Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Chirurgia colonproctologica > Colonscopia: sono terrorizzata!
Segna Forum Come Letti

   

Colonscopia: sono terrorizzata!

Antonella Lobraico
 

Colonscopia: c'è davvero motivo di preoccuparsi?

Fa male la colonscopia? Ecco la risposta a chi pensa che sia dolorosa.

C’è chi rabbrividisce al solo pensiero di sottoporsi a questo esame, chi invece è spaventato per il possibile dolore che potrebbe provare. La colonscopia, un po’ per la lunga preparazione di cui necessita, un po’ per la procedura prevista, spaventa tante persone.
Ma quanto c’è di vero e soprattutto la colonscopia fa male davvero? Scopriamo insieme in cosa consiste questo esame diagnostico, quando va fatto e se può procurare dolore.

Colonscopia: che cos’è e quando è importante eseguirla

Partiamo dicendo che la colonscopia è un esame diagnostico che – come suggerisce lo stesso nome – indaga sulla salute del nostro colon. Questo organo, che ha una lunghezza compresa tra i 150 e i 180 cm, tra le altre funzioni, ha il compito di assorbire sali e acqua in grandi quantità.
Il colon e il retto costituiscono la parte finale dell’intestino e il colon può essere interessato da diverse patologie tra cui polipi, cancro del colon, colite. Spesso, quando il medico ci prescrive una colonscopia è per poter indagare in maniera specifica nel colon e per poter diagnosticare eventuali patologie che hanno dato i primi sintomi attraverso dolore, diarrea e altro.

In questo senso, la colonscopia, rappresenta l’esame più utile e efficace per visualizzare in maniera diretta il colon. Nel corso dell’esame possono essere rimossi eventuali polipi ed è altresì utile per l’individuazione o diagnosi di:
  • lesioni che possono indicare una malattia infiammatoria;
  • cancro al colon;
  • anomalie;
  • diverticolosi e diverticolite;
  • colite e morbo di crohn.
Colonscopia: come prepararsi all’esame e come si esegue

La colonscopia è un esame che porta con sè un’aurea (spesso leggendaria) di paura. A volte a spaventare il paziente è la lunga preparazione prima dell’esame che richiede tempo e tanta pazienza. Non è una preparazione semplice e può risultare per alcuni anche un po’ fastidiosa. Il laboratorio o l’ospedale dove si effettuerà la colonscopia si preoccuperà di fornire tutte le informazioni necessarie al paziente, per arrivare nel giusto modo al momento dell’esame.

Per effettuare la colonscopia infatti, il colon non deve contenere feci e deve essere quindi pulito. Se non si seguono le indicazioni fornite e in sede d’esame il colon non è pulito a sufficienza, si rischia di non poter eseguire la colonscopia e di dover ripetere la procedura un’altra volta.

In generale, il giorno precedente all’esame e il giorno stesso l’intestino deve essere pulito attraverso purganti. Alcuni centri indicano di sospendere l’assunzione di verdura e frutta contenente semi già a partire da 10 giorni prima dell’esame. Il più delle volte è necessario, nei 2/3 giorni antecedenti la colonscopia, evitare tutti gli alimenti contenenti scorie. Il giorno antecedente l’esame invece, la dieta deve essere liquida e il pomeriggio precedente il paziente dovrà iniziare ad assumere purganti da dissolvere in acqua in 3/4 litri di liquido da bere in 5/6 ore.
La preparazione può provocare nausea, per cui il consiglio è quello di bere a piccoli sorsi. Nel momento in cui il liquido che fuoriesce è trasparente, ci si può considerare pronti per l’esame.

Ma passiamo ora alla parte che forse più spaventa, quella dell’esame stesso: come si esegue e la colonscopia fa male? Il paziente dopo essersi messo sul fianco sinistro e in posizione rannicchiata, è pronto per l’inserimento della sonda flessibile e allungata – il colonscopio – tramite l’ano.

Il medico può anche somministrare antidolorifici o sedativi leggeri per tranquillizzare il paziente. Il medico guida la sonda nel colon e gonfia l’intestino con anidride carbonica per avere una visuale migliore dell’organo.

