Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Osteopatia per la salute della mente e del corpo > quale scuola di osteopatia scegliere??
Segna Forum Come Letti

   

quale scuola di osteopatia scegliere??

keiko
 

salve a tutti,avrei bisogno del vostro aiuto...mi piacerebbe iscrivermi alla scuola di osteopatia ma ce ne sono talmente tante che non saprei quale scegliere e sopratutto distinguere quelle accreditate dalle cosidette "bufale".IO vengo da Milano perciò se avete qualche nominativo buono nella mia città preferirei ma accetto comunque qualsiasi genere di consiglio...grazie grazie!!

MIGLIOR COMMENTO
Dr. Ivano Bianchi
Ciao,
un metodo per scegliere una scuola potrebbe essere quello di andare sul sito del ROI e scegliere una delle scuole riconosciute, poi contattarle e verificare l'organizzazione, magari chiedere anche a qualche studente che la stà frequentando.

E' bene che tu sappia da subito, che l'osteopatia è fantastica, ma non è per tutti, ossia: tutti possono imparare a dipingere, ma solo pochi riescono a fare opere d'arte, e un'opera d'arte è quello che ci viene richiesto con ogni paziente.
Quindi munisciti di molta volontà e umiltà, altrimenti ti fai male.

Spero poi che tu abbia un titolo sanitario: Medico o Fisioterapista. L'Osteopatia al momento non è riconosciuta in Italia e quindi solo con uno dei titoli sopra riportati potrai applicare una terapia manuale a tua discrezione. Nel caso di altri titoli ti rimando a cosa prevede la legge per ciascun titolo.

Non aspettarti inoltre che una volta finito i sei anni saranno finiti i tuoi problemi, perchè sarà come aver conseguito la patente: dovrai incominciare a guidare veramente la macchina. Quando poi penserai di aver imparato a guidare, farai magari dei corsi con dei Maestri che non guidano più, perchè hanno imparato a volare.

Era solo una battuta per dirti che c'è veramente tanto da imparare, basta solo essere aperti.

Come dicolo i saggi: importante non è tanto l'obbiettivo, ma quanto la strada che fai per raggiungerlo..
Per tanto ti auguro un buon viaggio
spero di esserti stato di aiuto
PS sò che stanno aprendo una scuola a Parma. Tre insegnanti li conosco personalmente e sono fantastici. posso tenerti aggiornato se ti interessa

Ivano Bianchi D.O.
Osteopata
Via Delle Cartiere 169 Collodi Pescia (Pistoia)
tel 347 3392986
__________________
Ivano Bianchi - Osteopata
Leggi altri commenti
keiko
 

ciao,ti ringrazio molto per i consigli,sono andata sul sito che mi hai consigliato e ho trovato delle scuole interessanti(anche se purtroppo hanno già chiuso quasi tutte le iscrizioni..).Io sono un ortottista(alcuna scuole per fortuna dedicano il corso di studi non solo a fisioterapisti e medici ma anche ai laureati delle lauree triennali del corso di medicina e chirurgia,come la mia...)fortunatamente col tipo di lavoro che faccio ho già imparato ad approcciarmi al paziente e l'ambito sanitario mi affascina davvero molto,quello dell'osteopatia ancora di più solo che purtroppo quando ho finito le scuole superiori avevo trovato solo una scuola di osteopatia qui a Milano con costi davvero spropositati che non mi sentivo di proporre ai miei genitori,ora invece che lavoro (e posso affrontare le spese da sola )e i costi sono decisamente più contenuti ho deciso di intrapendere questa strada...visto che sei così gentile volevo chiederti consiglio su una scuola( http://www.istitutoperlemedicinecomp...therapist.html)



tra le tante che ho trovato(non sul sito che mi hai detto tu però...)che fortunatamente chiude le iscrizioni il 7 dicembre,l'unica cosa che mi lascia un pò perplessa è che dura solo 3 anni e non 6 come tutte le altre quindi volevo avere un giudizio da un professionista del settore
in attesa di una tua risposta ti ringrazio molto per la tua disponibilità
psvviamente accetto ben volentieri anche gli aggiornamenti sulla scuola di Parma
saluti
Barbara

