Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Oculistica > VIVERE NELLA PAURA
Segna Forum Come Letti

   

VIVERE NELLA PAURA

simonetta81
 

Buongiorno a tutti,
sono Simo, sono una ragazza di 30 anni, sono miope o meglio lo ero, mi hanno laserizzato 10 anni fa e partivo da 9.50/11.5, mi hanno recuperato tutto e per due anni non ho avuto bisogno di correzione, ora sono tornata a -2.
Sono consapevole che la mia è una miopia gravissima, ho avuto degenerazioni retiniche e fori rattoppati con argon laser, ho corpi mobili e un vitreo in condizioni terribili, ho lampi in continuazione ma ora i controlli non hanno fatto emergere nulla di nuovo a carico della retina.
La mia però è diventata una fobia ormai, vivo costantemente nella paura di diventare cieca, o per una maculopatia, o per un distacco di retina, mi sento limitata in tutto, continuo a fare visite (anche ogni 2 mesi) per tenere sotto controllo tutto.
Sinceramente cari dottori cosa rischio? Quale sarà il mio destino? Cosa succede alle persone come me che cominciano in giovane età ad avere questi problemi?
Grazie
Un caro saluto

MIGLIOR COMMENTO
Montebianco
Cara Simonetta mi soprende intanto che con una miopia cosi alta tu abbia fatto il laser, in genere in questi casi viene consigliato un impianto IOL. Ma forse 10 anni fà era diverso da oggi.
Ora io non sono un oculista e quindi prendi quel che ti dico con il beneficio della "cavolata"...ma sono comunque uno che ha i suoi problemi agli occhi: CMV, Miopia+astigmatismo deboli, una cataratta posteriore ancora da non operare. Come vedi non ho forse i tuoi gravi problemi alla retina ma me la passo male anche io. A quel che ho potuto leggere un vitreo disastrato come il tuo con una retina debole porterebbe a valutare meglio l'intervento di vitrectomia che avrebbe il suo perchè proprio nella salvaguardia della retina e nella maggiore facilità di intervento del chirurgo in caso fosse necessario rattopparla o riattacarla. Come simpatico effetto collaterale ti libereresti dei cmv. L'altro effetto negativo probabile, la cataratta, se dovesse insorgere ,con le nuove lenti premium riuscirebbero a correggerti anche la nuova miopia. Sembra tutto facile...non lo è, ovviamente, ma alla fine volevo tirarti anche su il morale. Ci sono margini per intervenire bene come vedi!
Leggi altri commenti
simonetta81
 

Se il problema fossero solo i corpi mobili farei i salti di gioia credimi...
Il mio problema è la paura e l'ansia che mi porta a fare continui controlli (e spendere un sacco di soldi), la paura di diventare cieca per o ipovedente per una maculopatia, distacco di retina ecc...mi sento come condannata ad un destino nero..e quando chiedo in giro sembra che abbia solo io una miopia simile..
In ogni caso la vitrectomia mi è stata assolutamente sconsigliata, direi più negata, dal mio oculista che in campo vitreo-retina è riconosciuto da tutti come uno dei migliori in circolazione...

Montebianco
 

Mi diresti il nome di questo tuo oculista? anche in messaggio privato se non vuoi qui pubblicamente. Io sto valutando la vitrectomia totale per i CMV e l'intervento di cataratta e mi interessano i pareri degli esperti, soprattutto dei chirurghi. Ovviamente non metto in discussione quanto è stato detto per te, evidentemente la tua situazione sconsiglia la vitrectomia, anche se io so che spesso la fanno proprio per salvaguardare le retine deboli dalle trazioni vitreali. Sulla FOV, invece, ti posso dire che qui in Italia quasi tutti tendono a sconsigliarla mentre all'estero sono molto piu interventisti. Priam o poi riuscirò a farmi un quadro chiaro della situazione...

