Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Salute: consigli del medico, esperienze dei pazienti > Il medico di famiglia e la medicina generale > Accesso dal medico di Famiglia: libero o appuntamento?
Segna Forum Come Letti

   

Accesso dal medico di Famiglia: libero o appuntamento?

domva66
 

Approfitto della leggera pausa festiva pe rpostare io un argomento di discussioe che potrebbe essermi utile nel rivedere alcuni punti di organizzazione del mio ambulatorio. Cosa ne pensate? Meglio ricevere su appunatmento o in forma libera?

Prime considerazioni:
A) APPUNTAMENTI: VANTAGGI: assenza di coda, medico non "pressato" dai pazienti che aspettano e magari dall'essere un'ora oltre l'orario previsto. SVANTAGGI PER IL PAZIENTE: dovere comunque telefonare prima e sottostare alla disponibilità; appuntamento magari dopo diversi giorni (salvo urgenze). SVANTAGGI PER IL MEDICO: necessita in genere una segretaria, in caso contrario aggravio di telefonate. effetto "cavallo di *****" cioè pazienti c he prendono appuntamenti per un mal di gola e poi, "sfruttando" il loro appuntamento portano gli esami di tutta la famiglia o peggio di tutto il condominio. Difficoltà di prevedere i giusti tempi. IL solito furbo che si intrufola.. (non lo sapevo....); le pseudo urgenze soggettive .

B) LIBERO : VANTAGGI: non dover telefonare , giungere dal medico quando si vuole. SVANTAGGI PER IL PAZIENTE: trovare a volte code interminabili.S VANTAGGI PER IL MEDICO: spesso avere all'orario di chiusura ancora 10-15 persone. Code interminabili con presione emotiva. La corsa all'essere pil primo con ore di a nticipo rispetto all'apertura.

Che ne pensate?

MIGLIOR COMMENTO
domva66
Pensavo fosse un argomento interessante, anche se non clinico. Spesos il problema della "coda" o del dover prndere l'appuntamento è di attualità.... Dite pure la vostra su...
Leggi altri commenti
palladineve
 

Io preferisco l'appuntamento. Il mio medico di famiglia ha l'ambulatorio libero e il mattino apre alle 9: alle 8 ci sono già dalle 7 alle 10 persone che aspettano....
Il pediatra dei miei figli ha gli appuntamenti (senza segretaria) telefoni dalle 8 alle 10 e parli con lui: se ritiene di dover vedere il bimbo ti da l'appuntamento per il pomeriggio, se no ti da consigli telefonici. ha ambulatorio solo al pom e a volte (il lunedi) la mattina dalle 10 in poi. secondo me è molto meglio questo sistema, innanzitutto perchè a volte non è necessario andare a visita ma basta un consiglio, ma noi profani non lo sappiamo. Così per non rischiare, andiamo....sarebbe molto più comodo parlare con il medico e andare solo se necessario. é ovvio che io parlo per me che lavoro e ho due figli e un marito da gestire e trovare il tempo per andare dal medico è un'utopia!
Grazie per questa domanda!

Centaurus
 

Sinceramente io mi trovo davvero molto male a dover prendere un appuntamento con il mio medico di base.
Il problema è che la mia dottoressa condivide lo studio con il marito (anch'esso un medico di base) negli stessi giorni e negli stessi orari, ma hanno una sola segretaria che prende le prenotazioni. Ad aggravare il tutto c'è il fatto che se io, volesse il cielo, riuscissi a prendere la linea libera e chiedessi per esempio un appuntamento da lì a tre gg, mi sentirei rispondere che se lo voglio tra tre gg devo chiamare tra tre gg per vedere se c'è posto. Oltretutto non è detto che l'appuntamento lo possa avere all'orario più comodo per me (praticamente mi dovrei accontentare del primo buco libero).
L'unico giorno che si può accedere senza appuntamento è il giovedì mattina, ma naturalmente prima di poter entrare devi aspettare un buco e entri solo dopo che sono entrati quelli con appuntamento.
Altra cosa che mi fa irritare non poco è che anche se hai l'appuntamento hai quasi la matematica certezza che come minimo ci sono dai 20 ai 30 minuti di ritardo sull'orario effettivo della visita. Un disastro insomma.

