Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Diabete e patologie correlate > la mia mamma ha il diabete
Segna Forum Come Letti

   

la mia mamma ha il diabete

miria81
 

diabete:questa parola mi dà un senso di malessere, anche se non sono io ad averlo, bensì mia madre.
non so perchè ho aspettato tanto a scrivere qui, è un bel pò ormai che scrivo in preconcepimento, in depressione e in psicologia.
mia madre ha il diabete.
l'ha scoperto da 5, 6 anni, non so bene di preciso.
a 53 anni lei ha un diabete di tipo infantile, dicono che è un caso raro.
la sua malattia mi dà un forte senso di pena, ma non è facile starle vicino, lei è una persona veramente difficile.
se le dici qualcosa di dolce subito attacca a dire:" ah, ti sei pentita? tutto il male che mi hai fatto, eccccccc".
se non te ne freghi nulla dice:"io sono malata, e voi fate i vostri comodi...".
poi, come se non bastasse, da un pò dice che la colpa è mia.
infatti, lei non è cattolica, ma molto credente in cristo, dice che il diabete le è venuto nel periodo in cui ha chiesto a dio:"se mia figlia tornerà sulla retta via, io farò un sacrificio, mio signore".
sacrificio davvero, perchè lei era golosissima di dolci.
premesso che io non stavo su chissà quale via...ero solo in un mom della mia vita travagliato, ma niente di chè....
come faccio a starle vicina?so che se fosse capiata a me questa malattia sarei piombata nel più nero sconforto, ma vorrei tanto dare a mia madre quel sostegno che le manca, senza dover incappare in un senso di colpa, visto che già ne ho qualcuno.
a volte piange, perchè dice che le mancano i dolci...ed io non so che fare...aiutatemi, anche se è difficile, è una donna tanto dolce...voi altri diabetici come vivete la vostra situazione?
scusate lo sfogo, ringrazio da ora chi avrà la bontà di rispondermi...

MIGLIOR COMMENTO
Dott. Alessandro Taroni
Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da miria81

diabete:questa parola mi dà un senso di malessere, anche se non sono io ad averlo, bensì mia madre.
non so perchè ho aspettato tanto a scrivere qui, è un bel pò ormai che scrivo in preconcepimento, in depressione e in psicologia.
mia madre ha il diabete.
l'ha scoperto da 5, 6 anni, non so bene di preciso.
a 53 anni lei ha un diabete di tipo infantile, dicono che è un caso raro.
la sua malattia mi dà un forte senso di pena, ma non è facile starle vicino, lei è una persona veramente difficile.
se le dici qualcosa di dolce subito attacca a dire:" ah, ti sei pentita? tutto il male che mi hai fatto, eccccccc".
se non te ne freghi nulla dice:"io sono malata, e voi fate i vostri comodi...".
poi, come se non bastasse, da un pò dice che la colpa è mia.
infatti, lei non è cattolica, ma molto credente in cristo, dice che il diabete le è venuto nel periodo in cui ha chiesto a dio:"se mia figlia tornerà sulla retta via, io farò un sacrificio, mio signore".
sacrificio davvero, perchè lei era golosissima di dolci.
premesso che io non stavo su chissà quale via...ero solo in un mom della mia vita travagliato, ma niente di chè....
come faccio a starle vicina?so che se fosse capiata a me questa malattia sarei piombata nel più nero sconforto, ma vorrei tanto dare a mia madre quel sostegno che le manca, senza dover incappare in un senso di colpa, visto che già ne ho qualcuno.
a volte piange, perchè dice che le mancano i dolci...ed io non so che fare...aiutatemi, anche se è difficile, è una donna tanto dolce...voi altri diabetici come vivete la vostra situazione?
scusate lo sfogo, ringrazio da ora chi avrà la bontà di rispondermi...
Posso comprendere, almeno in parte, il problema. Il diabete di tipo 1 può essere un grosso ostacolo per il diabetico stesso ma può diventarlo ancor più per chi gli sta vicino. Inutile dire che, almeno dal mio punto di vista, la "spinta" a reagire dovrebbe partire dal diabetico, nel suo stesso interesse (visto che chi rischia la salute è lui). Ho notato che, quando ciò non accade, i motivi più frequenti riguardano la scarsa informazione circa i rischi associati al diabete e le terapie da adottare. Anche la rinuncia ai dolci, per quanto si possa essere golosi, è ben poco, credo, rispetto a una neuropatia che può costringersi su una sedia a rotelle o all'amputazione di un piede.
Io non posso consigliarti altro che di avere pazienza (gli sbalzi di glciemia possono influire pesantemente sull'umore del diabetico, anche indipendentemente dalla sua volontà) e di cercare di apprendere tu stessa quante più informazioni possibile sul diabete, in modo da poter "educare" anche tua mamma, che ne ha di certo bisogno.
Le alternative ai dolci tradizionali non mancano (ok, il sapore e il gusto potranno non essere esattamente gli stessi, ma bisogna pur accontentarsi..), basta non eccedere nelle quantità. In definitiva, oggi, un diabetico può tranquillamente godere di una qualità di vita pari a quella di qualsiasi altra persona e non ha ragionevoli motivi per compatirsi o far pesare (troppo) la malattia sui propri familiari.
Ci sono, obiettivamente, situazioni ben peggiori rispetto a non poter mangiare zucchero e a doversi fare 4 o più iniezioni al giorno.
__________________
Dott. Alessandro Taroni, Farmacista collaboratore, Ordine di Pordenone n° 499
La Farmacia virtuale - Blog

