Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Osteopatia per la salute della mente e del corpo > Pubalgia o cosa?
Segna Forum Come Letti

   

Pubalgia o cosa?

tonyc
 

Buongiorno, scrivo perchè è da circa 6 mesi che sono alle prese con un problema al quale non riesco a trovare soluzioni. Avverto dolori inguinali, in entrambe le gambe, che si irradiano all'interno coscia, quasi fino alle ginocchia. Avverto fastidio anche nella zona tra ano e testicoli, ed il dolore si irradia anche su questi ultimi ed alla base del pene dandomi non poco disagio. I dolori non sono sempre allo stesso punto ed avverto anche dolore, sempre bilateralmente, subito sotto le anche. Mi capita di sentire i muscoli che si muovono in entrambe le gambe come se si contraessero involontariamente e questo capita anche nella zona tra ano e testicoli. Avverto a volte dolori anche dietro alla base della schiena e natiche e ultimamente sento come dei piccoli fastidi-formicoli fino ai piedi. Ho giocato da quando ero piccolo a calcio ma da più o meno 5 anni non pratico più sport a livello agonistico, quando capita faccio, anzi facevo, una partitella a calcetto con gli amici e un po di corsetta. Mi sono concentrato più sullo studio quindi non ho fatto più molta attività fisica. Da circa 4 mesi sto seguendo un corso di addestramento militare con non pochi problemi. Tutto ciò sembra che sia coinciso a seguito di un problema al ginocchio destro, che mi son portato per qualche mese e camminavo "zoppicando" perchè mi faceva male,dopo una partitella a calcetto. Dopo aver fatto una risonanza magnetica è risultato ginocchio instabile per lassità del crociato anteriore e mi è stato detto di potenziare la muscolatura. Prima facevo esercizi isometrici a casa, nuoto con pinne e ciclette e dopo sono andato in palestra seguito da istruttori con i quali usavo gli attrezzi per le gambe e mi facevano usare carichi leggeri. Un giorno successe che mentre ero in palestra il ginocchio si infiammò molto e decisi di non andare più, ma la sera mentre ero a casa seduto avverti un dolore pungente al quadricipite in centro della gamba sinistra che mi durò qualche giorno fin quando una mattina decisi di fare una lunga passeggiata per cercare di riprendere un po l'abitudine di camminare "normale"..nel pomeriggio però, mentre ero seduto quel dolorino si è irradiato verso su e nei giorni seguenti il dolore sembrava camminasse facendo il giro del basso ventre. In seguito si sono infiammati gli adduttori, entrambi e lato posteriore delle gambe e per alcuni giorni non riuscivo neanche a camminare bene per i forti dolori, non riuscivo neanche a salire le scale. Quindi ho iniziato a fare varie visite e controlli che elenco: assunzione di antinfiammatori, sedute di laser CO2 e tecar Vascolarizzazione MANUALE degli adduttori. Esercizi di stretching seguito da fisioterapisti , 3 Iniezioni di Voltaren muscoril (scarso risultato) Visita da un'osteopata, il quale ha notato l'anca destra funzionale come se fosse di una persona decisamente più grande ed ha notato che compenso tutto a sinistra. Si è accorto anche di una malocclusione di cui ne ero già a conoscenza e mi ha detto della valvola ileocecale alterata. Per un paio di mesi ho avuto dolore all'addome e secondo il mio medico curante era dovuto ad una forma di colite spastica. Ho fatto ecografia regionale inguinale bilaterale e risonanza magnetica del bacino con esiti negativi. ESAMI del sangue e tutto risulta nella norma. Ho fatto una visita da un ortopedico il quale mi ha diagnosticato sindrome retto-adduttoria e radicolopatia L5/S1 e mi ha prescritto, in merito, risonanza magnetica lombo/sacrale, medicinali e integratori: deltacortene e nuroxx. La risonanza ha evidenziato solo: in L3- L4 e L4- L5 si apprezza lieve accentuazione della convessitá discale posteriore che impronta il sacco durale ed occupa la porzione inferiore dei neuroforami giungendo a ridosso delle radici nervose L3 ed L4 di destra. Sono stato da un posturologo che mi ha fatto fare degli esercizi mirati. Ma sembra che non voglia migliorare la situazione. Ho fatto anche agopuntura auricolare....
Il disagio aumenta quando sto seduto in macchina lato passeggeri.. Non guido perché provo dolore. In questo periodo, che durerà a lungo, come dicevo sto facendo un corso di addestramento militare, quindi come si può capire sollecito sempre la zona. Nel periodo di Natale sembrava stesse attenuandosi ma dopo aver fatto una lunga camminata e anche dopo aver avuto un rapporto sessuale mi sono tornati i forti dolori da allora la situazione sembra essersi stabilizzata. Avverto dolore anche nella masturbazione proprio alla base dell pene come se tirasse fino all'inguine. Comunque ci sono momenti in cui ho forte dolore e momenti in cui si attenua quindi non è sempre costante. Assurdo è che quando vado in bagno ed evacuo sembra attenuarsi. Vorrei un parere su cosa è meglio fare per affrontare questo problema perché ovviamente non mi fa vivere bene. Adesso i dolori posteriori sono praticamente assenti ed anche se i fastidi ( che sono un misto tra bruciore e dolore) si spostano, alcuni sono sempre presenti e localizzati soprattutto al pube vicino pene e testicoli e interno coscia fino alle ginocchia e sotto le anche (spina iliaca) e poi queste assurde contrazioni involontarie. Grazie in anticipo per l'attenzione.
Cordiali saluti

Leggi altri commenti
Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 22:46 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2020, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X