E' vero che prendendo l'appuntamento si eviterebbero le code e il medico magari riuscirebbe a organizzarsi meglio, ma al tempo stesso è un'impresa riuscire sia a trovare la linea libera che a riuscire a prendere l'appuntamento in giorni e orari più congeniali. Oltretutto la mia dottoressa non c'è di sabato, mentre il mio precedento medico di base c'era il sabato ma esclusivamente per i lavoratori che durante la settimana avevano problemi.

Ed è bruttissimo sentirsi rispondere dalla segretaria che se è un'urgenza ci si può rivolgere al pronto soccorso (è capitato a me di ricevere questa risposta nel momento in cui educatamente ho cercato di far sentire il mio disappunto).

Oramai ho fatto un accordo con la mia dottoressa (una brava dottoressa): gli invio tramite fax o maile gli esiti degli esami e delle visite che faccio e in caso ci fossero problemi mi contatta. Da lei vado solo in casi eccezionali e a ritirare le impegnative.

Io lascerei il libero accesso ai pazienti ma limiterei l'accesso non solo al livello di orario ma anche di numero. Per ogni numeretto preso si calcola dai 15/20 minuti, il chè vuol dire che in un'ora si potranno visitare circa 4 pazienti. Tarata la machinetta a poterne elargire solo un tot, il gioco è fatto. Chi prima arriva meglio alloggia e il medico non rischierebbe di stare in ambulatorio più del dovuto.

domva66
 

[QUOTE=palladineve;3624433]Io preferisco l'appuntamento. Il mio medico di famiglia ha l'ambulatorio libero e il mattino apre alle 9: alle 8 ci sono già dalle 7 alle 10 persone che aspettano....

QUOTE]

Vedo che non sono il solo... Anche io apro alle 10 (di solito anticipo alle 9 . 30...ma alle 8 c'è già la fila e suonano al cancelletto anche se c'è scritto chiaramente che apre alle 9.15!!




[QUOTE=palladineve;3624433]Il pediatra dei miei figli ha gli appuntamenti (senza segretaria) telefoni dalle 8 alle 10 QUOTE]

altro problema ..la fascia per le telefonate. NON TUTTI la rispettano. A me da fastidio quando chiamano fuori orario sul cell per gli appuntamenti... (ma diamine...è così difficile pensare che potrei essere in banca, in palestra o semplicemente in bagno e non avere la agenda a disposizione?) o peggio durante l'ambulatorio. Il massimo durante un ambulatorio fiume...verso le 13... chima a uno "sa dottore ...sono appena stato lì..c'è ancora cosda mi da un appunatmeto per oggi?" ...Viva l'educazione!

domva66
 

[QUOTE=centauro75;3624520] all'orario più comodo per me (praticamente mi dovrei accontentare del primo buco libero).
QUOTE]



il problema è che c'è chi vuole essere il primo...chi l'ultimo....quando dico che l'ultimo (alle 18.50 esempio) è già occupato ci si sente dire...allora vengo dopo. Insomma non si è mai contenti.


Citazione:
Originariamente Inviato da centauro75 Visualizza Messaggio
LAltra cosa che mi fa irritare non poco è che anche se hai l'appuntamento hai quasi la matematica certezza che come minimo ci sono dai 20 ai 30 minuti di ritardo sull'orario effettivo della visita. Un disastro insomma...
il ritardo è dovuto al fatto che molti "sfruttano " l'appuntamento preso per metterci dentro altre cose. Venerdi il classico apppuntamento per certificato palestra trasformato poi in consulto per tutta la famiglia. Inoltre ci sono anche gli infiltrati della serie...."ah ha cambiato orario? fa solo i privati ? (NDR.: gli appunatmenti spesso nell'immaginario sono i privati!) e io "sì....15 anni fa ho cambiato orario..." e loro .."ah ma tanto aspetto" e io: versione 1) "ma non a petto io" versione 2) "se chi ha l'appuntamento le cede il suo posto e va a casa passi" versione 3) OK appena posso la faccio passare.