Dr. Ivano Bianchi
 

Cara Barbara,
non conoscevo la scuola che mi hai indicato, ho dato una breve occhiata al sito e ho avuto anche io le tue perplessità. Tieni presente che oramai credo tutte le scuole italiane svolgono il corso in sei anni, inoltre permettono tutte l'iscrizine a uno dei vari registri dopo un esame. Insomma, stanno tutte trovando una certa filosofia comune credo anche rivolta ad una equiparazione con corsi esteri al fine poi di un riconoscimento da parte delle istituzioni italiane.
Stanno aprendo a breve una scuola a Parma, tre insegnanti li conosco personalmente e sono ottimi, posso darti il numero di uno di loro se ti interessa.
Informati se con il tuo titolo puoi trattare anche pazienti per problematiche diverse a quelle visive, rischieresti altrimenti di fare sei anni per niente.
Fammi sapere
A presto

Ivano Bianchi D.O.
Osteopata
Via Delle Cartiere 169 Collodi Pescia (Pistoia)
tel 347 3392986

keiko
 

ciao scusa il ritardo...grazie mille x le tue ulteriori delucidazioni,mi hai messo però un dubbio,come mai mi chiedi se posso trattare pazienti con problematiche diverse da quelle visive?vuoi forse dirmi che il percorso dell'osteopatia non può essere un inizio ma deve sempre essere x forza un "proseguo" di una laurea in fisioterapia o simili?scusa la curioità(se ti va di rispondermi)tu che percorso hai fatto?comunque sono interessata alla scuola di Parma se ti va di darmi il n dei tuoi colleghi li accetto molto volentieri...
grazie ancora di tutto
Barbara

Dr. Ivano Bianchi
 

Cara Barbara,
come ho spiegato in precedenza, l'Osteopatia non è riconosciuta in Italia, quindi un Osteopata anche se bravissimo non può trattare pazienti. Per trattare pazienti occorre un titolo sanitario; in questo la legge è molto chiara. Ogni titolo sanitario ha poi le sue competenze.
Ci sono comunque delle proposte di legge per riconoscere l'Osteopatia, probabilmente arriveremo ad un riconoscimento, ma non si sà quando. Questo è lo stato delle cose.

Io sono diplomato in Educazione Fisica, in Massofisioterapia e poi in Osteopatia e per complicarmi la vita sono iscritto alla facoltà di Psicologia.

Riguardo alla scuola di Parma puoi chiamare Roberto Bonazinga, é uno degli insegnanti. Il corso però è già iniziato. IL numero è 3358075001 puoi fargli il mio nome: siamo buoni amici.

Fammi sapere, perchè se non insegna bene gli tiro le orecchie.

Ivano Bianchi D.O.
Osteopata
Via Delle Cartiere 169 Collodi Pescia (Pistoia)
tel 347 3392986

ginev
 

Segnalo per chi può essere in zona la scuola CRESO sede di Legnano.
Insegnanti molto preparati e disponibili.

Francesco1992
 

ciao a tutti sono un ragazzo di 20 anni ho letto la discussione sul forum, e avrei un disperato bisogno di consigli da parte del dottor Ivano Bianchi, mi piacerebbe moltissimo un giorno essere un buon osteopata, sono però molto confuso sul percorso da seguire. A quanto ho capito con un solo diploma in osteopatia non avrei la possibilità di esercitare liberamente, giusto? Quindi dovrei prima conseguire una laurea triennale come per esempio un ISEF è esatto? grazie per la sua attenzione. Cordiali saluti.

Dr. Ivano Bianchi
 

Gentile Francesco1992,
come ho già scritto in precedenza la questione non è semplice. Se sei laureato in Medicina o in Fisioterapia puoi trattare i pazienti in base a quello che permette il titolo e puoi utilizzare le conoscenze acquisite nel Corso di Osteopatia. Se non hai uno di questi titoli la cosa si complica e non poco. Sicuramente una laurea in Scienze Motorie (ex ISEF) non ti risolve la questione.
Speriamo che si arrivi presto ad un riconoscimento della figura dell'Osteopata.

