Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Oculistica > Pressione oculare e Glaucoma
Segna Forum Come Letti

   

Pressione oculare e Glaucoma

Dr. Antonio Pascotto
 

Nuovi sistemi diagnostici per il glaucoma

Nella maggior parte dei casi i sintomi che avvertono della presenza di glaucoma sono minimi e difficilmente riconoscibili, specialmente nelle fasi iniziali della malattia. Se presente sin dalla nascita si tratta di una malformazione genetica e, in genere, interessa entrambi gli occhi. Oggi nuovi sistemi diagnostici permettono di riconoscere i sintomi precocemente e, quindi, di intervenire tempestivamente. Tra questi, la campimetria permette di calcolare le alterazioni del campo visivo valutando la sensibilità dell'occhio; l'analisi del nervo ottico, tramite GDX e OCT, permette di verificare se ci sono alterazioni delle fibre del nervo prima che siano troppo dannose. In Italia il glaucoma interessa circa 550.000 persone.

MIGLIOR COMMENTO
Dr. Antonio Pascotto
"Nuove prospettive diagnostiche e terapeutiche nel glaucoma"

I risultati di diversi studi della Fondazione Bietti dimostrano che il glaucoma non deve essere considerato e curato semplicemente come una malattia dell'occhio, ma come una patologia ben più estesa, dato che il danno oculare coinvolge anche varie strutture del cervello deputate all'elaborazione dell'informazione visiva. I pazienti con glaucoma sono stati così trattati con farmaci, quali la citicolina, utilizzati per la cura di malattie degenerative del sistema nervoso. Tale trattamento va associato alla specifica terapia con colliri che riducono la pressione oculare. Le persone trattate con citicolina hanno riferito un miglioramento soggettivo delle loro capacità visive e tale dato è stato supportato dai rilievi strumentali, che hanno osservato un miglioramento sia del campo visivo che dell'elettroretinogramma.
__________________
Centro Oculistico Pascotto
Tel. 081 554 2792
Leggi altri commenti
1987Fra
 

ciao
mi sapete dire quanto dovrebbe misurare circa la pressione oculare? io (ho 18 anni) l'ho misurata l'altra settimana e ho 20, e l'oculista mi ha detto che è un po altina...

Dr. Antonio Pascotto
 

Si, 20 per un soggetto di 18 anni è un po' altina, anche se il valore della pressione oculare da solo non ha molto significato se non accompagnato da un'attenta valutazione dello stato di salute della testa del nervo ottico e dall'esame del "campo visivo".

In bocca al lupo,
Antonio Pascotto

soleluna04
 

salve, io ho un dubbio che mi tiene in sospeso da 3 anni , da quando mi hanno diagnosticato un glaucoma con pressione 27-21 e nervo ottico già danneggiato (a 36 anni), poi successivamente smentita da altri 3 oculisti pressione altina 20-19 però da tenere sotto controllo, la mia domanda è ci sarà un modo per essere sicuri di averlo o di non averlo questo glaucoma, visto che soffrendo di cervicale mi capita spesso di sentire gli occhi sporgere in fuori e che bruciano, la luce mi dà fastidio, ma questi sintomi mi hanno detto che non c'entrano con la pressione, eppure quando li ho che vado dall'oculista ho sempre la pressione sui 19-20, mentre mi è capitato di andarci con il collo non dolorante quindi anche gli occhi non mi davano fastidio ed era 16-17. Grazie ciao.

Dr. Antonio Pascotto
 

Per fare diagnosi di glaucoma occorre anche effettuare un esme del campo visivo ed un'attenta valutazione della papilla ottica. Se da questi esami non si evincono alterazioni, NON si può fare diagnosi di glaucoma.

Ciao, AP.

soleluna04
 

Grazie Dottore per la risposta, ho fatto l'esame del campo visivo ed è tutto a posto, visita oculistica ok pressione 19-20 la penultima volta tre mesi fa, ora sono tornata per un controllo e mi ha detto che la pressione va bene, devo soltanto tenerla controllata spesso.
Grazie saluto.

stefanoesse
 

gentile Dottore,

volevo porle un quesito.
ho 24 anni e da 6 anni soffro di glaucomia bilaterale giovanile, già fatta trabeculectomia in entrambi gli occhi, dopo anni di trapia locale.
adesso non metto alcun collirio e la pressine di OO è accettabile.

