Forum | ForumSalute.it

Forum | ForumSalute.it (https://www.forumsalute.it/community/)
-   Oculistica (https://www.forumsalute.it/community/forum_65_oculistica_1.html)
-   -   "Cheratocono: un passo avanti" (https://www.forumsalute.it/community/forum_65_oculistica/thrd_96978_cheratocono_un_passo_avanti_0.html)

Dr. Antonio Pascotto 27-06-2009 08:43 AM

Riferimento: "Cheratocono: un passo avanti"
 
Citazione:

Citazione: Messaggio inserito da rosabianza72

Buongiorno dott. Pascotto.
Qualche mese fa mi hanno diagnosticato il cheratocono (alla Clinica Humanitas), o meglio, c'è un forte sospetto dal momento che la mia cornea è assottigliata. Non mi hanno detto molto di più, anzi, non mi hanno detto proprio niente (e sinceramente la cosa mi ha un po' deluso, trattandosi del primario.. e della cifra che ho sborsato), se non che c'è questo sospetto (spiegandomi a mala pena e velocissimamente cosa fosse il cheratocono)e di rifarmi visitare dopo circa 8 mesi per confermarlo.
Nel frattempo dovrei prima risolvere un problema di ostruzione delle vie lacrimali (ho anche questo), con un occhio già operato con il laser ma, a quanto mi hanno detto all'Humanitas, con scarsissime probabilità di aver risolto il problema dato che con il laser il canalino si richiude quasi sempre.
Comunque, quello che voglio chiederLe è questo: ho 37 anni, è possibile che il cheratocono sia iniziato alla mia età, oppure posso sperare che sia insorto già da tempo e a questo punto possa essere in via di rallentamento?
E' molto più valida la Sua seconda ipotesi. Alla Sua età, in genere, il cheratocono tende a stabilizzarsi spontaneamente.
Citazione:

Citazione: Pensare che ero andata a farmi visitare perchè volevo farmi operare per la miopia (- 4 decimi in entrambi gli occhi). Posso non abbandonare la speranza che un giorno riesca a liberarmi degli occhiali per la miopia, nonostante questa (quasi certa) diagnosi?
Con il laser ad eccimeri sarebbe un po' rischioso. Se la Sua motivazione è forte, potrebbe optare per un impianto di lenti intraoculari (lenti fachiche).
Citazione:

Citazione: Possibile che tutti gli oculisti girati fino ad oggi (avendo sempre sofferto di miopia) non abbiano mai capito che avevo anche questo problema così serio?
Le forme di cheratocono frusto possono essere diagnosticate solo da esami approfonditi, che non fanno parte di una normale visita oculistica.
Citazione:

Citazione: Mi avevano anche fatto esami specifici anche per il cheratocono (in un centro importante di Monza) dicendomi che avevo la cornea un po' assottigliata forse a causa dele lenti a contatto usate per una vita.
Ma niente su questa malattia (di cui nessuno ha mai sofferto nella mia famiglia, nemmeno gli "antenati").
Sono un po' disperata perchè mi ero davvero stancata degli occhiali che porto da una vita e ora sembra che non solo non potrò mai più abbandonarli ma rischio anche la cecità...
Scusi lo sfogo.
La cecità non la rischia DI SICURO! Da quanto scrive, sembra che più che una diagnosi vi sia un SOSPETTO di cheratocono. Nelle forme border-line, alcuni possono ritenere che si tratti di una semplice variazione dalla norma, altri che ci si trovi di fronte ad una vera e propria malattia. Talvolta, anch'io preferisco non dare definizioni troppo... drastiche se ciò non può essere d'aiuto al paziente: si rischia solo di creare delle preoccupazioni inutili.

Cerchi di riprendere la Sua serenità: non corre alcun pericolo! :) ;)

SarettaC88 01-08-2009 10:12 AM

Riferimento: "Cheratocono: un passo avanti"
 
Salve dottore,
a mio marito è stao diagnosticato il cheratocono solo all'età di 25 anni.
Fin da piccolo ha vuto disturbi della vista ke però gli hanno sempre diagnosticato come miopia. Infatti non faceva altro che cambiare occhiali da vista. Finalmente un oculista si è accorto che non era affatto miopia ma un lieve cheratocono. Non so dirle con esattezza di quanti micron è perchè non lo ricordo,però so che non è molta. Da allora usa delle lentine semirigide che gli schiacciano la cornea e gli permettono di vedere bene.
Siccome siamo di sapri in prov di salerno,ho letto che una clinica a napoli esegue questa nuova tecnica. Sa dirmi a quale medico posso rivolgermi e se è il caso di ricorrere al cross?

grazie.