Ivano Bianchi D.O.
Osteopata
Via Delle Cartiere 169 Collodi Pescia (Pistoia)
tel 347 3392986

__________________
Ivano Bianchi - Osteopata
Stefano Pasotti
 

Salve a tutti, confermo quello dice Ivano, anche se, proprio perché in Italia l'osteopata non è considerato sanitario anche il laureato in Scienze Motorie può frequentare le scuole e conseguire il diploma come osteopata.
per fortuna qualche passo avanti si sta facendo, proprio pochi mesi fa l' osteopatia è stata riconosciuta come professione.

__________________
Stefano Pasotti D.O. M.R.O.I.
Osteopata Milano
bluesy
 

La legge 14.01.2013 n° 4, G.U. 26.01.2013, riguardante le professioni non regolamentate, contenuta nella finanziaria ultimo atto del governo Monti, in riferimento all'osteopatia contiene le seguenti indicazioni.
- è riconosciuta la figura professionale dell'osteopata;
- NON è indicato l'osteopata come figura sanitaria;
- plurime associazioni possono rappresentare questa categoria (il ROI quindi non ha esclusività - occorre ricordare anche che il ROI non è un registro, ma un associazione che si è data il nome di registro);
- gli osteopati se vorranno, a tutela del cittadino, potranno farsi certificare come professionisti (un po come fanno le aziende per certificare la loro qualità);
- gli standard per la certificazione sono stati discussi ed elaborati dall'UNI, ente preposto in tale scopo, e solo di recente pubblicati;
- occorrerà ora vedere come saranno recepiti in ambito formativo e professionale, ad oggi la situazione è via di definizione.

Detto ciò appare evidente che, in attesa di vedere cosa succederà, la scelta di una scuola di osteopatia rimane incerta ma criteri quali la durata di sei anni e l'appartenenza al ROI non sono orientativi.
Occorre ricordare anche che esiste un'orientamento dettato dall'OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), al quali UNI si rifà dichiaratamente, che indica un percorso part-time per studenti laureati di 1000 ore + tirocinio.

A breve ne sapremo di più

Dott. Federico Morriello
 

Il laureato in Scienze Motorie non è abilitato nel "trattare" persone ma è abilitato nell'insegnare Educazione Fisica nelle scuole, a lavorare nei centri Fitness e nelle Associazioni Sportive, poichè esperto nell'attività motoria e negli sport (non a caso il loro studio comprende la conoscenza nonchè la pratica di diversi sport quali nuoto, basket, pallavolo, ecc..).
E' inoltre abilitato nel prendere in carico persone precedentemente riabilitate e definitivamente curate da personale sanitario per procedere al reinserimento in squadra con allenamenti specifici.

Quindi sebbene sia possibile con tale titolo poter accedere e frequentare tali scuole (ricordo che in diverse scuole è possibile iscriversi anche con il semplice diploma di scuola superiore purtroppo), la vedo difficile, una volta terminata la scuola, poter eseguire trattamenti osteopatici in piena regola.

Saluti

bluesy
 

Pur nel rispetto di ogni opinione, sarebbe bene commentare facendo rispetto a normative di legge.

- La finanziaria Monti (Legge 14.01.2013 n° 4, G.U. 26.01.2013) ha stabilito che l'osteopata esiste come figura professionale indipendente e non rientra nelle categorie regolamentate come quella sanitaria.
- per accedere al percorso di osteopatia non è necessario titolo sanitario e di fisioterapista, così come non è prerogativa dei laureati in scienze motorie.

E' consigliabile per chi è interessato all'argomento consultare direttamente la Legge 14.01.2013 n° 4, G.U. 26.01.2013, facilmente reperibile in internet, così come gli standard UNI, ad oggi scaricabili a pagamento dal sito UNI o consultabili liberamente presso sede UNI.

Non sarà difficile per l'osteopata operare come tale in mancanza di titolo sanitario in quanto è lo Stato Italiano che lo permette apertamente.



Citazione:
Originariamente Inviato da Federico Morriello Visualizza Messaggio
Il laureato in Scienze Motorie non è abilitato nel "trattare" persone ma è abilitato nell'insegnare Educazione Fisica nelle scuole, a lavorare nei centri Fitness e nelle Associazioni Sportive, poichè esperto nell'attività motoria e negli sport (non a caso il loro studio comprende la conoscenza nonchè la pratica di diversi sport quali nuoto, basket, pallavolo, ecc..).
E' inoltre abilitato nel prendere in carico persone precedentemente riabilitate e definitivamente curate da personale sanitario per procedere al reinserimento in squadra con allenamenti specifici.

