Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Diabete e patologie correlate > Dieta e diabete
Segna Forum Come Letti

   

Dieta e diabete

Dott. Alessandro Taroni
 

Citazione:
Citazione: Messaggi inseriti dal Dott. Baccetti e integrati insieme da Darimar

La miglior dieta è la Dieta Mediterranea, e cioè 55-60% delle calorie derivanti dai carboidrati complessi (pane, pasta, riso, patate, fette biscottate), 30% derivanti dai grassi e cioè dall'olio d'oliva extravergine e le restanti dalle proteine meglio se di origine vegetale come quelle contenute nei legumi.

La Dieta Mediterranea comprende quindi carboidrati complessi ad ogni pasto (pane o pasta o legumi o fette biscottate), molta verdura di qualunque tipo, solo olio extravergine d'oliva (senza eccedere), pesce, carne bianca e limitare al massimo la rossa, la caccagione e gli insaccati. Un bicchiere di vino rosso a pasto se gradito e molto esercizio fisico fatto regolamente ogni giorno (camminare almeno 1 h al giorno).

Nel regime alimentare del paziente diabetico oltre a valutare l'apporto calorico, che deve essere ridotto se vi è sovrappeso, si deve fare attenzione all'Indice Glicemico, cioè la capacità dei cibi di aumentare la glicemia. Perciò vanno eliminati tutti quei cibi che aumentano rapidamente la glicemia una volta ingeriti, come gli zuccheri semplici (zucchero da cucina, caramelle, dolci, biscotti, marmellata, ciocclatini, ecc...), bibite zuccherate o succhi di frutta con zucchero aggiunto; per il resto va bene pane, pasta, riso, patate, legumi, fette biscottate, meglio se integrali perchè così si aumenta l'apporto di fibre. Riguardo alla frutta, nelle giuste quantità previste dalla dieta, va bene qualunque tipo ad esclusione assoluta delle banane, dell'uva, dei cachi e dei fichi.

Si noti come la dieta del paziente diabetico prevede si la totale abolizone degli zuccheri semplici almeno nei primi tempi ma NON la totale abolizione o riduzione della pane, pasta, riso, patate, legumi o altri carboidrati complessi. Vorrei che fosse chiaro che anche in presenza di diete ipocaloriche, cioè seguite per perdere peso, dai carboidrati complessi devono pervenire almeno il 60% del totale delle calorie. Anche perchè, se i carboidrati sono in percentuale minore, si aumenta necessariamente la quantità di grassi (che non va mai bene) oppure delle proteine (che alla lunga possono sovraffaticare il lavoro del rene e quindi dare scompensi anche gravi). Perciò la scelta migliore rimane la Dieta Mediterranea, in cui il 60% proviene dai carboidrati complessi, 15-20% proteine preferendo quelle di origine vegetale, restanti grassi meglio quelli poliinsaturi come quelli contenuti nell'olio d'oliva extravergine.

Leggi altri commenti
Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 22:03 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X