Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Oculistica > La RETINA: degenerazione,lesione,rottura e distacco
Segna Forum Come Letti

   

Degenerazione retinica con drusen

elena12
 

Buongiorno,
la mio compagno è stata diagnosticata una degenerazione retinica secca con presenza di drusen.
Vorrei conoscere l'esperienza di altre persone che soffrono di questa patologia: in particolare, vorrei sapere se avete avuto risultati dall'uso di antiossidanti e luteina.
Grazie !

MIGLIOR COMMENTO
Dr. Antonio Pascotto
Intanto comincio col dirLe che Suo padre è già in ottime mani: Pietro Rossi è uno dei migliori chirurghi della retina in Italia, ben supportato da collaboratori del calibro di Trillo, Macrì e Saccà.

Purtroppo l'operazione per distacco di retina PUO' dare delle recidive, ma sono sicuro che con il prossimo intervento (presumo si tratti di una "vitrectomia") le cose cominceranno a migliorare...

In bocca al lupo!
__________________
Centro Oculistico Pascotto
Tel. 081 554 2792
Leggi altri commenti
Dr. Antonio Pascotto
 

La degenerazione retinica secca e le drusen sono dei processi di invecchiamento cellulare. Per ritardare l'evoluzione del fenomeno, sono utili i farmaci da Lei descritti, specie se assunti ad alti dosaggi.

Saluti,
Antonio Pascotto

lucia baldo
 

devo subire un intervento di cerchiaggio per distacco di retina all'occhio six Questo ha gia'subito anche la "saldatura".E'sempre stato un occhio passivo e con una forte miopia.L'operazione ha un buon risultato?O e' ancora un'operazione rischiosa? Dopo l'operazione vengono bendati entrambi gli occhi?

Dr. Antonio Pascotto
 

Cara Lucia,

L'operazione mira a ricostituire la struttura anatomica originaria del tuo occhio (ossia, a "riattaccare" la retina). Non è un intervento rischioso ed ormai viene quasi sempre eseguito in anestesia locale. Dopo l'intervento viene bendato solo l'occhio operato.

In bocca al lupo,
AP.

cosmic
 

Buongiorno a tutti.
Da qualche mese il mio fidanzato (33 anni) sta facendo controlli oculistici approfonditi.
Tutto è iniziato perché voleva cominciare a portare le lenti a contatto per la miopia (3.25 in un occhio, solo 1.00 nell'altro) per giocare a calcetto (eh eh, con gli occhiali non si gioca!), così s'è rivolto all'oculista per un controllo generico.
L'oculista scrisse (senza spiegare meglio!):
"Degenerazione pavimentosa e degenerazione pigmentata a spicchi"
consigliando esami del campo visivo, foto fundus oculi, parere per eventuale intervento Laser.
Gli esami sono stati svolti (con calma, da gennaio ad oggi, senza pensare che ci potesse essere qualche patologia "importante").
Qualche giorno fa ci siamo recati nuovamente dalla stessa oculista della visita precedente, per mostrare gli esiti (per noi poco comprensibili).
La dottoressa ci ha invitato a fare altri due esami (ERG e PEV) e a rivolgerci a centri specializzati per patologie della retina.
Quando ho capito che l'oculista era troppo evasiva, sono intervenuta (avevo letto su qualche sito Internet a proposito delle malattie della retina ed avevo memorizzato qualche parola, senza pensare che potessero riguardarci!) per chiedere se si stesse parlando di "Retinite Pigmentosa".
La dottoressa si è limitata ad annuire con il capo.
Io stavo svenendo.
Il mio ragazzo continuava a non capire (non avendo lui fatto le ricerche su Internet con me!)..
Dopo i primi giorni di smarrimento, sto cercando di fare il punto della situazione.
Ieri ci siamo recati al San Raffaele per gli esami ERG e PEV (a pagamento). Gli esiti si avranno la prossima settimana.
Abbiamo prenotato una visita oculistica al San Paolo per il 9 luglio, perché ci hanno detto che per accedere al reparto specializzato in Retinite Pigmentosa dello stesso Ospedale bisogna comunque passare dall'oculista di quella struttura, che ci inserirà nella lista d'attesa lunga più di un anno.
Ora mi chiedo:
Se non ci sono cure, che senso ha il "reparto specializzato"?
Aspettiamo più di un anno... Per che cosa? E nel frattempo?
Lo so che si tratta di una malattia lenta e progressiva, ma vorremmo cercare di rallentarla, se possibile. Soprattutto perché -per ora- il mio ragazzo non ha sintomi (nemmeno difficoltà nella visione notturna) e mi sento come se avessimo un patrimonio prezioso da salvaguardare.
Altra importantissima questione: qualcuno può spiegarmi che cosa è la "Degenerazione Pavimentosa"? E' correlata in qualche modo con la "Degenerazione Pigmentata"(Retinite Pigmentosa) o sono due patologie differenti e senza alcun collegamento?
Perché è stato consigliato un intervento Laser per questa Degenerazione Pavimentosa? Il Laser non è dannoso per la Retinite Pigmentosa?
Vi ringrazio fin d'ora per le Vostre risposte.

