Cromoterapia e grooming emozionale in Oncologia

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Cromoterapia e grooming emozionale in Oncologia

25-03-2013 - scritto da Prof.ssa Virginia A. Cirolla

L’utilizzo e l'efficacia della cromoterapia nutriceutica nella terapia oncologica

Come agisce la cromoterapia?

Le cellule di tutti gli esseri viventi hanno una forza

elettromagnetica; nello stato di salute le frequenze emesse dalle energie vitali sono in perfetto

equilibrio fra loro, ma tale equilibrio non risulta mai stabile, in quanto risente dell’influenza

energetica degli elementi esterni e del cibo; ciò determina la perdita dell’armonia energetica

che, se non ricomposta autonomamente mediante l’elevata connessione del campo di forza

elettromagnetica dell’organismo, indica lo stato di malattia.

La terapia con la luce, quindi, utilizzando i colori, impiega, in realtà, le specifiche frequenze ad

essi abbinate ed attinenti alle diverse funzioni vitali alterate.

Il colore viene applicato, a scopo terapeutico, attraverso diverse tecniche tra le quali le più

adoperate risultano essere: l’irradiazione cromatica totale o cosiddetta terapia di terreno,

ossia globale, mediante la quale vengono irradiate contemporaneamente più zone cutanee,

utilizzando luci di colore diverso a seconda delle parti trattate; l’irradiazione cromatica su una

particolare zona cutanea, nella quale è fondamentale l’esatta definizione della diagnosi e della

zona da trattare; il bagno di colore, nel quale una unica luce colorata stimola l’intero

organismo; la solarizzazione dell’acqua, processo mediante il quale, acqua biologicamente

pura, viene chiusa in un contenitore di vetro perfettamente trasparente ed esposta per circa

un’ora ad una fonte luminosa di colore diverso a seconda del disturbo da risolvere; le

caratteristiche terapeutiche dell’acqua così trattata durano circa 4 ore, essa può essere

utilizzata come bevanda, per impacchi o per gargarismi; la respirazione del colore attuabile

mediante la visualizzazione mentale del colore e l’immaginazione dell’aria colorata che,

inspirando, entra nell’organismo e lavora sul particolare punto in cui necessita; la

cromopuntura per mezzo della quale, al posto dei comuni aghi, si utilizza, negli stessi punti

dell’agopuntura, la luce colorata.

Le irradiazioni luminose vengono, di solito, effettuate utilizzando una lampadina colorata con

potenza compresa tra i 25 ed i 60 watt. Ogni irradiazione, da eseguire quotidianamente, ha una

durata di circa 30 minuti per i colori caldi e di 40 minuti per i colori freddi. L’irradiazione và

realizzata di mattina se utilizza colori caldi, e di sera se, di converso, usa quelli freddi. E’

comunque da tener presente la possibilità di effetti collaterali dovuti alle metodiche in oggetto,

quali, ad esempio, in caso di irradiazioni sugli occhi, probabili reazioni emotive derivanti dal

riemergere nel paziente di situazioni passate e di ricordi cancellati a livello cosciente.

Passiamo, ora, agli effetti terapeutici dei sette colori fondamentali. Il Rosso è il colore del

movimento, è, quindi, indicato in tutti i casi di difficoltà motoria. Le sue oscillazioni hanno

anche effetto riscaldante, è, dunque, utilizzabile nella cura delle malattie del sangue e per fornire

energia. Con esso si possono, così, trattare depressioni, ipotensione, cistite, problemi di

digestione, anemia.

L’Arancione ha un effetto stimolante ed è associato alla milza. Esso viene utilizzato per la

circolazione sanguigna, la stitichezza, le allergie, l’insufficienza renale e per il sistema

ghiandolare.

Il Giallo è associato al sistema nervoso centrale e svolge un benefico effetto sugli organi della

nutrizione, dunque, è impiegato per problemi digestivi, allergie alimentari, disturbi epatici,

depressione.

Il Verde agisce sul sistema nervoso esplicando un effetto calmante e fornendo, allo stesso tempo,

energia positiva. Esso viene utilizzato per dolori cardiaci, ipertensione, pessimismo,

stanchezza, tensione, insonnia, nervosismo.

Il Blu, anch’esso tranquillizzante e calmante, è un notevole rinfrescante ed antidolorifico. Viene

utilizzato nelle infiammazioni, malattie febbrili, mal di gola, infezioni cutanee, ulcere, gastriti,

emorroidi, ipertensione, esaurimento.

Il Violetto agisce a livello mentale e spirituale, è impiegato, quindi, nelle depressioni e nelle

emicranie.

L’utilizzo della Cromoterapia nutriceutica e’ spesso consigliata

anche in terapia oncologica per il grooming emozionale e per stimolare

l’immunita’ dei pazienti



www.studiomedicocirolla.it

Prof.ssa Virginia A.Cirolla
MD,PhD in Experimental And Clinical Research Methodology in Oncology Department of Medical and Surgical Sciences and Translational Medicine "Sapienza" University of Rome
National President A.I.S.M.O. ONLUS
www.studiomedicocirolla.it
www.aismo.it

Profilo del medico - Prof.ssa Virginia A. Cirolla

Nome:
Virginia Angela Cirolla
Comune:
ROMA
Telefono:
0645477448 3396769115, 3930944388, 3335230409
Azienda:
A.I.S.M.O. ONLUS
Professione:
Ricercatore
Posizione:
PRESIDENTE NAZIONALE
Occupazione:
MEDICO CHIRURGO SENOLOGO/TITOLARE CENTRO DI FORMAZIONE ANFOS/DIRETTORE SANITARIO A.I.S.M.O. ONLUS
Specializzazione:
Oncologia Medica, Medicina alternativa, Chirurgia generale, Perf in Ecografia, Senologia, Master Format. ANFOS, Master Agopuntura, Dottorato Ricerca Oncologica
Contatti/Profili social:
email email sito web facebook twitter google plus linkedin


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X