Connect With Us

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube
Home > Pianeta famiglia > Vita in famiglia: genitori, figli e non solo > Educazione e scuola > qui non si tocca - spiegare la pedofilia ai bambini
Segna Forum Come Letti

   

qui non si tocca - spiegare la pedofilia ai bambini

sissina
 

il consiglio d'Europa ha creato una campagna per dare ai genitori gli strumenti per parlare ai bambini di pedofilia...
mi si gela il sangue solo al pensiero e non ho mai saputo come e se parlarne ad ale... ma forse il materiale che è stato creato ci può aiutare a rendere semplice il discorso e a mettere in guardia i nostri pulcini

questo è il sito qui non si tocca dove potete scaricare il librino in formato pdf e leggere i vari consigli ai genitori esiste in diverse lingue; ho letto che quello in inglese è più ricco di consigli per i genitori...

MIGLIOR COMMENTO
lupagongola
condivido in psicologià dell'età evolutiva.

ho i brividi.
Leggi altri commenti
Camilla
 

Grazie, lo leggerò con interesse e attenzione perchè è un argomento importante che già ho provato ad accennare a Lorenzo, ma senza probabilmente avere gli strumenti adatti.
Lory è molto...come dire.."facilone". Per lui i cattivi esistono, ma di fatto perdono sempre....non si rende conto che lui non è Ben Ten che se arriva qualcuno di malintenzionato lui si trasforma in alieno e lo annienta....non è ancora entrato nell'ottica che c'è, esiste chi fa del male agli altri......in questo vive ancora in un suo mondo fatato che da un lato mi fa piacere, dall'altro mi fa paura.
Costantemente gli dico che quando siamo in giro o siamo in luoghi affollati deve starmi accanto e proprio per fargli capire che esistono dei pericoli gli ho parlato di persone che fanno male ai bambini per un loro piacere personale, ma non è così semplice sia esporlo, sia rispondere alle sue lecite domande e così era da un po' che pensavo di dovermi informare adeguatamente. Sono contenta dunque che ci sia una sensibilizzazione al problema.

sirio75
 

ne parlavo con una mia amica ieri e mi sollecitava a cominciare a parlarne a mia figlia che l'anno prox frequentera' le elementari...devo farcela anche se nn so come cominciare...

Camilla
 

Ieri sera ho scaricato e letto il tutto....mmhhhh...mi aspettavo qualche consiglio in più a dire il vero....evidentemente non è un argomento semplice nemmeno per gli esperti! ;o)

Avamposta
 

Che ansia ... stasera lo scarico ...


Fra parentesi, sto leggendo il libro "3096 giorni" scritto da quella ragazza austriaca che è stata tenuta in una cantina per oltre 8 anni dal suo rapitore ... fa impressione ciò che frullava nella sua testa di bambina di 10 anni per riuscire a spiegarsi come mai quel tipo l'aveva rapita ...

sissina
 

grazie lupa!

si dany in effetti è vero, non è che sia molto dovizioso di particolari... forse perché si rivolge a età molto eterogenee... quando ho un attimo provo a guardare la versione inglese per capire se è più completa e se aiuta di più...
comunque è sempre un inizio...

Alessia Va
 

Mi permetto di dire due parole.

Credo che ci sia la tendenza a temere che il proprio bimbo/bimba sia adescato da uno sconosciuto, dimenticando che la maggiorparte degli abusi accadono in famiglia, tra parenti e conoscenti stretti...Persone di cui un bambino è portato a fidarsi...E di cui, purtroppo, si fidano anche i genitori.
Quindi, la cosa più importante, non è tanto mettere in guardia i bambini dagli sconosciuti
quanto metterli in guardia da qualsiasi intrusione, proveniente da qualsiasi adulto, che superi certi limiti. Quali sono questi limiti? E' il bambino che li stabilisce. Se sto male, se questa cosa mi fa male, paura, dolore allora è giusto che io dica NO, NON LA VOGLIO FARE. E che ne parli subito con mamma e papà o una persona di cui senta di potersi fidare.
Però concludo dicendo che il parlare di tentitivi di abusi o abusi compiuti deriva da un rapporto di fiducia e di apertura, da un dialogo che va ben oltre questi episodi.
Se esiste distanza emotiva tra il bambino e le persone che si prendono cura di lui, difficilmente ne parlerà.