La colonscopia viene eseguita con paziente cosciente, ma all’occorrenza e in accordo con il medico si possono usare anche tranquillanti. E’ normale che un esame come questo susciti alcuni timori e mettere in agitazione il paziente.

Ma la colonscopia fa male? In realtà più che di dolore si dovrebbe parlare di fastidio: il paziente infatti potrebbe sentire la pressione del colonscopio mentre questo viene spostato all’interno o potrebbe avvertire qualche crampo o dolorino per l’anidride carbonica inserita.

In ogni caso, lo staff medico esperto sa come tranquillizzare il paziente, come rendere l’esame il meno fastidioso possibile e soprattutto come inserire e muovere al meglio la sonda. In caso di dolori o di eccessivo stato di agitazione, sarà sufficiente parlarne con il medico.

MIGLIOR COMMENTO
moira78
Ho 29 anni e soffro di colite da anni. Un bel giorno il mio medico decide che, vista la presenza di sangue nelle feci, è tempo che io faccia un simpatico esame chiamato colonscopia.
Vado all'Umberto I di Roma e prendo appuntamento con una dottoressa talmente antipatica e maleducata che mi prende un'ansia tale da decidere di disdirlo qualche giorno dopo; in un centro di analisi vicino casa mia (con una cifra di 230 euro)l'ho prenotato per venerdì 13 aprile. Il medico non lo conosco, ma mi dicono che è uno specialista ed è bravo e, a dirla tutta, in questo laboratorio di analisi ho sempre trovato persone gentili e accomodanti. Insomma, mi pare di aver scelto un luogo tranquillo e meno caotico e dispersivo del terribile Umberto I. Ora però ho paura lo stesso: devo purgarmi per tutto il giorno prima e mi vengono dubbi atroci che mi fanno regredire all'età di 5 anni: e se vado lì e per l'agitazione mi sembra di dover andare in bagno? E se chiedo la sedazione e per la debolezza ho un collasso? Non sono in un'ospedale dove possono rianimarmi! Se non mi faccio la sedazione e sento dolore? E che sedazione è? Ho chiesto ma non sanno dirmo molto. Qualcuno mi risponda, per favore, di solito sono una persona equilibrata e impegnata in mille cose, ma l'ansia che mi sta prendendo in questi giorni non mi fa dormire la notte e temo che passerò tutta la Pasqua in questo stato! Ho letto delle cose allucinanti sulla colonscopia: dolori e urla, medici che ti sgridano se ti lamenti, oppure tranquille esplorazioni senza il minimo dolore. Dov'è la verità? Vi prego, sono disperata...
__________________
Leggi altri commenti
giano
 

L'equilibrio, quando si affronta qualcosa che nn conosciamo, puo' anche vacillare un tantino... nulla di male e nulla di strano
Gia' il fatto che tu stia cercando di ritrovarlo e cercando informazioni, e' un buon segno...
La colon, nn e' l'esame piu' simpatico del mondo... c'e' la preparazione oltre all'esame a dare qualche fastidio... ma nn e' una tortura medioevale come alcuni la dipingono... e poi, lo sai bene che ogniuno di noi e' diverso..ci sono persone che tremano o svengono se devono fare un prelievo di sangue, e ci sono persone che manco se ne accorgono... Non ti curar delle altrui esperienze..soprattutto se sono negative... cmnqe...x rispondere ai tuoi quesiti... e senza troppi giri di parole...
Da esperienze indirette, so' dirti che all'Umberto I sono competenti e capaci... che poi a prendere gli appuntamenti sia un'orchessa, infischiatene, cio 'che conta sono le "mani delicate" di chi ti fara' l'esame... e gli endoscopisti dell'Umberto sono abbastanza bravi... Non ti piace l'Umberto, vai al Gemelli... nn ti piace il Gemelli, vai altrove.. ma vai in ospedale... e' piu' comodo, pratico, economico e...sicuro... non x la salute, ma per le competenze degli endoscopisti/ gastroenterologi...
X cui, xke' spendere tt quei soldi se puoi farla in osp? ora nn so' a quanto ammonti il ticket, ma credo sia di certo inferiore a quella somma...
Altro punto: in talune occasioni, se richiesto, si puo' fare questo esame in sedazione totale... Non te lo consiglio, xke' l'anestesia totale e' sempre un fastidio, ma se l'idea di farlo ti mette tanto in ansia, puoi provare a chiedere info su questa metodologia...
Non preoccuparti x la sedazione parziale... in osp sei sempre in ottime mani... negli altri posti, sono certo che tu lo sia altrettanto..ma... quello che veramente conta, e' l'esperienza dell'endoscopista! In osp vai sicura, li'... e' tutto da verificare
Dopo aver concluso la preparazione, se fatta bene, avrai ben poco da smaltire[8D]. Forse potrai sentire lo stimolo, ma nulla di piu'..
La sedazione parziale e' cmnqe molto leggera... dopo qualche minuto stesa su un lettino o seduta su una carrozzella, ti dovrebbero lasciar tornare a casa... alla peggio, se la cosa nn ti da' fastidio, vacci accompagnata...
A nessuno puo'entusiasmare l'idea di fare una colon, e a nessun medico balena in mente l'idea di prescriverla senza una ragione valida... Se il tuo doct, ti ha prescritto la visita...la devi fare! l'esame visivo e' il piu' sicuro mezzo di verifica che ci sia x sapere come si sta' da quelle parti... Anche se nn e' una passeggiata, devi "digerire" l'idea che questa noia la sopporterai solo ed esclusivamente x il tuo benessere, presente e futuro... Il gioco vale la candela, no?!?