pheox
 

CIAO scusa l'intervento che nn risponde alla tue domande vorrei capire se è la stessa cosa che ha la mia mamma (60anni) lei ha cominciato ad accusare disturbi visivi vedeva come una mosca neraa che le girava davanti agli occhi (per mesi nn l'ha detto intelligente come è) ppensando fosse la pressione bassa d cui soffre ed invece ho scoperto che coprendo un occhio la mosca scompariva, quindi ha fatto la visita oculistica l'oculista prima l'ha sgridata perchè dopo 3 mese da quando ha cominciato ad accusare il sintomo sono troppii!! e poi che la retina per sua fortuna nn è del tutto distaccata ma solo bucherellata come una vecchia zanzariera per intederci e le mosca che vede nn è altro che del liquido che fuoisce dalla retina (nn m ricordo il nome del liquido) insomma la mosca sarà perenne (ha fatto sia erg che pev) ma deve fare controlli ogni 4 mesi per risaldare la retina insomma rattoppare con il laser i buchi che si sono creati, l'oculista (molto disponibili a spiegazioni e chiarimenti) a detto che la retina cos' debole l'ha dalla nascita e solo da un occhio, nn dovrà sollevare pesi guardare in alto per troppo tempo o in basso nn fare sforzi che possano portare al distaccamente ed aimè al buio, è stanno schietto e sincero "signora nn le nascondo che + andrà avanti e è la vista le calerà da quell'occhio fino allo spegnersi della luce, ma tutto dipende da come vivrà se si curerà e dalla resistenza della sua retina " perchè e chiara rattoppa rattoppa con il laser ma dopo un po' si rompe. io spero tanto di no. stessa cosa auguro di cuore al tuo ragazzo cmq nn preoccuparti la mia mamma è un anno che sta bene (se ne infiscia un po però della raccomandazione di portare pesi e fissare punti in alto o basso e degli occhiali da sole,ma è una donna iperattiva come la tengo ferma!!!!)nn so se sia la stessa cosa, ma una somiglianza a quanto ho inteso c'è .
vorrei sentire anche io il parere del medico qualora i fosse e potesse rispondere
ancora un grande in bocca al lupo cosmic e ja che nn accusa sintomi e buon segno secondo me
ciaooooo

cosmic
 

Ciao pheox, non vorrei dire cavolate, ma credo che il problema di tua madre sia una "Miodesopsia", che non ha niente a che fare con le degenerazioni di cui parlo io.

pheox
 

GRAZIE MILLE COSMIC ORA GUARDO, ANCORA IN BOCCA AL LUPO E SPERIAMO DOT.PASCOTTO RISPONDA
CIAO

Dr. Antonio Pascotto
 

1. Se non ci sono cure, che senso ha il "reparto specializzato"?
Aspettiamo più di un anno... Per che cosa? E nel frattempo?