Citazione:
Originariamente Inviato da centauro75 Visualizza Messaggio

Io lascerei il libero accesso ai pazienti ma limiterei l'accesso non solo al livello di orario ma anche di numero. Per ogni numeretto preso si calcola dai 15/20 minuti, il chè vuol dire che in un'ora si potranno visitare circa 4 pazienti. Tarata la machinetta a poterne elargire solo un tot, il gioco è fatto. Chi prima arriva meglio alloggia e il medico non rischierebbe di stare in ambulatorio più del dovuto.
si la macchinetta. Qualche collega la usa. 4 pazienti in un'ora un po' pochino. E non risolverebbe il problema di chi esce dal lavoro.
Quello che mi fa imbestialire è chi arriva nell'ultimo quarto d'ora...vede 10 persone e...si ferma!!!!

sunray
 

io mi sono trasferita da poco in un'altra città e devo cambiare medico di famiglia. ho saputo che qui tutti i medici ricevono solo su appuntamento...devo dire che è l'unica cosa positiva, l'appuntamento mi sembra utile, anche se, almeno un giorno lo terrei senza appuntamenti.

dal mio medico di base "originario" che mi terrò finchè l'asl mi scova non esistono appuntamenti...si fanno code anche di due ore, però...ormai sono abituata, le poche volte che ci vado mi organizzo e non lo trovo nemmeno così noioso

Damia
 

Il mio medico è passato da un po' (un annetto) agli appuntamenti, salvo urgenze.
Ed è stata la manna. Prima potevi avere anche 20 persone davanti (ricordo un giorno che sono arrivata alle 4 e ne sono uscita alle 20...). Ora tendenzialmente aspetti al massimo 10 minuti.
C'è da dire anche che ha l'infermiera al banco, per cui rispondono loro al telefono, gli appuntamenti li prendono loro e se ti servono solo delle ricette o un certificato medico semplice (per esempio UN giorno di assenza dal lavoro) te lo preparano loro.

domva66
 

Citazione:
Originariamente Inviato da Damia Visualizza Messaggio
Il mio medico è passato da un po' (un annetto) agli appuntamenti, salvo urgenze.
.


e che tempi ha per gli appuntamenti? Il concetto di "urgenza" è sempr e molto soggettivo. L'ultima che mi è capitata..il venerdì santo..."dot dot mi dia appuntamento oggi...è irgente". Concesso. Al momento della visita ha esordito "son due mesi che ho la tosse...ora penso sia meglio fare qualche esame...." .


Citazione:
Originariamente Inviato da Damia Visualizza Messaggio
..... se ti servono solo delle ricette o un certificato medico semplice (per esempio UN giorno di assenza dal lavoro) te lo preparano loro.

...shhh....si fa ma non si dice....

Centaurus
 

Citazione:
Originariamente Inviato da domva66 Visualizza Messaggio

il problema è che c'è chi vuole essere il primo...chi l'ultimo....quando dico che l'ultimo (alle 18.50 esempio) è già occupato ci si sente dire...allora vengo dopo. Insomma non si è mai contenti.

Sa cosa penso? Penso che se un paziente si dovesse imporre oltre l'orario di apertura, è il medico che deve imporsi a sua volta per far rispettare il regolamento. Voi siete dei professionisti e come tali dovete esigere quel rispetto che molti pazienti cercano di driblare con la scusa che sapendo che voi siete medici dovete essere sempre disponibili ad ogni loro battito di ciglia. A volte essere accomodanti o comprensivi può far credere a chi si impone prepotentemente che si è nel giusto. E questo va principalmente a vostro discapito.

