Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Farmaci, cosmetici e rimedi naturali > L'erboristeria virtuale > Calcoli renali
Segna Forum Come Letti

   

Calcoli renali

Aisha83
 

Ho appena scoperto di avere due calcoli renali: uno al rene destro che per ora se ne sta lì buono buono, e uno al rene sinistro che è bloccato alla fine dell'uretere, poco prima della vescica.
Esiste qualche tisana o prodotto che possa facilitarne l'espulsione (ho già il rene ingrossato e se non esce naturalmente a breve devono farmi una cistoscopia)? Ed esiste qualcosa per tenerare di prevenirne la formazione?

MIGLIOR COMMENTO
Dott. Alessandro Taroni
Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da Aisha83

Ho appena scoperto di avere due calcoli renali: uno al rene destro che per ora se ne sta lì buono buono, e uno al rene sinistro che è bloccato alla fine dell'uretere, poco prima della vescica.
Il medico che ha formulato questa diagnosi non ti ha dato alcun suggerimento terapeutico in proposito?
__________________
Dott. Alessandro Taroni, Farmacista collaboratore, Ordine di Pordenone n° 499
La Farmacia virtuale - Blog

- Domande/dubbi sui contraccettivi ormonali? Leggi qui prima di chiedere sul Forum!
- Paranoie/complessi sui contraccettivi ormonali? Valuta di cambiare metodo contraccettivo!
Leggi altri commenti
slv
 

Ma non hai dolore? Con una colica renale si dovrebbe stare da cani! Io per il momento ti consiglierei solo di bere molta acqua. Un effetto di blanda diuresi la danno comunque tutte le tisane, anche il tè verde.

Maurooruam
 

Il suggerimento di bere molta acqua è senz'altro utile. Infatti i calcoli si formano quando la concentrazione di una certa sostanza è maggiore della sua solubilità per cui "precipita", ovvero abbandona la soluzione e forma dei cristalli (un esempio banale: basta prendere dell'acqua zuccherata e lasciarla a se stessa per alcuni giorni. Man mano che l'acqua evapora lo zucchero tende a cristallizzare nel bicchiere).
L'uso di tisane può essere controproducente, nel senso che, a parità di volume di liquido ingerito, l'acqua ha meno possibilità di solubilizzare i calcoli in quanto è in parte "occupata" a tenere in soluzione i costituenti della tisana (a meno che non contenga sostanze che aiutano il discioglimento del calcolo, ma se non ne conosci la composizione chimica è un po' sparare alla cieca).
Inoltre i calcoli possono essere costituiti da vari tipi di materiali e non tutti necessitano dello stesso tipo di trattamento.
La prevenzione si dovrebbe basare in primo luogo sullo scoprire il tipo di calcoli e il motivo della loro formazione, dopodichè il problema può essere affrontato con cognizione di causa

Ti può interessare anche...
Pancia gonfia e meteorismo addio! Bastano 90 giorni

Hai la pancia sempre gonfia e dolente, dopo i pasti e per tutto il giorno? Se il gonfiore e il meteorismo ti stanno condizionando la vita, è ora di reagire.

Il programma Ciao Pancia Gonfia può aiutarti a liberarti del problema dell'aria nella pancia insegnandoti a rivedere la tua alimentazione e il tuo stile di vita, insieme all'utilizzo di soluzioni naturali efficaci come Endofit Gas Control.

Acquista Endofit Gas Control in farmacia, accedi GRATUITAMENTE al programma grazie al codice indicato nella confezione, segui il tuo percorso di apprendimento personalizzato e verifica i miglioramenti del tuo livello di benessere.

Approfitta subito di questa opportunità!


Aisha83
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da Darimar

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da Aisha83

Ho appena scoperto di avere due calcoli renali: uno al rene destro che per ora se ne sta lì buono buono, e uno al rene sinistro che è bloccato alla fine dell'uretere, poco prima della vescica.
Il medico che ha formulato questa diagnosi non ti ha dato alcun suggerimento terapeutico in proposito?
Mi ha dato solo un antidolorifico... e ha detto che se non esce occorre operare in cistoscopia...[V]