2. Lo so che si tratta di una malattia lenta e progressiva, ma vorremmo cercare di rallentarla, se possibile. Soprattutto perché -per ora- il mio ragazzo non ha sintomi (nemmeno difficoltà nella visione notturna) e mi sento come se avessimo un patrimonio prezioso da salvaguardare.

3. Altra importantissima questione: qualcuno può spiegarmi che cosa è la "Degenerazione Pavimentosa"? E' correlata in qualche modo con la "Degenerazione Pigmentata"(Retinite Pigmentosa) o sono due patologie differenti e senza alcun collegamento?

4. Perché è stato consigliato un intervento Laser per questa Degenerazione Pavimentosa? Il Laser non è dannoso per la Retinite Pigmentosa?


1. La domanda è legittima: il reparto specializzato serve per seguire l'evoluzione nel tempo della malattia e per aiutare la FONDAMENTALE ricerca.

2. Intanto il Suo ragazzo non ha, a quanto pare, la diagnosi di certezza di retinopatia pigmentaria (e speriamo bene...), poi consideri che questa malattia all'inizio dà solo una lieve riduzione della sensibilità della retina in periferia, evidenziabile solo con l'esame del Campo Visivo e con gli esami elettrofisiologici (PEV e PERG).

3. Degenerazione pavimentosa è un termine generico che indica delle alterazioni dell' EPITELIO PIGMENTATO RETINICO. Se risultano anche dei danni funzionali, allora si può adottare il termine di retinopatia pigmentaria o termini simili. Tenga presente che delle alterazioni dell'epitelio pigmentato di nessun significato clinico sono molto frequenti nella popolazione generale.

4. E' vero. Il laser non serve a nulla in questi casi.

Le faccio un sincero in bocca al lupo per il Suo fidanzato, e mi scuso per il lieve ritardo della risposta.

cosmic
 

Gentile Dott. Pascotto,
innanzitutto La ringrazio per la sua risposta. Approfitto per chiederLe ulteriori chiarimenti.
1- Capisco l'importanza della Ricerca, sulla quale baso tutte le mie speranze. Ciò che non capisco è il motivo di una così lunga lista d'attesa per avere accesso ad un reparto dove non è in corso alcun protocollo sperimentale. Se dobbiamo aspettare così a lungo solo perché questo caso venga preso in esame, nel frattempo chi ci dice come muoverci? So per certo che ci sono "terapie" a base di vitamine e DHA consigliate per rallentare la degenerazione, ma chi le prescrive? Devo attendere più di un anno anche solo per consigli?

2- Ravviso che la diagnosi di retinopatia pigmentaria sia già stata emessa, laddove la dottoressa, con la prima visita e poi anche in seguito all'esame del campo visivo e la foto fundus, ha scritto "degenerazione pigmentata a spicchi".
Non vorrei illudermi troppo sul fatto che gli esami elettrofisiologici devono ancora avere un referto... Lei dice "speriamo", e così anch'io in fondo spero che questi smentiscano la prima diagnosi. Ma se questo non avviene?
Posso aggrapparmi alla speranza che una così tardiva insorgenza (33 anni e ancora nessun disturbo) implichi anche una progressione più lenta?

3- Da quanto mi dice Lei, la degenerazione pavimentosa potrebbe essere un sinonimo della degenerazione pigmentata. La dottoressa, invece, ne ha parlato come se fosse un disturbo diverso, collaterale ma *forse* non correlato con la pigmentosa. Per questo ha consigliato il laser, per scongiurare il pericolo di distacco della retina "lacerata" (non so se sia un termine corretto).
Io tendo a non fidarmi, non vorrei che il laser avesse un effetto dannoso per quanto riguarda la retinite pigmentosa...
Ma, a questo punto, come si curerebbe la "lacerazione"?

