Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Chirurgia colonproctologica > sangue occulto nelle feci
Segna Forum Come Letti

   

sangue occulto nelle feci

serenat
 

Salve,
due campioni su tre sono positivi...mi vedo già con un tumore al colon...premetto che non mi era stato detto di osservare una dieta prima dell'esame...farò una colonscopia, ma nei giorni di feste...ho paura sia troppo tardi farla a gennaio...l'esame del sangue era tutto ok, è l'unica cosa che mi conforta

MIGLIOR COMMENTO
Dott. Giuseppe D'Oriano
Caro Jolan
La positività di un esame per la ricerca di sangue occulto nelle feci,indipendentemente dall'assunzione di farmaci che possono facilitare il sanguinamento(cardirene),richiede un approfondimento diagnostico.La colonscopia è l'esasme che ci permette di poter fare una diagnosi precisa.Un sanguinamento non è sempre sinonimo di tumore.Malattie infiammatorie acute e croniche ,angiodisplasie(alterazioni di piccoli vasi
arterovenosi),malattia emorroidaria possono essere responsabili di tale positività.Sarebbe utile sapere perchè? il medico ha richiesto la ricerca di sangue occulto nelle feci?
__________________
Dott. Giuseppe D'Oriano. Telf.3356604112 E-mail doriano1955@libero.it
Docente Scuola Speciale ACOI di Coloproctologia. Chirurgo Coloproctologo A.S.L.NA1 PO. S.M.d.P.Incurabili.Napoli
Leggi altri commenti
youbelongtome
 

ciao serenat mi dispiace...pero' secondo me nn ci dobbiamo allarmare...mi avevi risp per il fatto della barbabietola...ma domani devo andare dalla dott anch'io che paura!!!cmq se gli esami sono apposto nn ci dovrebbero essere grossi problemi...magari sono emorroidi!!!e poi siamo giovani nn pensiamo al peggio su su...in bocca al lupo!!!

gabrifed
 

67 anni, maschio. Dopo un intervento a novembre per rimuovere un tumore alla prostata (tutto andato bene), il test sul sangue nelle feci è positivo. Già prenotata la colonscopia.

So che possono essere attribuite a Diverticoli, polipi, non ho emorroidi, mi si dice anche deglutizione di sangue (mi sanguinano le gengive), tumore al colon.

Non per avere un contentino ammazza ansia, ma volevo sapere se la probabilità di non avere un tumore è comunque rilevante
grazie

Luca Cimballi
 

Ciao,il sanguinamento dalle gengive può causare la presenza di sangue occulto nelle feci come le altre cause che hai elencato tu.

Jolan
 

Egregio Dott. Doriano,

A mio papà, uomo di 53 anni, è stato riscontrato del sangue occulto nelle feci.
Si pensa che tali tracce siano da ricondurre all' "aspirinetta", dal nome "Cardirene", che aveva iniziato ad assumere proprio poche settimane prima (forse un mesetto) dell'esame di ricerca del sangue occulto.

Anzitutto, secondo la Sua esperienza, è effettivamete possibile che la presenza di sangue acculto dipenda strettamente dall'assunzione del medicinale "Cardirene"?
Inoltre, se anche così fosse, la perdita di sangue sarebbe da ricondurre a qualche patologia rilevante? Per meglio dire, che lesioni potrebbe aver provocato il summenzionato medicinale?

La prossima settimana si sottoporrà a colonscopia (esame peraltro che lo preoccupa parecchio) e nel frattempo vorrei chiarirmi un pò le idee, visto che in famiglia non siamo tranquilli.

Grazie per la Sua disponibilità.
Distinti saluti.

Jolan
 

Egregio Dott. D'Oriano,

La ringrazio moltissimo per la celere e completa risposta.

Quanto alla Sua domanda, il controllo fa parte di una campagna di prevenzione dei tumori al colon, riguardante tutti coloro che hanno superato i 50 anni di età, promossa dal nostro medico di famiglia in accordo con la Usll locale.

L'infermiera con cui ha parlato mia papà ha detto che durante la colonscopia, se necessario, potranno procedere subito all'esportazione di "polipetti", se presenti (per questo gli praticheranno un'anestesia locale): si tratta di una procedura comune? Inoltre, quanto durerà indicativamente l'esame in questione?