Aisha83
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da Maurooruam

Il suggerimento di bere molta acqua è senz'altro utile. Infatti i calcoli si formano quando la concentrazione di una certa sostanza è maggiore della sua solubilità per cui "precipita", ovvero abbandona la soluzione e forma dei cristalli (un esempio banale: basta prendere dell'acqua zuccherata e lasciarla a se stessa per alcuni giorni. Man mano che l'acqua evapora lo zucchero tende a cristallizzare nel bicchiere).
L'uso di tisane può essere controproducente, nel senso che, a parità di volume di liquido ingerito, l'acqua ha meno possibilità di solubilizzare i calcoli in quanto è in parte "occupata" a tenere in soluzione i costituenti della tisana (a meno che non contenga sostanze che aiutano il discioglimento del calcolo, ma se non ne conosci la composizione chimica è un po' sparare alla cieca).
Inoltre i calcoli possono essere costituiti da vari tipi di materiali e non tutti necessitano dello stesso tipo di trattamento.
La prevenzione si dovrebbe basare in primo luogo sullo scoprire il tipo di calcoli e il motivo della loro formazione, dopodichè il problema può essere affrontato con cognizione di causa
Grazie mille della spiegazione
La cosa che ha stupito anche il mio medico è che io, già normalmente, bevo sui due litri d'acqua al giorno e non capisce come accidenti abbiano potuto formarsi i calcoli. Spero di risolvere senza bisogno dell'intervento[V]

Aisha83
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da slv

Ma non hai dolore? Con una colica renale si dovrebbe stare da cani! Io per il momento ti consiglierei solo di bere molta acqua. Un effetto di blanda diuresi la danno comunque tutte le tisane, anche il tè verde.
Lo scorso weekend ho avuto di quelle coliche allucinanti tanto da dover andare al pronto soccorso e fare flebo di antidolorifico. Ora ho solo fitte quando esce l'ultimo goccio di urina. Probabilmente il calcolo è lì fermo nell'uretere e non accenna a smuoversi, lo str.onzo[}][}]

Maurooruam
 

I motivi possono essere della loro formazione possono essere i più disparati. Alcuni sono ereditari (c'è familiarità nel tuo caso?), altri possono essere disordini metabolitici e altri ancora possono derivare da infezioni (calcoli di struvite).
Come ti ho già detto credo che la prima cosa da fare sia di indagare sul tipo di calcoli e poi capire perché si formano

mery86
 

io sono stata ricoverata una settimana per calcoli renali...
rene sx nell uretere...
avevo dolori tipo travaglio...
pianti che guai e tanta tanta nausea...
mi hanno tenuta 7 gg sotto flebo

Aisha83
 

Citazione:
Citazione: Messaggio inserito da Maurooruam

I motivi possono essere della loro formazione possono essere i più disparati. Alcuni sono ereditari (c'è familiarità nel tuo caso?), altri possono essere disordini metabolitici e altri ancora possono derivare da infezioni (calcoli di struvite).
Come ti ho già detto credo che la prima cosa da fare sia di indagare sul tipo di calcoli e poi capire perché si formano
No, in famiglia l'unico caso di calcoli renali è il mio. Per indagare sul tipo di calcoli che ho cosa devo fare? Mandare ad analizzare quello che, spero, uscirà presto dal mio corpo?

mery86
 

niente fare molta prevenzione come... bere tanto... muoverti...
mangiare cibi a base si acqua...

Maurooruam
 

Non sono un esperto in questo campo, ma penso che l'analisi diretta di un calcolo espulso sia la cosa migliore. Comunque credo che già un'analisi ecografica e/o radiografica condotta da un medico esperto possa se non altro escludere un tipo piuttosto che un altro. Ad esempio, immagino (ma posso sbagliare) che dei calcoli di ossalato di calcio siano più densi di quelli di acido urico

slv
 

Citazione:
Citazione: Lo scorso weekend ho avuto di quelle coliche allucinanti tanto da dover andare al pronto soccorso e fare flebo di antidolorifico. Ora ho solo fitte quando esce l'ultimo goccio di urina. Probabilmente il calcolo è lì fermo nell'uretere e non accenna a smuoversi, lo str.onzo
E' una cosa bruttissima! Anche a me è capitato . Anche io per due volte sono finita al pronto soccorso di notte perchè un calcolo non voleva scendere. Poi a forza di bere è sceso, ma mi ha grattato la superficie interna dell'uretere provocandomi poi un infezione renale. Io spero tanto che tutto ti si risolva per il meglio. Concordo comunque con Maurooruam per quanto riguarda l'analisi del calcolo espulso. A me consigliarono di urinare in un contenitore e vedere se lo espellevo.

Aisha83
 

Infatti attualmente sto urinando in un catino. Per fortuna il mio calcolo ha già praticamente percorso tutto l'uretere... è bloccato appena appena prima della vescica... spero che a forza di bere esca. E poi lo porto ad analizzare, anche perché la dottoressa che mi ha fatto l'eco addominale e ha scovato il calcolo non aveva la minima idea di cosa potesse essere composta. Speriamo bene! Incrociate le dita per me

slv
 

Citazione:
Citazione: Speriamo bene! Incrociate le dita per me
Certamente!

Leggi altri commenti
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 15:45 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X