Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Chirurgia colonproctologica > sintomi da RCU e Chron...
Segna Forum Come Letti

   

sintomi da RCU e Chron...

Pascolo76
 

Salve a tutti, sono nuovo del forum perchè i miei problemi sono nuovi nella mia vita...Devo fare una sigmoscopia ed ho paura sia dell'analisi che del risultato della suddetta...la mia situazione è questa:

Sono un mesetto che ho ad intermittenza diarrea (anzi feci poltacee direi) anche se vado in genere non più di una volta al bagno al giorno. Due volte ho riscontrato sangue sulla carta igienica, e una volta, una settimana fa, solo sangue nel water, credo un po scuro ma subito dopo grande pizzicore per alcuni minuti all'imbocco del retto. Ho fatto tutte le analisi ematiche, ves a 2, PCR a 0,4, ferritina, leucociti, formula linfocitaria tutto normalissimo...tuttavia ho avuto anche una febbrucola per una settimana a 37 sparita poi di colpo...
Sono andata dal dott. Cumbo di Roma, assai bravo e scrupoloso...anche troppo...Mi ha rassicurato dicendo che le mie analisi non sono indice di Morbo di Chron o RCU, e al tatto mostro solo una proctite da indagare comunque in funzione della diarrea intermittente...mi ha segnato una rettosigmoscopia e d ho una paura cane!!!Sono ansiosissimo come tipo...secondo voi devo preoccuparmi? Pensate sia inutile fare questo accertamento o ne vale la pena?
ma soprattutto quali sono stati i sintomi che hanno permesso di poter suppore una RCU o un Chron...ho paura perfino che sia un cancro!
Grazie ancora e buona domenica
Andrea

MIGLIOR COMMENTO
Dott. Giuseppe D'Oriano
Caro Pascolo76
Comprendo la sua ansia.Ma mi stupisco che lei possa pensare che, a distanza,qualcuno le scriva che quello che le ha detto il suo medico ,peraltro descritto come scrupoloso,sia da non fare.
__________________
Dott. Giuseppe D'Oriano. Telf.3356604112 E-mail doriano1955@libero.it
Docente Scuola Speciale ACOI di Coloproctologia. Chirurgo Coloproctologo A.S.L.NA1 PO. S.M.d.P.Incurabili.Napoli
Leggi altri commenti
Pascolo76
 

ma perchè nessuno mi risponde?? sto cadendo in uno sconforto totale...

Pascolo76
 

Grazie per la risposta innanzitutto Dottore...
Ma la mia angoscia nasce dal fatto di essere un biologo e di saper un minimo riconoscere situazioni a rischio o meno. Ho sempre creduto che esami invasivi del genere si facessero in funzione anche delle analisi ematiche e dei risultati ottenuti, non solo dei sintomi che peraltro sono abbastanza intermittenti e comuni ad altre miriadi situazioni anche infiammatorie...pensi che son tre giorni che rivado al bagno bene soltanto con una dieta sviluppata da me...Con una VES a 2 e la CRP a 0,4 vorrei solo riuscire a capire, dopo un'ispezione rettale e addominale manuale pressochè negativa, cosa sta cercando il mio dottore, cosa potrebbe essere tutto questo. In caso di cose serie da indagare non dovrei presentare formule linfocitarie pressochè alterate o esami del ferro un minimo sfalsati, o comunque VES e CRP a valori almeno altini??
Non sempre i dottori sono espliciti e questa è la cosa che a volte a noi pazienti ansiosi mette ancor più paura...
Comunque ho deciso che eseguirò forse un clisma opaco per spazzarmi almeno via un minimo di dubbi...ma sono agitato ugualmente.
Per ora la ringrazio Dottore, per la sua tempestività e professionalità.
Buona giornata

Dott. Giuseppe D'Oriano
 

Caro Pascolo
Con questa risposta e con la decisione di sottoporti ad un clisma opaco,dimostri di essere un cattivo paziente in contradizione con quello che hai affermato(essere un biologo e di saper un minimo riconoscere situazioni a rischio o meno. Ho sempre creduto che esami invasivi del genere si facessero in funzione anche delle analisi ematiche e dei risultati ottenuti, non solo dei sintomi).Se non credi al tuo medico curante ,scrupoloso ,per escludere, definitivamente ,patologie infiammatorie croniche o neoplastiche del colon l'esame da eseguire è una Colonscopia che permette di visualizzare anche piccole lesioni e di eseguire, se è necessario, biopsie.Il clisma opaco non può essere considerato l'esame sostitutivo

