Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Chirurgia colonproctologica > Ho bisogno di aiuto per mia figlia, tanto sangue
Segna Forum Come Letti

   

Ho bisogno di aiuto per mia figlia, tanto sangue

mammap
 

E' possibile secondo voi, ma spero in una risposta del Dottor Doriano, che con delle semplici emorroidi o una ragade, si possa perdere sangue a rubinetto?
Finalmente ho trovato chi le farà una rettoscopia insieme all'intervento per la ragade, perchè fin'ora, dopo 2 anni e mezzo che sanguina, nessuno le ha mai voluto fare ne' una rettoscopia, ne' una colonscopia. Adducendo il fatto che fosse la ragade che si vedeva bene.
Ma da Marzo sanguina moltissimo ed a ogni evacuazione. Alla mia domanda, perchè la rettoscopia insieme all'intervento, mi è stato risposta che ha lo sfintere molto stretto e non è possibile. Durante l'intervento invece sarà sedata e non sentirà dolore.
Ha 17 anni e ha iniziato a 14 e mezzo, ho girato tre medici e TUTTI mi hanno sempre tranquillizzato, ma perchè???
Tutti hanno escluso RCU e Crhon dopo aver fatto analisi del sangue, eco delle anse e ANCA e ASCA, spero di non sbagliare il nome.

Per favore aiutatemi, sono preoccupatissima. Grazie.

MIGLIOR COMMENTO
Dott. Giuseppe D'Oriano
Cara Mamma
La terapia della ragade anale può essere farmacologica nelle forme acute,ma richiede una terapia chirurgica in quelle ragadi che sono presenti da più tempo(croniche)e che non hanno risposto alla terapia medica e dilatativa.Il sanguinamento ,visto la sicura diagnosi fatta dai colleghi che hanno visitato la ragazza,è legato alla fissurazione anale , specialmente in presenza di una ragade alle ore 6 in posizione ginecologica.Tale sede è quasi sempre legata ad una ragade da ipertono dello sfintere anale e non ad altre patologie associate(M.Crohn ecc.)Penso che chi ha visitato tua figlia ti abbia voluto rassicurare sulle possibili cause di sanguinamento.Non posso risponderti in merito al perchè non ha messo in atto procedimenti terapeutici per risolvere il caso.Penso comunque prima di un intevento chirurgico, per ragade anale ,in una ragazza di 17 anni è necessario eseguire una manometria anorettale,esame che consiglio sempre prima di effettuare una SLI(sfinterotomia laterale interna).
Saluti Dr.Giuseppe D'Oriano
__________________
Dott. Giuseppe D'Oriano. Telf.3356604112 E-mail doriano1955@libero.it
Docente Scuola Speciale ACOI di Coloproctologia. Chirurgo Coloproctologo A.S.L.NA1 PO. S.M.d.P.Incurabili.Napoli
Leggi altri commenti
mammap
 

Le ringrazio per la risposta. Purtroppo a mia figlia è stata proposta la manometria rettale, si tratta del dilatatore, giusto? Ma ha rifiutato, e al tempo stesso anche il medico, visto il peggiorare del sanguinamento, ha ritenuto opportuna una rettoscopia o colonscopia in sede d'intervento.
Nell'ultima visita, il proctologo, dopo la visita manuale e dalla descrizione dei sintomi, ho riferito che potrebbe trattarsi di un'emorroide, ma non ci ha dato la certezza.
Il sangue ultimamente è tantissimo e ha anche molto dolore, sia dalla parte della ragade, in basso a sinistra che a destra, dove sente un altro tipo di dolore e soltanto durante la defecazione.

Domani ha la visita col chirurgo che la dovrebbe operare, le farò sapere. Speriamo bene, e speriamo che non sia altro.
Grazie ancora.

LeG
 

Cara mammap,

scusa se m'intrometto nella discussione ma avendo pur io una ragade anale forse posso dire qualcosa in merito. Io sono un pó piú grande di tua figlia (33 anni) peró la prospettiva di una sfinterotomia non mi alletta.

Prima di tutto tua figlia star prendendo dei prodotti tipo Psyllium (per bocca) per facilitare la defecazione?

Ha pensato di fare uso, o sta facendo, o ha giá fatto uso di pomate tipo antrolin, o a base di ippocastano o di nitroglicerina?

