Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Diabete e patologie correlate > GITA SCOLASTICA
Segna Forum Come Letti

   

GITA SCOLASTICA

pons
 

Buongiorno a tutti,
vi chiedo una grande cortesia; mio figlio dovrà andare in gita
scolastica tra un mese e starà via 4 giorni,
Cosa dobbiamo dire ai professori che accompagneranno la scolaresca
e a nostro figlio perchè questa gita tanto attesa rimanga davvero indimenticabile.
grazie pons.

P.S. mio figlio ha già partecipato a un campo scuola, mentre i prof.
no!

MIGLIOR COMMENTO
Dr. Fabio Baccetti
Buongiorno.
Per Pons: penso che tuo figlio saprà gestirsi bene senza problemi; magari sarebbe bene che i professori lo sapessero e che magari sappiano che se lo vedono strano forse è il momento di fare lo stick.
Per Patrizio: quelli che mi hanno proceduto hanno già deto tutto. Ricorda che il diabete mellito è si una malatia cronica ma diventa invalidante se diventa un macigno con il quale giornalmente è impossibile vivere. Naviga su Internet e oltre al sito già consigliato vai su www.progettodiabete.org dove esiste una community di pazienti diabetici che ti daranno tutte le dritte ed i consigli che servono per uscire dal tuo momento di depressione.
Cordialmente
Dr. Fabio Baccetti
__________________
I visitatori di questo forum sono pregati di porre domande o richieste di chiarimento riguardanti l'argomento specialistico del forum e non argomenti di medicina generale a cui può benissimo dare risposta il medico curante.
Inoltre per doverosa informazione, si ricorda che la visita medica effettuata dal proprio medico abituale rappresenta il solo strumento diagnostico per un'efficace trattamento terapeutico. I consigli forniti in questo forum dal dott. Baccetti devono essere intesi semplicemente come suggerimenti di comportamento.
Leggi altri commenti
Giugia
 

Ciao Pons quanti anni ha tuo figlio? i suoi prof non sanno che è diabetico?
io ho 26 anni e sono diabetica da 22, quindi ne ho passate di gite scolastiche!! quindi ti posso consigliare ma dipende dall'età di tuo figlio. Alle scuole medie i miei parlarono direttamente con il preside (che ci accompagnava) oltre che con il mio prof che già lo sapeva. Anche se è stata una brutta esperienza perchè il preside si è dimostrato un vero cane!!! [}][!][!]
Al liceo invece i miei prof sapevano del diabete, non ho avuto grossi problemi perchè ero più grande e mi gestivo da sola....al massimo mi capitava qualche ipo e fermavamo tutto il gruppo in attesa che mi calmasse!
A tuo figlio penso che non debba dire nulla in particolare se sa un pò come gestirsi....gli consiglierei però di fare una colazione un pò più ricca di mattina perchè in gita si cammina tanto e le ipoglicemie sono sempre alle porte! poi digli di portare sempre con sé merendine e bevande zuccherate per non trovarsi mai impreparato.....in genre io quando sono fuori anche se mangio un pò di più, sto benissimo perchè faccio tanto movimento!!! pensa che l'ultimo viaggio che ho fatto per il master bevevo coca cola perchè andavo in ipo e nonostante ciò l'avevo sempre bass o buona! ho dovuto diminuire l'insulina!! Cmq per 4 giorni penso che basterà controllarsi un pò con il cibo perchè tutto vada bene! Digli di divertirsi!!

pons
 

Ciao Giugia,
mio figlio ha 13 anni ed è diabetico ormai da più di 5 anni.
Sa ovviamente gestirsi in maniera quasi del tutto autonoma, in casi particolari ha con
sè il cellulare per cui può rintraccare noi genitori in qualsiasi momento del giorno o della notte.
Comunque hai centrato il problema non è lui che può crearci problemi ma i prof. accompagnatori
che comunque sanno tutto e sono stati informati all'inizio dell'anno scolastico con la solita
lettera di accompagnamento (cosa fare etc.)
Per questo ho chiesto consigli a chi come te ci è già passato.
Alle elementari le maestre sono state un mezzo disastro, alle medie abbiamo ottenuto un po più
di collaborazione.
Penso di non sbagliare ma questa gita può diventare una specie di iniziazione per mio figlio,
e forse anche per noi, che ci può liberarare da molte paure e molte angosce.
Per questo ci tengo che la gita diventi qualcosa di molto speciale e soprattutto ripetibile.
Ti ringranzio ancora e ringrazio anticipatamente tutti coloro che vorranno darmi qualche consiglio.
ciao pons.

