Diete "last minute": un flop per 8 italiani su 10

Facebook Twitter Google Pinterest YouTube

Diete "last minute": un flop per 8 italiani su 10

15-03-2010 - scritto da Viviana Vischi

Altro che diete "last minute": le regole per arrivare all’estate in forma senza correre il rischio di ammalarsi per i chili di troppo

Gli inevitabili errori che decretano il fallimento delle diete "last minute"

05/06/2006 - Aiuto, arriva l’estate. E circa la metà degli italiani (il 45%) è già a dieta per perdere peso o a fini di prevenzione. Il dato emerge da un’indagine Nielsen, secondo la quale sei italiani su dieci pensano che i problemi di salute possano essere legati a un’alimentazione scorretta, e molti di loro sono favorevoli all'integrazione e all’arricchimento con elementi e principi attivi degli alimenti oggi troppo impoveriti.
Peccato che poi, all’atto pratico, la grande maggioranza delle persone che si mettono a dieta (l’80%) non dimagrisca un etto... Il primo strappo alle regole arriva in media dopo appena cinque giorni e dopo due settimane si inizia a saltare la palestra. Lo rivela un sondaggio, condotto per il mensile “Dimagrire”, che ha coinvolto oltre mille italiani tra i 25 e i 55 anni. Si scopre così che per più di un terzo degli intervistati è l’estate il momento della dieta con sforzi fisici disumani e rinunce da eremita. L’incubo è quello del peso forma, ma c’è anche lo spettro dei glutei e della cellulite che miete vittime soprattutto fra le donne, e l’angoscia della pancia e del girovita che toglie il sonno anche a moltissimi uomini. Così, spiegano gli esperti, si entra nel tunnel delle diete “last minute”. Con gli inevitabili errori: aspettarsi risultati immediati, già dopo pochi giorni, scegliere regimi alimentari troppo impegnativi e porsi obiettivi esageratamente ambiziosi come perdere cinque o sei chili entro l'estate.
Se in pochissimi arrivano alla meta (due su dieci), gli esperti suggeriscono invece di mangiare un po’ di tutto in dosi minori e soprattutto fare tanta attività fisica per sconfiggere la pancetta e non entrare nella sindrome Bridget Jones.
Ecco allora alcuni consigli per arrivare all’estate in forma senza correre il rischio di ammalarsi per i chili di troppo:
1. Dedicarsi al benessere. Vivere la dieta, ma anche la palestra e qualsiasi forma di attività fisica come un'occasione per dedicare del tempo a se stessi. E' importante ritrovare uno spazio quotidiano per imparare a volersi bene.
2. Sconfiggere lo stress. Mantenersi in forma non deve essere esclusivamente una corsa frenetica verso un obiettivo distante che accentua lo stress di una giornata faticosa. E' fondamentale che si configuri come una ricerca di equilibrio e tranquillità.
3. Non seguire la moda. La scelta di una dieta particolare non deve essere orientata dalla tendenza del momento. Occorre meditare e valutare tutti gli elementi prima di prendere una decisione.
4. Costruire relazioni sociali. Non vergognarsi di chiedere aiuto o appoggio da parte di chi ci sta vicino, e cercare di condividere gli sforzi con persone che hanno i nostri stessi obiettivi.
5. Imparare i tempi del corpo. Non scoraggiarsi se non si vedono cambiamenti apprezzabili nei primi mesi. Il nostro fisico infatti necessita di tempi medio-lunghi per cambiare e per raggiungere risultati importanti.


A cura di Viviana Vischi, Giornalista professionista iscritta all'Albo dal 2002, Direttore Responsabile di diverse testate giornalistiche digitali in campo medico-scientifico.
Profilo Linkedin di Viviana Vischi
 

ForumSalute
ForumSalute su Facebook
ForumSalute su Twitter
ForumSalute su Google+

 

ATTENZIONE: le informazioni che ti propongo nei miei articoli, seppur visionate dal team di medici e giornalisti di ForumSalute, sono generali e come tali vanno considerate, non possono essere utilizzate a fini diagnostici o terapeutici. Il medico deve rimanere sempre la tua figura di riferimento.



Articoli che potrebbero interessarti

Dall'intestino al... cervello!

Dall'intestino al... cervello!

02/06/2021.   Per questo secondo appuntamento del percorso informativo sul tema dell’asse intestino-cervello, ti proponiamo una guida pratica che punta a spiegarti in modo semplice come questi due organi apparentemente tanto...

Stitichezza: meglio le fibre solubili o insolubili?

Stitichezza: meglio le fibre solubili o insolubili?

03/05/2021.   Ah, la stitichezza: c’è qualcosa di peggio nella vita? Certamente sì ma, per chi ne soffre, questa è probabilmente una delle condizioni gastrointestinali più frustranti che esistano sulla faccia...

Forumsalute.it © UpValue srl Tutti i diritti riservati.
C.F., P. IVA e Iscr. Reg. Imprese Milano n. 04587830961   |  Privacy   |  Chi Siamo

Per offrirti il miglior servizio questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni qui.

X