Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Chirurgia ed ecografia diagnostica-interventistica > Fibroma
Segna Forum Come Letti

   

Fibroma

puzzolina
 

Buongiorno a tutti,
venerdi mi è stato riscontrato un mioma intramurale delle dimensioni di 2 cm. Ovviamente inizialmente mi sono allarmata ma poi facendo una piccola ricerca ho visto che non è poi così grave.
Al di là di questo, soffro di perdite pre mestruali di colore rosso scuro e da un cattivissimo odore. Questa cosa può essere portata dal fibroma??
Spero di avere presto una risposta.
Grazie.
Laura

MIGLIOR COMMENTO
Dr. Luigino Bellizzi
IN TUTTI GLI INTERVENTI IN LAPAROSCOPIA COME E' IL CASO ANCHE DI UNA EVENTUALE ISTEROSCOPIA, SE SUBENTRA UNA COMPLICANZA,SI PROCEDE CON LA TECNICA OPEN,MA PER FORTUNA SUCCEDE RARAMENTE.IL PROFESSORE TI VOLEVA SOLO AVVERTIRE IN CASO DI COMPLICANZE,MA NON E' DETTO CHE CI SARANNO.CIAO
__________________
L.Bellizzi
ASL SA/3 OSPEDALE DELL'IMMACOLATA DI SAPRI (Ospedale - Pubblico), Via Verdi - Sapri (SA).
con la qualifica di dirigente medico I livello chirurgia generale nel reparto/U.O. di Chirurgia generale.
Per contatti o appuntamento telefonare allo 0973-609111-609286. FAX: 097360323.
Leggi altri commenti
shan
 

Oggi mi han detto ke mi opereranno x quel 2 cm..
In isteroscopia operativa, nn so come sara'..
Ti racconto il mio mioma..o fibroma o leiomioma, 2 cm diagnosticato nel 2003 e problemi 0.
Estate 2004 ciclo piu' abbondante , ma nn da preoccuparmi[8D]..novembre 2004 xdite dopo il ciclo e "lo spavento".
Proviamo con la pillola x assestare il tutto e invece oltre allo spotting , al tredicesimo gg un'emorragia pazzesca[!].
Dopo tre mesi tolgo la pillola e ritorno a una seminormalita'..un ciclo piu' lungo ma neanke tanto abbondante, a volte doloroso.. .
L'ultima volta ho ripreso con xdite pre e post ciclo-
La nuova ginecologa mi parla appunto d'isteroscopia operativa..
x togliere il mioma. Insomma miomectomia con la tecnica isteroscopica-
Ho attraversato l'anno piu' brutto , ho trovato anke un ginecologo ke parlava d' isterectomia .
kiss..

puzzolina
 

la prima e unica ginecologa che ho visto io ha parlato di intervento.
lei farebbe una paratomia anzichè la laparoscopia per poter fare un analisi del mioma.
Ho intenzione di sentire qualche altro parere perchè penso che sia giusto così.
Ho già curato l'infezione e devo dire che ora va meglio.
Gli spotting invece li avevo già prima del fibroma.....ed è anche per questo che non mi sono allarmata....
Ma tu hai intenzione di avere una gravidanza?
Grazie per il tuo intervento.

shan
 

Scusa ma il mio problema e' ke ho mestruazioni molto lunghe..si forse spotting, ma 12 gg mi sembrano eccessivi-
Il riskio e' l'anemia! nn solo portare a termine una gravidanza..xo' se posso darti un consiglio, vai.. senti altre campane .xke' tra una laparotomia e un 'isteroscopia operativa..c'e' un minimo di differenza.E nn dimenticarti di kiedere di questa embolizzazione arteriosa, ke da quanto ho capito sarebbe il miglior intervento.
puo' essere ke le dimensioni dei nostri miomi siano uguali, ma il mio dovrebbe esser sottomucoso il tuo un intramurale, quindi l'approccio kirurgico e' diverso x queste differenze.
Ma se nn hai delle grandi xdite..xke' operarti!! sei sempre in tempo.. ah forse x la gravidanza?
Baci e fammi sapere.
Shan