ROSA66
 

Ciao Moira78 sto vivendo più o meno la tua situazione la settimana scorsa dopo anni di colite il medico mi prescrive la colonscopia ed esame istologico ho paura forse xchè ho seguito mio padre più volte a fare questo esame noioso e fastidioso ma che può comunque risolvere parecchi problemi io ti consiglio sebbene l'accoglienza non sia delle migliori il terribile Umberto I infatti anch'io scelgo l'Ospedale Civile di Brescia è certamente più sicuro facciamoci coraggio.

sara79
 

ciao moira credimi ankio ho avuto una paura indescrivibile da quando il dott mi ha detto ke dovevo fare la colon fino al momento di farla,sono state 2 settimane di attesa terribili[V]avevo un ansia spaventosa(sono um po' ipocondriaca e soffro d'ansia)e sicuramente poi a mente lucida anke eccessiva!!allora ti spiego io lho fatta giusto il 20/03 quindi sno fresca d'esperienza...nn soffro di colite niente sangue nelle feci bensi un polipo anale e delle belle emorroidi di 3°..povera me!!!cmq la colon mi e' stata prescritta x scongiurare altri polipi nell'intestino e x fortuna ne avevo solo uno ke il giorno dopo ho tolto insieme all'emorroidi!guarda l'esame in se x se dura 15/20 min e nel mio caso(se nn hai il crasso particolarmente tortuoso)nn e'stato affatto doloroso solo un po' di fastidio x' senti il tubo flessibile ke ti circola in pancia(io lo sentivo ke si muoveva se mettevo la mano sulla pancia una cosa stranissima ma nn dolorosa tranquilla)un po' di fastidio quando fa le curve e x l'aria ke insufflano e poi aspirano,pensa a me nn hanno dato nessuna anestesia,niente,avevano detto ke se sentivo dolore allora me l'avrebbero fatta ma nn e' servita!beh tieni presente ke e' molto importante ke il gastroenterologo sia bravo,delicato e competente.il mio e' stato molto bravo ed era anke simpatico tante' ke sdramatizzava skerzando visto ke all'inizio ero tesissima!addirittura mi sono vista tutto il mio intestino nel monitor ero incuriosita!poi tieni presente ke usano un ************ o dell'olio di girasole(nel mio caso)quindi anke appena entra nn senti dolore!la cosa peggiore e' stata il giorno prima ke ho dovuto bere quella skifezza quello si e' stato un dramma,io ho difficolta' anke nel bere acqua figuriamoci 4 lt di quella porkeria dal sapore di mandarini guasti superdolce,ma tra una caramella,un po'di miele e limone ce lho fatta!!io x berne meno ho fatto dieta dalla domenica,poi ho preso 2 cp di pursennid x liberarmi del solido,il lunedi sono bastati 3lt di isocolan x arrivare e fare liquido quasi limpido e all'esame l'intestino era pulitissimo!grazie,sono andati 23 volte al bagno e di corsa poi...avevo il c**o irritatissimo ke mi sono venute anke le ragadi!!il peggio e' arrivato il giorno dopo ke mi sono dovuta operare,ho passato 2 sett bruttissime...ma tutto passa!buona fortuna e stai tranquilla!fammi sapere ciao

