Contro l’artrosi un rimedio “diabolico”

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Contro l’artrosi un rimedio “diabolico”

30-08-2010 - scritto da Viviana Vischi

Le erbe officinali permettono di evitare di ricorrere a prodotti chimici potenzialmente tossici per l'organismo. E' il caso dell'artiglio del diavolo contro l'artrosi

L’artiglio del diavolo e’ ideale in caso di dolori reumatici, artrosi, contusioni, traumi e contratture

Contro l’artrosi un rimedio “diabolico” Scheletro, muscoli e articolazioni sono tra le strutture più sensibili all’invecchiamento. Con il passare del tempo vanno incontro a un processo di “logoramento” che può essere accelerato da vari fattori: l’età, la predisposizione genetica, lo stress, il sovrappeso, la sedentarietà o alcune posture errate. Di qui dolori e disagi. Come alleviarli? Con le piante officinali.
Tra queste, l’arpagofito o artiglio del diavolo (per gli uncini che coprono i suoi frutti), contrasta il dolore e migliora la qualità di vita di chi soffre di reumatismi. La conferma arriva da uno studio pubblicato sulla rivista Phytotherapy Research. Per 8 settimane, i ricercatori hanno trattato circa 250 pazienti con forme lievi e moderate di artrosi con un estratto della radice dell’artiglio del diavolo. Al termine della cura è stata riscontrata una riduzione del dolore globale, della rigidità e miglioramenti della funzionalità delle articolazioni. Nello specifico, è diminuito il dolore a mani, polsi, gomiti, spalle, anche, ginocchia e schiena e ben il 60% dei pazienti ha potuto ridurre, o evitare, l’assunzione concomitante di farmaci antidolorifici.
L’artiglio del diavolo è una pianta molto studiata, inserita nella Farmacopea italiana da almeno 15 anni. Ha effetti antidolorifici simili a quelli dei comuni antinfiammatori e la sua assunzione può giovare a chi soffre di mal di schiena e artrosi. Rispetto ai farmaci, però, ha il vantaggio di provocare meno effetti collaterali come bruciori di stomaco e diarrea.
L’artiglio del diavolo è indicato non solo nel caso di artrosi, ma anche di traumi, contusioni, contratture, stiramenti e distorsioni articolari che sono molto frequenti tra chi pratica qualunque tipo di attività sportiva. Stessi inconvenienti che possono capitare anche nella vita di tutti i giorni, semplicemente camminando, facendo le pulizie, andando a sbattere violentemente contro un ostacolo in casa o al lavoro. In tutti questi casi, l’artiglio del diavolo è in grado di sedare con efficacia l’infiammazione, il dolore e la tumefazione conseguenti a un trauma, assicurando alle articolazioni e alle fasce muscolari sollievo e una rapida remissione dei sintomi.
L’artiglio del diavolo si trova in capsule, tintura e in bustine da tè. I suoi estratti rientrano anche nella composizione di gel e pomate per uso topico ad azione antidolorifica, antinfiammatoria, antiecchimotica e decontratturante, indicate per tutti, anche per i più piccini. L’unica avvertenza in questo caso: non applicare su ferite aperte ma solo dove la superficie della pelle è intatta.


A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X