Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Chirurgia colonproctologica > prolasso emorroidale
Segna Forum Come Letti

   

prolasso emorroidale

Coppi1997
 

Come ho già sritto più volte in questo forum, soffro di prolasso emorroidale di 3/4° grado (un prolasso da dover trattare con IL metodo Longo, ma con doppia stapler).
Sarò operato, lista d'attesa permettendo, tra 30/35 giorni.
Dopo cinque anni che conbatto con questo problema sono ormai arrivato all'esasperazione.
Ogni mattina quando vado in bagno si ripete la tarantella, dopo la defecazione con non poco dolore faccio rientrare le emorroidi prolassate.
Per le prime tre/quattro ore della giornata non devo camminare, se lo faccio si ripresentA un piccolo prolasso che mi condiziona l'intera giornata, tanto che sono costretto ad andare a letto già dal pomeriggio e sperare che il giorno dopo le cose vadano meglio.
Uso ormai quoditianamente ARVENUM o Hamolind per evitare una trombisi.
Quello che vorrei chiedere al dottor D'Oriano se ce un modo per tener dentro queste maledette emorroidi e, quindi, evitare che queste scivolino fuori se la mattina si cammina un pò di più.
Questa mia richiesta è dettata dalla voglia di vivere un poco più da CRISTIANO questi ultimi 30/35 gg che mi separano dall'operazione.
La ringrazio per il tempo che mi vorrà dedicare e la saluto con stima.

MIGLIOR COMMENTO
Dott. Giuseppe D'Oriano
Caro Coppi
Il tuo prolasso emorroidario è di III-IV grado e come tale è caratterizzato dalla fuoriuscita del tessuto emorroidario alla defecazione dalla necessità di riporlo in sede e dalla possibilità che fuoriesca spontaneamente durante la giornata.Come ho avuto più volte occasione di spiegare il prolasso che, per ragioni pratiche classifichiamo in quattro gradi,è il frutto del cedimento del rivestimento mucoso interno del canale anorettale.Questo rivestimento una volta che ha ceduto o per caratteristiche costituzionali,o sollecitato da frequenti sforzi(diarrea o passaggio di feci molto disidratate),o per abitudini non corrette quale attendere ,seduti in bagno per molto tempo, lo stimolo alla defecazione, permetterà lo scivolamento verso il basso e all'esterno del tessuto emorroiodario.Tale alterazione dell'anatomia del canale ano rettale non conosce terapia medica, solo la chirurgia potrà risolvere il problema.Ripeto è ormai convinzione comune che il compito della chirurgia nella malattia emoroidaria è quello di ricostruire l'anatomia senza amputare il tessuto emorroidario.Questo si ottiene con l'aiuto di una suturatrice meccanica(stapler) che asporta l'anello di mucosa che ha ceduto(prolassectomia) e nello stesso tempo riposiziona nella sede anatomica naturale il tessuto emorroidario.Caro Coppi mi scuso per aver riproposto per una ennesima volta la classificazione del prolasso emorroidario,le possibili cause che lo determinano e la soluzione chirurgica, ma la ritengo necessaria per far capire a te e agli altri utenti che,purtroppo, la terapia farmacologica è una terapia sintomatica che non mira a correggere l'alterazione anatomica,ma il sintoma dolore,congestione ,trombosi ,sanguinamento.Il prolasso ,anche se senza sintomi ,rimarra tale. Nel tuo caso come in tanti altri. se il tessuto emorroidario è congesto, probabilmente,poichè è ingrossato darà fastidio ,senso di peso ma una volta rimesso dentro dopo la defecazione,per il volume che occupa, difficilmente fuoriesce dall'ano fino alla prossima defecazione.Al contrario se i cuscinetti emorroidari sono meno gonfi o parzialmente atrofici una volta riposizionati all'interno ,piano piano, anche senza sforzo vengono fuori.In attesa dell'agognato intervento ti posso solo consigliare,in aggiunta alla terapia medica ,abluzioni con acqua calda più volte nella giornata per facilitare il riposizionamento manuale.
Saluti Dr.Giuseppe D'Oriano
__________________
Dott. Giuseppe D'Oriano. Telf.3356604112 E-mail doriano1955@libero.it
Docente Scuola Speciale ACOI di Coloproctologia. Chirurgo Coloproctologo A.S.L.NA1 PO. S.M.d.P.Incurabili.Napoli
Leggi altri commenti
macgyvermt2
 

ciao caro coppi1997 hai provato a fare quello che ti dissi un po di giorni fa?
ti fara star bene di sicuro
ciao ciao

Coppi1997
 

Grazie dottore ed arrivederci con molta probabilità a metà dicembre.

