Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Chirurgia colonproctologica > Legatura elastica: cinque in un'unica seduta
Segna Forum Come Letti

   

Legatura elastica: cinque in un'unica seduta

Paolo S.
 

Buongiorno,
il 10 aprile 2015 mi sono sottoposto ad un intervento di legatura elastica in ambulatorio per eliminare alcune emorroidi che mi tormentavano da qualche mese (preciso che ho 35 anni e non ne ho mai sofferto prima d'ora, la causa scatenante ritengo sia la vita sedentaria che sto facendo ultimamente).
Il proctologo ha deciso di intervenire con cinque legature in un'unica seduta. A suo dire la procedura è andata a buon fine. Nei giorni seguenti ho sofferto abbastanza (ok, a volte un po' PIU' di abbastanza), e dopo una settimana circa penso di avere espulso quel che dovevo (elastici, ecc) andando in bagno.
Tutto nella norma, se non fosse che il forte fastidio permane, per ora. Oggi, a dieci giorni dal'intervento, quando evacuo sanguino un po' - anche se in misura minore rispetto a prima - e nel corso della giornata avverto di volta in volta bruciore, prurito o fitte, oltre alla sensazione che qualcosa stia pungendo o pulsando. Non riesco a stare in piedi a lungo. Moderatamente debilitante.
Pensavo avrei potuto riprendere una vita più o meno normale entro alcuni giorni, ma non sembra così. Il proctologo (con cui parlerò anche nei prossimi giorni) mi ha detto che il tutto deve cicatrizzare, e questo posso capirlo, ma le sensazioni sgradevoli non svaniscono. Sono un pizzico perplesso. Quanto devo pazientare, a vostro avviso?
Grazie

Leggi altri commenti
Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dott.ssa Raffaella Ferrando

Dott.ssa Raffaella Ferrando
Nome:
Raffaella Ferrando
Comune:
Bastia d'Albenga
Provincia:
SV
Telefono:
0182-20485
Azienda:
Bastiamedica
Professione:
Radiologo specialista in Gastroenterico e Funzionalità pelviperineale
Specializzazione:
Radiodiagnostica
Contatti/Profili social:
sito web
Domanda al medico
Dott.ssa Ferrando, se le feci sono di colore nero, giallo, bianco o verde bisogna preoccuparsi?
Le feci nere sono indice della presenza di sangue digerito all'interno, normalmente per micro-sanguinamenti dal tratto intestinale alto; le feci bianche o argillose potrebbero far sospettare un problema a carico del sistema biliare (pancreas, fegato o cistifellea), per lo più infiammazioni a livello del fegato. In entrambi i casi il consiglio è di recarsi subito dal medico curante. Le feci gialle possono avere significati differenti:
  • Se sono associate a diarrea, potrebbero essere in atto patologie infiammatorie del fegato e del colon, da indagare certamente.
  • Se sono associate feci normali potrebbe trattarsi di steatorrea, una condizione patologica caratterizzata da una notevole presenza di sostanze grasse non digerite nelle feci dovute a malassorbimento, anch’essa meritevole di una valutazione medica.
Leggi tutto
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 13:33 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X