Quindi sebbene sia possibile con tale titolo poter accedere e frequentare tali scuole (ricordo che in diverse scuole è possibile iscriversi anche con il semplice diploma di scuola superiore purtroppo), la vedo difficile, una volta terminata la scuola, poter eseguire trattamenti osteopatici in piena regola.

Saluti

Dott. Federico Morriello
 

Ha fuorviato il mio discorso che non trattava l'argomento "riconoscimento dell'Osteopatia come professione", ma la possibilità di utilizzo dell'Osteopatia nel trattamento di patologie che non è possibile con il solo possesso di tale titolo.

Il Suo riferimento di legge indica per l'appunto che l'Osteopatia è stata riconosciuta... si, di certo non l'ho messo in dubbio con il precedente messaggio, ma come figura professionale NON sanitaria, quindi NON abilita e NON può trattare PATOLOGIE, di qualsiasi natura esse siano. Cosa che invece in Italia purtroppo è ben lontano dall'essere rispettato.
Vuole per interessi, vuole per la mala interpretazione che fomentano in primis le scuole per interessi economici, per poi inculcarle agli allievi.
Fortunatamente alcune scuole non mettono il denaro in 1° posizione ed accettano SOLO figure sanitarie. Un motivo ci sarà.

Ben diversa invece la situazione per un Fisioterapista che per LEGGE è un professionista SANITARIO e quindi ABILITATO per legge a trattare patologie; non è di certo una mia invenzione, ecco un estratto del DM. 741/94:

Citazione:
1. E’ individuata la figura del fisioterapista con il seguente profilo: il fisioterapista è l’operatore sanitario, in possesso del diploma universitario abilitante, che svolge in via autonoma, o in collaborazione con altre figure sanitarie, gli interventi di prevenzione, cura e riabilitazione nelle aree della motricità, delle funzioni corticali superiori, e di quelle viscerali conseguenti a eventi patologici, a varia eziologia, congenita od acquisita.
Un fisioterapista con l'integrazione dei propri studi in Osteopatia, quindi un Fisioterapista Osteopata, ha sicuramente delle armi in più per CURARE diverse patologie che trova nel nostro profilo professionale, cosa che invece non possono fare altre figure, PER LEGGE.

Ecco i miei riferimenti di legge, che può trovare facilmente su questo sito: http://aifi.net/professione/profilo-professionale/

Se tutto ciò è ancora complesso dall'essere capito fino in fondo, ecco un articolo su una sentenza del TAR: http://parma.repubblica.it/cronaca/2...aria-53112124/

Oppure vogliamo che da domani gli stregoni possano svegliarsi, essere riconosciuti come professione ed iniziare ad effettuare operazioni chirurgiche? O rispettiamo tutti la legge e lasciamo soltanto agli operatori sanitari e medico di poter trattare i problemi delle persone?
Nulla di personale, s'intenda.

Saluti

__________________
Dott. Federico Morriello, Fisioterapista
Specializzazioni: Riabilitazione, Osteopatia, Terapia Manuale E Posturale, Metodo Mézières, Riabilitazione Sportiva, Tape NeuroMuscolare
Erika_melzani
 

Buongiorno a tutti
Ho letto la discussione e mi sono sorti dei dubbi vorrei iniziare la scuola per osteopata e stavo cercando informazioni su quale potrebbe essere una buona scuola vicino a Brescia come posso sapere quali sono le scuole che rispettato le richieste europee?
Avete posto il problema sull essere professionisti sanitari e da quanto letto sembra che solo medici e fisioterapisti poi possano praticare senza problemi....io sono infermiera come faccio a sapere i limiti che la mia attuale professione mi potrebbe?
Esistono ancora scuole che fanno i 4 anni e quelle che ne fanno 6 come possono dare gli stessi risultati con 2anni d differenza?
Grazie in anticipo
Erika

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 23:33 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X