Quindi, ascoltate i vostri bambini, sempre, anche se so che è difficile, complicato, che spesso si è di corsa, non sempre attenti ed emotivamente disponibili.
Ma l'ascolto è la presenza sono fondamentali.
Se un bambno è ascoltato, accolto, si sente amato e sicuro, sarà anche più facile per lui sfuggire alle violenze degli adulti...

maretta6
 

Tiro su questo post, perchè in questi giorni ho una grande paura che mi attanaglia.
Il mio Ale è un bambino sereno, abbastanza ubbidiente, e soprattutto si lascia eprsuadere facilmente. Se per ora questo viene a mio vantaggio, inizio a temere che possa essere per lui fonte di debolezza. Per questo vorrei dargli gli strumenti per reagire e sapersi difendere da certe persone.
Se qualcuno ha qualche consiglio da darmi, su cosa leggere io o cosa leggere a lui ( a parte quello postato sopra) ne sarei davvero grata!

Ranchan
 

E' incredibile ma non trovo molto in rete oltre a quello già postato...

Proverò a guardare in biblioteca..

Canettus
 

Sai mare la mia é 10 mesi piùpiccola del tuo vimbo, ma proprio l'altro giorno ho capito che lei ha capito ciò che le dissi l'anno scorso quando lessi questo post.
Cioé, mentre un giorno la cambiavo le dissi molto semplicemente che la sua patatina era solo sua, la mia patatina era solo mia e il pisellino di papà era solo suo, io non faccio toccare a nessuno la mia patatina, con il sederino , perchè è mia e anche tu, anche se stai giocando con i compagnetti, vi state guardando le mutandine, ricordati che la tua patina non la deve toccare nessuno, ne i bambini ne i grandi, non la deve guardare nessuno, poi ho aggiunto il problema delle mani sporche, delle malttie etcc, per non dare una nota troppo negativa e pesante.
E poproprio l'altro giorno, mentre la cambiavo non somperchè mi ha ridetto il concetto. E io ne sono stata felice! Ho pensato che la mia signorina ha imprato una cosa importante.

Ps: io le dico spesso che non si deve toccare la patatina con el mani sporche, sia per le infezioni e sia perchè la troverei difronte alla tv con la manina nei pantaloni mooolto spesso!

Canettus
 

Adesso che é grandicella le leggeró anche il libro.
Lo ho appena scaricato!

Mi onteressa molto la parte dei segreti buoni e quelli cattivi, in generale anche per altre questioni dela vita.

maretta6
 

Hai ragione Can, i bambini assorbono e molto presto faranno loro certi concetti.

A me è capitato pochi giorni fa in piscina Ale, che si era messo il costume da solo, l'aveva infilato a rovescio. Così gli ho proposto di sistemarlo quando eravamo già assieme agli altri in attesa del nostro turno in piscina.

Lui mi ha detto che non potevamo davanti a tutti, che tutti lo vedevano e non potevano vederlo tutti. Da una parte mi ha fatto piacere, perchè sta acquisendo il concetto di privato, dall'altra mi dispiace perchè sicuramente significa che ha perso quella innocenza che si ha solo da bambini!

Canettus
 

Per il mondo che si apprestano a vivere forse è meglio essere meno ingenui.........

Leggi altri commenti

Profilo del medico - Dr. Piercarlo Salari

Dr. Piercarlo Salari
Nome:
Piercarlo Salari
Comune:
Milano
Provincia:
MI
Azienda:
Centro Medico Active Kids
Professione:
Pediatra e Giornalista scientifico
Specializzazione:
Pediatria
Contatti/Profili social:
Domanda al medico
Dr. Salari, quali le buone pratiche per la sicurezza del bambino in caso di traumi e punture di insetti?
   
Strumenti Discussione



Adesso sono le 13:39 PM.




Powered by vBulletin® Version 3.8.7
Copyright ©2000 - 2019, vBulletin Solutions, Inc.
Content Relevant URLs by vBSEO 3.6.0 PL2

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X