Giugia
 

Ciao Pons....bhé anche io quando sono andata alla prima gita scolastica di 5 giorni andavo in terza media ma come ti ho detto non è stata una bella esperienza per certi versi! ma non penso che tutti siano come il mio preside di allora!! bhé allora posso dirti magari di riparlare con i prof se ci sarà occasione prima della partenza....ricordando loro delle situazioni che potrebbero crearsi.
Ti dico che io l'ho vissuta male solo quando però c'era il preside con noi.....infatti quando giravamo senza di lui non ho avuto problemi. Sai aveva detto ai miei genitori che non c'era nessun problema....e in realtà non è stato così. Per esempio dì ai professori che magari potrebbe capitare che tuo figlio abbia bisogno di andare in bagno (se per esempio ha la glicemia alta) e che quindi può essere necessaria qualche sosta in più. Te lo dico perchè ai tempi io sono partita in pulmann....non ho mai chiesto esplicitamente una sosta ma quando il pulmann si fermava per fare benzina chiedevo di andare in bagno (fai conto che abbiamo viaggiato di notte!)....e non lo solo il preside non gradiva perchè secondo lui facevo perdere tempo ma gli ho sentito dire anche "era meglio che non me la portavo"!!! Puoi capire cosa provoca una frase del genere su una bambina di 13 anni in gita con i compagni! alcuni giorni sono stati un incubo e quando sono tornata a casa sono scoppiata apiangere! per questo ti consiglio di riparlare con i prof in modo che siano preparati ad ogni evenienza!!! in bocca al lupo e buon divertimento a tuo figlio!!!

patrizio1969
 

Ciao a tutti,ho 36 anni,faccio l'insulina da 2 anni e onestamente mi sento molto giù,a voi è mai capitato di sentirvi degli invalidi?..nel mio caso spesso mi soffermo a pensare alla mia vita enon so propio guardare al mio futuro con ottimismo,oltretutto x timore di sentirmi male ho praticamente abbandonato tutte le mie amicizie,esco pochissimo enon so propio come vincere questa paura di uscire...non ne parliamo del lato sentimentale,quando la mia fidanzata ha saputo ke ero diabetico mi ha lasciato immediatamente dopo anni di fidanzamento..come pensate ke sarà il futuro di una dannato diabetico?...
un giovane infelice

Giugia
 

ciao Patrizio...innanzi tutto bisogna essere ottimisti!! sei diabetico relativamente da poco e quindi è giusto che anche tu faccia il tuo percorso...non si può accettare subito una condizione di vita! e poi penso che da bambini paradossalmente sia più facile da accettare...perchè si è meno consapevoli!!!
cmq anche io c'è stato un periodo che avevo sempre paura di stare male e rinunciavo alle cose, ma mettiti in testa che è tutta una questione psicologica....del resto al massimo se ti senti male, penso che da solo lo capisci e puoi correre ai ripari...se ti fa sentire più sicuro portati dietro sempre qualcosa da mangiare/bere...mal che vada prendi subito qualcosa e vedi che ti passa, non è nulla di tragico. Ma non abbandonare le amicizie per questo motivo!!! e poi scusa i tuoi amici non lo sanno? possono anche non saperlo ma se ti dovessi sentir male e venisse fuori non ci sarebbe alcun problema! Che dire della tua ragazza...si vede che già non ti amava e ha colto una scusa per lasciarti!!!
in bocca al lupo think positive!

patrizio1969
 

Grazie Giugia,le tue sono belle parole spero di trarre delle conclusioni positive

patrizio1969
 

..però sai mi sento un invalido,prima fino a qualke anno fa ero un leone ora sono diventato una pecora facevo tante cose..calcetto..andavo a cena fuori senza problemi..ora invece il mondo mi è crollato addosso..sai mi vergogno di questo fatto..quando prendo la siringhina x la iniezione scappo in bagno a farmela come un fuggiasco..non so come spiegare..spero di risentirti..baci

