano le energie.......non so come fare.
Sto facendo psicoterapia una volta la settimana e quando sono li mi sento bene e mi sembra di poter affrontare tutto (che poi mi dico....ma tutto cosa???????.....). Quando però torno a casa le cose cambiano e ricomincio a vedere nero.....
Grazie comunque per le tue parole....ciao

mary67
 

ciao a tutti! sono nuova di questo forum, ma leggendo i vostri messaggi mi sono ritrovata nella vostra situazione. vorrei sapere se qualcuno di voi è riuscito a guarire dai dolori al collo e alla spalla e soprattutto dai capogiri e sbandamenti che da due anni mi stanno rendendo la vita un inferno. Vi prego, qualcuno mi risponda, mi sento disperata!

eldany1972
 

Buon giorno
Sono oramai 12 anni che combatto invano contro le vertigini
Anche adesso che sto scrivendo ho avuto un attacco violentissimo
Per 5 secondi all’improvviso vertigini da paura che se non mi reggevo alla sedia non sapevo come venirne fuori
Sono disperato è stanco di non venirne a capo ....Mi sento un invalido
AIUTO!!!!

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 10:44 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X