La ringrazio nuovamente.

Dott. Giuseppe D'Oriano
 

La polipectomia endoscopica ,in caso di polipi intestinali, è una procedura normale.L'esame dura qualche minuto anche in relazione alla presenza o meno di uno o più polipi o altre neoformazioni da bioptizzare o da recuperare(Il polipo sezionato deve essere recuperato ,se è di piccole dimensioni, sembrerà strano,ma diventa difficile recuperarlo).
Auguri dr.Giuseppe D'Oriano

Jolan
 

La ringrazio per le ulteriori informazioni fornitemi.

Ora non ci resta che attendere l'esame e soprattutto l'esito che ne conseguirà.

Buona serata.
Distinti saluti.

patero90
 

salve amici devo fare tale esame e calcolando 3 giorni andro' martedi mattina vorrei sapere cosa si puo' mangiare in questi 3 giorni antecedenti e poi io prendo l'antidrepessivo goccie dropaxin posso prenderlo?

Dott. Giuseppe D'Oriano
 

Bisogna raccogliere un campione di feci in un apposito flacone, senza osservare alcuna particolare dieta.Puoi continuare ad assumere l'antidepressivo ,il dropaxin puo essere causa di ecchimosi cutanee o mucose ma difficilmente crea sanguinamenti intestinali.
saluti Dr.Giuseppe D'Oriano

carmelinux
 

Salve dottDoriano,
lungi da me ritenermi un esperto e poichè tra i due il medico è lei, le chiedo:
ma l'esame non va eseguito seguendo la seguente linea guida? occorre rimanere per tre giorni senza mangiare carne, pesce, verdure fresche e banane e senza prendere purganti o farmaci come aspirina o conteneti ferro; lo spazzolino da denti, almeno due giorni prima dell’esame, non deve fare sanguinare i denti.
mi corregga se sbaglio.

Con molta stima e riverenza,
Carmelinux.

Dott. Giuseppe D'Oriano
 

Per quanto riguarda l'alimentazione era vero e consigliabile con i vecchi kit.Rimangono ancora validi i consigli per farmaci gastrolesivi,l’esame non diventa positivo se si prende del ferro.Penso di fare cosa utile nel presentare queste informazioni per utenti ,che ricevono l'invito per lo screening del cancro del colonretto ,creato i modo simpatico con domande e risposte

Istruzioni per fare l’esame del sangue occulto


1. MI AVETE MANDATO UNA LETTERA

1.1 Ho ricevuto a casa la vostra lettera: devo fare questo esame? E’ obbligatorio?

No, non è obbligatorio.
Noi però le consigliamo di farlo perché l’esperienza scientifica ci dice che è un esame molto efficace.
Ne parli con il suo medico, che saprà consigliarla.

1.2 Ho ricevuto a casa la vostra lettera: non voglio farle l’esame.

Le posso chiedere come mai non vuole fare l’esame?
………………………………………………………………….
Ne parli con il suo medico, che saprà consigliarla.
Non è un esame obbligatorio, può fare a meno di farlo.
Noi però consigliamo di farlo perché l’esperienza scientifica ci dice che è un esame molto efficace.

1.3 Cosa vuol dire screening? Perché non lo dite in italiano?

In Italiano vuol dire setacciare, vagliare, selezionare, nella lingua comune.
In ambito medico significa, invece, un programma organizzato di prevenzione o di diagnosi precoce.
1.4 Perché fare lo screening?

È scientificamente provato che fare la ricerca del sangue occulto fecale ogni due anni dopo i 50 anni può salvare molte vite: si possono trovare tumori allo stadio iniziale, e quindi più facilmente guaribili, o togliere dei piccoli polipi prima che diventino tumori.
1.5 Chi può fare lo screening?

Lo possono fare le persone, sia maschi che femmine, anche se non hanno senza sintomi, e di un’età compresa tra i 50 e i 70-74 anni.

1.7 Non ho ancora 50 anni: posso fare l’esame?

Lo screening inizia dai 50 anni perché la malattia è più frequente a partire da questa età.
Se desidera fare l’esame prima dei 50 anni le consigliamo di parlare con il suo medico.
1.8 Dopo i 70 anni non devo più fare l’esame?