- Domande/dubbi sui contraccettivi ormonali? Leggi qui prima di chiedere sul Forum!
- Paranoie/complessi sui contraccettivi ormonali? Valuta di cambiare metodo contraccettivo!
Leggi altri commenti
pai82
 

Ciao sinceramente nn so come aiutarti perchè io ci sono cresciuta col diabete e non me ne sono mai fatta un problema...forse dovresti solo cercare di tranquillizzarla e forse da come scrivi dovresti cercare di tranquillizzarti anche tu,mi spiace nn poterti dire di più nn mi sono mai trovata in questa situazione ma se ti serve sapere qlc posso aiutarti se ti fa piacere

miria81
 

ciao.essendoci cresciuta, sicuramente la vivi in modo diverso...ma grazie cmq del sostegno, per me vale tanto

miria81
 

sei dell'82?kakkio sei più giovane di me di un anno...vorrei sapere qualcosa in più, per capire...
io se dovessi rinunciare ai dolci, ...sarebbe dura!parlami della tua situazione(anke in msg privato, se ti dà fastidio).

miria81
 

hai ragione darimar, e ti ringrazio tanto per il tuo intervento...forse lei si sta abituando ormai, eppure c'è sempre quella tristezza nei suoi okki qndo si parla della sua malattia...riguardo gli sbalzi d'umore poi, diventa quasi pericolosa certe volte quando va in ipoglicemia.
ma io cerco di darle una caramella e di calmarla.
ultimamente ha espresso una curiosità riguardo l'insulina, giro a te la domanda:è possibile viaggiare con questo caldo?l'insulina non deperisce con l'alta temperatura?grazie di cuore

Dott. Alessandro Taroni
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da miria81

hai ragione darimar, e ti ringrazio tanto per il tuo intervento...forse lei si sta abituando ormai, eppure c'è sempre quella tristezza nei suoi okki qndo si parla della sua malattia...riguardo gli sbalzi d'umore poi, diventa quasi pericolosa certe volte quando va in ipoglicemia.
ma io cerco di darle una caramella e di calmarla.
ultimamente ha espresso una curiosità riguardo l'insulina, giro a te la domanda:è possibile viaggiare con questo caldo?l'insulina non deperisce con l'alta temperatura?grazie di cuore
In effetti le alte temperature sono in grado, a lungo andare, di decomporre la molecola dell'insulina. Tuttavia questa è abbastanza resistente da sopportare tranquillamente temperature relativamente alte per tempi relativamente brevi. Ad esempio, a temperatura ambiente (intorno ai 22°C) resiste per oltre un mese. Durante un viaggio, l'insulina non viene compromessa. L'ideale, comunque, rimangono le borsine-frigo da portarsi dietro!