Altra pomata molto buona é il colostrum per la riparazione di traumi locali.

Per esempio nel mio caso l'uso di dilatatori con insieme psyllium hanno aiutato molto. Non risolto ma aiutato davvero.

La manometria anorettale é un esame preventivo, oggettivo, per valutare il grado dell'ipertono dello sfintere di tua figlia. Infatti la regade é quantomeno sostenuta da uno spasticismo dello sfintere. Prima di operare, dato che vengono in parte sezionate le fibre muscolari dello sfintere interno, é bene valutare il grado dell'ipertono per commisurare la sezione da effettuare.
Quello che sembra di capire a me é che le abbiano proposto, al momento, una terapia dilatativa. Cioé l'iserimento di un dilatatore termico, che si acquista in farmacia, per ridurre meccanicamente l'ipertono.

Per l'igiene intima tua figlia puó usare anonet, e per la circolazione locale (in caso specialmente di emorroidi) puó usare venoruton 1000 in busta, daflon, arvenum, et alt.

Occhio all'alimentazione (molta acqua e fibre), cerca di tranquillizzarla, l'ansia é una componente importante in queste cose.

Per il resto in bocca al lupo e auguri di cuore.

mammap
 

Grazie per la tua risposta, ieri siamo andate dal proctologo che l'avrebbe voluta operare. Dopo averla visitata ha detto che la ragade sembrerebbe guarita, i bordi sembrano cicratizzati. Però il sangue è sempre copioso e ad ogni evacuazione. Quindi avrebbe voluto fare una rettoscopia per giovedì.
Ho chiesto consiglio al mio medico di famiglia, una persona speciale (ah ci fossi anfdata prima...) il quale ha detto che il sangue che perde e per come lo perde difficilmente è da attribuire ad una ragade. Lui sospetta emorroidi (speriamo...) o al massimo un polipo.
Però mi ha assolutamente consigliato la colonscopia, che sono riuscita a prenotare per mercoledì prossimo. Si occupava il medico di famiglia di informare dello stato della situazione il gastroenterologo che le farà la colon, e che l'ha vista un anno fa'.

Ora quel che mi preoccupa molto è la preparazione, perchè mia figlia ultimamente ogni volta che ha preso dei lassativi (le avevano date XPrep) ma anche delle semplici acque termali ricche di sali minerali per aiutare l'evacuazione, ha avuto forte nausea e vomito.
Quindi ho paura che la purga che le daranno crei questo problema.

Voi sapete come mai da quando ha sanguinamento forte, da Marzo, non riesce a sopportare un lassativo neppure leggero?
Non che ne abbia mia presi molti, attualmente prende psyllogel e al mattino 1 bicchiere d'acqua e beneflora (fermenti e fibre) e cerca di bere molta acqua, 2 lt. al giorno e mangiare verdura e frutta.

Quel che noto è che, pur mangiando e bevendo regolarmente e bene, facendo attività fisica, fa danza classica 3 volte alla settimana, quando le feci decidono che devon essere dure, lo sono e basta senza spiegazione alcuna.

antrolin ha funzionato bene solo un periodo, quando il procto glielo fece prendere 4 volte al giorno. Quella è stata l'unica volta in 2 anni e mezzo, che non ha sanguinato per circa 2 mesi.
Dopodichè ha peggiorato ricominciando a sanguinare ma stavolta tipo rubinetto che perde.

Nessun medico le ha mai dato i prodotti che mi segnali tu, pur provando lei molto dolore e bruciore ad ogni evacuazione: dolore tagliente della ragade a sinistra (ce l'ha alle ore 5 o 7 mi pare) e dolore a destra ma di diverso tipo e solo quando evacua.

L'ultima volta il proctologo mi dice di darla tranex, alchè mi sono resa conto che non è un buon medico anche perchè fin'ora l'ha curata ipotizzando emorroidi che dice di non aver mai visto.
L'ultima visita con lui le ha inserito uno strumento, non so quale, forse anoscopio? E toccando la sua parte destra dolente le chiedeva se le facesse male. Ma allora cos'ha visto? Non rispondendo alle mie domande e ipotizzando una emorroide che non conferma, ovviamente ho deciso di non andare più.

Scusate se mi sono dilungata, spero capiate la mia preoccupazione. E speriamo che la colonscopia vada bene in tutti i sensi.
Grazie ancora per il supporto.