La maggior parte dei programmi italiani e stranieri continuano a invitare le persone fino ai 69-70 o 74 anni. Il nostro…..
Si è dovuto scegliere un limite di età per motivi di costi. Però il rischio di sviluppare un tumore dell’intestino continua a essere presente anche dopo i 70 anni.
Le consigliamo quindi di parlare con il suo medico per continuare a fare l’esame del sangue occulto ogni due anni.
1.9 Ho familiarità per polipi / tumori dell’intestino e mi è arrivata la vostra lettera: lo faccio o no l’esame?

È già seguito presso un centro specializzato?
Se no le consigliamo di fare lo screening.
In ogni caso parli con il suo medico per scegliere l’esame più opportuno per la sua situazione: a volte potrebbe essere più indicato eseguire comunque una colonscopia
1.10 Ho familiarità per polipi / tumori dell’intestino e ho meno di 50 anni (o più di 70 anni): posso entrare nello screening?

No, ma le consigliamo di rivolgersi al suo medico.
1.11 E’ davvero tutto gratuito? O c’è l’inghippo?

L’esame è gratuito
Se fosse necessario completare il suo esame con altri controlli, anche questi saranno gratuiti.


2. COME FACCIO A FARE L’ESAME DELLE FECI?

E’ un esame molto semplice. Basta che lei raccolga una piccolissima quantità di feci con un apposito bastoncino. Poi lo mette in una provetta. E’ un esame capace di trovare anche piccole tracce di sangue che non si vedono a occhio nudo.
Segua le istruzioni che sono scritte nel foglio che le abbiamo dato assieme al flaconcino
2.2 Devo fare una dieta particolare prima di fare questo esame?

No, può mangiare come al solito.
2.3 Sto prendendo del ferro: posso fare l’esame?

Sì, perché l’esame non diventa positivo se si prende del ferro.

2.4 Avevo le mestruazioni fino a due giorni fa: posso fare l’esame?

Faccia l’esame quando non ha più perdite di sangue da almeno cinque giorni.
2.5 Soffro di stitichezza: per fare l’esame posso prendere una purga / lassativo / supposta di glicerina?

Si comporti come fa normalmente.
2.6 Ogni tanto vedo un po’ di sangue, ho le emorroidi: posso fare il test?

Faccia lo stesso il test
Se il test è positivo, pur essendo le emorroidi la causa probabile della presenza di sangue, le consiglieremo comunque di fare la colonscopia
Ricordi che la diagnosi di emorroidi deve essere fatta da un medico. Se lei pensa di avere le emorroidi ma non ha mai fatto esami per capire la causa del sanguinamento è meglio che approfondisca la cosa con il suo medico anche se il risultato del suo test è negativo.
2.7 Ma allora se l’esame è negativo non sono sicuro al 100% che non ho un tumore?

L’esame del sangue occulto è molto affidabile perché è capace di trovare anche le più piccole tracce di sangue. Come ogni esame però, presenta dei limiti.
Inoltre può capitare che un polipo o anche una lesione tumorale ci siano ma non sanguinino il giorno dell’esame.
Per questo è importante ripetere lo screening ogni due anni e non sottovalutare eventuali disturbi che possono manifestarsi anche dopo un esame di screening normale (dolori, stitichezza o diarrea persistenti, presenza di sangue nelle feci).
2.8 Perché fate fare solo un esame delle feci e non tre?

Quello che usiamo nello screening è un test molto efficace. Si chiama di “ultima generazione” proprio perché permette di fare un solo esame.
2.9 Sto facendo la radioterapia per un tumore ad un organo dell’addome, posso fare l’esame?

No, è meglio che aspetti la fine del ciclo di radioterapia e che chieda al suo centro di oncologia


3. IL MIO ESAME DELLE FECI E’ POSITIVO

3.1 Il mio esame delle feci è positivo: vuol dire che ho qualcosa di brutto?

No, non è detto. L’esame può essere positivo per tanti motivi. Potrebbe ad esempio avere delle emorroidi che causano delle piccole perdite di sangue che non si vedono ad occhio nudo.
Oppure potrebbe esserci un piccolo polipo, che si potrà togliere subito durante l’esame di approfondimento.
Noi le consigliamo l’approfondimento proprio per vedere quale è l’origine di questo sangue.
3.2 Il mio esame delle feci è positivo: può essere perché ho le emorroidi?

