Defecografia nuovo esame ed appicazione anche in Oncologia

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Defecografia nuovo esame ed appicazione anche in Oncologia

09-08-2011 - scritto da Prof.ssa Virginia A. Cirolla

Defecografia: cos'è? A cosa serve?

È indicata principalmente nelle sindromi da defecazione ostruita, nelle stipsi ostinate, nel sospetto di enterocele e/o rettocele nelle patologie disfunzionali del pavimento pelvico.

La defecografia è un esame clinico usato in presenza di malattie gastrointestinali ed è una forma di radiografia elaborata in maniera particolare: la dinamica della defecazione del paziente è visualizzata in tempo reale con un fluoroscopio o fissata con sequenza radiografica per valutare la funzione anorettale del paziente.
È indicata principalmente nelle sindromi da defecazione ostruita, nelle stipsi ostinate, nel sospetto di enterocele e/o rettocele nelle patologie disfunzionali del pavimento pelvico. Raro il
suo utilizzo nel sospetto di tumori del retto (più indicato il clisma opaco dc). L’esame defecografico, non necessita di particolari preparazioni ma solo di un clistere di pulizia da eseguire almeno tre ore prima dell'esame. È sempre consigliabile la somministrazione di
mezzo di contrasto baritato per bocca nella misura di 200 cc. per opacizzare le pareti del tenue ed evidenziare l'eventuale presenza di enterocele (definito come l'impegno nel cavo del Douglas di anse intestinali, al di sotto della linea pubo-coccigea, durante la fase di
svuotamento). Trascorsi 90 minuti dalla somministrazione del bario per bocca (tempo necessario per opacizzare il tenue) si procede al riempimento dell'ampolla rettale, utilizzando un catetere fissato all'estremità di una siringa a cono (generalmente si usano siringhe da 60 ml) e iniettando circa 150 ml di bario ad alta densità al 113% p/v, allo scopo di simulare il più possibile la consistenza delle feci. Infine si rimuove il catetere, ruotandolo lentamente, al fine di
verniciare adeguatamente le pareti del canale anale e si fa sedere il paziente su un wc radiotrasparente o su una comoda sedia di legno. A questo punto si eseguono radiogrammi in proiezione latero-laterale (L-L) a riposo, in contrazione, in ponzamento e durante l'atto
evacuativo, integrando i radiogrammi con la ripresa videofluoroscopica di tutte le fasi. Durante il normale processo di defecazione si osservano le varie risposte dell'organismo nelle fasi
statiche (riposo, contrazione, ponzamento) e nelle fasi dinamiche compresa l'intera fase dello svuotamento.



www.studiomedicocirolla.it
Categorie correlate:

Malattie, cure, ricerca medica




Prof.ssa Virginia A.Cirolla
MD,PhD in Experimental And Clinical Research Methodology in Oncology Department of Medical and Surgical Sciences and Translational Medicine "Sapienza" University of Rome
National President A.I.S.M.O. ONLUS
www.studiomedicocirolla.it
www.aismo.it

Profilo del medico - Prof.ssa Virginia A. Cirolla

Nome:
Virginia Angela Cirolla
Comune:
ROMA
Telefono:
0645477448 3396769115, 3930944388, 3335230409
Azienda:
A.I.S.M.O. ONLUS
Professione:
Ricercatore
Posizione:
PRESIDENTE NAZIONALE
Occupazione:
MEDICO CHIRURGO SENOLOGO/TITOLARE CENTRO DI FORMAZIONE ANFOS/DIRETTORE SANITARIO A.I.S.M.O. ONLUS
Specializzazione:
Oncologia Medica, Medicina alternativa, Chirurgia generale, Perf in Ecografia, Senologia, Master Format. ANFOS, Master Agopuntura, Dottorato Ricerca Oncologica
Contatti/Profili social:
email email sito web facebook twitter google plus linkedin


Articoli che potrebbero interessarti

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X