LeG
 

Ciao,

penso che la colonscopia sia la cosa migliore da fare in questo caso.

Per l'ingestione delle dosi, purtroppo massiccie di lassativo, senti se i prodotti possono essere mischiati con qualcosa che ne migliori il sapore.

In ultima istanza opterei per una colonscopia in sedazione, visto che l'esame é piuttosto invasivo. Sempre, é ovvio, a meno di particolari allergie verso certi farmaci.

In bocca al lupo di nuovo.

mammap
 

Crepi il lupo!

Chiederò al medico per la sedazione, ma come funziona si accertano loro riguardo la tolleranza ai farmaci?
Nel frattempo leggevo che esistono delle purghe al fosfato di sodio da bere solo un paio di bicchieri, è vero?

Carniato
 

Consiglio di assumere la purga diluita con acqua fresca preferibilmente va tenuta in frigo e leggermente frizzante , aggiungere un po di aranciata o altra bibita che più le piace.

va ricordato che per la colonscopia l'ntestino deve essere bene pulito, facilita di molto il gastroenterologo che lo pratica , impiega meno tempo e quindi meno fastidioso anche per il paziente

daniele.p
 

Scusate se mi intrometto,
avevo aperto un post ma nessuno mi ha risposto.
Mi chiamo Daniele, ho 29 anni ed ho un problema che mi assilla. Spero che voi possiate darmi un consiglio perché non so che fare.
Sono disabile, ho una grave patologia motoria che mi impedisce di camminare molto r conduco una vita sedentaria. Fra l’altro sono emotivo e fifone. Da ottobre 2005 sono affetto anche da prostatite cronica che mi costringe ad assumere spesso antibiotici. In quel periodo ho sostenuto una visita chirurgica per problemi all’ano e mi è stata diagnosticata una ragade. La terapia prescritta era ASACOL (1 supposta alla sera) e ANTROLIIN crema (una volta alla sera) per 14 gg. Il problema si è risolto.
A marzo 2006 per escludere la presenza di emorroidi interne, sono stato sottoposto a rettoscopia che ha evidenziato emorroidi interne di 2ndo grado e ragade. La terapia consisteva in una supposta di ASACOL (al mattino) e una supposta di RECTOREPARIL alla sera. Mi è stato detto di non preoccuparmi e di prendere supposte di RECTOREPARIL e compresse di DIOSMINA SANDOZ al bisogno.
Ad agosto 2006 la ragade si è ripresentata con dolore pungente all’evacuazione e perdita di sangue sulla carta igienica. Dopo una settimana di terapia il problema si è risolto. A fine febbraio la ragade è tornata, ho fatto una visita gastroenterologia per alcuni problemi causati dagli antibiotici, ho eseguito un esame per stabilire la presenza di sangue occulto nelle feci è l’esito è stato negativo. Il gastroenterologo mi ha sconsigliato la colonscopia e mi ha prescritto la pomata RUSCOROID. L’ho applicata una volta senza usare la cannula e ho avvertito un fortissimo bruciore, quindi ho desistito e ho ripreso le supposte di RECTO REPARIL (una alla sera)e dopo 11 gg il problema si è risolto.
Ora è tornata, non sento pungere quando vado in bagno e non perdo sangue ma avverto un forte bruciore quando sono seduto e prurito anale. Sono molto ansioso, ho problemi in famiglia e sto studiando per un conorso quindi questo non aiuta la guarigione della ragade. Non soffro di stipsi, sono regolare e le feci sono abbondanti. Bevo molta acqua (2 litri circa al giorno), non bevo, non fumo e non mangio cibi piccanti. Uso una ciambella per sedermi quando studio ma la ragade mi dà fastidio. Ho usato le suposte dal 4 al 15 giugno e la pomata RUSCOROID (solo al mattino) ma ho ancora fastidio, sento come se avessi delle spine nella parte bassa dell'ano anche se sto in piedi.