Dr. Antonio Pascotto 18-10-2009 10:17 AM

Riferimento: "Cheratocono: un passo avanti"
 
Cross-linking corneale e PRK nel cheratocono

Da Journal of Cataract and Refractive Surgery, settembre 2009.

Il cross-linking del collagene corneale e la PRK guidata dalla topografia in pazienti affetti da cheratocono sembrano essere più efficaci se effettuati nello stesso giorno, anziché in tempi diversi.

Secondo gli autori dello studio, i risultati in termini di recupero dell'acutezza visiva sono migliori nel gruppo che ha fatto gli interventi simultaneamente rispetto al gruppo che si è sottoposto agli stessi interventi a distanza di mesi.

Lo studio ha incluso 325 casi con cheratocono. Un gruppo di 127 casi si è sottoposto a cross-linking e, dopo 6 mesi, a PRK. Un secondo gruppo, di 198 casi, si è sottoposto ad entrambe le procedure nello stesso giorno.

L'articolo continua in basso ↓


I ricercatori hanno valutato in tutti i casi l'acutezza visiva post-operatoria, la curvatura corneale, lo spessore corneale e la conta delle cellule endoteliali. E' stato inoltre valutato l'eventuale haze (opacizzazione) corneale e l'eventuale progressione dello sfiancamento corneale. Il periodo medio in cui sono stati seguiti i pazienti è stato di 36 mesi.

In tutti i parametri valutati, il risultato è stato migliore nel gruppo di pazienti che avevano ricevuto il trattamento combinato nello stesso giorno.

Nessuno dei due gruppi ha mostrato un peggioramento nella conta delle cellule endoteliali.

SMicheleS 21-10-2009 14:38 PM

Riferimento: "Cheratocono: un passo avanti"
 
Citazione:

Originariamente Inviato da rosabianza72 (Messaggio 2494750)
Buongiorno dott. Pascotto.
Qualche mese fa mi hanno diagnosticato il cheratocono (alla Clinica Humanitas), o meglio, c'è un forte sospetto dal momento che la mia cornea è assottigliata. Non mi hanno detto molto di più, anzi, non mi hanno detto proprio niente (e sinceramente la cosa mi ha un po' deluso, trattandosi del primario.. e della cifra che ho sborsato), se non che c'è questo sospetto (spiegandomi a mala pena e velocissimamente cosa fosse il cheratocono)e di rifarmi visitare dopo circa 8 mesi per confermarlo.
Nel frattempo dovrei prima risolvere un problema di ostruzione delle vie lacrimali (ho anche questo), con un occhio già operato con il laser ma, a quanto mi hanno detto all'Humanitas, con scarsissime probabilità di aver risolto il problema dato che con il laser il canalino si richiude quasi sempre.
Comunque, quello che voglio chiederLe è questo: ho 37 anni, è possibile che il cheratocono sia iniziato alla mia età, oppure posso sperare che sia insorto già da tempo e a questo punto possa essere in via di rallentamento?
Pensare che ero andata a farmi visitare perchè volevo farmi operare per la miopia (- 4 decimi in entrambi gli occhi). Posso non abbandonare la speranza che un giorno riesca a liberarmi degli occhiali per la miopia, nonostante questa (quasi certa) diagnosi?
Possibile che tutti gli oculisti girati fino ad oggi (avendo sempre sofferto di miopia) non abbiano mai capito che avevo anche questo problema così serio?
Mi avevano anche fatto esami specifici anche per il cheratocono (in un centro importante di Monza) dicendomi che avevo la cornea un po' assottigliata forse a causa dele lenti a contatto usate per una vita.
Ma niente su questa malattia (di cui nessuno ha mai sofferto nella mia famiglia, nemmeno gli "antenati").
Sono un po' disperata perchè mi ero davvero stancata degli occhiali che porto da una vita e ora sembra che non solo non potrò mai più abbandonarli ma rischio anche la cecità...
Scusi lo sfogo.

