Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Senologia e prevenzione oncologica > Nodulo al seno...non si capisce cosa sia!
Segna Forum Come Letti

   

Nodulo al seno...non si capisce cosa sia!

Giugia
 

Salve
a luglio 2012 ho fatto una visita senologica di controllo (la faccio ogni anno), il seno destro era dolente (me ne ero accorta da qualche giorno) e duro. Il risultato dell'ecografia è stato questo: al quadrante supero esterno della mammella destra è presente un'area disomogeneamente ipoecogena di 29x18 mm a margini sfumati.
Ho fatto 10 giorni di antinfiammatorio e al controllo successivo era leggermente diminuita, così ho fatto altri 10 giorni di cura. Al successivo controllo l'area era di circa 2 cm. La dottoressa mi ha fatto fare la mammografia: Addensamento strutturale a contorni bozzoluti a dx al QSE.
A quel punto ho fatto anche l'esame citologico: materiale sieroproteico, alcune emazie, rarissimi linfociti, alcuni frammenti stromali discretamente cellulati con adipociti. Categoria C1: insoddisfacente.
La dottoressa mi ha consigliato controllo tra due mesi, cioè a Gennaio.

Cosa potrebbe essere, purtroppo non è più diminuito (e non mi sembra aumentato), a volte mi brucia ed è molto evidente al tatto (ho il seno piccolo). Per dovere di informazione: ho 33 anni, diabetica insultino-dipendente, prendo da 5 anni pillola anticoncezionale per cura endometriosi (conto di sospenderla un altr'anno dopo matrimonio).

Gli esami non dicono nulla, ma per me è fastidioso. Grazie!

MIGLIOR COMMENTO
Prof.ssa Virginia A. Cirolla
Gentile utente

in prima ipotesi potrebbe treattarsi di iperplasia

Le consiglio una RMN mammaria con ijngrandiemnto dell'area sospetta

e sentiamoci


www.studiomedicocirolla.it

www.aismo.it
__________________
Prof.ssa Virginia Angela Cirolla
MD,PhD Cancer Research
Leggi altri commenti
Giugia
 

Gentile dottoressa
scusi il ritardo nella risposta, ma finalmente ho fatto la RMN e il risultato è il seguente:

RM Mammella senza e con m.d.c.
Paziente diabetica in trattamento insulinico con tumefazione palpabile nel QSE e prolungamento ascellare dx.
Esame mammografico del 28/08/12 ed ecografico del 15/01/13 con riscontro di addensamento fibroso di 3 cm nel QSE dx.
Aspirato ecoguidato C1 non soddisfacente
Esame eseguito con bobina bilaterale sincrona con acquisizioni assiali ponderate in T2, DWI, VISTA SPAIR; THRIVE multifasiche dopo mdc.
Mammelle a componente fibroghiandolare prevalente;
l'impregnazione contrastografica appare omogenea senza evidenza di focolai neoangiogenetici nè di wash out localizzati.
Non lesioni focali al bilancio DWI. LA componente parenchimale nel QSE dx mostra un aspetto maggiormente compatto; il reperto descritto potrebbe essere compatibile con "placca" fibroghiandolare.
Utile follow up ecografico tra 6 mesi


Secondo lei potrebbe trattarsi di "mastopatia diabetica" (anche se il diabetologo non è convinto), sono diabetica da 29 anni
grazie

Prof.ssa Virginia A. Cirolla
 


Gentile utente

la esacerbazione dei sintomi legati alla MFC di cui riferisce vengono sollecitati da

patologie concomitanti e pregresse come il Diabete

In proposito esistono studi di parere discordante





www.studiomedicocirolla.it

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 04:09 AM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X