Può anche essere quello: noi le consigliamo l’approfondimento proprio per vedere se la causa può essere anche quella.
3.3 Il mio esame delle feci è positivo: può essere per del sangue che viene dallo stomaco?

E’ poco probabile che il suo esame sia positivo per sangue che viene dallo stomaco. Se con la coloscopia non si trova niente, non deve fare altri esami a meno che non abbia dei disturbi. In questo caso ne parli con il suo medico.
3.4 Il mio esame delle feci è positivo: può essere perché mi sforzo per andare di corpo?... Perché sono stitico?... Perché ho sforzato?... Perché ho preso un lassativo?... Perché avevo la diarrea?... Perché avevo l’influenza intestinale?...

Potrebbe anche essere quello: noi le consigliamo l’approfondimento proprio per vedere di capire la causa.
3.5 Il mio esame delle feci è positivo: può essere perché ho preso l’aspirina?
Può essere perché ho preso il coumadin?

Potrebbe anche essere quello, ma le persone che prendono l’aspirina o il coumadin possono avere un polipocome tutte le altre persone.
Per questo è importante che lei completi l’esame con le indagini che le abbiamo consigliato.
3.6 Il mio esame delle feci è positivo: può essere perché sto prendendo del ferro?

No, perché l’esame che ha fatto non diventa positivo se si prende del ferro.
3.7 Il mio esame è positivo: può essere perché ho mangiato della carne al sangue?

No, perché l’esame che ha fatto non diventa positivo con il sangue di origine animale.
3.8 Il mio esame delle feci è positivo: può essere perché ho mangiato cioccolato / rape rosse / peperoni rossi/ pomodori/ ciliegie /anguria, ecc?

No, perché il risultato non dipende dal colore di quello che ha mangiato.
3.9 Il mio esame delle feci è positivo: non si riesce a distinguere se è per il sangue di un tumore o di altro?

No, non è possibile.
Su 100 persone che fanno l’esame, circa 5 risultano positive per la presenza di sangue nelle feci. Questo è spesso dovuto a cause non tumorali, come ad esempio le emorroidi, ma per esserne sicuri bisogna fare un esame di approfondimento, chiamato colonscopia.
3.10 Il mio esame delle feci è negativo: posso stare tranquillo fino al prossimo invito?

Il test per la ricerca del sangue occulto nelle feci è un mezzo molto efficace per prevenire o diagnosticare precocemente i tumori dell’intestino
Come ogni esame, però, presenta dei limiti. Consulti quindi il suo Medico se in qualsiasi momento notasse del sangue nelle feci o dei disturbi intestinali significativi.
Può capitare che un polipo o anche una lesione tumorale ci siano ma non sanguinino il giorno dell’esame.
Per questo è importante ripetere lo screening ogni due anni e non sottovalutare eventuali disturbi che possono manifestarsi anche dopo un esame di screening normale. Consulti il suo medico se compaiono dolori, stitichezza o diarrea persistenti, presenza di sangue nelle feci.


4. DEVO FARE LA COLONSCOPIA

4.1 Il mio esame delle feci è positivo: devo proprio fare la colonscopia (1)?

No, non è obbligato a farla.
Noi però consigliamo l’approfondimento per la sua sicurezza: visto che ha iniziato lo screening, è bene andare fino in fondo.
Se vuole può parlarne col suo medico.
Intanto le lascio il mio nome e il mio telefono così mi può chiamare se decide di farlo.
4.2 Il mio esame delle feci è positivo: devo proprio fare la colonscopia (2)?

L’esame delle feci ci dice solamente che ci sono tracce di sangue. Se c’è stato il sanguinamento la colonscopia ci dice da dove e perché.
4.3 Il mio esame è positivo: non posso fare un altro esame delle feci per vedere se è davvero positivo?
Non voglio fare la colonscopia: il mio medico mi ha detto che posso fare altri tre esami delle feci per essere sicuri che il mio esame era davvero positivo.

No, basta un solo esame positivo per consigliare la colonscopia.
Infatti potrebbe esserci un piccolo polipo che però non sanguina il giorno che lei ripete l’esame.
4.4 Il mio esame delle feci è positivo ma ho fatto una colonscopia 6 mesi/1 anno fa: non potete tenermela valida?