Potete darmi qualche consiglio? Quale prodotto posso usare? E' migliore l'ANTROLIN? Il COLOSTRUM SI VENDE IN FARMACIA? E' facile da trovare? Quando si deve usare?Io non ho avuto perdite di sangue trane ad aprile. Percepisco solo la pensione di invalidità e non lavoro, vorrei acquistare un prodotto efficace.. Sono confuso, il chirurgo mi ha suggerito la ciambella e lavaggi con acqua tiepida ed AMUCHINA, l’urologo mi ha vietato l’AMUCHINA…….
Vi ringrazio e mi scuso per essermi dilungato.
Daniele

LeG
 

Per mammap: eventuali intolleranze ai farmaci le puoi avere riscontrate solo sulla base della storia pregressa di tua figlia. Del tipo, se assumendo certi farmaci si sono verificate eruzioni cutanee o altro. Se così non è vai tranquilla. In ogni caso c'è sempre del personale di supporto durante l'esame. La sedazione può essere profonda o parziale, quindi si può scegliere. L'importante, a mio avviso, è che l'esperienza non sia troppo traumatica.

Per Daniele: il colostrum è facile da trovare in farmacia. Potresti fare anche le dilatazioni con dilatan. Usa psyllogel per migliorare la defecazione. Lo stress che dici di avere può riflettersi sullo spasticismo dello sfintere che sostiene la ragade. Cerca di trovare qualche momento del giorno per rilassarti, magari una passeggiata.

mammap
 

Ha iniziato la preparazione con Fosfato di Sodio alle 14, solo 1 bicchiere di preparato e 200 ml di acqua da far seguire molti liquidi. Alle 18 deve ripetere lo stesso procedimento.

Pensavo agisse in modo molto potente, invece per ora è andata in bagno una sola volta, è normale?
Pur vero che erano 3 gg che non aveva improvvisamente alcuno stimolo. Mi devo preoccupare?
Sono agitatissima e non vedo l'ora che arrivi domani e sia tutto finito bene.

ElisaElisa
 

In bocca al lupo cara mammap!

P.S."Credo sia normale.. anche per mio padre è così di solito, vai tranquilla!"

daniele.p
 

Grazie per la risposta.
Essendo affetto da un grave handicap motorio non posso camminare da solo e molto....

Il colostrum quanto costa? E' migliore dell'ANTROLIN? Entrambe le pomate quando si usano? In questo periodo non perdo sangue ma mi sembra di avere un sassolino appuntito nell'ano... potrei applicare una di queste pomate?
Non ho problemi di stipsi, le feci sono normali.
Grazie a chi mi rissponderà

mammap
 

Riscrivo anche qui l'esito della colonscopia, sperando in un parere del Dott. Doriano:

"Esame completo del viscere con studio dell'ultima ansa ileale. Preparazione buona.
All'ispezione anale si osserva una ragade alle ore 6, apprezzabile anche con l'esplorazione digitale, dolente.
Non alterazioni del calibro nè della morfologia, nè della superficie mucosa del viscere fino al cieco.
Valvola ileo-ciecale normale.
IPERPLASIA LINFATICA A LIVELLO DELL'ULTIMA ANSA ILEALE ESPLORATA PER 10 CM."

Valuteremo insieme al medico di famiglia questa iperplasia linfatica, il gastroenterologo che ha eseguito la colonscopia non ce l'ha nemmeno nominata escludendo credo che la causa del sanguinamento possa essere quella.

Nel frattempo volevo tranquillizzare chi dovesse fare una colon, perchè a detta di mia figlia è una sciocchezza.
Anche la preparazione, pur noiosa, è sopportabilissima se fatta con il preparato al fosfato di sodio, sono solo 2 bicchieri e mezzo di preparato da bere.

ElisaElisa
 

Novità mammap?

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dott.ssa Raffaella Ferrando

Dott.ssa Raffaella Ferrando
Nome:
Raffaella Ferrando
Comune:
Bastia d'Albenga
Provincia:
SV
Telefono:
0182-20485
Azienda:
Bastiamedica
Professione:
Radiologo specialista in Gastroenterico e Funzionalità pelviperineale
Specializzazione:
Radiodiagnostica
Contatti/Profili social:
sito web
Domanda al medico
Dott.ssa Ferrando, come è possibile essere stitici, pur mangiando sano e conducendo una vita normale?
E' possibile. Le cause della stitichezza conducendo una vita sana e mangiando sano possono essere sostanzialmente due:
  • Insufficiente apporto idrico, cioè bere troppo poco;
  • Dissinergia della muscolatura del pavimento pelvico con alterazione dell’atto espulsivo.
Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 16:02 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X