Penso di sapere di che medico parli, mia madre ha appena avuto una brutta esperienza, ha usato una procedura simile, in conclusione stiamo cercando un nuovo oculista dopo aver speso dei bei soldini per niente, non abbaimo avuto ne informazioni ne niente di scritto se non quelle "mappe" di routine.

Da quel che ho capito da una visita non si può sapere se si ha il cheratocono, quindi perchè devi ritornare dopo 8 mesi, pagare un'altra visita in cui ti dirà di fare visite specifiche per poi tornare e fare un'altra visita... il mio consiglio è di informarti bene, o chiedere un'altro parere medico.
Se invece tornerai dal professore chiedi di farti rilasciare qualcosa di scritto di quel che dirà e di quello che ha detto all'ultima visita, ti anticipo che forse ti caccerà dallo studio.

Non voglio mettere in dubbio che tu non abbia il cheratocono (anche mia madre probabilmente dovra essere operata), spero tu abbia capito che intendo.

carlo88smn 08-02-2010 00:49 AM

Riferimento: "Cheratocono: un passo avanti"
 
salve a tutti...ho subito il trapianto di cornea ad entrambi gli occhi...mi volevo informare su eventuali costi e consigli su possibili interventi laser per correggere l'astigmatismo residuo post-trapianto...grazie e cordiali saluti,
carlo

Dr. Antonio Pascotto 14-02-2010 06:14 AM

Riferimento: "Cheratocono: un passo avanti"
 
Gentile Carlo,

Gli interventi con laser per la correzione dell'astigmatismo in occhi già sottoposti a trapianto corneale sono da valutare sempre con molta attenzione. Fatti i dovuti accertamenti e valutata la stabilità corneale, si può decidere di intervenire con diverse tecniche. Il costo dell'intervento presenta ampi margini di variabilità e, molto orientativamente, si trova in un range compreso fra i 2000 ed i 5000 euro, per entrambi gli occhi.

Buona domenica!

carlo88smn 18-02-2010 23:26 PM

Riferimento: "Cheratocono: un passo avanti"
 
Grazie mille! comunque manca ancora un pò di tempo visto che devo ancora togliere la sutura all'occhio dx!

valeria984 27-02-2010 14:22 PM

Riferimento: "Cheratocono: un passo avanti"
 
Buongiorno a tutti, l'argomento laser post cheratoplastica interessa anche a me!!!
Ho letto la risposta del dottore che ha parlato del dover fare gli opportuni accertamenti, ma che cosa bisogna accertare, e quali sono i criteri di esclusione?
Cioè è una cosa spesso possibile come nelle cornee normali o solo per "pochi eletti"?
Anche in queste cornee si possono ottenere con il laser risultati simili a quelli su cornee normali?
Grazie, e complimenti per questo interessantissimo forum!!!

Dr. Antonio Pascotto 03-03-2010 07:02 AM

Riferimento: "Cheratocono: un passo avanti"
 
PEDIATRIA/STRABISMO
_________________________________
Pubblicato in OculisticaPascotto.it il 3 marzo 2010


Il cross-linking va effettuato il prima possibile nei pazienti pediatrici


SIENA — Secondo le conclusioni del gruppo di studio sul cheratocono dell'Università di Siena, il cross-linking corneale dovrebbe essere la terapia di prima scelta in pazienti pediatrici affetti da cheratocono progressivo.


"Il cheratocono precoce è estremamente aggressivo. Evolve rapidamente e va trattato con urgenza", è stato detto al recente incontro della Società Italiana di Trapianto Corneale.

Anche un ritardo di sei mesi, che è un tempo comune nella valutazione del'evoluzione del cheratocono nei giovani adulti, può fare la differenza per preservare un occhio ed evitare il ricorso al trapianto di cornea.

"Esiste un limite oltre il quale il cross-linking non è più efficace nell'arrestare la progressione della malattia. Dobbiamo essere sicuri che questo limite non venga superato", ha dichiarato il dottor Caporossi.

Prima che il cross-linking entrasse nella pratica clinica, la maggioranza dei bambini che sviluppavano il cheratocono prima dei 15 anni era destinata al trapianto corneale intorno ai 20 anni di età.

"Ora non è più così. Il cross-linking ha fatto il miracolo", ha aggiunto.

Sono già stati trattati 108 casi di pazienti pediatrici con il cross-linking corneale, con risultati incoraggianti. Alcuni casi sono stati già seguiti per 5 anni e, in tutti i casi, il cheratocono è risultato stabile.