Prendo spesso l'aereo per lavoro e immancabilmente tutte le volte che lo prendo il giorno dopo ho dolore agli occhi, fasidio simile a quello che si avverte quando sale la pressione.

Può darsi che la pressione salga?
C'è la possibilità che ci siano dei danneggiamenti?

grazie mille

Xcarve
 

le risulta che la cannabis sia terapeutica nel glaucoma?

Dr. Antonio Pascotto
 

Se ne è parlato sui giornali qualche anno fa, ma non ho visto delle interessanti evidenze scientifiche. Ci sono terapie ben più efficaci...

Dr. Antonio Pascotto
 

No, non credo, anche perché le cabine dell'aereo si dice che siano "pressurizzate". In aereo sono molto più noiosi gli effetti dell'aria condizionata, che portano ad avere secchezza oculare. L'occhio non ben lubrificato dà dolore, specie in chi ha subito un intervento chirurgico, in quanto la superficie della congiuntiva resta meno omogenea. Prova a mettere delle buone lacrime artificiali quando sei in aereo.

Ciao,
AP

dardo
 

Operato da dieci anni di glaucoma con intervento tradizionale ho la bozza filtrante dell'occhio sinistro che ha debordato accavallandosi sulla parte superiore dell'iride provocandomi un continuo fastidio (del tipo sassolino nell'occhio, per intenderci)La pressione è normale senza uso di colliri ed il campo visivo stabile seppure danneggiato. Questa mia è soltanto per sollecitare la ricerca di un medico competente in questo tipo di patologia, non "interventista a tutti i costi" ma capace di dare un sincero consiglio sul "da farsi"
Grazie per qualsiasi suggerimento. Può essere utile sapere che vivo a La Spezia.

Dr. Antonio Pascotto
 

C'è un grande esperto in Glaucoma proprio a Genova, si chiama Sergio Claudio Saccà, autore di numerosi articoli su riviste internazionali. Si affidi tranqulliamente alle sue mani, è anche un mio carissimo amico.

In bocca al lupo,
AP

dardo
 

Ringrazio vivamente per il suggerimento.
Seguirò quanto prima il suo consiglio

Winsand
 

Purtroppo causa ipertensione (ereditaria), per circa 3 volte ho avuto uno sbalzo cosi tremendo che inizialmente non riuscivo più a vedere niente per un buon 99% per qualche minuto, seguito da un maldiesta che mi stava quasi scoppiando ed io piangevo, infine vomito.
Questo e cioò che me successo, ovviamente ho fatto degli esami ed hanno confermato ipertensione, (5 mesi per i risultati e vergognoso)
all'ospedale mi hanno anche controllato il fondo dell'occhio ed almeno da quello che ho capito la retina dell'occhio sinistro e stata in parte danneggiata.
Il problema e che ora sono molto + sensibile alla luce, perchè come minimamente un piccolo bagliore, anche se non intenso, mi passa sull'occhio, io resto accecato per qualche secondo, come se uno spuntasse con lo sguardo il sole per un attimo.
Mi chiedevo c'e' modo con qualche tipo di occhiali di evitare questo problema?
Lo chiedevo prima di fare una visita dall'oculista.

Dr. Antonio Pascotto
 

Per limitare il fastidio alla luce, la cosa più semplice ed efficace che si può fare è proteggersi con degli occhiali scuri. In ogni caso è utile fare una visita oculisica con esame del fondo oculare per analizzare il danno indotto dall'iertensione arteriosa.

In bocca al lupo!

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr. Giacomo Sanfelici

Dr. Giacomo Sanfelici
Nome:
Giacomo Sanfelici
Comune:
Pietra Ligure
Provincia:
SV
Azienda:
Ambulatorio Medico Chirurgico Vìsus
Specializzazione:
Oftalmologia
Contatti/Profili social:
sito web
Domanda al medico
Dr. Sanfelici, l'intervento di cataratta è consigliato a qualunque età, sia che si tratti di un anziano o un giovane, oppure ci sono limitazioni e rischi?
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 00:02 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X