Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Diabete e patologie correlate > Risultati curva glicemica ed insulinemica
Segna Forum Come Letti

   

Risultati curva glicemica ed insulinemica

kvaria
 

Salve!
Arrivo a Voi dal forum "tiroide",avendo appunto una tiroidite autoimmune ormai da 3 anni, che curo con eutirox da 125.
All'ammalarsi della tiroide, ho cominciato ad avere seri problemi con il peso:in 2 anni ho preso 25 kg...
Ora che la tiroide si è abbastanza stabilizzata, l'endocrinologo visto che non riesce a farmi dimagrire,pur mangiando pochissimo, mi ha fatto fare la curva glicemica ed insulinemica con questi risultati:
GLICEMICA
0°-92
30°-155
60°-187
90°-150
120°-124
INSULINEMICA
0°-9.80
30°-28.40
90°-60.5
120°-44.60

Ha riscontrato un insulino resistenza, pre diabete lo ha chiamato lui, e mi ha dato il GLUCOPHAGE da 500 una pasticca al giorno, alla sera, visto che è l'unico pasto che faccio.
Dottore, secondo lei è giusta la cura?
Ho letto parecchi post, con valori simili ai miei, dove lei ha detto che sono normali...
Il mio dottore crede che il mio "ingrassamento" e soprattutto il non riuscire a dimagrire pur facendo attività fisica giornalmente, dipende da questi risultati.
Aggiungo che ho familiarità con il diabete, sia da parte di padre, che di madre.
Attendo Sua cortese risposta, e la saluto cordialmente!

MIGLIOR COMMENTO
Dr. Fabio Baccetti
cara Kvaria scusi per il ritardo nella risposta; la presenza di Insulino-resistenza non vuol dire per forza diabete mellito. In ogni caso si deve cercare di mantenere il normopeso, fare attività fisica ogni giorno e casomai assumere Metformina al dosaggio comunque di 2 gr al giorno.
Cordialmente
Dr. Fabio Baccetti
__________________
I visitatori di questo forum sono pregati di porre domande o richieste di chiarimento riguardanti l'argomento specialistico del forum e non argomenti di medicina generale a cui può benissimo dare risposta il medico curante.
Inoltre per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo forum dal dott. Baccetti devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento.
Leggi altri commenti
kvaria
 

...ma il dottore non partecipa più a questo forum?? [V]

kvaria
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da fabiobaccetti

cara Kvaria scusi per il ritardo nella risposta; la presenza di Insulino-resistenza non vuol dire per forza diabete mellito. In ogni caso si deve cercare di mantenere il normopeso, fare attività fisica ogni giorno e casomai assumere Metformina al dosaggio comunque di 2 gr al giorno.
Cordialmente
Dr. Fabio Baccetti
Salve Dottore.La ringrazio innanzitutto per la sua gentilissima risposta.
Nel frattempo, ho consultato una nutrizionista che mi ha dato una dieta molto bilanciata (in pratica mi ha obbligato a mangiare 3 volte al giorno)e mi ha aumentato la metformina a due compresse al giorno.
Purtroppo grossi risultati non ne vedo, almeno nel peso che rimane sempre uguale.
Faccio un ora di piscina tutti i giorni, credo che l'attività fisica sia sufficente...
Spero che questa cura mi porterà a qualche risultato..
Cosa "separa" l'insulino resistenza dal diabete??
La dottoressa mi ha parlato di diabete di tipo2.
La ringrazio ancora per il suo interesse, e colgo l'occasione per augurarle Buona Pasqua!