siravoduilio
 

LO SPERIAMO VIVAMENTE

SMicheleS
 

Ciao, io ho 26 anni e il doppio della tua miopia studio, o almeno ci provo visto che ho provato ad alzare il ritmo per finire e... pof giù il vitreo, troppo stress evidentemente, la cosa positiva è che sembra non abbia danneggiato troppo la retina nello staccarsi, ho una distrofia periferica in compenso (ma che vuol dire?) e mi hanno consigliato di fissarla col laser. Ho sempre vissuto nell'ansia come te, senza correre rischi, limitato in tutto, ma c'è poco da fare.
Non so come ti abbiano potuto operare al laser per una tale correzione, 12 diottrie è il limite che conoscevo, ma è applicabile solo per casi di cornee molto spesse perché altrimenti (e comunque) si rischiano altre complicazioni, poi per correzioni così alte un "ritorno" è frequente, se non addirittura una visione deformata... come dicevano sopra per chi ha il coraggio, meglio la iol.
La tua miopia non è grave come correzione (per definizione è alta) ed è strano tu abbia i problemi di chi ha dei -15 o più, ma è la miopia degenerativa ad essere grave ed è questo che ci accomuna, lo stato dell'occhio, e se ti posso dare un consiglio non andare più sotto operazione fino a che non sarai veramente nei guai, passa più tempo a ricercare medici migliori e chiedi molti pareri.
Per i lampi non mi fiderei di chi ti dice che la retina non ha nulla, a meno che non siano "ciglia di luce" sintomo del vitreo che tira la retina, rischi degli strappi. Prendi molte vitamine, rovigon (ha molta vit.A e si può scaricare!), macular e altre, lacrime artificiali e bevi tanto, il vitreo migliorerà e pure la robustezza della tua retina, d'altronde altro non esiste.

siravoduilio
 

Abbiamo un esperto che afferma cose condivisibili!!!

simonetta81
 

Citazione:
Originariamente Inviato da SMicheleS Visualizza Messaggio
Ciao, io ho 26 anni e il doppio della tua miopia studio, o almeno ci provo visto che ho provato ad alzare il ritmo per finire e... pof giù il vitreo, troppo stress evidentemente, la cosa positiva è che sembra non abbia danneggiato troppo la retina nello staccarsi, ho una distrofia periferica in compenso (ma che vuol dire?) e mi hanno consigliato di fissarla col laser. Ho sempre vissuto nell'ansia come te, senza correre rischi, limitato in tutto, ma c'è poco da fare.
Non so come ti abbiano potuto operare al laser per una tale correzione, 12 diottrie è il limite che conoscevo, ma è applicabile solo per casi di cornee molto spesse perché altrimenti (e comunque) si rischiano altre complicazioni, poi per correzioni così alte un "ritorno" è frequente, se non addirittura una visione deformata... come dicevano sopra per chi ha il coraggio, meglio la iol.
La tua miopia non è grave come correzione (per definizione è alta) ed è strano tu abbia i problemi di chi ha dei -15 o più, ma è la miopia degenerativa ad essere grave ed è questo che ci accomuna, lo stato dell'occhio, e se ti posso dare un consiglio non andare più sotto operazione fino a che non sarai veramente nei guai, passa più tempo a ricercare medici migliori e chiedi molti pareri.
Per i lampi non mi fiderei di chi ti dice che la retina non ha nulla, a meno che non siano "ciglia di luce" sintomo del vitreo che tira la retina, rischi degli strappi. Prendi molte vitamine, rovigon (ha molta vit.A e si può scaricare!), macular e altre, lacrime artificiali e bevi tanto, il vitreo migliorerà e pure la robustezza della tua retina, d'altronde altro non esiste.
Ciao Michele, volevo precisare delle cose...
Ho fatto il laser per la miopia quando avevo 21 anni, mi ha operato forse il migliore in Italia per la chirurgia refrattiva, Vinciguerra, e il risultato è stato strepitoso e lo rifarei altre mille volte...da -11.50 a 0...non sto nemmeno a raccontare cosa ho provato quando mi sono alzata dal lettino della sala operatoria.
Per quanto riguarda lo stato attuale tu che sei oltre le 20D hai mosche e corpi mobili? Se si, dovresti sapere che i lampi sono quasi una costante per chi ha le miodesopsie, e putroppo che devo fare? non credere a chi mi fa il fondo oculare?
Ho cambiato oculista, sono andata da un luminare, ogni volta che vado mi costa una follia ma so che meglio di lui per la retina non ce n'è...se mi dice che "al momento" la retina è a posto cosa posso fare?
Le paure sono altre per me...è l'ansia di stare sempre allerta, il terrore di un problema alla macula che cmq non è facilmente curabile..il glaucoma..insomma mi sento malata, ma credo nei dottori e in chi mi segue...già ho le mie paure se devo anche smettere anche di fidarmi di chi fa il suo lavoro da anni è la fine.