women64
 

ciao Sara79 anchio devo fare la colonscopia al 23 aprile e sono terrorizzata!! sopratutto perchè
come te ho le emorroidi di 3 grado e a maggior ragione mi preoccupa molto di come la situazione in quel posto possa peggiorare!!!!tu sai se si puo'mettere qualche crema per le emorroidi per aiutare a non infiammarsi ulteriormente? posso chiederti se non sono indiscreta quale metodo hai usato x togliere le emorroidi? grazie ciao

moira78
 

Grazie per le risposte, mi sto risollevando...
Allora, oggi ho chiesto al laboratorio di analisi (la tizia scorbutica che mi ha preso l'appuntamento all'Umberto I, ERA la dottoressa, e tutto era fuorchè delicata o comprensiva) e mi hanno detto che l'anestesia totale non la fanno in quanto non è struttura ospedaliera. Lì mi stavo quasi mangiando le mani, ma comunque è prevista una sedazione (valium o simili credo). Spero solo mi faccia dormire ugualmente, o almeno 'abbioccare' quel tanto che basta da non accorgermi che di un piccolo fastidio...Voi che dite? [)]

Poi dicono che il medico e la sua infermiera sono comunque bravi e comprensivi... lo spero tanto, credo che arriverò lì sull'orlo del collasso![|)]

L'orario più che altro è alle 15, perciò per andare sul sicuro dovrò purgarmi il giorno prima e il giorno dopo stare digiuna.
Tra l'altro io sono una che mangia poco, e sono alta solo 150 cm, 4 litri di purgante saranno mica troppi per me?! Le infermiere di lì dicono di no!
Ecco, mi è tornata l'ansia

Carniato
 

Gentilissima Moira io la colonscopia la ho fatta più volte, le assicuro che non è dolorosa ma solo un poco fastidiosa, importante è comunque stare rilasciati con il rilasciamento il colonscopio entra più facilmente inoltre si riduce anche il tempo dell'esame. il fastidio lo sentirà quando le insufflano aria nella pancia ma è sopportabile, e in caso dovesse fargli male basta dirlo al medico che si ferma per un momentino.
Non si preoccupi se dopo l'esame le esce dell'aria ehehe anzi cerchi di farla uscire e si sentirà subito meglio.
La difficoltà sta nella preparazione bisogna bere 4 litri di quel liquido con isocolan questo non è tanto buono comunque per accettarlo meglio le consiglio di diluire l'isocolan in acqua leggermente gassata e fresca almeno io usando questa tattica mi sono trovato meglio.
sappia inoltre che la giornata di preparazione deve essere dedicata solo ed escusivamente al bagno( e qui mi scusi se me lo permetto farà molta molta cacca quindi eheheh, per una buona riuscita dell'esame le ultime scariche dovrebbe uscire solo acqua pulita possibilmente.
Stia tranquilla dunque
Le faccio i miei piu sinceri Auguri sia per l'esame che deve fare e di una serena Pasqua.
cordialmente

moira78
 

La ringrazio moltissimo, e anche io auguro a lei e a tutti coloro che sono stati così gentili da rispondermi così esaurientemente una buonissima e serena Pasqua.

Vi farò sapere poi com'è andata

P.S. Qualsiasi altra esperienza è ben accetta, scrivete pure senza remore, non può farmi che piacere

sara79
 

x women64:ciao io sono stata operata con il metodo longo piu' un'asportazione del polipo anale!cmq credo ke l'operazione sia riuscita(incrocini... nn voglio cantar vittoria troppo presto)avevo emorroidi di 3° stadio ma nn sanguinati,solo ke presumendo un eventuale gravidanza ho anticipato i tempi nell'intervenire kirurgicamente visto ke tutti dicono peggiori con il peso e il parto..mah in ogni caso avevo mille dubbi se farlo o no,anke perke' ho letto su internet diverse testimonianze di longo mal riuscite e con possibili recidive,alcuni dopo l'intervento si trovano alle stesse condizioni di prima o peggio quindi avevo paura...ma alla fine o la va o la spacca!!mi sono fidata del kirurgo ke mi ha dato sicurezza e dopo una settimana di sofferenza ora mi sento benino ma nn ancora completamente guarita..spero ritorni tutto alla normalita' al piu' prestofammi sapere e kiedeimi pure se hai bisogno di info ok