Ha la risposta della sua endoscopia? Ce la può mandare? La facciamo vedere al nostro endoscopista e le facciamo sapere. In alternativa, se questa modalità non è prevista dal protocollo del programma
No, il nostro protocollo di screening prevede che dopo un esame positivo si faccia sempre la colonscopia.
Ne parli con il suo medico
4.5 Non voglio fare la colonscopia. Posso fare al suo posto il clisma opaco?

No, perché il clisma opaco non permette di vedere direttamente le pareti dell’intestino. Inoltre non dà la possibilità di fare prelievi degli eventuali polipi.
Se si vede qualcosa col clisma opaco dopo si deve comunque fare una colonscopia
4.6 Non voglio fare la colonscopia. Posso fare al suo posto la colonscopia con la TAC o quella con la risonanza magnetica? (colonscopia virtuale mediante TAC a scansione; colonscopia virtuale mediante risonanza magnetica)

Sono metodi ancora in fase di valutazione. Forse in futuro potranno sostituire la colonscopia tradizionale, ma per il momento non ci sono ancora certezze sulla loro affidabilità.
Ricordi che anche con questi esami la dieta da fare è la stessa e ci può essere lo stesso disagio legato all’indagine.
Al momento attuale la colonscopia è l’unico esame che permette di vedere tutto il colon. Inoltre in molti casi può anche essere curativo, cioè permette di togliere direttamente i piccoli polipi.
4.7 Non voglio fare la colonscopia. Posso fare al suo posto la colonscopia con la capsula con la telecamera? (Video Capsula Endoscopica -VCE)

No, perché non è in grado di valutare tutto l’intestino ma solo la prima parte, chiamata piccolo intestino. Quindi è un metodo di indagine che non è adatto a trovare i tumori del colon.
4.8 Il mio esame è positivo: ma a voi dal laboratorio cosa vi dicono? C’è un valore? Posso saperlo?

Se vuole le possiamo far sapere il valore del suo esame. Ma sappia che non è importante il livello di sanguinamento ma il fatto che l’esame ha mostrato delle tracce di sangue.
Il test non fa una vera e propria diagnosi, per sapere il motivo bisogna fare la colonscopia
4.9 Come fanno a fare la colonscopia?

Si introduce una sonda flessibile attraverso l’ano. Con questa sonda il medico può vedere direttamente le pareti dell’intestino (colon). Se c’è un piccolo polipo lo può anche togliere subito oppure può fare dei prelievi di tessuto.
4.10 Ma da dove vanno su?

Vanno per via rettale. Oppure: per il sedere. Oppure: da dietro.
4.11 E’ un esame doloroso? (programmi che non prevedono la sedazione di routine)

È un esame che può essere fastidioso, ma di solito è ben tollerato. Dipende poi molto dalle persone: alcune possono provare un dolore passeggero.
È fastidiosa la preparazione all’esame.
4.12 E’ un esame doloroso? (programmi che prevedono la sedazione di routine)

È un esame che può essere fastidioso, ma di solito è ben tollerato.
Nel nostro programma………
È fastidiosa la preparazione all’esame.
4.13 Mi danno qualcosa per dormire? Non posso farlo in anestesia? (programmi che non prevedono la sedazione di routine)

Non c’è necessità di una anestesia vera e propria, cioè di farla addormentare. Ma le daranno qualcosa prima di fare l’esame perché lei si rilassi.
4.14 Quanto tempo dura la colonscopia?

In genere l'esame dura 20/30 minuti; tra tutto un’oretta e mezza circa.
Le chiederanno di fermarsi finchè non si sarà ristabilito e potrà andare a casa.
Se avrà fatto la sedazione chieda a qualcuno di accompagnarla per guidare la macchina al ritorno (per centri che fanno sedazione)
4.15 Quanto è lunga la sonda?