cosmic
 

POST SCRIPTUM
3bis- Lei dice che "alterazioni dell'epitelio pigmentato di nessun significato clinico sono molto frequenti nella popolazione generale".
E' possibile quindi che ci siano dei danni alla retina che possono essere confusi con la retinite pigmentosa... ma che non sono degenerativi/progressivi?
Azzardo un'ipotesi da vera ignorante, una purissima IGNORANTATA: ho letto qualcosa sulle "Retinopatie del Pretermine", che si manifestano nei bambini nati prematuri. Si manifestano necessariamente? Intendo dire: Ci si accorge da subito che un bambino ha questa sorta di retinopatia congenita non genetica? Non è possibile che il bambino nato prematuro (il mio ragazzo pesava poco più di due chili alla nascita) diventi un adulto con una retinopatia "stabile" da sempre e per sempre?
Mi perdoni la mia petulanza, e ancora grazie per la Sua attenzione.

Dr. Antonio Pascotto
 

1- Questa è una domanda che girerei al Ministero della Salute. Credo che dipenda anche dal fatto che in Italia, è arcinoto, si investe pochissimo in ricerca.

2- Sì, può aggrapparsi a questa concreta speranza.

3- La "lacerazione" si cura solo con il laser, e lo si fa per scongiurare il pericolo di un distacco di retina.

Risposta al PS- Certo che è possibile, per questo hanno consigliato ulteriori accertamenti ma, per quanto Lei riferisce al punto 2, anch'io credo che non Le convenga farsi troppe illusioni. La retinopatia del prematuro è una patologia grave, ma i segni clinici sono molto diversi da quelli della retinopatia pigmentaria.

cosmic
 

<font face="Arial">La "lacerazione" si cura solo con il laser, e lo si fa per scongiurare il pericolo di un distacco di retina.</font id="Arial">

Mi perdoni, continuo a non capire un passaggio: per curare questa "lacerazione" si utilizza il laser. Il laser non serve -ovviamente- per la Retinite Pigmentosa... Ma, oltre ad essere inutile per questa patologia, non è anche DANNOSO?

Non vorrei che si peggiorasse la degenerazione pigmentata, per curare l'altra degenerazione!
La solita questione rischi/benefici.
L'eventuale distacco della retina potrebbe forse trovare un'altra cura (chirurgica?)... Se, invece, diamo il colpo di grazia ai fotorecettori con il laser... Attualmente non c'è cura per recuperarli, mi pare!

Mi terrorizza l'idea di fare danni irreversibili!

Dr. Antonio Pascotto
 

Ma il laser per le lacerazioni agisce solo in estrema periferia, ed i vantaggi sono molto superiori agli svantaggi che potrebbero derivare da un distacco di retina. Va solo valutato con attenzione se la lacerazione del Suo fidanzato è "regmatogena", ossia in grado di produrre un distacco di retina.

Ciao!

Fili76
 

io ho 19 anni e sono affetta dai pigmenti che per ora non si sono ancora mossi... mia sorella ha 15 anni e lei è nella stessa condizione... mia mamma e m io zio hanno la malattia già in uno stadio e sono arrivati a fare due settimane consecutive di seduta di camera iperbarica... non esiste rimedio all'oggi per questa malattia... l'unica che hanno detto a me di fare per evitare che la malattia degeneri è assumere pillole di luetin ofta e mangiare mirtilli carote e parte verde insalata... altro rimedipo non c'è...

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr. Giacomo Sanfelici

Dr. Giacomo Sanfelici
Nome:
Giacomo Sanfelici
Comune:
Pietra Ligure
Provincia:
SV
Azienda:
Ambulatorio Medico Chirurgico Vìsus
Specializzazione:
Oftalmologia
Contatti/Profili social:
sito web
Domanda al medico
Dr. Sanfelici, ci parla delle cause, fattori di rischio e intervento chirurgico per cataratta negli over 40?
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 00:35 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X