Citazione:
il ritardo è dovuto al fatto che molti "sfruttano " l'appuntamento preso per metterci dentro altre cose. Venerdi il classico apppuntamento per certificato palestra trasformato poi in consulto per tutta la famiglia.
Immagino non sia semplice aver a che fare con le persone, soprattutto quando c'è di mezzo la salute e i pazienti (soprattutto le persone anziane) entrano in panico per un nonnulla, però è anche vero che (a mio modesto parere) deve essere il medico ad essere fermo e "intransigente", in primis per gli altri pazienti che aspettano ligi il loro turno conquistato a fatica (sia con appuntamento che con libero accesso), e in secondo luogo per lo stesso medico per evitare che l'orario di studio si prolunghi più del necessario. Poi per carità, quando ci sono urgenze reali allora tutto giustamente deve saltare. Quello che sostengo è che vista l'ineducazione di alcuni soggetti (a volte "giustificabile" con la difficoltà di accedere all'appuntamento) deve essere il medico a far si che vengano rispettate le regole per il quieto vivere.
Se un paziente entra e inizia a chiedere consulti per altre persone, secondo me sarebbe giusto che il medico dicesse, per esempio, che il suo tempo stimato per la visita è di 20 minuti. Se il consulto può avvenire entro tale tempo, bene, altrimenti gli si dice che deve tornare una seconda volta per parlare dei problemi di altri.

Citazione:
Quello che mi fa imbestialire è chi arriva nell'ultimo quarto d'ora...vede 10 persone e...si ferma!!!!
Posso azzardare un paragone magari non proprio calzante?
Secondo me il problema risiede proprio nell'orario di apertura "non disciplinato", per questo l'appuntamento è opportuno. E' un pò come andare all'esselunga. Anche i supermercati hanno un orario di chiusura ma questo non scoraggia alcuni clienti che imperterriti varcano le porte (che, a quel che ne so, per regolamento devono aprirsi fino all'orario di chiusura) magari a 5 minuti dall'effettiva chiusura. Quindi loro possono entrare ma se vogliono fare acquisti li devono comunque fare entro enon oltre l'orario stabilito per la chiusura (non è che le casse restano aperte fino a quando non si finisce di fare con comodo la propria spesa).
Non ho idea di quale sia il regolamento che disciplina l'apertura al pubblico degli studi medici ma non credo che sia possibile rispedire a casa dei pazienti che si presentano entro l'orario stabilito per l'apertura.
Credo che tra l'educazione scarseggiante, la prepotenza di alcuni pazienti che credono che il medico sia il per fare il suo lavoro ad oltranza, e il problema dell'orario di apertura al pubblico, ci sia poco da poter fare per voi medici affinchè veniate rispettati anche come persone oltre che come medici. L'unica è andare su appuntamento facendo rispettare in modo deciso le regole di accesso allo studio medico.

domva66
 

[QUOTE=centauro75;3625811]Secondo me il problema risiede proprio nell'orario di apertura "non disciplinato", QUOTE]

Già. NNOn vi sono regole scritte sull'orario di chiusura. Certo è che poi...nel nostro lavoro la "urgenza" o meno la si valuta DOPO aver fornito la prestazione. E non è che poi possa farmi ridare il tempo speso. Chiaro è che venti minuti..mezzora di ritardo sono accettabili. UN'ora e mezza ritengo no. Peraltro la scortesia è anche pe r i pazienti già in coda. In genere quando vedo che a un quarto d'ora dalla fine arrivano altre 6 persone...che si a ggiungono alle 10 ancora in coda...non posso evitare di innervosirmi e di lavorare con minore tranquilllità

domva66
 

allora giusto per far capire come spesso sia difficile il rapporto medico paziente... Qualche giorno fa: ambulatorio 16-19, precedenza appuntamenti e poi accesso libero. Alle 17 meno 10 (!!!!) mi chiama una paziente sul cellulare (!!!) nel mezzo dell'ambulatorio chiedendo appuntamento per il giorno stesso (di fatto immediatamente). Faccio presente che oltre a dover chiamare entro le 10 per gli appuntamenti e possibilmente NON sul cellulare (riservato alle urgenze) .... come potevo darle un appuntamento se avevo già iniziato l'accesso libero? INcomincia a inveire e miacciare..dicendo che queste regole sono assurde e che "aveva bisogno". Le faccio presente gentilmente che avevo una persona ignuda sul lettino e che stava disturbando sia me che tale persona, e che comunque poteva venire tranquillamente con coda. "ah ma io la coda non la faccio!! e questa cosa non finisce qui! " . NO COMMENT!