miria81
 

PERò PER UN VIAGGIO IN MAKKINA MOLTO LUNGO FORSE NON VANNO BENE NEANKE QUELLE?
TE LO KIEDO PERCHè AVEVA ESPRESSO IL DESIDERIO DI VENIRE IN VIAGGIO CON NOI CHE ANDIAMO IN MAKKINA FINO A BARCELLONA E FINO IN MAROCCO COLTRENO...(BELLA SFACCHINATA! )

Dott. Alessandro Taroni
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da miria81

PERò PER UN VIAGGIO IN MAKKINA MOLTO LUNGO FORSE NON VANNO BENE NEANKE QUELLE?
TE LO KIEDO PERCHè AVEVA ESPRESSO IL DESIDERIO DI VENIRE IN VIAGGIO CON NOI CHE ANDIAMO IN MAKKINA FINO A BARCELLONA E FINO IN MAROCCO COLTRENO...(BELLA SFACCHINATA! )
Io credo che non ci siano problemi. L'insulina dei dispositivi "penfil" viene conservata tranquillamente a temperatura ambiente (sono 300 unità: conta che di "lenta" c'è chi se ne inietta 16 al giorno o meno) senza che la struttura funzionale sia compromessa. Tenere l'insulina all'interno di una borsa termica, comunque, può minimizzare gli effetti del caldo (sempre meglio che tenerla sotto il sole ). L'importante è che tua mamma abbia sempre dietro dolciumi e glucometro (oltre all'insulina, ovviamente): il resto è opzionale [8D]

miria81
 

Citazione:
Citazione: L'importante è che tua mamma abbia sempre dietro dolciumi
quelli non mancano mai!!![]
cmq grazie ancora darimar, parlarne con te mi ha fatto stare meglio

Dott. Alessandro Taroni
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da miria81

Citazione:
Citazione: L'importante è che tua mamma abbia sempre dietro dolciumi
cmq grazie ancora darimar, parlarne con te mi ha fatto stare meglio
Ne sono lieto! Se non ci si aiuta fra diabetici (saluti a tua mamma!)...

Cinzia79
 

Scusate se mi intrometto,sono nuova, sono diabetica tipo 1 da orami 8 anni e vorrei sfatare un mito (e credo che molti mi daranno ragione): non è affatto vero che i diabetici devono rinunciare ai dolci!!!
Certo devono rinunciare a mangiarsi una torta intera, all'abbuffata insomma (che comunque non fa bene a nessuno), ma non ai dolci.
Il diabete, se il diabetico si sa gestire (sotto il profilo dell'attività fisica e dell'aumento e diminuzione di insulina) consente di mangiare tutto, ma proprio tutto.... magari non in qualsiasi momento e non in qualsivoglia quantità.
Pertanto l'unico modo di aiutare tua madre è proprio convincerla a conoscere prima di tutto la malattia e poi il suo corpo, ossia la sua personale reazione alla malattia.

Cinzia

Dott. Alessandro Taroni
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da Cinzia79

Scusate se mi intrometto,sono nuova, sono diabetica tipo 1 da orami 8 anni e vorrei sfatare un mito (e credo che molti mi daranno ragione): non è affatto vero che i diabetici devono rinunciare ai dolci!!!
Certo devono rinunciare a mangiarsi una torta intera, all'abbuffata insomma (che comunque non fa bene a nessuno), ma non ai dolci.
Il diabete, se il diabetico si sa gestire (sotto il profilo dell'attività fisica e dell'aumento e diminuzione di insulina) consente di mangiare tutto, ma proprio tutto.... magari non in qualsiasi momento e non in qualsivoglia quantità.
Pertanto l'unico modo di aiutare tua madre è proprio convincerla a conoscere prima di tutto la malattia e poi il suo corpo, ossia la sua personale reazione alla malattia.