Pascolo76
 

...Grazie ancora per la pazienza e per ciò che mi consiglia...
Forse ho pensato di fare il clisma opaco perchè parlando con alcuni dottori nel laboratorio in cui lavoro mi è stato detto che il clisma opaco riesce ad evidenziare lesioni fino ad 1 cm della mucosa...ho pensato che intanto potesse andar bene per iniziare ad escludere qualcosa di davvero serio...tutto qui, forse è più per mia tranquillità che per altro che faccio quest'esame...la pensa allo stesso modo il mio GE, ovvero in questo modo potremo solo escludere malattie neoplastiche o poc'altro, niente più...sono un cattivo paziente e per giunta pauroso ed ipocondriaco fino al midollo...non so proprio che fare...

Grazie ancora comuqnue e Buona serata

Carniato
 

Sono pienamente daccordo con il Dottor D'oriano
se il tuo medico o il protologo ti ha prdinato di fare una rettosigmoideoscopia non vedo il motivo per cui te devi decidere di farti fare un clisma opaco
Scusami ehehe

non sono un medico

Pascolo76
 

Buon giorno a tutti...
in parte è anche una questione monetaria non navigo nell'oro e, almeno a Roma, un sigmoscopia fatta urgentemente e privatamente viene dall 350 alle 450 euro...
altrimenti devo aspettare un mese e mezzo...e sono angosciato, quindi anche per questo volevo fare il clisma dal momento che era accessibile maggiormente a livello economico.

Grazie ancora

Pascolo76
 

un'altra domanda che mi sto ponendo da alcuni giorni è: ma con colite, RCU o Chron che sia è tipico soffrire anche di strane cefalee intermittenti??

zena
 

ragionando dal punto di vista economico...fai il clisma opaco e paghi di meno...e dopo comunque devi fare lo stesso la rettosigmoidoscopia se non la colonscopia...e paghi di nuovo. Alla fine avresti risparmiato i soldini del primo esame...


Dai retta al dott doriano e al tuo proctologo!!!

mare.1973
 

Ciao pascolo76, mio marito ha la RCU e non ha mai mal di testa, tantomeno intermittenti (1 ora si 1 no?)
Sarà dovuta all'ansia di sicuro.
Non sai ancora se soffri o meno di RCU e già tutti i tuoi malesseri li associ a questo?
Comunque 1 mese e mezzo passa in frettissima, se nn perdi tantissimo sangue io direi che si può aspettare (potresti chiedere al dott Cumbo).
e' un esame invasivo, ma non preoccuparti, ti sedano!
Ciao!

Pascolo76
 

Grazie mare...
avrò perso sangue due tre volte al massimo in un mese, per questo il GE dubita più di un colon irritabile che della RCU, anche se la presenza intermittente di febbricola gli fa supporre RCU...io non so più cosa pensare...ho fatto le peggio analisi ematiche e non risulta nulla...tutto perfetto, ma io sono stanco, assonnato, ho mal di testa, ogni tanto diarrea ed ogni tanto 37 di febbrucola...sono proprio disperato...