siravoduilio
 

Giusto

SMicheleS
 

Hai ragione, c'è da stare nel terrore e non si hanno tutele, mai mi sarei aspettato un distacco del vitreo da giovane e con l'occhio dichiarato sano appena 4 mesi fa (da un altro luminare di milano)!
...le miodesopsie e i flash sono sintomi dello stesso problema, la degenerazione vitreale, nel mio caso talmente rapida che non me ne n'ero neanche accorto (le mosche sono comparse nel giro di pochi giorni), fino a che è stato troppo tardi ed ho avuto il distacco, quando finiranno questi lampetti finalmente il distacco sarà completo e se non avrò subito danni almeno in questo occhio avrò minori rischi in futuro, secondo certi medici almeno!

Vinciguerra lo conosco, come te dicevi pare sia il migliore chirurgo, mi ha "tappato" un forellino anni fa, però mi ha fatto anche una bella tirata: mia madre doveva operarsi di cataratta a suo dire, va alla visita la volta successiva e le dice che non è un intervento estetico e blablabla... ma su una tale miopia (simile alla mia) che discorsi sono? poi mia madre gli ricorda che LUI ha consigliato l'intervento, guarda il file e continua, prescrive le prime visite, poi altre, tutte di preparazione ed a pagamento, a quel punto chiediamo un preventivo (forse si arrivava a parecchie migliaia di euro, tra pre-visite, prericovero ecc) e lui chiama personalmente mia madre per dirle di non farsi più vedere. Ci siamo rimasti male, perchè io mi chiedo, che male c'è? oltretutto la legge lo permette e se non c'è niente di male ci voleva spennare? E dire che avremmo pagato qualsiasi cifra...
Prescindendo dalla sua bravura c'era qualcosa di strano. Io ci andavo già da anni proprio in previsione di possibili complicanze, tra l'altro non era neanche caro vista la sua reputazione.
Questo non implica che non tornerò da lui, o meglio all'Humanitas, quando avrò problemi per farmi operare, Vinci ha cresciuto ottimi chirurghi ed hanno ottimi macchinari, ma non andrò da lui come oculista. Tra l'altro mia madre alla fine non era da operare, la cataratta non era che perifierica e non ne avrà bisogno per un bel po, però ha avuto il distacco del vitreo ed è andata proprio all'humanitas dove le hanno fatto un ottimo lavoro nel riattaccarle un piccolo lembo.

Vivendo in una piccola città sono cresciuto obbligatoriamente senza la minima fiducia nei medici altrimenti a quest'ora sarei a vagare col bastone bianco, qui mi vedono come un alieno ad avere un buon visus

siravoduilio
 

I medici sono medici,buoni,non buoni,bravi non bravi.......ma meici ed a loro bisogna rivolgersi quando ci sentiamo male!!!

Montebianco
 

Si ma il giuramento di esculapio per molti di questi medici è un capitolo da ripassare. In compenso sono diventati ottimi manager aziendali alla ricerca esasperata del profitto. Il mio bisnonno era un medico condotto ed andava in giro con il calesse per i paesinoi della calabria. Faceva di tutto, anche operazioni e salvava vite. E come compenso: un pollo o un coniglio. senza voler estremizzare mi sembra che molte troppe cose siano cambiate in peggio (per i pazienti)

siravoduilio
 

Intanto per onore della verità cognitiva cambierei il giuramento di esculapio in quello di IPPOCRATE!!