umberto1
 

Buongiorno,
i vostri problemi sono molto differenti.
Shan lei ha un mioma sottomucoso di due cm sintomatico sottoforma di menometrorragie dunque un approccio chirurgico sembrerebbe corretto, mediante una miomectomia isteroscopica risolverebbe il suo problema.
Per Laura la situazione é completamente differente, un mioma intramurale asintomatico ( le perdite brunaste che lei cita non dipendono dal mioma ), NON DEVE ESSERE OPERATO, ed eventualmente se dovesse esserlo un giorno perché sintomaticho, la procedura corretta é una miomectomia laparoscopica, in questo caso fare una laparotomia é errato, una laparotomia sarebbe proposta solo da un ginecologo NON CAPACE a eseguire una laparoscopia operativa. Per quanto riguarda l'embolizzazione non ci sono studi che dimostrano una superiorità rispetto alla laparoscopia, e in tutti i casi sarebbe riservata a un utero multimiomatoso. Attualmente il gold standart per il trattamento di un mioma unico intramurale sintomatico é la laparoscopia. Cordialmente Umberto (JB Dubuisson 2000,2001,2002,2003,2004).

shan
 

Grazie per la risposta ho bisogno di un consiglio, oggi e' la giornata piu' difficile.
Devo prendere la decisione pro intervento, ieri parlando con il professore mi sono spaventata di nuovo.Forse mi son fatta una cultura che mi ha fatto passare x una supponente, alche' mi son stati elencati i riski.
Ok faccio l'isteroscopia operativa e poi?
mi parla di laparatomia nel caso ci fosse qualke problema durante l'intervento,e ancora nel caso peggiore ..se tutto questo nn andasse bene ..isterectomia.
Come faccio a prendere una decisione? se davanti a me ho solo i riski ke comporterebbe un'isteroscopia ..
e mettiamo ke dopo 2 interventi (isteroscopia in 2 volte) nn risolvo neanche il sintomo, mi e' stato detto ke puo' capitare anke questo.
L'iter sarebbe : analoghi del gnrh x 1 mese, isteroscopia a meta' settembre e se se se..potrei andare incontro anke al peggio.
Insomma credo di aver fatto un terzo grado al medico ke adesso mi trovo talmente sconcertata. E infine questa velocita' nel voler programmare l'intervento mi ha spaventato.
Ah dimenticavo adesso dopo l^'ennesima ecografia transvaginale mi e' stato detto ke e' ca 25 mm sottomucoso ,intramurale.
Dottore mi aiuti, nn so piu' ke strada scegliere..
mi sto perdendo , e perche' un altro ginecologo preferiva una condotta d'attesa cercando di placare la menometrorragia con la pillola?
La ringrazio in anticipo.
Shan

shan
 

Grazie x la risposta. Son gia' piu' sollevata[)]. Ho un'altra domanda ma la tecnica isteroscopica richiede un'anestesia generale o locale?
Esiste la possibilita' di essere intubati?

siam
 

Salve a tutti,
qualcuno può rispondere anche a me?
Ho 47 anni mi hanno diagnosticato un mioma sottomucoso piuttosto grosso che raggiunge l'istmo (dopo ecografia e isteroscopia diagnostica, quest'ultima da urlo), tralascio le emorragie precedenti e post-diagnosi tanto da ridurmi ad un passo da una trasfusione, il ginecologo non mi ha dato alternative, intervento chirurgico il 13 settembre p.v. aprendo l'addome perchè è troppo grosso, e quasi sicura isterectomia (tanto alla mi età...) con conservazione di tube e ovaie, però non esclude a priori di poter salvare l'utero, ma lo potrà vedere solo mentre opererà. Cosa devo fare intercedere per il mio ormai inutile!!! utero con vari dubbi (non è che poi mi ricresce? un'altra isteroscopia...nemmeno morta!!!) o lasciare che lo tolga senza far pressioni?
Qualcuno può dirmi anche quali conseguenze avrò dall'asportazione dell'utero? La menopausa arriverà normalmente? Altre controndicazioni? Vantaggi? (se ce ne sono).
Grazie!!!

puzzolina
 

Volevo ringraziare tantissimo Umberto per la sua risposta.
Come già pensavo, mi sono fatta vedere da un'altra ginecologa, la quale ha affermato con tono deciso che l'intervento non è assolutamente da fare, soprattutto con un mioma così piccolo e asintomatico. Anche per la gravidanza non è detto che possa comportare delle complicanze. devo tenerlo sotto controllo con l'ecografia transvaginale ogni anno.
in compenso si è riformata l'infezione a distanza da un mese delle cura con ovuli. mi è stato data una cura a me e una per il mio fidanzato perchè non è detto che dipenda da me (e visto che i miei problemi sono incominciati a partire dal primo rapporto avuto con lui). Comunque la diagnosi è stata Gardnerella e io spero vivamente di debellarla perchè credetemi, non ne posso più!!!!!
Buona giornata a tutti.

