Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Chirurgia colonproctologica > Coloscopia, CEA, DNA ed alimentazione
Segna Forum Come Letti

   
 
Strumenti Discussione
  #1 (permalink)  
Vecchio 14-05-2018, 17:50 PM
ForumSalute - Junior
DEVIS
 
Nel forum da: Jun 2010
Messaggi: 56

Coloscopia, CEA, DNA ed alimentazione


Buongiorno,

vi scrivo poichè dovrei sottopormi a coloscopia, ho un caso in famiglia (mia mamma) che in passato, quando aveva solo 49 anni, ha avuto un tumore al colon, è stata operata, fatto chemio ed ora che ha più di 70 anni, sta bene.

Io la colonscopia l'ho fatta quando avevo 40 anni, non avevano trovato nulla, poi non l'ho più fatta, ora ne ho quasi 52, sono già in ritardo con i tempi per il controllo ma temo l'esame perchè me lo ricordo particolarmente doloroso (mi sembra che facevano fatica ad inviarmi aria per le pareti piuttosto strette).
Leggo in rete che può avvenire anche la perforazione dell'intestino, anche con gravi conseguenze.

Ho fatto recentemente gli esami del sangue e il marcatore CEA va bene, è a 0.9 ng/ml rispetto ad un valore massimo indicato a 4,0

Chiedo se questo marcatore, che è specifico fra l'altro per il Colon, sia sufficiente a discriminare la presenza di possibili tumori. Cioè, esiste la possibilità di un tumore al colon anche con CEA nella norma?
Ovviamente i possibili polipi il CEA non li può considerare.
Per quanto riguarda il sangue occulto nelle feci, non riesco a capire purtroppo se sia colpa dell'intestibo, ho emorroidi e quando infiammate mi capita di vedere sangue rosso vivo che curo usando l'integratore Arvenum, è da qualche mese che non vedo sangue.

Chiedo se le feci dovrebbero essere più scure se il sangue arriva dall'alto e quindi non dovrei riscontrare sangue vivo, e se sia più importante il fattore ereditario o lo stile nell'alimentazione, quando ero bambino in famiglia si mangiava tanta carne rossa ma dopo i 25 anni e dopo quel che è successo a mia mamma,ho introdotto un'alimentazione con molta meno carne e con più pesce e verdura.

Questo per tranquillizzarmi, provvederò comunque nel breve a prenotare colonscopia.

Grazie a chi sarà così gentile da rispondermi.


Ultima modifica di DEVIS; 14-05-2018 alle 23:25 PM
  #2 (permalink)  
Vecchio 16-05-2018, 14:40 PM
L'avatar di dottdoriano
Chirurgo Coloproctologo
Località: Campania: Napoli ,Pozzuoli(NA)
dottdoriano
 
Nel forum da: Oct 2006
Messaggi: 2.299
Predefinito Riferimento: Coloscopia, CEA, DNA ed alimentazione

Citazione:
Originariamente Inviato da DEVIS Visualizza Messaggio
Buongiorno,

vi scrivo poichè dovrei sottopormi a coloscopia, ho un caso in famiglia (mia mamma) che in passato, quando aveva solo 49 anni, ha avuto un tumore al colon, è stata operata, fatto chemio ed ora che ha più di 70 anni, sta bene.

Io la colonscopia l'ho fatta quando avevo 40 anni, non avevano trovato nulla, poi non l'ho più fatta, ora ne ho quasi 52, sono già in ritardo con i tempi per il controllo ma temo l'esame perchè me lo ricordo particolarmente doloroso (mi sembra che facevano fatica ad inviarmi aria per le pareti piuttosto strette).
Leggo in rete che può avvenire anche la perforazione dell'intestino, anche con gravi conseguenze.

Ho fatto recentemente gli esami del sangue e il marcatore CEA va bene, è a 0.9 ng/ml rispetto ad un valore massimo indicato a 4,0

Chiedo se questo marcatore, che è specifico fra l'altro per il Colon, sia sufficiente a discriminare la presenza di possibili tumori. Cioè, esiste la possibilità di un tumore al colon anche con CEA nella norma?
Ovviamente i possibili polipi il CEA non li può considerare.
Per quanto riguarda il sangue occulto nelle feci, non riesco a capire purtroppo se sia colpa dell'intestibo, ho emorroidi e quando infiammate mi capita di vedere sangue rosso vivo che curo usando l'integratore Arvenum, è da qualche mese che non vedo sangue.

Chiedo se le feci dovrebbero essere più scure se il sangue arriva dall'alto e quindi non dovrei riscontrare sangue vivo, e se sia più importante il fattore ereditario o lo stile nell'alimentazione, quando ero bambino in famiglia si mangiava tanta carne rossa ma dopo i 25 anni e dopo quel che è successo a mia mamma,ho introdotto un'alimentazione con molta meno carne e con più pesce e verdura.

Questo per tranquillizzarmi, provvederò comunque nel breve a prenotare colonscopia.

Grazie a chi sarà così gentile da rispondermi.
La colonscopia, quando c'è familiarità per cancro del colon, ha lo scopo di prevenire il cancro individuando ed asportando eventuali lesioni che, al momento benigne, potrebbero trasformarsi in maligne.
La storia naturale del cancro del colon-retto ha inizio da formazioni polipoidi benigne che si trasformano, nel tempo, in maligne.
Un CEA normale non esclude la presenza di un tumore in fase "iniziale" ne la presenza di un polipo.
Un sanguinamento lo si potrà attribuire alle emorroidi solo dopo aver escluso cause "maggiori", indipendentemente dalle caratteristiche del sangue.
Esegua la colon.
Cordiali saluti.

__________________
Dott. Giuseppe D'Oriano. Telf.3356604112 E-mail doriano1955@libero.it
Docente Scuola Speciale ACOI di Coloproctologia. Chirurgo Coloproctologo A.S.L.NA1 PO. S.M.d.P.Incurabili.Napoli
   

Strumenti Discussione

Regole di Scrittura
Tu non puoi inviare nuove discussioni
Tu non puoi inviare risposte
Tu non puoi inviare allegati
Tu non puoi modificare i tuoi messaggi

Il codice BB è Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Disattivato
Il codice HTML è Disattivato
Trackbacks are Disattivato
Pingbacks are Disattivato
Refbacks are Disattivato



Adesso sono le 07:16 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2018, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X