Grazie a tutti

BiancaFragola
 

Ciao,
ho letto della tua situazione. Io soffro da molti anni di colite ulcerosa che è sempre una malattia infiammatoria intestinale così come il morbo di crohn. Si tratta di malattie di non facile diagnosi. A me sono occorsi due anni per una diagnosi corretta. Non sempre le analisi del sangue sono sufficienti per escludere o confermare la malattia soprattutto se è allo stadio iniziale, quando adirittura la malattia può risultare solo dagli esami istologici di biopsie intestinali. La colite ulcerosa inizia sempre dal retto e poi sale, se non curata, verso il colon. Il crohn colpisce invece in particolare il tenue ma può colpire anche altre parti dell'apparato digerente. Nei casi gravi si hanno anche febbre dolori articolari artriti emorragie fistole ed altro. Sono iscritta all'associazione dei malati di malattie infiammatorie croniche intestinali (Ass.ne AMICI) e ti consiglio vivamente di rivolgerti al centro di gastroenterologia del San Camillo di Roma diretto dal Prof.Prantera. Non so se sei a Roma, eventualmente puoi chiamare dirattamente l'associazione o inviare direttamente una mail così se non sei di roma possono consigliarti il centro specializzato a te più vicino. Spero che tu non abbia il crohn ne' la colite ulcerosa ma quando c'è un dubbio, anche minimo, vanno fatte tutti gli esami per escludere il problema (colonscopia in sedazione con biopsie, rx digerente con studio del tenue, eco addome e gastroscopia). In genere nei centri ospedalieri questi esami si fanno in day-hospital.Sappi che nessuno di questi esami sostituisce l'altro.Con la colonscopia è possibile prelevare minuscole parti di mucosa intestinale (biopsie), con il digerente con studio seriato del tenue si può osservare il tenue dove è molto difficile se non impossibile arrivare con la colonscopia etc etc. Cmq se anche sfortunatamente avessi una malattia infiammatoria cronica intestinale sappi che si possono tenere molto bene sotto controllo con i farmaci che permettono una vita normale.Ti ripeto quindi di prendere al più presto contatti sia con l'associazione che con il Prof.Prantera (tel. 06.3202643 studio - ma puoi contattare anche direttamente il san camillo ti raccomando però il suo reparto dove ci sono tutti medici bravi preparati quali ad esempio la dott.ssa Kohn) Ti saluto e ti invio tanti auguri.Bianca

questi sono i dati dell'associazione:
A.M.I.C.I. Lazio
Salita di S. Gregorio al Celio 3
Roma
00184
www.amicilazio.org
+39 06 77591070

rusi82
 

Ciao a tutti, mi sembra di capire che secondo voi x escludere il morbo di Chron non basta il tenue seriato? Sono stata da un gastroenterologo mesi fa perchè avevo diarrea da un mese e mezzo, dolore in fossa iliaca destra e febbricola, mi ha fatto fare quest'esame e visto che andava bene mi ha detto che non ho niente. Ho ancora tutti i sintomi ma la diarrea si è attenuata nel senso che vado 3-4 volte al giorno ma non è liquida, solo molle. Durante l'esame mi hanno detto che non sono riusciti a vedere al meglio l'ileo perchè era coperto dal cieco che è distopico. Hanno scritto "si segnala aspetto lievemente digiunalizzato di alcune anse dell'ileo prossimale. non si configurano tuttavia segni compatibili con localizzazioni di IBD" Posso stare tranquilla che ho solo colon irritabile?

Dott. Giuseppe D'Oriano
 

Cara Rusi82
Il Morbo di Crhon è una malattia infiammatoria cronica dell’intestino che colpisce con più frequenza il tenue ed il colon prossimale ,ma puo interessare vari segmenti dell'apparato digerente dalla bocca all'ano.Per questo motivo non esiste un singolo esame per diagnosticare il Morbo di Crohn,utile è l'esame radiologico delle prime vie digestive con studio seriato dell’intestino tenue, se quest'esame è negativo ,in presenza di un reale sospetto, deve essere seguito da una colonscopia.Attualmente ,con il beneficio della distanza,con le poche notizie fornite e visto il perdurare della sintomatologia(Ho ancora tutti i sintomi ma la diarrea si è attenuata nel senso che vado 3-4 volte al giorno ma non è liquida)non posso escludere nulla ,ancora meno confermare la diagnosi di intestino irritabile.
Saluti

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dott.ssa Raffaella Ferrando

Dott.ssa Raffaella Ferrando
Nome:
Raffaella Ferrando
Comune:
Bastia d'Albenga
Provincia:
SV
Telefono:
0182-20485
Azienda:
Bastiamedica
Professione:
Radiologo specialista in Gastroenterico e Funzionalità pelviperineale
Specializzazione:
Radiodiagnostica
Contatti/Profili social:
sito web
Domanda al medico
Dott.ssa Ferrando, perché quando si va in vacanza si tende a soffrire di stitichezza?
La stitichezza da viaggio è legata alle modifiche apportate ai ritmi giornalieri a cui il nostro organismo è legato. Un'influenza importante ce l'ha anche il luogo in cui si dorme e la toilette. Quindi il consiglio è di cercare di ovviare con qualche alimento in aiuto oppure con l'aggiunta di fermenti lattici e/o probiotici alla dieta quotidiana. Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 11:01 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X