PS.IO HO USATO IL PROCTOLYN CREMA RETTALE X LE INFIAMMAZIONI,NN SAPREI!ALMENO RINFRESCA UN PO'AVEVO BRUCIORI ANKE SOLO CON ACQUA..AIUTA MOLTO ANKE ANONET.


x moira78:ciao moira ho letto ke carniato ti consiglia di miscelare isocolan con dell'acqua leggermente gassata..beh nel foglietto illustrativo specifica di usare solo acqua naturale e preferibilmente fresca quindi al momento deciderai tu cosa fare...io nn userei acqua gassata anke perke 4 lt di acqua gassata mi gonfierebbero la pancia come una mongolfiera!x il resto cio' ke dice carniato e' tutto giusto..lo so ke e' difficile stare tranquilli avendo tanta ansia,a me dava solo fastidio quando uno mi diceva "stai tranquilla nn e' niente"ma adesso sapendo a cosa andrei incontro me la risparmierei davvero tutta quell'ansia...lo so nn e' facile!!!TI CAPISCO BENISSIMO[V]tu cerca di mantenerti leggera x i 2 gg precedenti cosi dovrai bere di meno e se ti senti meglio fai come ho fatto io prendi prima il pursennid!fammi sapere com e' andata eh BUONA PASQUA a tutti

ps.e nn credere nn e'detto ke ti serva l'anestetico secondo me nn ce ne bisogno vedrai!spero x te ke il gastroenterolo sia bravo e gentile E' ESSENZIALE!

Carniato
 

Riguardo all'acqua gassata bhe si non siamo tutti uguali, io per la mia patologia devo berne molta al giorno circa 2 litri e se la bevo naturale mi si blocca nello stomaco e mi crea fastidi mentre quella gassata passa tranquillamente non mi gonfia ma mi fa fare molta pipì che è quello che devo fare.

A tutti Auguro una serena Pasqua

Athena
 

Carissima Moira, Ho letto che qualsiasi altra esperienza ti sarebbe stata di aiuto psicologico perciò mi permetto.
Ho fatto la colonscopia due anni fa. E in più avevo anche emorroidi sanguinanti (operate da poco col metodo Milligan Morgan, quattro giorni fa).
L'unica mia preoccupazione era trovare una struttura ospedaliera che me la facesse in sedazione, perchè non potevo assolutamente sopportare il dolore o l'aria insufflata. Anche se mio padre l'aveva fatta da poco e senza sedazione ed era tutto felice di vedere il suo intestino sul monitor!!
Secondo me hai fatto bene a scegliere la sedazione e ti assicuro che non si sente nulla, ti addormentano e poi quando ti risvegli è tutto passato e non senti nessun dolore ti assicuro; se non l'ho sentito io che presentavo un intestino particolarmente ivoluto, tale che non sono riusciti a completare tutto il percorso!
L'unico fastidio, anzi fastidione, è la "preparazione" con la dieta e tutti quei litri da bere di cose varie, tra cui l'Isocolan, ma vedo che dipende dalla struttura se si usa quello o altro.
Ho passato una notte in bagno e la mattina dovevo farmi un clisma da mezzo litro, non ti scapperà di andare in bagno vedrai, non avrai più nulla dentro.
Io non ho mai sentito di queste storie di pazienti che urlano e cose del genere, di infermiere antipatiche sì, per la verità anche il medico che mi ha eseguito la colon non era affatto gentile, fortuna che l'ho visto poco e mi sono addormentata, pareva un gendarme, fra poco gli facevo il saluto militare! Ma tu pensa appunto che li vedrai per poco.
Una cosa sola volevo segnalarti della mia esperienza; che questa sedazione leggera non l'ho smaltita tanto velocemente, ho fatto la colon alle 12 e alle otto di sera ero ancora semidormiente. Ecco questo mi ha dato fastidio. Ma poi è soggettivo.
Vai tranquilla e facci sapere.