Giugia
 

ti capisco perchè anche io ho provato queste sensazioni!! ma vedrai che passerà tutto e tornerai leone più di prima!!! non ti devi vergognare di farti l'insulina.....nè di essere diabetico, ma anzi devi esserne fiero, perchè nonostante questa patologia non sei inferiore a nessuno! anche io quando ero più piccola mi vergognavo quando in bagno le persone mi guardavano con occhi sospetti, come se mi stessi drogando! Ora se mi vedono non mi fa nessun effetto....è una medicina, non faccio niente di male come una pillola! soprattutto riprendi a fare calcetto perchè lo sport ci fa bene.....migliorerai in salute oltre a divertirti!!! vai a cena fuori, fai tutto quello che facevi prima;.....ti assicuro che tutto si può affrontare!!! vai su questo sito http://www.modusonline.it/scrivilatu...onti/index.asp e leggi la mia storia (sono apetta giulia) così come quella di altri diabetici....vedrai che tutti abbiamo affrontato le stesse cose ma ne siamo usciti fuori!!! forza!!! [^]

daniela78
 

Ciao Patrizio,

io non ho il diabete, ma ti racconto quello che ho visto a casa mia.

Mia madre, nessun caso di diabete in famiglia, mai in sovrappeso, mai eccessi alimentari, insomma mai nessuna di quelle condizioni che di solito vengono date come predisponenti all'inizio di un diabete, dopo una decina di anni di cure per una leucemia (chemio, poi terapia con iniezioni sulla pancia di interferone, controlli, analisi, prelievi di midollo per vedere l'andamento della malattia, menopausa precoce indotta dalla chemio), si è ritrovata a dover convivere anche con un diabete indotto dalle cure per la leucemia, inizialmente tenuto sotto controllo con un farmaco - di cui non ricordo il nome - che doveva stimolare la produzione di insulina e poi di tipo insulinodipendente. La leucemia, ovviamente, era ancora lì, contemporaneamente, per cui mia madre ha dovuto seguire le due terapie allo stesso tempo.

Patrizio, mia madre, è morta a 54 anni nel gennaio 2003, per la leucemia, e fino al mese di giugno precedente è andata a nuotare (non che fosse una mega sportiva, mai stata, ma comunque le sue due lezioni a settimana se le faceva!), nell'agosto immediatamente precedente è andata in viaggio con mio padre 15 giorni in Francia, volo aereo, macchina a noleggio, camminate in giro per visitare posti e città, ha guidato anche lei, se solo per portare mio padre in pronto soccorso che si era fatto male a un piede! in ottobre o novembre, i miei sono venuti da Roma a trovarmi a Venezia e sono stati da me per una settimana, in cui come al solito mi hanno aiutato a fare un sacco di robe a casa e sono andati in giro per la città. Ha sempre guidato la macchina, mangiato fuori - ovvio, scegliendo le pietanze più adatte dal menu - insomma, a parte il fatto di dover seguire le sue terapie, misurare la glicemia o fare le iniezioni di insulina, continuava a vivere, non a vivacchiare!

Patrizio, tu sei giovane, e in salute! è vero, hai il diabete, ma non è una malattia che ti ucciderà, come ha fatto la leucemia con mia madre. Capisco che non sia facile adattarsi a una condizione diversa e che ora vedi come altamente menomante, ma puoi fare quasi tutto quello che facevi prima, solo con un po' più di attenzione.
La ragazza che ti ha piantato, o l'ha fatto per ignoranza o l'ha fatto per scarso amore. In entrambi i casi, non ti sei perso niente. Non essere tu ad isolarti dai tuoi amici e dalla gente, qualcuno al mondo, sicuramente ti guarderà con pietà, sapendo che hai il diabete, ma molta gente ti tratterà come al solito e ti considererà perfettamente normale, come d'altra parte sei.
Ti ci vorrà magari un po' per assestarti sulla tua nuova situazione, per capire come regolarti con l'insulina, per riuscire ad accettare questa parte di te, ma sei solo tu che ti senti come se non potessi più andare a giocare a calcetto o a mangiare fuori, non è il diabete che te lo impedisce.

Tornando alla tua domanda: "come pensate ke sarà il futuro di una dannato diabetico?..."
Sarà come lo renderai tu, esattamente come prima sarebbe stato come tu lo avresti reso.

Dan

patrizio1969
 

vi ringrazio tutti...cercherò di fare tesoro dei vostri consigli!!
saluti!!

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 12:44 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X