Cinzia
Il problema dei dolci e, più in generale, di tutti gli zuccheri "semplici" sta nella velocità con la quale vengono assorbiti una volta ingeriti. Purtroppo questa velocità è maggiore persino rispetto all'azione delle insuline rapide di ultima generazione e, inevitabilmente, comporta picchi glicemici. Di certo, come hai rilevato anche tu, molto dipende anche dalla quantità di zucchero che si assume; però i picchi glicemici postprandiali sono sempre più spesso associati alle sequele cardiocircolatorie che, nel tempo, possono comparire nel diabetico. Un altro grosso problema è l'"osservabilità" del picco: se mi inietto abbastanza insulina posso mangiare 100 g di biscotti e, dopo due o tre ore, avere 100 mg/dl di glicemia; ma nel giro di mezz'oretta dal pasto la glicemia sarà probabilmente ben oltre i limiti.

Comunque, ovviamente, non viviamo in un mondo ideale: lo strappo alla regola occasionale si può fare (e io sono il primo ad approfittarne, ogni tanto.. ), basta che non capiti troppo di frequente.

Cinzia79
 

Ciao Darimar, sono daccordo con te, ciò che intendevo è che non deve + passare il vecchio luogo comune, che il problema del diabete è rinunciare ai dolci, perchè tu puoi rinunciare a tutti i dolci e avere comunque un diabete scompensato, perchè magari esageri con altri carboidrati che, anche se sono complessi e dunque + lenti...prima o poi arrivano nel sangue; vice versa puoi mangiare dolci, in maniera corretta e regolata, e avere un buon controllo glicemico.

Ad esempio: se esco di casa per una passeggiata di mezz'ora con una glicemia al di sotto, diciamo di 150 mg/dl, penso che mangiare un gelato sia una buona idea per mantenere una glicemia stabile. é probabile che, in un caso del genere, rientrerò a casa con la stessa glicemia di partenza. Tutto questo però è molto personale (per questo dicevo che l'importante è conoscersi). E' chiaro che, sempre riprendendo lo stesso esempio, probabilmente se io fossi abituata a caminare 3 ore al giorno in montagna, la passeggiata di mezz'ora in città non avrebbe sulla mia glicemia quasi nessun effetto.

Cinzia

Dott. Alessandro Taroni
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da Cinzia79

Ciao Darimar, sono daccordo con te, ciò che intendevo è che non deve + passare il vecchio luogo comune, che il problema del diabete è rinunciare ai dolci, perchè tu puoi rinunciare a tutti i dolci e avere comunque un diabete scompensato, perchè magari esageri con altri carboidrati che, anche se sono complessi e dunque + lenti...prima o poi arrivano nel sangue; vice versa puoi mangiare dolci, in maniera corretta e regolata, e avere un buon controllo glicemico.

Ad esempio: se esco di casa per una passeggiata di mezz'ora con una glicemia al di sotto, diciamo di 150 mg/dl, penso che mangiare un gelato sia una buona idea per mantenere una glicemia stabile. é probabile che, in un caso del genere, rientrerò a casa con la stessa glicemia di partenza. Tutto questo però è molto personale (per questo dicevo che l'importante è conoscersi). E' chiaro che, sempre riprendendo lo stesso esempio, probabilmente se io fossi abituata a caminare 3 ore al giorno in montagna, la passeggiata di mezz'ora in città non avrebbe sulla mia glicemia quasi nessun effetto.

Cinzia
Sì, sono ottime considerazioni e mi trovi d'accordo praticamente su tutto

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 07:21 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X