 

ciao moira78, sono Sonia, anch'io ho dovuto fare già 2 colonscopie, ti posso dire per mia esperienza,che l'effetto che si prova è molto diverso a seconda di come è messo l'intestino. Durante la prima colonscopia non ho sentito male, solo un pò di fastidio ma ti assicuro una cosa sopportabilissima, nella seconda invece ero messa un pò più maluccio e in effetti ho sentito un pò più di dolore ma non stavo bene già prima di farla! (ho una rettocolite ulcerosa e le pareti del mio colon erano completamente sfaldate, è per questo che il passaggio del tubicino mi faceva male...).
Stai tranquilla quindi l'impressione che si può avere pensandoci è molto peggio poi della realtà!
E' una vera scocciatura la preparazione del giorno prima quella sì!! Io ti consiglierei, visto che l'esame l'avrai nel pomeriggio, di bere 2 litri del beverone il giorno prima e gli altri 2 litri la mattina del giorno stesso dell'esame, così potrai evitare di farti venire la pancia gonfia come una mongolfiera...(almeno a me succedeva così, emi veniva anche molto freddo)
Ti faccio un grande in bocca al lupo, facci sapere com'è andata

guido60
 

Un paio d'anni fa ho avuto pure io necessità di effettuare la colonscopia, ed avevo gli stessi vostri timori.
Il grosso disagio è stata la preparazione.
Dovendo effettuare l'esame alle ore 17,00, ho dovuto bere 2 litri durante il pomeriggio del giorno precedente in un arco di tempo non superiore a 4 ore (1 busta di SELG ESSE 1000 ogni litro di acqua, oppure 2 buste ogni litro di ISOCOLAN). A cena solo una minestrina senza verdura.
Il giorno dopo a colazione solo the e 2 fette biscottare, poi i restanti 2 litri da bere entro le ore 11,00.
Alla fine l'intestino sarà completamente libero e pertanto al momento dell'esame non sentirete assolutamente la necessità di dover andare in bagno.
Personalmente ho effettuato l'esame presso una struttura pubblica ospedaliera altamente specializzata in endoscopia digestiva.
Ho trovato il personale infermieristico molto gentile e professionale, che mi ha preparato monitorando pressione e battito cardiaco, ed appena prima dell'esame mi è stata fatta iniezione endovena con 2 farmaci (analgesici / sedativi). Mi sono addormentato e pertanto non mi sono accorto di nulla.
Mi sono risvegliato alla fine senza alcun tipo di dolore.
Ovviamente ero accompagnato da una persona in quanto ero stato avvertito che nelle 12 ore successive all'esame non è permesso guidare poichè il sedativo ha ripercussioni sulla prontezza di riflessi.
Al rientro a casa un leggero fastidio per l'aria presente nell'intestino ed una piccolissima perdita di sangue dovuta alla biopsia effettuata nel corso dell'esame endoscopico.

miele2
 

ciao moira
io ho eseguito la colonscopia 13 luglio dello scorso anno.
posso dire che fastidiosa e un po di dolore si avverte ma tutto dipende dalle mani endoscopista.
cerca di seguire bene la dieta
bocca al lupo da miele

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dott.ssa Raffaella Ferrando

Dott.ssa Raffaella Ferrando
Nome:
Raffaella Ferrando
Comune:
Bastia d'Albenga
Provincia:
SV
Telefono:
0182-20485
Azienda:
Bastiamedica
Professione:
Radiologo specialista in Gastroenterico e Funzionalità pelviperineale
Specializzazione:
Radiodiagnostica
Contatti/Profili social:
sito web
Domanda al medico
Dott.ssa Ferrando, come è possibile essere stitici, pur mangiando sano e conducendo una vita normale?
E' possibile. Le cause della stitichezza conducendo una vita sana e mangiando sano possono essere sostanzialmente due:
  • Insufficiente apporto idrico, cioè bere troppo poco;
  • Dissinergia della muscolatura del pavimento pelvico con alterazione dell’atto espulsivo.
Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 20:43 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X