valentinav
 

ciao ragazze/i

anch'io da qualche anno ho un mioma della stessa dimensione circa 2 c.m, non ricordo bene dove è localizzato, dovrei riguardare l'ecografia tranvaginale fatta, il ginecologo mi ha solo detto che se voglio rimanere incinta devo tenere presente che quando ovulo dall'ovaio destro (dove ho il mioma) potrei avere dei problemi.
Non ho mai avuto disturbi e il gine nn mi ha mai proposto alcun intervento.
Ora pero' da circa 4 o 5 mesi prima del ciclo direi 6 o 7 gg prima ha delle piccole perdite di sangue e poi al mio 30 giorno il ciclo regolare.
secondo voi il mioma potrebbe causare questospotting premestruale?

ciao e grazie mille a tuti

Dr. Luigino Bellizzi
 

Managgia questi miomi, se non danno disturbi seri l'importante e' controllarli periodicamente con l'eco....sia per via addominale che transvaginale.Per fortuna dicono tutto quando sono visualizzati e problemi che possono comportare.Saluti

Dr. Luigino Bellizzi
 

Poi i miomi sono nell'utero.......l'ovaio che c'entra?

valentinav
 

Grazie Doc per la risposta.

Non saprei dirle x quale motivo il mio ginecologo abbia detto questo riguardo all'ovaio...
Me lo ha detto durante una ecogravia transvaginale...

tutto qui.

A presto!

anto74
 

Salve, questi giorni per me sono un disastro.
Da qualche mese soffro di menometrorragie con un episodio recente di intensa emorragia. Mi è stato diagnosticato un mioma intracavitario di 17 cc circa e la ginecologa mi ha proposto un intervento di miomectomia transisteroscopica da effettuare tra circa un mese. E' stata abbandonata la possibilità di somministrare analoghi del GnRH perchè mi è stata riscontrata una doppia eterozigosi del gene MTHFR e, nelle ultime analisi, la proteina S anticoagulante vicina al limite minimo previsto.
La ginecologa non garantisce la riuscita dell'intervento poichè il diametro del mioma è di circa 3 cm, ma sostiene che sarebbe più opportuno tentare prima di procedere con un intervento più invasivo.
Sono molto confusa e spaventata. Mi hanno detto che mi sottoporranno ad anestesia generale, quali sono i rischi di questo genere di intervento? A quali ulteriori rischi vado incontro considerando la doppia eterozigosi, i valori della proteina S e che sono fumatrice (anche se da qualche giorno ho quasi smesso di fumare)?
Dottore, se è possibile, mi risponda.
Grazie in anticipo!
Buona giornata a tutti!
Anto

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dott.ssa Raffaella Ferrando

Dott.ssa Raffaella Ferrando
Nome:
Raffaella Ferrando
Comune:
Bastia d'Albenga
Provincia:
SV
Telefono:
0182-20485
Azienda:
Bastiamedica
Professione:
Radiologo specialista in Gastroenterico e Funzionalità pelviperineale
Specializzazione:
Radiodiagnostica
Contatti/Profili social:
sito web
Domanda al medico
Dott.ssa Ferrando, quando si può dire con certezza di essere stitici?
I disordini intestinali vengono definiti e diagnosticati in base a regole precise stabilite da una commissione internazionale e chiamate "criteri di Roma". Negli anni questi criteri diagnostici sono stati aggiornati più volte, e nel 2016 si è arrivati alla IV revisione. Per quanto riguarda la stipsi funzionale, vale ancora la classificazione di Roma III del 2006, e dunque per diagnosticare la stitichezza bisogna che i sintomi perdurino da almeno 6 mesi, e che da almeno 3 mesi siano presenti almeno 2 delle seguenti condizioni:
  • Meno di tre movimenti intestinali a settimana;
  • Manovre manuali necessarie per facilitare la defecazione più del 25% delle volte;
  • Feci dure o grumose oltre il 25% delle volte;
  • Sensazione di evacuazione incompleta oltre il 25% delle volte;
  • Sensazione di ostruzione anorettale oltre il 25% delle volte;
  • Necessità di fare grandi sforzi per defecare più del 25% delle volte.
Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 15:38 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X