GIURAMENTO di IPPOCRATE
Testo "classico" del Giuramento Ippocratico.
Giuro per Apollo medico e per Asclepio e per Igea e per Panacea e per tutti gli Dei e le Dee, chiamandoli a testimoni che adempirò secondo le mie forze e il mio giudizio questo giuramento e questo patto scritto. Terrò chi mi ha insegnato quest' arte in conto di genitore e dividerò con Lui i miei beni, e se avrà bisogno lo metterò a parte dei miei averi in cambio del debito contratto con Lui, e considerò i suoi figli come fratelli, e insegnerò loro quest'arte se vorranno apprenderla, senza richiedere compensi né patti scritti. Metterò a parte dei precetti e degli insegnamenti orali e di tutto ciò che ho appreso i miei figli del mio maestro e i discepoli che avranno sottoscritto il patto e prestato il giuramento medico e nessun altro. Scegliero' il regime per il bene dei malati secondo le mie forze e il mio giudizio, e mi asterrò dal recar danno e offesa. Non somministerò a nessuno, neppure se richiesto, alcun farmaco mortale, e non prenderò mai un' iniziativa del genere; e neppure fornirò mai a una donna un mezzo per procurare l'aborto. Conserverò pia e pura la mia vita e la mia arte. Non opererò neppure chi soffre di mal della pietra, ma cederò il posto a chi è esperto di questa pratica. In tutte le case che visiterò entrerò per il bene dei malati, astenendomi ad ogni offesa e da ogni danno volontario, e soprattutto da atti sessuali sul corpo delle donne e degli uomini, sia liberi che schiavi. Tutto ciò ch'io vedrò e ascolterò nell'esercizio della mia professione, o anche al di fuori della della professione nei miei contatti con gli uomini, e che non dev'essere riferito ad altri, lo tacerò considerando la cosa segreta. Se adempirò a questo giuramento e non lo tradirò, possa io godere dei frutti della vita e dell' arte, stimato in perpetuo da tutti gli uomini; se lo trasgredirò e spergiurerò, possa toccarmi tutto il contrario.
GIURAMENTO
Testo "moderno"
Consapevole dell' importanza e della solennità dell' atto che compio e dell' impegno che assumo, giuro: di esercitare la medicina in libertà e indipendenza di giudizio e di comportamento; di perseguire come scopi esclusivi la difesa della vita, la tutela della salute fisica e psichica dell' uomo e il sollievo della sofferenza, cui ispirerò con responsabilità e costante impegno scientifico, culturale e sociale, ogni mio atto professionale; di non compiere mai atti idonei a provocare deliberatamente la morte di un paziente; di attenermi alla mia attività ai principi etici della solidarietà umana, contro i quali, nel rispetto della vita e della persona, non utilizzerò mai le mie conoscenze; di prestare la mia opera con diligenza, perizia, e prudenza secondo scienza e coscienza ed osservando le norme deontologiche che regolano l'esercizio della medicina e quelle giuridiche che non risultino in contrasto con gli scopi della mia professione; di affidare la mia reputazione esclusivamente alla mia capacità professionale ed alle mie doti morali; di evitare, anche al di fuori dell' esercizio professionale, ogni atto e comportamento che possano ledere il prestigio e la dignità della professione. Di rispettare i colleghi anche in caso di contrasto di opinioni; di curare tutti i miei pazienti con eguale scrupolo e impegno indipendentemente dai sentimenti che essi mi ispirano e prescindendo da ogni differenza di razza, religione, nazionalità condizione sociale e ideologia politica; di prestare assistenza d' urgenza a qualsiasi infermo che ne abbisogni e di mettermi, in caso di pubblica calamità a disposizione dell'Autorità competente; di rispettare e facilitare in ogni caso il diritto del malato alla libera scelta del suo medico, tenuto conto che il rapporto tra medico e paziente è fondato sulla fiducia e in ogni caso sul reciproco rispetto; di osservare il segreto su tutto ciò che mi è confidato, che vedo o che ho veduto, inteso o intuito nell' esercizio della mia professione o in ragione del mio stato; di astenermi dall' "accanimento" diagnostico e terapeutico.

Montebianco
 

Grazie dottore per aver corretto il mio lapsus , ma la sostanza del mio discorso è quella: il fatto che il dr Vinciguerra abbia mandato a quel paese il paziente perchè aveva solo chiesto un preventivo mi pare che violi pesantemente almeno un paio di questi punti. E tanti altri medici in nome del profitto ne violano altri.

tigras73
 

non è la prima volta (e neanche la seconda, la terza...) che sento dire che il sopra citato medico sia un affarista... e molti dicono che anche la struttura che dirige sia così

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr. Giacomo Sanfelici

Dr. Giacomo Sanfelici
Nome:
Giacomo Sanfelici
Comune:
Pietra Ligure
Provincia:
SV
Azienda:
Ambulatorio Medico Chirurgico Vìsus
Specializzazione:
Oftalmologia
Contatti/Profili social:
sito web
Domanda al medico
Dr. Sanfelici, l'intervento di cataratta è consigliato a qualunque età, sia che si tratti di un anziano o un giovane, oppure ci sono limitazioni e rischi?
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 23:37 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X