Centaurus
 

Citazione:
Originariamente Inviato da domva66 Visualizza Messaggio
allora giusto per far capire come spesso sia difficile il rapporto medico paziente... Qualche giorno fa: ambulatorio 16-19, precedenza appuntamenti e poi accesso libero. Alle 17 meno 10 (!!!!) mi chiama una paziente sul cellulare (!!!) nel mezzo dell'ambulatorio chiedendo appuntamento per il giorno stesso (di fatto immediatamente). Faccio presente che oltre a dover chiamare entro le 10 per gli appuntamenti e possibilmente NON sul cellulare (riservato alle urgenze) .... come potevo darle un appuntamento se avevo già iniziato l'accesso libero? INcomincia a inveire e miacciare..dicendo che queste regole sono assurde e che "aveva bisogno". Le faccio presente gentilmente che avevo una persona ignuda sul lettino e che stava disturbando sia me che tale persona, e che comunque poteva venire tranquillamente con coda. "ah ma io la coda non la faccio!! e questa cosa non finisce qui! " . NO COMMENT!
L'educazione e il rispetto non è cosa di tutti.

Sa cosa farei se fossi in lei? Assumerei una segretaria, spegnerei il cellulare quando è di visita, e direi alla segretaria di passarle solo ed esclusivamente le telefonate di pazienti che hanno effettiva urgenza. Sa come cercherei di individuare le eventuali urgenze da quelle millantate (anche in buona fede da parte del paziente)? Mi avvarrei della mia conoscenza della situazione clinica del mio paziente. Persone che hanno pregressi problemi di salute di una certa rilevanza possono "disturbarla" anche mentre visita, gli altri no.
Diciamo che incaricherei la mia segretaria di filtrare le telefonate che poi le arriveranno (tipo, per una prescrizione di farmaci o un'impegnativa volendo possono lasciar detto a lei, la mia dottoressa fa così anche per evitare che con la scusa di una prescrizione si ritrovi a fare consulti via telefono).

domva66
 

Citazione:
Originariamente Inviato da centauro75 Visualizza Messaggio
L'educazione e il rispetto non è cosa di tutti.

Sa cosa farei se fossi in lei? Assumerei una segretaria, spegnerei il cellulare quando è di visita, e direi alla segretaria di passarle solo ed esclusivamente le telefonate di pazienti che hanno effettiva urgenza. Sa come cercherei di individuare le eventuali urgenze da quelle millantate (anche in buona fede da parte del paziente)? Mi avvarrei della mia conoscenza della situazione clinica del mio paziente. Persone che hanno pregressi problemi di salute di una certa rilevanza possono "disturbarla" anche mentre visita, gli altri no.
Diciamo che incaricherei la mia segretaria di filtrare le telefonate che poi le arriveranno (tipo, per una prescrizione di farmaci o un'impegnativa volendo possono lasciar detto a lei, la mia dottoressa fa così anche per evitare che con la scusa di una prescrizione si ritrovi a fare consulti via telefono).

beh una segretaria non coprirebbe tutta la giornata, in particolar modo le ore serali. L'abitudine di chiamare al cellulare non riesco prorpio a toglierla. CApisco una urgenza...ma diamine come puoi pensare di chiamare al cellulare pe runa richiesta di ricetta o appuntamento? Capita in vacanza che alle sette e mezza suoni il telefono cazzzo. Poi dico: sono in cvacanza. Ah scusi non lo sapevo. MA se chiamava al fisso c'era la segreteria telefonica e l'avrebbe saputo!

sunray
 

Citazione:
Originariamente Inviato da domva66 Visualizza Messaggio
beh una segretaria non coprirebbe tutta la giornata, in particolar modo le ore serali. L'abitudine di chiamare al cellulare non riesco prorpio a toglierla. CApisco una urgenza...ma diamine come puoi pensare di chiamare al cellulare pe runa richiesta di ricetta o appuntamento? Capita in vacanza che alle sette e mezza suoni il telefono cazzzo. Poi dico: sono in cvacanza. Ah scusi non lo sapevo. MA se chiamava al fisso c'era la segreteria telefonica e l'avrebbe saputo!
non sono medico (per cui le urgenze salvo rari casi non esistono) ma ho clienti che puntualmente pensano che ti possono chiamare anche alle nove di sera....oppure di domenica, durante le vacanze comunque....

la scusa implicita è questa: ma io ti pago per cui sei a mia disposizione

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 15:45 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X