"Se valutiamo i nostri pazienti sottoposti a cross-linking in relazione all'età, è ben evidente che i migliori risultati si sono ottenuti quando il trattamento è stato effettuato prima dei 18 anni di età. In altri gruppi di età, i risultati sono sostanzialmente differenti. Dopo i 40 anni, è dubbio che la procedura possa essere utile", ha concluso il dottor Caporossi.

Antonio Pascotto

cheratocono 23-04-2010 11:43 AM

cheratocono
 
sono una mamma disperata da tre giorni ho scoperto che mio figlio ha il cheratocono ho sentito diversi pareri e adesso non so che fare mi hanno consigliato di fare l'intervento

cheratocono 23-04-2010 11:49 AM

Riferimento: cheratocono
 
ciao ho scoperto da 3giorni che mio figlio ha il cheratocono sono stata da due oculisti e mi è stato consigliato di fare l'intervento visto che è gia in uno stadio avanzato solo che cosi su due piedi non so se è la cosa giusta da fare è meglio consultare altri specialisti anche perchè su internet sto trovanto molti tipi di interventi diversi cosa mi consigliate??

Dr. Antonio Pascotto 23-04-2010 14:26 PM

Riferimento: cheratocono
 
Gentile signora,

Oggi siamo in grado di stabilizzare il cheratocono e, in molti casi, ridurne l'entità, grazie ad un particolare trattamento chiamato "cross-linking corneale". In passato, quando tale tecnica chirurgica non esisteva, non erano rari i casi in cui la malattia portava ad un grave sfiancamento corneale che richiedeva il trapianto corneale. Ora invece, grazie al cross-linking, siamo in grado di arrestare l'evoluzione della malattia, riducendo di molto la necessità di un eventuale trapianto.

In bocca al lupo per Suo figlio!

Lattimer 10-05-2010 17:13 PM

Consiglio Operazione Cheratocono
 
Salve
sono un ragazzo di 30 anni e ho scoperto di aver un cheratocono bilaterale a 19anni.
Studio ingegneria ed è propio seguendo i corsi che mi sono accorto della malattia.Grazie al mio ottico con un pò di sacrificio ho sempre tollerato le lentine gas-pemeabili le quali mi permettono di vedere 9/10.Con gli occhiali non vedo un tubo.Con l'occhio sin. vedo solo la prima lettera sulla tabella delle lettere dell'oculista mentre con il destro arrivo intorno ai 6/10.Ora sono un pò stanco.Mi affatico molto prsto a studiare con conseguente mal di testa e se uso le lentine per studiare dopo non posso più uscire perchè con gli occhiali avrei bisogno del cane:lol:.tengo per me queste cose per non far preoccupare la mia famiglia e la mia ragazza che mi sono sempre stati vicine.Sono stato sia a Napoli che a Mestre e se chiedo se posso essere operato mi consigliano di aspettare perchè con le lentine vedo bene ed inoltre ribadiscono che ho un buon tessuto corneale e che il cheratono è concentrato sulla parte centrale e questo è un bene.Vero???.Inoltre dicono che dopo l'operazione potrei avere anche un forte astigmatismo.Vero anche questo?Non sono una persona che si lamenta ma vorrei cercare di vedere un pò meglio per completare gli studi.
Accetto qualunque consiglio:253:
Grazie

Dr. Antonio Pascotto 10-05-2010 20:28 PM

Riferimento: Consiglio Operazione Cheratocono
 
Caro Lattimer,

Nella Sua condizione, Lei deve mirare innanzitutto ad arrestare l'evoluzione della malattia e, quindi, deve valutare l'opportunità di sottoporsi a cross-linking corneale. Tale trattamento non peggiora l'astigmatismo corneale, piuttosto lo migliora. Dopo che si è stabilizzato il cheratocono, si può anche considerare, con calma, un trattamento di chirurgia refrattiva che possa migliorarLe la qualità visiva.

Un grosso in bocca al lupo,
AP

asciavartini 10-05-2010 20:46 PM

Riferimento: Consiglio Operazione Cheratocono
 
buona sera son la mamma di un bambino di sei anni che ha contratto la congiuntivite allergica. volevo sapere se questa condizione si ripetrà ogni stagione e se è necessario fare degli esami per evidenziare l' agente scatenante della sua congiuntivite. la ringrazio anticipatamente


Adesso sono le 15:02 PM.

Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2