Coppi1997
 

Cari amici,
questa mattina sono stato chiamato dall'Ospedale incurabili di Napoli.
Dovrò fare le visite il giorno 04 dic. per poi essere operato a distanza di 10/15 giorni.
Spero che ciò avvenga prima di Natale anche perchè l'attesa sta diventando sempre più angosciante e la malattia mi condiziona sempre più la vita.
La mattina, infatti, non cammino più.
Fortunatamente sono un contabile e quindi non sono contretto a camminare, tranne che a fine mese quando bisogna fare gli inventari ed in questo caso, la gionata diventa pesantissima.
Sono sicuro,però, che tutto questo presto finirà.
saluti a tutti.
attilio

Ade64
 

Ciao Coppi,in bocca al lupo...ti auguro possa risolvere presto..,questi problemi sono veramente pesanti da sopportare....ti condizionano parecchio la vita!Tienici aggiornati, ciao buona giornata

carmenada
 

Ciao Coppi, capisco quanto sia fastidioso questo malessere....spero che tu lo risolva nel più breve tempo possibile.....conosco quell'ospedale, ci sono bravi medici...abbi fiducia....

Coppi1997
 

per ADE64 e CARMENADA.

Grazie di cuore.

farc
 

io ti faccio l'in bocca al lupo e spero che tu possa tornare a una vita normale, una specie di rinascita!

Coppi1997
 

Grazie.

POLIRAF
 

caro Coppi
un grande in bocca al lupo a te ed anche a me, che a breve farò
il tuo stesso percorso (visita il 7 dic. ed intervento il 13 dic.)
Coraggio... mal comune...

Giken
 

Coraggio, sono convinto che risolverai tutti i tuoi problemi.
Saluti carissimi.

Coppi1997
 

Per Ginken,
GRAZIE di cuore.

Per Poliraf,
in bocca al lupo anche a Te. Ci sentiremo dopo per festeggiare insieme la fine di questo disturbo a dir poco devastante.
Questa mattina, infatti, ho dovuto camminare più del solito, quindi ho subito un piccolo prolasso ed ora mi sento da schifo.
Non vedo l'ora di rientrare a casa, cercare di risistemare la cosa ed andare a letto. Certo questa non è vita.

POLIRAF
 


ok, Coppi, se ti va fammi sapere come vanno gli esami e le visite pre-operatorie. Io mi opero a Trieste e sarebbe interessante confrontare i percorsi, visto che
dobbiamo fare lo stesso tipo di intervento. Senza contare che avere qualcuno che capisce quello che stai passando può essere di qualche conforto... sai, non sono cose di cui si parla facilmente con tutti!
Io ho letto praticamente tutta la letteratura medica esistente in proposito prima di prendere la decisione definitiva, e, per quanto alcune storie orribili sulle rare (!) complicanze mi abbiano a volte spaventata, sono abbastanza ottimista e fiduciosa. Ho letto alcuni tuoi interventi in altri topic e mi pare che tu sia dello stesso parere. Animo, allora! ... e un po' di fiducia...

Coppi1997
 

Si hai ragione.
Sono molto convinto della tecnica Longo ed ho aspettato una lunga "lista" pur di essere operato agli incurabili di Napoli, dove sicuramente riceverò le cure di uno dei dottori più qualificati e più esperti.
Nel suo curriculum si legge che ha assistito a più di 7000 interventi e ne ha eseguito più di 3000.
Come posso non essere tranquillo ?
In verità un poco di paura c'è, anche perchè è la prima volta in assoluto che entro in un ospedale.
ciao - attilio

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dott.ssa Raffaella Ferrando

Dott.ssa Raffaella Ferrando
Nome:
Raffaella Ferrando
Comune:
Bastia d'Albenga
Provincia:
SV
Telefono:
0182-20485
Azienda:
Bastiamedica
Professione:
Radiologo specialista in Gastroenterico e Funzionalità pelviperineale
Specializzazione:
Radiodiagnostica
Contatti/Profili social:
sito web
Domanda al medico
Dott.ssa Ferrando, qual è la posizione migliore per andare di corpo, soprattutto in caso di stitichezza?
La posizione fisiologica per andare di corpo è differente da quella che si usa per leggere una rivista sul water o chattare con il cellulare (usanza peraltro da abbandonare prima possibile). Le ginocchia vanno tenute più in alto rispetto alle anche, ad esempio utilizzando un poggiapiedi. Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 10:52 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X