La sonda ha una lunghezza adeguata al nostro intestino: il medico infatti deve poter vedere le pareti di tutto il colon.
(Se la persona vuole sapere le misure esatte) La sonda misura 130-140 cm e ha un diametro di circa 1 cm, 1cm e mezzo.
4.16 Se dovessero trovarmi un polipo lo tolgono sempre subito?

lo valuterà il medico (l’endoscopista) durante l’esame. Il fatto di toglierlo subito o no può dipendere dall’aspetto, dalla grossezza, dalla posizione, dal numero dei polipi, da eventuali terapie che lei sta facendo e da altri fattori ancora.
In base a quello che vedrà, il medico le proporrà di toglierlo subito o di rimandare. Lei potràfargli tutte domande che le interessano.
4.17 I polipi sono sempre benigni?

La parola polipo sta a indicare qualsiasi formazione che sporge in una cavità, come il dito di un guanto.
Il fatto che sia benigno dipende dal suo aspetto al microscopio. E’ vero che la maggior parte dei polipi sono benigni, soprattutto quelli più piccoli.
Ma deve sapere che quelli che si trovano nello screening anche se avessero una iniziale degenerazione si possono curare in modo definitivo solo con l’asportazione in ambulatorio durante l’endoscopia.
4.18 Chi fa l’esame?

L’esame sarà fatto da un medico endoscopista di un centro specializzato.
4.19 Sono bravi i vostri medici (endoscopisti)?

I centri che abbiamo scelto per lo screening sono tutti centri specialistici con molta esperienza. Il nostro programma prevede anche un controllo regolare della qualità.
4.20 Posso fare la colonscopia in un ospedale di mia scelta?

No, perchè noi abbiamo scelto per lo screening soltanto alcuni centri specializzati e con molta esperienza. Se vuole fare la colonscopia in un centro di sua fiducia lo deve fare con impegnativa del suo MMG.
(In alcuni programmi c’è la possibilità di scegliere fra più centri)
4.21 Come si fa la preparazione della colonscopia?

Rispondere come da istruzioni concordate con i centri di endoscopia di riferimento
4.22 E’ vero che è fastidiosa la preparazione intestinale?

Può essere fastidiosa, alcune persone la tollerano bene, altre meno.
4.23 E’ vero che si devono bere tanti litri d’acqua con un prodotto sgradevole?

Sì, è vero. Però se lei lo beve freddo può essere più gradevole.
Può essere un po’ fastidioso, ma perché l’esame riesca è necessario pulire bene l’intestino. Altrimenti si può rischiare di dover ripetere l’esame.
4.24 Devo proprio fare una dieta così liquida il giorno precedente l’esame?

Sì, perché l’esame riesce solo se l’intestino è stato pulito bene.

Cari amici del forum spero di essere stato di aiuto e di aver chiarito qualche dubbio vostro dr.Giuseppe D'oriano



carmelinux
 

Complimenti vivissimo al caro Dr. D'oriano, e grazie per il prezioso contributo.

Cordiali Saluti.

coll
 

ciao a tutte.
stamattina mentre stavo cambiando matteo mi sono accorta che c'erano dei puntini rossi nelle feci. ho chiamato in ospedale e la dottoressa mi ha detto di comprare in farmacia i tre campioni per la ricerca del sangue occulto più un campione per la coprocultura, rotavirus e adenovirus e portarli domani. ma in farmacia mi hanno detto che loro hanno solamente i campioni normali senza conservanti.
cosa faccio?

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dott.ssa Raffaella Ferrando

Dott.ssa Raffaella Ferrando
Nome:
Raffaella Ferrando
Comune:
Bastia d'Albenga
Provincia:
SV
Telefono:
0182-20485
Azienda:
Bastiamedica
Professione:
Radiologo specialista in Gastroenterico e Funzionalità pelviperineale
Specializzazione:
Radiodiagnostica
Contatti/Profili social:
sito web
Domanda al medico
Dott.ssa Ferrando, come devono essere le feci normali: quale forma e consistenza devono avere?
Le feci normalmente dovrebbero essere marroni, di tonalità variabile a seconda dell’alimentazione. Se la quantità di acqua e fibre introdotta è sufficiente, dovrebbero essere di forma cilindrica. La consistenza delle feci, inoltre, dovrebbe essere morbida, quasi soffice. Feci troppo dure e secche, acquose, viscide, nastriformi o filiformi, galleggianti, a palline o con tracce di muco o sangue, sono un chiaro segnale che qualcosa non ha funzionato correttamente durante i processi digestivi. Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 07:48 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X