Dr. Fabio Baccetti
 

Cara Kvaria l'insulino-resistenza è una condizione presente in molti soggetti sia normali opuure che hanno Ipertensione Arteriosa, Ovaio Policistico, Diabete Mellito, ecc... la differenza fra chi ce la ha e ha metabolismo normale e chi ce la ha e sviluppa Diabete Mellito sta solo nel pancreas. cioè in questi soggetti alla lunga il pancresa o meglio le sue beta cellule non riescono più a secernere quella grandissima quantità di insulina che serve a mantenere il metabolismo normale a causa dell'Insulino-Resistenza e quindi si sviluppa il Diabete Mellito che è un processo che dura anni e che si manifesta clinicamente quando ormai solo il 30% delle cellule beta è sempre in condizione di secernere insulina. Perciò è molto importante la prevenzione specie in quelle condizioni intermedie fra Diabete e normalità.
Cordialmente
Dr. Fabio Baccetti

kvaria
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da fabiobaccetti

Cara Kvaria l'insulino-resistenza � una condizione presente in molti soggetti sia normali opuure che hanno Ipertensione Arteriosa, Ovaio Policistico, Diabete Mellito, ecc... la differenza fra chi ce la ha e ha metabolismo normale e chi ce la ha e sviluppa Diabete Mellito sta solo nel pancreas. cio� in questi soggetti alla lunga il pancresa o meglio le sue beta cellule non riescono pi� a secernere quella grandissima quantit� di insulina che serve a mantenere il metabolismo normale a causa dell'Insulino-Resistenza e quindi si sviluppa il Diabete Mellito che � un processo che dura anni e che si manifesta clinicamente quando ormai solo il 30% delle cellule beta � sempre in condizione di secernere insulina. Perci� � molto importante la prevenzione specie in quelle condizioni intermedie fra Diabete e normalit�.
Cordialmente
Dr. Fabio Baccetti
Salve Dottore.
Io non ho altre patologie oltre l'insulino resistena:la pressione, anzi, è fin troppo bassa, ma in effetti il metabolismo sono parecchi anni che è molto rallentato...da qui l'aumento pauroso del peso.
In effetti quello che vorrei fare adesso è prevenire un futuro peggiore..(ho il terrore degli aghi e pensare all'insulina, inorridisco!!!!)
Nel frattempo, il dottore mi ha chiesto di fargli avere i valori della glicemia presi con il reflettometro "domestico" di mia madre.
La mattina ho sempre intorno a 90 (ed anche questo lui dice non essere positivo, troppo basso...)però adesso a 2 ore dai pasti sto intorno ai 115-117.Mi sembra un passo avanti, che dice?
E curo molto l'alimentazione..insomma, all'alba dei 40 anni sto diventando una paziente "assennata"!
Grazie per l'aiuto che dÃ* a me ed a tutti gli utenti del forum..internet ha bisogno di persone come Lei, che anche con una sola parola sanno aiutare chi è sconfortato da una patologia così....infima...
buona giornata!!

nolita
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da kvaria
[br



La mattina ho sempre intorno a 90 (ed anche questo lui dice non essere positivo, troppo basso...)
[/quote]

scusami vbolevi dire troppo alto forse?anche io mi aggiro, da quando sono a dieta, sui 90 ma io credo sia altino come valore e non basso.
Sentiamo che dice il dottore, a quest punto approfitto della tua discussione er fare una domanda al dott:avere sempre la glicemia minima, nei momenti di digiuno, sia al mattino che lontano dai pasti che osilla fra 90 e 100, può essere dannoso per l'organismo?la glicemia ideale a digiuno e lontano dai pasti quale sarebbe?ho letto che secondo le nuove linee guida il valore max della glicemia verrà abbassato a 100.
Grazie

Dr. Fabio Baccetti
 

Risposta per tutte e due: la Glicemia massima è già stata o almneo la maggioranza dei diabetologi già la prendono per buona come 100 mg/dl. perciò a vere a digiuno glicemia a 90 mg/dl va bene. A digiuno comunque la Glicemia può anche essere più bassa tanto che il valore minimo oltre il quale in una donna si può fare diagnosi di ipoglicemia è 45 mg/dl.
Cordialmente
Dr. Fabio Baccetti

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 23:12 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X